Calcio, playoff: Monza batte Fermana 2-0

20190512_182738.jpg

La prima delle otto finali da affrontare per salire in Serie B è andata: il Monza, quinto nel Girone B al termine della regular season, ha eliminato la Fermana, decima nello stesso gruppo, nel primo turno preliminare dei play-off promozione.
Nella gara secca disputata allo stadio Brianteo si è sfiorato il bis di quella giocata in regular season solo 14 giorni prima: 2-0 anziché 3-0, ma in entrambi i casi 1-0 dopo il primo tempo. La differenza tecnica tra le due squadre è stata ancora una volta palese, anche perché l’allenatore dei biancorossi Cristian Brocchi stavolta ha azzeccato completamente la formazione, pure grazie al recupero completo di Anastasio, tornato titolare in difesa a sinistra al posto di Marconi; poi in attacco il tecnico milanese ha preferito Reginaldo a Brighenti e in avanti ha rimesso Ceccarelli per Lora ripassando dal 4-3-1-2 al 4-3-3.

20190512_181940.jpg 

20190512_175656.jpg

Per i gialloblù marchigiani allenati da Flavio Destro la gara si è messa subito in salita. Dopo un gol mangiato da Ceccarelli è stato Marchi a chiudere a rete una triangolazione con Reginaldo. La reazione sul piede di Fofana è risultata debole, mentre una splendida azione corale dei padroni di casa si è conclusa con un palo centrato da D’Errico. Nel finale di tempo i canarini di Fermo hanno gettato alle ortiche due occasioni per pareggiare con Giandonato e Malcore.
Nella ripresa sono fioccate palle-gol da entrambe le parti: tra quella di Giandonato e il palo colpito da Sperotto sono andati vicini alla marcatura Reginaldo, Anastasio, D’Errico, Chiricò e Brighenti. Prima di quest’ultimo, però, Reginaldo ci aveva ritentato e aveva insaccato di forza mettendo in frigorifero il passaggio del turno.

Ora delle 28 squadre in lotta per i 2 posti rimanenti per la Serie B sono rimaste in 19. Il Monza tornerà in campo per il secondo turno preliminare già mercoledì prossimo al Brianteo ( ore 18.30 ) per affrontare in gara secca il Südtirol, sesto in regular season nello stesso girone.

In sala stampa Brocchi ha spiegato i motivi della sua rabbiosa, e biasimevole, sceneggiata di fine partita, quando si è messo a urlare e a gesticolare sotto la tribuna all’indirizzo di alcuni tifosi che non lo ritengono all’altezza di allenare il Monza: “In curva quanti erano oggi? 500? Beh, sembravano 5000… Io non riesco neanche a giocare coi miei figli per pensare sempre al Monza. Ci sarebbe sempre bisogno di positività e invece in tribuna ci sono dieci persone che mi insultano sempre con termini non consoni, ma io ho le spalle larghe...”. Ha quindi annunciato che la squadra resterà in ritiro.
Capitan D’Errico lo ha difeso: “Da quando è arrivato Berlusconi alla guida del Monza vengono tutti qua per batterci a ogni costo. Il ‘mister’ è sempre bersagliato, ma sta facendo un grande lavoro. Se sono stanco a giocare due volte la settimana? No, io vado più in forma se gioco spesso. Se il clima fresco ci sta aiutando? Il clima attuale è l’ideale per giocare”.
Per Destroil Monza ha fatto una grande partita, è una grande squadra”. Lui il suo obiettivo, ossia la salvezza, l’ha raggiunto. Brocchi ha invece l’obbligo morale di arrivare almeno al terzo e ultimo turno preliminare.

20190512_183648.jpg