santalfredo
santalfredo

Sorpresa Rai per i 100 anni dell'Autodromo di Monza

gp_2022.jpgMonza. Il tempio della velocità compie 100 anni. Correva il 1922 quando l'Automobile Club di Milano decise di costruire l'autodromo per commemorare il venticinquesimo anniversario dalla fondazione. La società allora proprietaria del parco, l'Opera Nazionale Combattenti, fu subito d'accordo dal momento che la nascita delle corse automobilistiche avrebbe portato una notevole pubblicità alle case costruttrici. Fu costituita la società SIAS (Società incremento automobilismo e sport) a capitale privato e presieduta dal senatore Silvio Crespi. I lavori iniziarono il 15 maggio e in soli 110 giorni fu completata l'opera. Il primo giro completo di pista fu percorso il 28 luglio da Pietro Bordino e Felice Nazzaro su una Fiat 570. Si trattava del terzo circuito permanente realizzato al mondo, preceduto solo dalla pista statunitense di Indianapolis (1909) e da quella inglese di Brooklands (1907), oggi non più esistente essendo caduta in disuso nel 1939 alla vigilia del secondo conflitto mondiale e definitivamente chiusa nel 1945. Il progetto preliminare prevedeva un tracciato a forma di "otto" della lunghezza di 14 km ma, a causa dell'impatto sul Parco Reale, si decise invece di approvare un progetto che utilizzasse in gran parte le preesistenti strade del parco e limitasse l'abbattimento degli alberi.

Venerdì 9 settembre, alle 21.20, su RaiDue, andrà in onda un inedito e nuovissimo documentario dedicato all'Autodromo nazionale con le testimonianze di piloti, manager e storici e tantissimi filmati da brivido.

GUARDA IL VIDEO

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI