Lettera sul Milanino: l'intervento che aspettavamo dal 1964

rotatoriadante2.jpg

Gentile redazione,

Apprendo oggi da un post pubblicato su "sei di Concorezzo se..." che, a proposito della nuova viabilità del milanino, pare nessuno abbia mai chiesto o sentito l'esigenza della viabilità a senso unico in via san Rainaldo (detto da persona che afferma di risiedere a Concorezzo dal 1987).
Io a Concorezzo risiedo qui dal 1964 e ricordo che via san Rainaldo è sempre stata pericolosa con il doppio senso di marcia, da quando c'era la Dogana e i tir si incastravano nella curva a gomito provenendo da via Dante.
Successivamente al ridimensionamento del traffico legato alla Dogana, è diventata una scorciatoia tra Villasanta e Vimercate; il lungo rettilineo provenendo da Villasanta e con il semaforo verde sul fondo dava il via a delle accelerazioni pazzesche con staccate al limite e pedoni e bici sulle strisce dietro l'angolo cieco che dovevano saltare via per non essere investiti, biciclette che andavano verso il centro del paese che rischiavano di essere investiti a loro volta dalle macchine che uscivano dal cortile del Palazzone o che percorrevano i portici (vietati alle bici) rischiando a loro volta di investire i pedoni che uscivano dal cortile e poi code infinite con gli automobilisti (tanti) che usavano la via come scorciatoia, passavano con il giallo e rischiavano incidenti con altri veicoli su via Dante.

Ricordo le frenate e i frontali evitati quando qualcuno usciva con il muso della macchina dal Palazzone ed il veicolo in arrivo da Villasanta non rallentava ma allargava nell'altra corsia obbligando all'inchiodata chi proveniva da Concorezzo versa Villasanta.
Ora pare secondo alcuni che la rotonda sia più pericolosa del semaforo, ognuno è libero di pensarla come vuole ma devono sapere che di incidenti ce se sono stati e tanti con il semaforo; ricordo macchine e scooter finiti sui marciapiedi (davanti a casa Pattarin o sull'angolo davanti ai Terzoli oppure contro il cancello di Villa Zoia) ed il morto non ci è scappato solo per caso.
Tempo fa la madre di un mio amico è stata investita sulle strisce davanti al cimitero e se l'è cavata per miracolo dopo una lunga convalescenza, e molti commentavano che il Comune è intervenuto solo dopo che si era rischiato il morto; ora che il Comune interviene prima che si rischi il morto non va bene ugualmente.....
Una cosa è certa: via san Rainaldo era pericolosa con il doppio senso di marcia perchè stretta, con marciapiedi stretti e malandati, pericolosa per le bici e i pedoni dal momento che veniva spesso percorsa ad alta velocità del giorno e della notte pur trovandosi in ambito residenziale e vicina al centro, ora imparo che non va neanche bene la pista ciclabile! 
Parlando con altri residenti ho potuto constatare che le persone soddisfatte da questi interventi ,che sono stati promessi e discussi da anni sono tante, probabilmente non frequentano facebook e considerato il trattamento riservato a Mauro Capitanio (che non conosco ma con il quale mi congratulo per la pazienza che ha avuto) avranno le loro buone ragioni.

Diego

Commenti   
+2 #5 qwerty 2015-09-19 13:59
quindi secondo voi, per accontentare i residenti del "palazzone" è giusto creare un disagio a tutte quelle macchine che devono recarsi verso il centro di concorezzo? non capisco come ragionate....
0 #4 milena 2014-09-26 15:21
non transito molto spesso sia in Via Dante che in via S Rainaldo . stamattina h. 8.45 e 9,30 ho notato che non c'erano code il tutto molto scorrevole . poi bisogna vedere altri orari
-2 #3 maurizio 2014-09-18 14:29
Ritengo di condividere pienamente tutto quello scritto da Diego.
Risiedo a Concorezzo in via san Rainaldo dal 19991 ed ho sempre ritenuto la "nostra via" pericolosissima
sia per i pedoni ,per le biciclette ed anche per tutti gli automezzi.
Vorrei aggiungere a tutto quello che abbiamo sopportato in tutti questi anni , che anche il divieto, posto all'inizio della via ,all'accesso dei veicoli pesanti raramente veniva rispettato e Noi residenti del "Palazzone" ci trovavamo con il passaggio di camion di grossa dimensione ,lasciamo a Voi pensare il rumore e tutto ciò che ne consegue.
I cambiamenti purtroppo possono accontentare alcuni e non accontentare altri ma in questo caso
si tratta di dare precedenza alla sicurezza e alla"" qualità della vita"dei cittadini e in anche di Noi che ci abitiamo.
saluti
Maurizio
+1 #2 roberto 2014-09-16 22:28
per quanto riguarda la pericolosità di via S. Rainaldo la riconosco abitando al Milanino dal 63.Ricoro anch'io il problema dei tir e dell'inquinamen to dalla ore 16.30 alle 19. Se avessero voluto limitare le velocità avrebbero potuto mettere dei dossi come hanno fatto in altre zone in paese.per limitare il traffico nelle ore di punta avrebbero potuto mettere un semafero all'altezza dogana che impediva il traffico verso via Dante.Il senso unico attuale mi va bene ma quella pista ciclabile e lo spostamento del traffico verso la direzione sinistra non elimina certo il problema dell'uscita dei mezzi dal palazzone e si rischia spesso lo scontro con chi esce da via S Michele perchè la visibilità è compromessa dalle macchine posteggiate dal panettiere e non sono pochi i casi di vetture contromano perchè carente la segnaletica ad altezza visibile in macchina. Come ho già scritto con la nuova viabilità se mi recassi una volta in paese tra andata e ritonno allungo di circa 2 km x 365 giorni fanno oltre 700 km ovvero arrivo in provincia di Foggia
-2 #1 Gian Luca 2014-09-16 21:21
Mi permetto di intervenire perché ho vissuto nell'edificio "Il Palazzone" di via San Rainando per cinque anni della mia vita....
Quando esisteva il semaforo, al mattino si formava una lunga fila di automobili verso il centro di Concorezzo che ci obbligava a tenere chiuse le finestre di casa per l'incredibile puzza di scarico dei motori che stagnava nella via stretta ed angusta per ore! In estate era un supplizio!
Con il doppio senso di marcia, passare in bicicletta era rischiosissimo al punto di preferire il passaggio nel porticato oppure sul marciapiede (con le imprecazioni dei pedoni!). Infine, l'uscita dal Palazzone con l'auto alle volte era lunga e pericolosa.
Mi complimento con l'amministrazio ne comunale per aver risolto con la rotonda ed il senso unico questi problemi.
Aggiungi commento