La Saugella è più che Reale. Ottava vittoria consecutiva

begic.jfif

SAUGELLA MONZA-REALE MUTUA FENERA CHIERI 3-2
 
E sono 8. Non si ferma la striscia di vittorie consecutive della Saugella Monza nel campionato di Serie A1. Anche se con molta fatica, pure la Reale Mutua Fenera Chieri è stata piegata dal team di Marco Gaspari, che ha così vendicato la sconfitta per 3-2 patita nella gara di andata. Le rosablù non sono ancora tornate ai livelli di prima dell’epidemia da “coronavirus”, più che altro dal punto di vista fisico. Il muro ha retto solo un set e diverse giocatrici hanno dovuto dare il cambio alle titolari meno in forma. A supplire alle previste carenze ci ha pensato il carattere delle ragazze in campo, che a turno hanno trascinato le compagne alla conquista di un successo per nulla scontato alla vigilia. Non è stato raro, infatti, assistere a filotti di punti di una o dell’altra giocatrice, alla quale le palleggiatrici Orro e Carraro si sono affidate per portare a casa almeno 2 punti. Peccato come al solito che ai palpitanti 5 set non abbia potuto assistere il pubblico.
 
Il primo e l’ultimo set sono stati i più equilibrati. Il primo ha avuto come aspetto più interessante la sfida tra Van Hecke e Grobelna, con quest’ultima che ha avuto la meglio con 8 punti a 6. La Saugella era partita bene, toccando quota +6 (14-8). Poi lentamente la compagine allenata da Giulio Cesare Bregoli ha rosicchiato un punto dopo l’altro raggiungendo le padrone di casa sul 24-24 in particolare grazie appunto alla “mano calda” di Grobelna, ben supportata da Villani. Il guizzo finale è però rosablù, con un muro di Heyrman e una schiacciata di Perinelli che finisce sull’asticella.
 
Nel secondo parziale le piemontesi crollano in ricezione, ma riescono lo stesso a far male alle brianzole scariche a muro e poco efficaci in attacco. Nonostante gli strepitosi 10 punti di Orthmann, mia personale Mvp (24 punti a fine match, tra cui 2 ace e 1 muro), ad avere la meglio è la Reale Mutua Fenera Chieri, scappata via sul 10-10 e non più ripresa. La Saugella, sotto di 6 punti, prova anche a riacciuffarla, ma arrivata a -1 non riesce ad avere la lucidità necessaria per completare l’opera. Diverse giocatrici appannate concedono troppi errori alle avversarie e così Perinelli chiude sul 22-25.
 
A inizio terzo set Gaspari schiera Begic per la deludente Meijners (15% in attacco) e a lungo andare la mossa porta buoni risultati. Quello che scompare del tutto è il muro: le torinesi passano quasi sempre senza colpo ferire e a fine parziale il tabellino dirà 5-0 per loro nel fondamentale. Non c’è storia fin dall’inizio, anche perché le ospiti tirano su tutto in difesa: sul 2-2 Villani e due muri dell’“ex” Mazzaro e di Grobelna tracciano il solco. Van Hecke sparisce e Gaspari la cambia con Obossa, brava a impattare la gara nel modo giusto con 2 schiacciate e 1 ace. Sul 15-19 si scatena Perinelli, con 2 schiacciate e 1 muro. Una battuta sbagliata della subentrata Negretti regala alle piemontesi il 25° punto contro 19.
 
Obossa viene premiata con l’inserimento nella formazione iniziale del quarto set. Lei ringrazia e firma con 1 schiacciata e 1 muro il secondo e il terzo punto della Saugella. Poi Danesi non vuole essere da meno e mette a terra 2 ace. I 4 punti di scarto non vengono colmati, nonostante il ritorno imperioso di Grobelna. Il punto del 25-21 lo schiaccia Begic.
 
La bosniaca è l’eroina del tie-break con la firma su 5 dei 15 punti: per questo viene premiata come Mvp. Il testa a testa tra le due compagini si risolve a favore delle monzesi grazie a una maggior efficacia in attacco. Sul 13-13 chiudono bene la rediviva Van Hecke e quella che ha tenuto su la baracca nei momenti peggiori, la tedesca Orthmann, che tra l’altro scavalca di 1 punto Grobelna nel tabellino finale.
 
La Saugella riscenderà in campo già mercoledì prossimo alle ore 17, ancora all’Arena di Monza, per il recupero della seconda giornata di ritorno contro la Bosca San Bernardo Cuneo.
 

FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento