Goliardia post-elettorale: pollo sultano nel menù Agp

pollo_sultano.jpg

Concorezzo. Non ha fine la simpatica e goliardica querelle post elettorale tra l'anonimo profilo "Pollo sultano" e gli ambienti leghisti. Il primo per tutta la durata della campagna elettorale aveva pungolato su Instagram il Carroccio e i suoi candidati con irriverenti post e vignette. Una volta conclusa la tornata elettorale, sui tabelloni delle Amministrative, erano comparsi anonimi manifesti con la scritta: "Pollo... arrostito". In molti avevano ricondotto l'affissione ad ambienti leghisti. Ora anche l'associazione culturale Agp Cuncuress, da sempre vicina alla Lega, affonda il colpo: nel menù della tre giorni di festa padana (Festa padana e country party in Villa Zoja), insieme ai piatti della tradizione lombarda, compare un riferimento molto esplicito, il piatto speciale "Pollo sultano". Ogni riferimento è puramente... voluto.

Sopra il menù della Festa padana dal 5 al 7 luglio in Villa Zoja, sotto alcuni post di Pollo Sultano

pollo_sultano2.jpg

 

Aggiungi commento