Prodotti ok, ma il prezzo è giusto? Il rapporto Oxfam

oxfam.png

Vimercate. Il Gruppo d’acquisto solidale GASpaccio e l’Associazione Minerva organizzano una serata informativa sul Rapporto Oxfam “Al giusto prezzo”. L'evento è in calendario questa sera, 8 gennaio, alle 21, nella biblioteca di Vimercate in piazza Unità d'Italia.

Il Rapporto analizza le  ingiustizie che subiscono i produttori di piccola scala, i lavoratori e lavoratrici che operano nelle filiere agroalimentari italiane, così come avviene in altre parti del mondo. Dall’analisi emerge il racconto di cosa si cela dietro ai prodotti che comunemente mettiamo nei nostri carrelli. 

Sfruttamento lavorativo, economico, abusi, ricatti e violenze sono le inevitabili conseguenze che si riversano sull’ultimo anello della filiera: i braccianti e gli operai che coltivano, raccolgono e confezionano il nostro cibo. Una situazione che conosciamo molto bene anche in Italia, dove le cronache estive, da molti anni ormai, rivelano il lato oscuro della raccolta stagionale di frutta e verdura.

Il rapporto analizza il grado di impegno con cui i 5 più grandi operatori italiani della grande distribuzione organizzata  (Coop, Conad, Esselunga, Gruppo Selex, Eurospin) stanno affrontando il tema dei diritti umani nelle proprie filiere di produzione agroalimentare, assumendo pubblicamente le proprie responsabilità e dando evidenza dei processi messi in atto per rispettarli e prevenire abusi.

L’analisi si incentra sulle pratiche e le politiche di approvvigionamento adottate da questi operatori rispetto a quattro temi chiave: 

la trasparenza, i diritti dei produttori di piccola scala, i diritti dei lavoratori agricoli e i diritti delle donne. Verranno anche riportate informazioni sul Rapporto “Maturi per il cambiamento”  che, con lo stesso metodo, ha analizzato supermercati internazionali come Walmart, Tesco, Lidl, Aldi ecc. 

I risultati fin qui registrati evidenziano una chiara urgenza per i supermercati di agire per contrastare in modo efficace lo sfruttamento del lavoro che si cela dietro ai prodotti venduti. Oxfam è in contatto con i Supermercati e vuole favorire e ampliare la consapevolezza sul ruolo positivo che possono giocare rivedendo le loro politiche e adottandone di nuove per assicurare la sostenibilità sociale lungo le proprie filiere di approvvigionamento. 

Obiettivo di Oxfam e delle Associazioni organizzatrici della serata è volta a favorire la mobilitazione dei cittadini che, in quanto consumatori, possono giocare un ruolo fondamentale nel chiedere e ottenere un radicale cambiamento nelle politiche adottate dai supermercati volte a proteggere, rispettare e promuovere i diritti umani nelle filiere.

Per Oxfam Italia sarà presente Giorgia Ceccarelli, verranno poi presentati  il punto di vista di un produttore agricolo locale, Daniele Fedeli e le modalità di consumo critico attuale dal Gruppo d’acquisto solidale GASpaccio. 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI