Slider

La Saugella non fa Del Bene alla squadra di Scandicci

begic.jpg

SAUGELLA MONZA-SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-2
 
A distanza di 3 giorni dal successo casalingo al tie-break nel derby con la Zanetti Bergamo la Saugella Monza fa il bis superando con lo stesso punteggio la Savino Del Bene Scandicci seconda in classifica. Di per sé significa già che dal punto di vista fisico la squadra è messa bene. Poi aggiungiamo che il gruppo guidato da Marco Gaspari ha anche forza, seppur con cali di tensione, e carattere. E pure fortuna, perché la fuoriclasse della formazione toscana, l’opposta polacca Magdalena Stysiak, è rimasta in panchina a causa di una leggera distorsione alla caviglia.
 
L’anticipo, deciso per esigenze televisive, dato che il match è stato trasmesso in diretta su Rai Sport, si è giocato ancora a porte chiuse. Peccato che le ragazze rosablù non abbiano potuto ricevere i meritati applausi per questa importante vittoria, che tra l’altro ha vendicato l’eliminazione dalla Supercoppa Italiana patita a Scandicci a inizio stagione. La differenza tra i due sestetti in campo l’ha fatta innanzitutto il muro, che stasera è stato davvero devastante in casa monzese: il tabellino finale è da urlo, con un 18-9 di punti per “block” che certifica un dominio e anche una regina. Stiamo parlando di Edina Begic, MVP del match per acclamazione, con 26 punti di cui, appunto, 6 a muro. Alla sua seconda gara da titolare si è presa nuovamente il premio, come nella precedente, dimostrando che il grave infortunio patito all’inizio della scorsa stagione non solo non l’ha ferita nel fisico, ma semmai ha rinforzato anche il suo spirito, dandole una carica che si era un po’ persa nell’ultima stagione giocata in riva al Lambro. La schiacciatrice bosniaca ha disputato una prestazione mostruosa, con un 61% di positività in ricezione e un 45% di punti in attacco, il tutto condito pure da 3 ace. La sua gara ha quasi oscurato quella positiva delle altre compagne, in particolare della “ex” Meijners (anche Carraro era una “ex”), Danesi, Heyrman e Parrocchiale. Quest’ultima ha trascinato la difesa, che ha fornito ottime sensazioni, sempre considerando il grande sforzo compiuto in questi giorni, con 10 set quasi tutti tirati giocati nel giro di 75 ore e mezza zeppe anche di ore e ore di allenamenti.
 
Nel primo set le monzesi hanno preso qualche punto di vantaggio sul 10-10, quando Begic ha cominciato a scatenarsi inanellando 4 punti consecutivi. Quei 4 punti rimasti alla fine del set quando Van Hecke ha schiacciato la palla del 25-21.
 
Il secondo parziale è invece appannaggio delle ospiti, che si registrano meglio in difesa e in attacco mostrano una Drewniok, sostituta della Stysiak, capace comunque di totalizzare 6 punti (saranno 20 alla fine del match). La Saugella cede sul 20-18, quando Begic sbaglia una delle poche schiacciate, Markovic infila 2 ace e Courtney e Lubian alzano 2 muri; infine Drewniok ribatte per 2 volte ai punti della subentrata Orthmann per il 22-25 finale.
 
Il terzo set è una passerella per le rosablù perché le toscane non riescono più a mettere giù palla in attacco. Da 4-4 si arriva a 11-4 in breve tempo grazie a un errore di Pietrini in battuta, a un ace di Begic, a una schiacciata di Meijners, a una schiacciata a rete di Drewniok dalla seconda linea, ad altri 2 ace di Begic e a una schiacciata della stessa bosniaca dalla seconda linea. La subentrata Orthmann, Meijners e Orro con un muro affossano le avversarie con un perentorio 25-13.
La squadra allenata dall’ex commissario tecnico della Nazionale, Massimo Barbolini, ha una bella reazione nel quarto parziale, complice un vistoso calo in attacco delle padrone di casa, in particolare di Van Hecke e Meijners. Il “break” arriva sul 10-10 grazie a Lubian, poi assecondata da Popovic e Drewniok. Il punto del 19-25 è però di Courtney.
 
Il tie-break finisce come mercoledì: 15-10. Stavolta le monzesi salutano sul 12-10 senza lasciare più una briciola, grazie a un migliore ricezione e di conseguenza a un miglior attacco. Due schiacciate di Danesi e Begic (a suggello di una prestazione da circoletto rosso), inframmezzate da un’invasione a rete, sono i 3 punti che chiudono il conto.
 
Il “tour de force” della Saugella proseguirà mercoledì prossimo alle ore 20.30, in casa della Delta Despar Trentino e ancora davanti alle telecamere di Rai Sport, che trasmetterà la partita in diretta.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento