Slider

Monza, spregevole truffatore tradito da un'impronta digitale

impronta-digitale.jpg

Monza. Un pregiudicato 34enne di origini laziali è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Monza per rapina pluriaggravata nei confronti di una 80enne di cui aveva carpito la fiducia. Nell’agosto scorso, il malfattore, gentile nei modi e nel tratto, con una banale scusa era riuscito ad introdursi nell’abitazione della vittima, convincendola ad offrirgli un te freddo. Con alcune chiacchiere e dei convenevoli, aveva distratto l’anziana versandole nel bicchiere un forte antidepressivo, narcotizzandola. A quel punto, sfruttando lo stato di incoscienza indotto nella donna, le ha rovistato casa appropriandosi di preziosi e denaro, ma ha commesso un errore; ha lasciato le sue impronte sul bicchiere. Questo è l’elemento che ha consentito ai Carabinieri di identificarlo e trarlo in arresto in esecuzione di un’ordinanza cautelare in carcere. La donna, in quella circostanza, venne soccorsa da un vicino che aveva notato l’uscio socchiuso e rinvenuto la vittima riversa sul pavimento priva di coscienza.

Leggi anche

Lite tra padre e figlio, intervengono due gazzelle dei carabinieri