Slider

La Vero Volley chiude il girone di andata con una vittoria

grozergrinta.jpg

VERO VOLLEY MONZA-VERONA VOLLEY 3-2
 
Dopo più di 2 ore di battaglia la Vero Volley Monza ha piegato il Verona Volley nell’ultima giornata di andata della Superlega. Per sapere contro chi giocheranno i rossoblù in Coppa Italia bisognerà però attendere l’esito dei match che vedranno impegnate Gas Sales Bluenergy Piacenza e Allianz Milano, entrambe con possibilità di scavalcare i brianzoli al quinto posto. In ogni caso la compagine allenata da Massimo Eccheli disputerà la gara secca del primo turno in trasferta contro una tra Cucine Lube Civitanova, Leo Shoes PerkinElmer Modena, Itas Trentino.
 
Davanti allo scarsissimo pubblico rimasto fedele allo spettacolo volistico offerto all’Arena di Monza (nonostante il coronavirus e le conseguenti restrizioni) è andato in scena un incontro che, a parte il primo set, è stato molto emozionante e ricco di colpi di alto livello tecnico. La formazione guidata dal bulgaro Radostin Stoytchev, in lotta per la salvezza (incomprensibilmente a giudicare dalla gara di oggi), ha dato tantissimo filo da torcere ai padroni di casa sfiorando un importante successo.
 
Solo il primo set, come accennato, è andato via liscio per l’ex gialloblù Grozdanov e compagni. Grazie a un ottimo 80% in attacco e a parziali eloquenti in battuta e a muro (rispettivamente 3-0 e 4-1 relativamente a quelli vincenti) i monzesi prendono il volo chiudendo sul 25-17 con Davyskiba.
 
A inizio secondo set Stoytchev schiera Magalini e Raphael rispettivamente per Asparuhov e Spirito e le cose cambiano decisamente. Ai colpi del ceco Dzavoronok risponde l’astro nascente sloveno Mozic (27 punti per lui alla fine). È un testa a testa che esalta gli alzatori, entrambi abili a smistare palloni in ogni zona del campo. Sul 21-23 Grozer, MVP del match con 26 punti (di cui 5 ace e 1 muro) e il 62% in attacco, mette a terra 2 punti, ma una battuta errata di Davyskiba e un pallonetto di Mozic riaprono la contesa.
 
Nel terzo parziale Stoytchev propone dall’inizio Qafarena per Jensen. A sfidare Mozic è Grozer anche perché Dzavoronok crolla al 22% in attacco. È di nuovo testa a testa fino al 18-18, poi i veneti rosicchiano 3 punti che difendono fino al 21-24. A questo punto Grozer diventa protagonista assoluto del match, prima conquistando il cambiopalla in attacco e poi firmando 3 ace spettacolari inframmezzati da una schiacciata a rete di Mozic.
 
Nel quarto set il Verona Volley prova a scappare sul 4-4, portandosi sul 7-13 con un muro di Qafarena. Dzavoronok, sceso in attacco addirittura al 17%, viene rilevato da Karyagin. Grozer suona la carica ma il divario si riduce al massimo a 2 lunghezze (12-14 e 20-22) nonostante le difficoltà del libero ospite Bonami in ricezione (17%). Sul 21-24 c’è bisogno di un nuovo miracolo ma Davyskiba prima mette giù il pallone e poi va al servizio e lo spara fuori.
 
A decidere a chi vanno i 2 punti è il tie-break. Rientra Dzavoronok per Karyagin ma sull’1-0 Grozer, in battuta, sente male a un muscolo della gamba e abbandona lasciando il campo proprio al bulgaro avendo l’altro opposto Mitrasinovic rescisso consensualmente il contratto in settimana. I compagni del “colosso” ungherese naturalizzato tedesco reagiscono alla grande al momento di difficoltà e stringendo i denti si portano prima sul 4-1 e poi sull’8-5. I veronesi però non mollano, trascinati da Magalini, e li riagganciano sul 12-12 con un muro di Cortesia. Si susseguono azioni mozzafiato finché al secondo match-ball un muro di Dzavoronok mette la parola fine alla contesa (17-15).
 
Il prossimo appuntamento della Vero Volley Monza è calendarizzato per domenica prossima, solennità di Santo Stefano, alle ore 20.30 a Modena. Il match sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport.
 
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI