Sexy-shop clandestino? Una lettrice: "Indagate"

sex-shop.jpgConcorezzo. "Gentile redazione, come mai non scrivete niente del sexy-shop clandestino aperto da tempo in paese? Sempre pronti a trovare il pelo nell'uovo ovunque, tranne dove vi fa comodo...". Si apre così la singolare lettera arrivata alla redazione di concorezzo.org alcuni giorni fa e che prosegue poi con una serie di particolari sulla mercanzia messa in vendita nel presunto negozio e con alcune indicazioni stradali. A dire il vero non abbiamo scritto nulla perché eravamo assolutamente all'oscuro di qualsiasi sexy-shop in paese. La breve ricerca che ha impegnato la nostra redazione, tra l'altro, ha ridimensionato (di tanto) la segnalazione della nostra lettrice. Anche se un po' di sorpresa non è mancata. Di cosa si tratta, dunque? Diciamo che nei pressi di un distributore di benzina collocato in paese è presente una sorta di distributore di film hard e anche oggettistica sexy molto ben camuffato. Di giorno il dispenser (poco più grande di un distributore automatico di sigarette) è rigorosamente occultato da una saracinesca. A tarda sera, poi, la copertura viene meno, si accendono le luci et - voilà - appaiono dvd e sex-toys. Quando siamo passati a verificare, non c'era una gran coda in attesa. Anzi. Non c'era nessuno. Ma almeno abbiamo accontentato la nostra lettrice.

Commenti   
0 #3 Fabio 2014-12-09 12:32
Certo che i BACCHETTONI a Concorezzo NON mancano. Che problema può dare a costoro un distributore automatico
attivo solo la sera, me lo devono spiegare. Poi con TUTTI i problemi che ci sono, anche a Concorezzo, questi NON hanno
nulla da pensare ???
0 #2 Angelo 2014-12-09 11:42
Ciao redadazione.ris petto per la persona che ci ha fatto questa segnalazione. La mia opinione è che non trovo niente di scandaloso.non distribuisce droga. I problemi a Concorezzo sono ben altri che un semplice distributore sexy shop.
0 #1 Patrick 2014-12-09 08:58
Boh! Non capisco il problema, è lì da anni e, come per i distributori dei gratta e vinci e sigarette, è necessario il codice fiscale, certo sarebbe forse il caso che la vetrina si aprisse solo all'inserimento della carta del codice fiscale, per una questione di decenza verso i minori. C'è più coda nelle sale giochi o alle slot di giorno presso i bar. Certamente un pò squallido, ma di questi tempi...

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI