Mazzette a Messina, tracce anche in Brianza

Monza. Anche gli uomini e le donne della Questura di Monza e Brianza hanno contribuito alla maxi-operazione che ha portato in cella 11 persone. Nella notte appena trascorsa, decine di operatori della Polizia di Stato sono stati impegnati in una vasta operazione che ha portato all’arresto di 11 persone a Messina e Mazara del Vallo. L’azione investigativa, denominata “Ottavo Cerchio”, rappresenta l’epilogo delle più recenti indagini condotte dalla Squadra Mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina per reati di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio efittizia intestazione di beni.

L’indagine era partita la notte di Capodanno del 2019 quando venne presa di mira una tabaccheria con l'esplosione di alcuni colpi di pistola contro la saracinesca. Un avvertimento. 

In manette sono finiti anche imprenditori e funzionari pubblici messinesi e trapanesi. Nell'ambito dell'operazione, e' stato eseguito il sequestro preventivo del complesso di beni e di utilita' economiche della societa' Mareblu. La Squadra mobile di Messina per rintracciare e procedere alla cattura dei destinatari del provvedimento restrittivo si e' avvalsa della collaborazione degli agenti del Commissariato di Barcellona Pozzo di Gotto nonche' delle Squadre mobili di Palermo e Monza-Brianza.

ottavo_cerchio.jpg