Il Municipio di Concorezzo dice addio alla carta

b_450_500_16777215_00_images_riccardo_borgonovo.jpegSmaterializzazione, ovvero carta addio. Con una delibera d'avanaguardia e superecologista, la squadra del sindaco Riccardo Borgonovo ha messo la parola fine sull'utilizzo, a volte spreco, di carta in Municipio. L'Amministrazione di centrodestra stima un risparmio immediato di 5mila euro all'anno, ma anche un diverso utilizzo del personale.

In queste ore - spiega l'assessore alla Comunicazione e vicesindaco Mauro Capitanio - tre persone erano impiegate a stampare il materiale per la discussione sul PGT. Con la digitalizzione questo non sarebbe stato necessario.

Insomma, d'ora in avanti addio a comunicazioni interne cartacee, cartelline per i consiglieri, faldoni, delibere, archivi polverosi. Per tutti i consiglieri una pratica chiavetta USB, pagata di tasca propria da Borgonovo e Capitanio. Con tanto di corso pratico per chi avesse poca dimestichezza. Per i cittadini, invece, si resta all'antica. Ma chissà...

Commenti   
0 #4 OM 2012-02-14 14:28
Mi sembra di leggere la barzelletta dei tre carabinierei che devono cambiare una lampadina.... addirittura tre persone per delle semplici stampe. Appoggio comunque la decisione, con la speranza che sia veramente attuata e non come succede spesso in aziende che applicano procedure simili, tutto digitalizzato e poi quando arrivano anche delle semplice email si stampano e poi si leggono!
Per i cittadini sino a che l'italia non si sveglia sul tema della connessione internet e sul monopolio dei nostri gestori non mi sembra corretto che per entrare in comunicazione con il comune sia necessario passare attraverso intermediari di sorta e farli arricchire quando essere informati oltre che a un nostro dovere è anche un nostro diritto.
Tempo fa non si parlava di WiFi libero in centro ?
0 #3 OM 2012-02-14 14:28
Mi sembra di leggere la barzelletta dei tre carabinierei che devono cambiare una lampadina.... addirittura tre persone per delle semplici stampe. Appoggio comunque la decisione, con la speranza che sia veramente attuata e non come succede spesso in aziende che applicano procedure simili, tutto digitalizzato e poi quando arrivano anche delle semplice email si stampano e poi si leggono!
Per i cittadini sino a che l'italia non si sveglia sul tema della connessione internet e sul monopolio dei nostri gestori non mi sembra corretto che per entrare in comunicazione con il comune sia necessario passare attraverso intermediari di sorta e farli arricchire quando essere informati oltre che a un nostro dovere è anche un nostro diritto.
Tempo fa non si parlava di WiFi libero in centro ?
0 #2 Benny 2012-02-14 13:22
La globalizzazione tecnologica è entrata in paese...!!!
0 #1 Benny 2012-02-14 13:22
La globalizzazione tecnologica è entrata in paese...!!!

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI