E nella sede di via Manzoni arrivarono i "diamanti"

b_450_500_16777215_00_images_belsito.jpegConcorezzo. La bufera sui diamanti della Lega? Una clamorosa bolla di sapone. Che ora,però, rende più felici le casse della sezione cittadina. Nei giorni scorsi (anche se la notizia è stata snobbata dalla gran parte dei giornali), al movimento di Roberto Maroni sono stati restituiti dalla Procura della Repuublica ben 350 mila euro e 11 diamanti. I gioelli, come noto, erano stati comprati dall'ex tesoriere leghista, Francesco Belsito, mentre la somma in contanti era depositata presso un notaio di Rovigo. A chiedere la restituzione nei giorni del processo mediatico era stato l'avvocato Domenico Aiello. Ora il giudice ha sancito che si trattava "indubbiamente" di soldi della Lega, legittimamente investiti, e quindi da restituire. Da alcuni giorni le migliaia di sezione della Lega Nord sparse dal Trentino alle Marche hanno ricevuto un contributo da via Bellerio. A Concorezzo circa 1000 euro.

"A quanto pare la riorganizzazione in atto all'interno della dirigenza leghista sta incominciando a dare buoni frutti - spiega il consigliere Daniele Usuelli che lo scorso 14 aprile aveva anche partecipato al blitz (nella foto) davanti alla casa genovese di Belsito al grido "Belsito, vuoi anche questi?!", sventolando banconote da 20 e 50 euro (foto) - Pochi giorni fa abbiamo ricevuto la notizia Un migliaio di euro, dunque, per di un contributo economico per la nostra sezione e per tutte le altre, per sostenere l'attività politica sul territorio comunale di Concorezzo all'indomani del consueto raduno che si svolgerà tra le calli veneziane la prossima Domenica, dove anche quest'anno la segreteria cittadina guidata dal militante Vittorio Mandelli, ha organizzato un pullman che raggiungerà in mattinata il capoluogo Veneto con partenza alle ore 6 da via Dante. Promessa mantenuta".

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI