La Vero Volley eguaglia la Saugella con 7 vittorie di fila

dzavoronok2.jpg

VERO VOLLEY MONZA-CONSAR RAVENNA 3-1
 
È ormai diventata una sfida in famiglia, all’interno del consorzio pallavolistico monzese. Le femmine della Saugella vincono la settima partita consecutiva? E allora i maschi della Vero Volley rispondono col settimo successo di fila! Nel recupero della nona giornata di Superlega, rinviato lo scorso 8 novembre a causa di alcune positività al “coronavirus” riscontrate nel gruppo squadra della Consar Ravenna, i rossoblù hanno superato per 3-1 la formazione romagnola allenata da Marco Bonitta, commissario tecnico della Nazionale italiana femminile campione del mondo 2002. Grazie ai 3 punti conquistati la compagine brianzola risulta aver chiuso il girone di andata della regular season al settimo posto, quinto team tra gli 8 qualificatisi lo scorso settembre ai quarti di finale di Coppa Italia. Pertanto si giocherà l’accesso alla final four nella gara secca del 27 gennaio in casa della Leo Shoes Modena.
 
Nel match odierno, disputato sempre a porte chiuse, tra le fila della Vero Volley si sono fatti sentire ancora meno i problemi fisici derivati dall’epidemia di Covid-19 che il mese scorso ha interessato parecchi elementi del gruppo squadra. Il team ha retto bene i 4 set infrasettimanali nonostante l’assenza di tre pedine: le riserve Calligaro e Falgari, ancora non negativizzati, e l’opposto titolare Lagumdzija, impegnato con la Nazionale turca nelle qualificazioni al Campionato europeo. Il suo sostituto, lo schiacciatore bielorusso Davyskiba, ha bissato la buona prestazione di domenica scorsa, mettendo a segno 15 punti, di cui 2 a muro. Meglio di lui hanno fatto lo schiacciatore Dzavoronok, Mvp del match con 20 punti (di cui 2 in battuta e 2 a muro), e il palleggiatore Orduna, “ex” della serata (così come dall’altra parte Arasomwan), tornato a smistare palloni con varietà e capace pure di mettere la firma su 6 punti (1 in battuta e 1 a muro).
 
Nel primo set l’equilibrio si rompe sul 5-5, ma dopo il time-out chiesto da Bonitta sul 14-10 gli ospiti recuperano e impattano sul 17-17. Due errori dei romagnoli inframmezzati dall’ace di Orduna riportano a +3 gli uomini di Massimo Eccheli, che alla fine chiudono sul 25-20 grazie a una schiacciata fuori di Francesco Recine, doppio figlio d’arte di Stefano, campione del mondo con la Mediolanum Milano e vincitore della World League con la Nazionale, e di Beatrice Bigiarini, campionessa del mondo con Il Messaggero Ravenna e capitana della Nazionale.
 
Nel secondo parziale la Consar crolla sia in ricezione che in attacco e Dzavoronok trascina i compagni sino al 25-16 finale firmato da Davyskiba.
 
Bonitta sostituisce Recine e Pinali con Zonca e Stefani e la formazione romagnola si trasforma, diventando a tratti davvero imperforabile in difesa, grazie anche alla solidità a muro. I due innesti totalizzano 6 punti ciascuno, tanti quanti lo scatenato (62% in attacco a fine match) Dzavoronok. Lo 0-3 di partenza non viene recuperato e si chiude 22-25.
 
Eccheli risponde cambiando Beretta con Galassi e la mossa fa bene in attacco e a muro. Dzavoronok per il terzo set consecutivo chiude a 6 punti, ma il romagnolo Loeppki ne fa addirittura 9 (per un totale personale di 21). Finché lo sorregge Zonca la Consar sta davanti (3-7), però il ceco di casa suona la carica e in breve tempo il punteggio si ribalta (14-10). Loeppki dalla seconda linea e un errore di Davyskiba fanno tremare la presidentessa Marzari, che sul 19-18 incita i suoi ragazzi. Davyskiba si rifà con un muro e poi viene assecondato da Dzavoronok, che chiude frazione e partita sul 25-22 con un missile dalla seconda linea.
 
La Vero Volley tornerà in campo domenica prossima alle ore 18 ospite della Itas Trentino e in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento