Slider

La Vero Volley inizia i play-off scudetto con una vittoria

lagumdzijamuro.jpg

VERO VOLLEY MONZA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1
 
È iniziata col piede giusto l’avventura della Vero Volley Monza nei play-off scudetto: all’Arena in gara-1 dei quarti di finale ha piegato in 4 set la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, compagine che un mese fa aveva chiuso la regular season al 5° posto, una posizione più in basso dei rossoblù. Proprio l’incognita del mese senza partite ufficiali è stata presto cancellata: i ragazzi allenati da Massimo Eccheli hanno infatti disputato, purtroppo ancora senza pubblico a causa della pandemia, una delle migliori prestazioni della stagione, risultando concentrati, determinati e in forma fisica. Poche sono state le sbavature, la qual cosa può far sognare in caso di eventuale approdo alle semifinali, evento che a Monza non si è mai verificato nella storia, nemmeno 10 anni fa quando l’Acqua Paradiso Monza Brianza, squadra ora scomparsa, chiuse al 4° posto la regular season. Tutti gli uomini impiegati hanno giocato bene, ma certamente gli schiacciatori hanno sfoderato una prestazione da circoletto rosso, che nel caso di Lagumdzija è pure sottolineata. L’opposto della Nazionale turca si è meritato il titolo di Mvp in virtù di 27 punti, di cui 2 in battuta e 3 a muro, e un 55% in attacco.
 
Da segnalare che il successo è giunto con Holt, ancora alle prese con problemi muscolari, in panchina. Il primo centrale del consorzio è entrato solo pochi secondi e riguardo alle sue condizioni parla il fatto che la società ha nei giorni scorsi ingaggiato, e già portato in panchina oggi, il 22enne polacco Mateusz Poreba, proveniente dall’Indykpol AZS Olsztyn.
 
Nel primo set si arriva fino al 16-16 senza grossi strappi: il +4 guadagnato dai calabresi, complice una imprecisa ricezione, viene assorbito per la reazione di Dzavoronok e Lagumdzija, capaci di metter giù palloni difficili. Sul 19-18 una schiacciata dalla seconda linea di Lagumdizja, un muro di Dzavoronok e un ace di Lanza ipotecano il set, che si chiude 25-20 con una “pipe” di Lanza e un muro di Beretta.
 
La seconda frazione di gioco registra una forte flessione delle percentuali in ricezione della formazione guidata da Valerio Baldovin, che va sotto 8-4, ma recupera sull’11-11 con Rossard. Lo schiacciatore francese si galvanizza e mette giù altri 2 palloni accompagnandoli da un ace. Si va avanti testa a testa fino al 21-21, con un ottimo Beretta a segno per 6 volte, poi è lo stesso Rossard in formato Penelope che commette 2 errori, in battuta e in schiacciata dalla seconda linea, consegnando il set ai padroni di casa. Il 25-22 lo firma Lagumdzija.
 
Anche il terzo parziale si mette bene per i brianzoli, ma sul 14-9 l’ex rossoblù Rizzo e compagni iniziano un lento recupero, anche stavolta guidati da Rossard, che li porta a impattare sul 20-20. Sul 24-24 risulta decisivo lo statunitense Defalco, che raggela l’ambiente monzese firmando una doppietta.
 
La Vero Volley non subisce il contraccolpo e parte a razzo nel quarto set: da 6-1 a 12-5 è un attimo grazie sempre alle scarsi percentuali in ricezione dei giallorossi. 2 punti del neoentrato Gargiulo, in schiacciata e a muro, un attacco di Rossard e una “pipe” di Dirlic, altro neoentrato, riducono lo svantaggio degli ospiti a 2 lunghezze. “Big boy” Lagumdzija risolve i problemi infilando 4 martellate da k.o. senza conteggio. Ma i vibonesi non mollano e riprovano a rimontare. Sul 24-22 chiude la contesa il solito Lagumdzija: finisce 3-1 come in regular season.
 
Gara-2 si disputerà a Vibo Valentia domenica prossima alle ore 15.45: in caso di bis i monzesi saranno in semifinale, altrimenti si deciderà tutto in gara-3 all’Arena una settimana dopo.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento