Piscina, il Cdc attacca Magni e il Pd: cos'hanno fatto in cinque anni?

piscinaconcorezzoinsport.jpgConcorezzo. Un lungo e dettagliato resoconto (che pubblichiamo integralmente) per ricostruire la "vicenda piscina", dopo il polverone suscitato dal rinnovo del contratto di gestione a Insport. I Cristiani di Centro, presenti in Consiglio comunale da 16 anni, difendono l'operato dell'assessore ai Lavori pubblici, Innocente Pomari, mettendo sul tavolo numeri e documenti. 

"Vogliamo mettere al corrente i nostri concittadini di quanto realmente è accaduto in questi anni a riguardo della  messa a norma della Piscina Comunale - spiegano i rappresentanti del CdC, rappresentanti in Consiglio da Marco Mariani e Cristina Panceri - smentendo in maniera decisa le infamanti e stupide accuse lanciate dal PD ed in particolare dal loro consigliere Magni contro l’Amministrazione Borgonovo  ed in particolare contro l’assessore Innocente Pomari. Usciamo solo ora,  a distanza di una ventina di giorni dai comunicati davvero infamanti del PD, proprio per il fatto  che il nostro senso di responsabilità ha preferito prima far partire tranquillamente tutte le attività della piscina Comunale e poi rispondere politicamente a chi ingiustamente e molto scorrettamente ci ha accusati di aver creato una situazione di disagio ai nostri concittadini". (foto Insport)

 

Ecco il documento

Carissimi concittadini,

recentemente sono stati distribuiti dal Partito Democratico di Concorezzo alcuni volantini recanti attacchi politici davvero squallidi nei confronti dell’amministrazione Borgonovo.

Tali attacchi sono stati rivolti in particolare contro l’assessore Pomari, definito in maniera disonesta dal consigliere Magni “l’unico responsabile della mancata messa a norma della piscina comunale di via Pio X causa il non adeguamento dell’impianto antincendio e la mancata compartimentazione dall’edificio scolastico”. E se l’assessore Magni ed il Pd  lanciassero questi attacchi per paura che esca tutta la verità sulla vicenda?

Facciamo una brevissima cronistoria di quanto successo per far capire una volta per tutte cosa è accaduto a riguardo della mancata messa a norma dell’impianto “Piscina Comunale

Anno 2001­

Viene prorogata la convenzione con INSPORT in cambio della costruzione del campo polivalente coperto, della piscinetta, del campo di calcetto e altro. I lavori termineranno nel 2004. L'amministrazione esegue i lavori di sua competenza entro il 2002, ovvero la nuova scala antincendio, la centrale termica, oltre ad adeguamenti vari degli impianti.

Anni dal 2004-2006

Terminano i lavori, ad eccezione della chiusura dell'anello dell'impianto idranti per ottenere la certificazione antincendio. Nel frattempo cambia la giunta: il sindaco ora è Lissoni, l'assessore ai LLPP è fino al 2006 Roberto Lissoni. Dal 2006 subentra per un rimpasto Alessandro MAGNI.

Per tutti gli anni di governo PD, con sindaco LISSONI e assessore MAGNI, della piscina c'è traccia solo in due comunicazioni fatte alle giunta e riguardanti solo   la superficie del campo polivalente , e non il resto, (”MAGNI in Consiglio comunale  :”..dell'antincendio tutti sapevano  dal 2001 .”) e lui cosa ha fatto ?? , e sì che MAGNI aveva a disposizione milioni di euro destinati ai LLPP che ha dirottato alle  spese correnti, tralasciando opere necessarie  perchè non visibili !!!

Anni dal 2009-2013

Entra in carica la giunta Borgonovo I e l'assessore Pomari si riattiva immediatamente per la questione piscina. Nel 2010, infatti, è già affidata ad un tecnico a redazione del progetto. Nel frattempo si è resa necessaria anche la divisione degli ingressi palestra/piscina; il progetto relativo a questi lavori viene presentato nel 2011 ai vigili del fuoco,che nel novembre 2013 approvano. A causa del patto di stabilità, non è possibile l’avvio immediato ai lavori nel 2013. Tuttora, per i LLPP sono a disposizione esigue risorse economiche .

Prima informalmente, poi il 28 MARZO 2014 ufficialmente, INSPORT presenta una proposta di PROJECT FINANCING che comprende anche i lavori necessari all'ottenimento del CPI dai VVFF. Le continue ristrettezze dovute al patto di stabilità fanno prendere in considerazione la proposta. Si apre così una trattativa con INSPORT per mantenere le agevolazioni precedenti per la scuola (ovvero i corsi gratuiti per gli alunni e corsi specifici per i disabili, ore gratuite a disposizione delle società e sportive e MANTENIMENTO INVARIATO della superficie del campo polivalente). La scadenza  elettorale di questa primavera interrompe la trattativa, prontamente ripresa all'insediamento della giunta Borgonovo bis.

Ora, bisogna prendere atto che la maggioranza Borgonovo (sindaco, assessori, consiglieri comunali) ha avuto il doveroso coraggio (doveroso nei confronti dei cittadini) di prendersi la responsabilità, con atto pubblico in consiglio comunale, di tenere aperto il suddetto impianto facendosi carico di una situazione che dura (parole del consigliere Magni-PD) dal 2001, cioè da ben tredici anni, quindi ancora ben prima del doppio mandato Borgonovo.

“L’intramontabile assessore Pomari” (come ironicamente è chiamato dal PD), invece, da tre anni sta cercando di venire a capo di una situazione incancrenitasi da più di un decennio, situazione alla quale si sono aggiunte in questi ultimi due anni una serie di complicazioni esterne legate al contratto per la nuova gestione. Dal canto suo, l’assessore Pomari non ha mai negato il fatto che purtroppo si è arrivati fuori tempo massimo per risolvere il problema.

Ma, ci chiediamo, chissà perché l’attuale consigliere del PD Magni, ex assessore ai lavori pubblici dal 2006 al 2009 e il suo partito di appartenenza allora al governo cittadino, non hanno voluto risolvere questa situazione legata alla piscina, visto che proprio lui, Magni, ha più volte definito nello scorso Consiglio comunale che è da “tredici anni che tutti sanno che la piscina non è a norma e grazie a Dio non è successo, in tutti questi anni, nessun incidente”.

Ma, attuale consigliere Magni del PD ex assessore ai lavori pubblici dal 2006 al 2009, come mai, nei tre anni del suo incarico, non è mai arrivata sui banchi del Consiglio comunale alcuna delibera da parte della sua maggioranza da lei firmata a risoluzione del problema? Si è dimenticato, durante il suo mandato da assessore, del problema piscina oppure, sapendo che c’era davvero da darsi da fare, ha preferito, insieme al suo partito, mettere la testa sotto la sabbia e non combinare nulla?

La verità è che durante il suo mandato, la piscina, già non a norma, è rimasta tale. E adesso veniamo accusati con volantini infamanti, soprattutto nei confronti dell’assessore Pomari, di una situazione della quale lei e tutto il Pd siete corresponsabili! E, aggiungiamo, di soldi a bilancio in quel periodo ce n’erano per poter sistemare il tutto senza aspettare l’intervento del privato.

Ma la cosa peggiore, attuale consigliere Magni del PD ex assessore ai lavori pubblici dal 2006 al 2009, è che la testa sotto la sabbia lei e il suo partito l’avete messa ancora durante lo scorso Consiglio comunale. Invece di scagliarvi  in maniera falsa  contro il Sindaco Borgonovo l’assessore Pomari e la maggioranza, lei e il suo partito avreste dovuto essere i primi, visto la vostra compartecipazione alla non risoluzione del problema negli anni scorsi, a prendervi la responsabilità civile e penale di tenere aperta la piscina garantendo un servizio ai nostri concittadini, così come correttamente e onestamente hanno fatto il Sindaco, l’assessore Pomari, la giunta e tutti i consiglieri di maggioranza.

Lei e il suo partito, al governo cittadino dal 2004 al 2009, dovreste solo ringraziare il Sindaco Borgonovo ed in particolare l’ “intramontabile assessore Pomari”, se finalmente questa vicenda che dura da tredici anni è diventata oggetto di studio, di confronti serrati con l’attuale gestore e, siamo sicuri, di soluzione finale .

Ci dispiace, ma forse la più grande figuraccia davanti ai Concorezzesi la stanno facendo il PD e l’attuale consigliere Magni ex assessore ai lavori pubblici per il PD dal 2006 al 2009.

 

CDC – Cristiani di Centro 

Commenti   
0 #4 Dimma 2014-10-03 15:27
Ammazza che toni! Più che un confronto politico mi sembra di assistere ad una vera e propria guerra, ancorchè verbale! Ma dov'è finito lo spirito di collaborazione tanto sventolato in campagna elettorale?
Da osservatore esterno direi che la "colpa" (o il pasticcio, ...come volete chiamarlo) sia da dividere equamente perchè chi prima, chi dopo o chi dopo ancora c'è passato e non può scaricare sull'altro tutte le responsabilità. A onor del vero però farei pendere un po' più la bilancia su chi ha governato gli ultimi cinque anni: non è che se chi c'era prima non ha sistemato le cose sia un alibi per non far nulla, soprattutto quando la scadenza della convenzione è alle porte! (o no?). Comunque....ril assiamoci un filo: la polemica ci sta - e tutta, ma evitiamo - entrambi - di far prendere fuoco alla coda (di paglia?).
0 #3 Dino 2014-10-03 10:26
Ma l'ex ( per fortuna )assessore Andreoni cosa ha fatto? Si è comunque dimenticato della giunta Brambilla ( Lino ), Bianchi Tiberio, del podestà Bonati....
0 #2 walter 2014-10-02 17:16
Semplice ...... assessore Magni .............. a casa .............
0 #1 Guido Maria 2014-10-02 08:13
Ma io mi chiedo...le amministrazioni Bernareggi ed anche quelle Brambilla (Alberto) e Matilde Grassi...cosa hanno fatto?

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI