Giorno del Ricordo, il racconto degli esuli

foibe_bassovizza.jpgConcorezzo. Una ferita ancora aperta, una pagina di storia ancora troppo spesso tenuta sotto silenzio. Il 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo proprio per tenere accesa la luce su un'altra pagina orribile legata alla Seconda Guerra mondiale, quella dell'esodo giuliano-dalmata dall'Istria e dalla Dalmazia e dell'orrore delle foibe. Intere popolazioni costrette a lasciare le proprie terre per ordine delle milizie comuniste di Tito e un numero di morti, tra il 1943 e il 1945, che gli storici non sono mai stati concordi nel definire tra 5000 e 16000.

In occasione del Giorno del Ricordo 2016 Marisa Brugna, esule istriana ed autrice del libro "Memoria Negata - Crescere in un Centro Raccolta Profughi per Esuli Giuliani” mercoledì 10 febbraio 2016, alle 21, terrà una conferenza presso la biblioteca comunale di Concorezzo di via De Capitani 23.

Lo scorso anno Concorezzo.org raccolse il racconto di Ezio Barnabà, strappato alla sua terra e poi approdato a Concorezzo. Ecco la sua storia: Foibe ed esodati, il racconto: "Io, ragazzino, cacciato dall'Istria"

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI