Milan poker, ma il Monza c'è

IMG-20200906-WA0013.jpg

Milano. Finisce male per il Monza la prima vera amichevole della stagione 2020/21. Con due gol in zona Cesarini il Milan arrotonda sul 4-1 un risultato che sarebbe stato giusto si fissasse con una sola rete di differenza. Ben tre delle quattro marcature rossonere sono arrivate con tiri da fuori area, un aspetto su cui l’allenatore dei brianzoli Cristian Brocchi dovrà lavorare. Peccato perché fino al 90’ i biancorossi avevano fatto una bella figura allo stadio Giuseppe Meazza, purtroppo desolatamente vuoto a causa dei provvedimenti di contenimento dell’epidemia di “coronavirus”. Niente pubblico e niente dirigenti Vip attesi, intendendo i grandi “ex” della migliore storia del Diavolo, quella dei record di trofei per una proprietà: “patron” Silvio Berlusconi e l’amministratore delegato Adriano Galliani. Al primo, ricoverato all’ospedale San Raffaele perché “aggredito” dal Covid-19, è stato dedicato dagli ultras del Monza uno striscione appeso all’esterno del nosocomio recante la scritta: “Forza Silvio!!! Monza ti aspetta per vincere insieme...”. Il secondo è invece rimasto a casa in isolamento fiduciario dato il suo rapporto di vicinanza all’ex Presidente del Consiglio.

Alla partita, trasmessa in diretta tv su Italia 1, non hanno partecipato i 10 giocatori in questi giorni impegnati con le Nazionali A e Under 21, 8 del Milan e 2 del Monza (l’“azzurro” Colpani e il portoghese Mota, entrambi Under 21), nonché per i biancorossi il danese Gytkjaer, a riposo precauzionale per un affaticamento, e il brasiliano Carlos Augusto, sbarcato stamattina all’aeroporto di Linate. A proposito di Colpani, l’altroieri ha esordito con la Nazionale Under 21 (amichevole contro la Slovenia a Lignano Sabbiadoro terminata 2-1) con un gol (quello dell’1-0): è la seconda volta nella storia che un giocatore del Monza va a segno con l’Under 21, dopo Zanoncelli il 21 dicembre 1988 a Cosenza contro Malta (il biancorosso aprì le marcature dell’8-0 in amichevole).

A San Siro i brianzoli sono scesi in campo col “marchio di fabbrica” del 4-3-1-2: Lamanna in porta, in difesa Bellusci e Paletta centrali e Lepore e Sampirisi sulle fasce, a centrocampo Barberis, Armellino e capitan D’Errico, con Chiricò trequartista dietro le punte Finotto e Maric.

Il match si mostra vivace e al 7’ il Milan già passa in vantaggio con un missile da 25 metri di Calabria che si infila nell’angolino dove Lamanna non può arrivare. 2’ dopo Ibrahimovic calcia dal limite e Lamanna respinge di pugni. Lo svedese ci prova anche al 12’ con un colpo di testa che passa alto. 1’ più tardi si fa vivo il Monza con un sinistro potente di Lepore che Donnarumma respinge. Al 23’ il Monza pareggia grazie a un’intuizione geniale di Paletta per Finotto che con un “sombrero” scavalca Donnarumma e poi appoggia la palla in rete con un colpo vellutato. Al 34’ Bennacer manda di poco alto su calcio di punizione. Il sorpasso definitivo del Milan arriva al 40’ con Maldini a conclusione di una triangolazione con Paquetà. Gli ospiti avrebbero l’occasione per pareggiare quasi subito con Finotto, ma il numero 11 s’incarta sotto porta su un cross dalla sinistra di Sampirisi.

L’intervallo porta i primi cambi: per il Monza entrano Di Gregorio, Donati e Machìn rispettivamente per Lamanna, Lepore e Chiricò. Al 2’ Finotto calcia debolmente da buona posizione e Donnarumma para. Il Monza fa girare bene la palla e costringe il Milan sulla difensiva. Al 13’ Donnarumma devia in corner una botta da fuori di Armellino. Brocchi effettua altre 4 sostituzioni: entrano Scaglia, Fossati, Barillà e Gliozzi rispettivamente per Paletta, Barberis, D’Errico e Finotto. Ritornano però fuori i padroni di casa che con Hernandez e Maldini vanno vicini al tris. Anastasio, Rigoni e Mosti rilevano rispettivamente Sampirisi, Armellino e Maric. Al 28’ Machìn manda di poco a lato dopo essersi liberato bene di Calabria e al 41’ Hernandez salva sulla linea una capocciata di Rigoni. Dal 2-2 sfiorato si passa in 2’ al 4-1: i giovani rossoneri Kalulu, con un gran tiro al volo, e nel recupero Colombo, con un sinistro a giro nel “sette” dal limite, fanno fare poker al Milan, così come avvenuto 3 giorni prima contro il Novara.

In sala stampa Brocchi si è mostrato soddisfatto: “Peccato per i 2 gol presi alla fine perché stasera abbiamo giocato un buon calcio. Non giocavamo una partita importante dallo scorso 22 febbraio e dunque dobbiamo ancora riprendere la condizione ideale. Comunque, escludendo i 2 gol evitabili finali, abbiamo disputato una buona partita. I nuovi arrivati? Devono trovare l’intesa coi compagni, ma tutto sommato hanno giocato una buona partita. L’assenza di Berlusconi e Galliani? È stato un dispiacere. Speriamo di portarli qua prossimamente...”. Il riferimento è alla Serie A che il Monza cercherà di conquistare per la prima volta nella storia, seppur sia una neopromossa. L’appuntamento per la prima di campionato è per sabato 26 settembre: l’avversario lo si conoscerà mercoledì prossimo a Pisa, quando sarà elaborato il calendario.

Aggiungi commento