Slider

Cisterna piena di punti per la Vero Volley. È la sesta vittoria di fila

davyskiba.jfif

VERO VOLLEY MONZA-TOP VOLLEY CISTERNA 3-1
 
Contro il fanalino di coda del campionato arriva per la Vero Volley la sesta vittoria consecutiva. Il successo non era così scontato stante l’epidemia di contagi da “coronavirus” che ha messo k.o. la squadra monzese nelle scorse settimane, e a causa della quale erano oggi ancora assenti Calligaro e Falgari, e stante l’assenza dell’opposto titolare Lagumdzija, impegnato con la Nazionale turca nelle qualificazioni al Campionato europeo. Al suo posto ha giocato lo schiacciatore bielorusso Davyskiba, che si è comunque ben comportato (19 punti tra cui 2 ace e 3 muri) e per questo è stato premiato come Mvp del match.
 
La formazione biancorossoblù ha anche vendicato la sconfitta per 3-1 della gara di andata disputata a Cisterna di Latina, che è rimasto l’unico successo della compagine pontina. Il gruppo guidato da Massimo Eccheli è cresciuto rispetto alla brutta, anche se vittoriosa, gara di mercoledì contro la Kioene Padova. Però ci vorrà del tempo a ritrovare condizione e affiatamento dopo lo stop causato dal Covid-19 e bisognerà comunque osservare se Davyskiba riuscirà a mantenere un rendimento di poco inferiore a quello elevato tenuto complessivamente nella stagione da Lagumdzija.
 
Il match, disputato come ormai sempre a porte chiuse, è stato aperto dal minuto di raccoglimento osservato per la scomparsa della madre della presidentessa del club brianzolo Alessandra Marzari.
Dopo un’invasione fischiata agli ospiti è proprio Davyskiba a mettere giù il primo pallone: chiuderà il primo set a quota 7 punti. La partenza della Vero Volley è bruciante: 5-0. Arriva però la reazione della squadra allenata da Slobodan Kovac, il tecnico che 2 anni fa fece piangere il consorzio perché alla guida dei russi del Belogorie Belgorod soffiò alla Vero Volley la Challenge Cup in finale. In un amen si è sul 5-4 e la parità arriva sul 6-6. I padroni di casa riprendono il largo (12-7) grazie anche a 2 ace di Dzavoronok ma Szwarc trascina i suoi al 16-16. Una doppietta di Davyskiba (schiacciata e muro) intervallata da 1 punto di Lanza riportano avanti i monzesi, che mantengono il +3 fino alla fine (25-22).
 
Anche il secondo set è piuttosto equilibrato ma se la Top Volley riceve malissimo la Vero Volley diventa inefficace a muro (0-4 il parziale). Il primo tentativo di fuga dei pontini viene neutralizzato (da 13-18 a 21-21), ma il secondo va in porto (23-25). A scatenarsi è Sabbi con 7 punti (alla fine saranno 19).
 
Non cambia il refrain nel terzo e nel quarto parziale. Si assiste sempre a un testa a testa emozionante ma avaro di colpi strappapplausi. In entrambi i set la svolta arriva sul 20-20. Nel terzo una schiacciata di Davyskiba e un muro di Lanza scavano il mini-solco che non viene riempito (25-23). Nell’ultima frazione di gioco il solco è di 3 punti e viene scavato da Lanza, Beretta con un muro e Dzavoronok dalla seconda linea. Lo stesso schiacciatore ceco (19 punti di cui 3 ace e 1 muro) e Holt chiudono il conto (25-22).
 
Giovedì alle ore 19 la Vero Volley recupererà l’ultimo match che ha da giocare del girone di andata, quello all’Arena di Monza contro la Consar Ravenna rinviato per positività al “coronavirus” riscontrate nella squadra romagnola.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento