santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

Il Monza è pronto per le due finali che valgono la Serie A

stroppasalastampa.jpg

Vigilia di Monza-Pisa tra silenzi e tensioni: i silenzi sono quelli della tifoseria ma anche della società biancorossa, che in questi giorni hanno preferito per scaramanzia non eccedere in entusiasmo per non rimanere ancora più delusi in caso di sconfitta nella doppia finale dei play-off di Serie B; le tensioni sono quelle che da 15 anni, cioè dalle finali dei play-off di Serie C “rubate” dai nerazzurri, animano i pre e i post partita tra brianzoli e toscani, ma anche quelle dei tifosi di entrambe le compagini che non sono riusciti ad accaparrarsi uno dei 9999 posti che possono essere occupati all’U-Power Stadium. L’ex Stadio Brianteo ha già fatto registrare il tutto esaurito per domani (calcio d’inizio alle ore 20.30) in attesa che domenica prossima l’Arena Garibaldi – Stadio Romeo Anconetani faccia altrettanto.
 
Dopo la rifinitura l’allenatore del Monza, Giovanni Stroppa si è presentato alla consueta conferenza stampa. “Quelle di questa settimana – ha esordito - non so se siano le partite più importanti della mia carriera, ma ovviamente sono le più importanti della stagione. Sono due partite da dentro o fuori e quindi bisognerà avere più attenzione, più determinazione, più cattiveria del solito. Non ho strategie: cercherò di vincere domani senza pensare alla gara di ritorno. Queste finali rispecchiano i percorsi del campionato dato che si affrontano le prime due squadre non promosse direttamente. Stimo l’allenatore del Pisa, Luca D’Angelo, da sempre. Ma il Pisa non è solo lui. Anche i giocatori non sono affatto male… È una squadra che fa dell’agonismo, del pressing, dell’attenzione, del carattere le sue doti migliori. Se noi non facciamo la partita come deve essere fatta, usciremo con le ossa rotte. Dobbiamo eliminare gli errori banali. Dobbiamo tenere maggiormente la palla per far correre di più gli avversari. E dobbiamo pensare a quello che è l’oggi, che è troppo importante, e non a quello che è stato 15 anni fa. Deciderò domattina chi schierare dall’inizio in base alle condizioni fisiche dei giocatori, anche se posso affermare che i non infortunati stanno bene, a differenza che nei due match contro il Brescia dove avevo diversi elementi acciaccati”. Ieri il “patron” Silvio Berlusconi è venuto a far visita alla squadra al centro sportivo Monzello per la prima volta in questa stagione: cosa vi ha detto? “Ha ripetuto le cose che ci aveva detto in altra sede prima della semifinale di andata a Brescia”. Poi finì 2-1 per il Monza, come pure la gara di ritorno. Chissà che non si confermi il detto “non c'è due senza tre e il quarto vien da sé”...
 
Come per la partita di domenica scorsa Stroppa non avrà a disposizione gli infortunati Valoti, Ramirez, Favilli, Siatounis e Pedro Pereira. Il match sarà trasmesso in diretta tv su Helbiz Media, Sky Sport e Dazn.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI