Al Circolino lo sport è inclusione

Concorezzo apre le sue porte all’associazione sportiva ASD Corona Ferrea Nuoto con un progetto per l’inclusione delle persone con disabilità attraverso lo sport.

E’ stata, infatti, presentata ufficialmente sabato 11 luglio l’iniziativa che ha portato gli atleti dell’ASD Corona Ferrea Nuoto di Monza a iniziare a calcare il campo della bocciofila Nuova Verdi all’interno del Circolo S. Antonio di via Verdi.

Gli allenamenti hanno preso il via i giorni scorsi con la partecipazione di circa una decina di atleti brianzoli. Parte integrante del progetto sportivo e sociale è la collaborazione con alcuni atleti professionisti campioni di bocce che guidano i ragazzi dell’ASD Corona Ferrea Nuoto nel loro percorso sportivo. La Onlus è affiliata agli Special Olympics Italia e iscritta nel registro del Coni.

 

“Siamo certamente soddisfatti che questa iniziativa che ha già coinvolto altri Comuni della Brianza per quanto riguarda altre specialità sportive, possa svolgersi anche nel nostro territorio. Da sempre Concorezzo è sensibile a tematiche sociali e l’alto numero di volontari impegnati nell’associazionismo locale in questo ambito ne è una conferma- ha affermato il Sindaco Mauro Capitanio- Ci auguriamo che il Circolo S. Antonio con la sua bocciofila possa essere solo il primo degli impianti sportivi concorezzesi coinvolti in questo progetto di inclusione sociale attraverso lo sport. L’Amministrazione comunale è infatti a disposizione per sostenere questo genere di iniziative mettendo in rete le realtà del nostro territorio”.

 

“Un grazie agli organizzatori dell’ASD Corona Ferrea Nuoto per aver voluto coinvolgere questo storico impianto sportivo concorezzese in un progetto così innovativo- ha detto il Vicesindaco Micaela Zaninelli-. E’ certamente un valore aggiunto per tutti noi vedere popolare il Circolo di nuovi atleti e di importanti “glorie” dello sport delle bocce. Un grazie anche al direttivo del Circolo S. Antonio per essersi reso disponibile a livello tecnico e organizzativo per il concretizzarsi di questo progetto”.

 

“Lo sport, come la cultura rappresenta uno degli elementi essenziali che caratterizzano il nostro Circolo – ha commentato Matteo Formenti, Presidente del Circolo S. Antonio-. Il primo dato ufficiale della presenza del campo da bocce nel nostro Circolino di via Verdi risale al 1954 e i campi da bocce erano ben quattro. Nel 1972, considerato un anno di rinascita per la vita del Circolo, è nata ufficialmente la “Bocciofila Nuova Verdi”. Una storia, insomma, lunga e vivace che da decenni accompagna la vita della nostra Comunità. Questa collaborazione con l’ASD Corona Ferrea rappresenta un’occasione preziosa per fare rete con realtà significative del nostro territorio”.

 

“ASD Corona Ferrea Nuoto – ha spiegato Lucia Zulberti, direttore sportivo ASD Corona Ferrea Nuoto – è nata lo scorso agosto e in breve tempo ha attivato progetti per tre discipline sportive differenti che grazie alle loro peculiarità vanno a soddisfare un ampio bacino di progettualità sportive, educative e sociali. Abbiamo iniziato con il nuoto, abbiamo proseguito con l’atletica a Villasanta e ora diamo ufficialmente il via anche alle bocce. Proprio lo sport delle bocce, per le sue peculiarità, rappresenta uno spunto importante nell’ambito della disabilità intellettiva perché consente di lavorare moltissimo sull’aspetto cognitivo esaltando alcune abilità degli atleti che poi possono essere trasferite nella vita di tutti i giorni”.

DSC_6797.JPG

Aggiungi commento