santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

Stroppa alla vigilia del verdetto sul Monza. Sarà Serie A?

stroppamonzello.jpg

Ci siamo ormai. Domani alle ore 20.30 il Monza giocherà a Perugia l’ultima partita di regular season di Serie B: in caso di vittoria (anche in altri casi ma molto improbabili) conquisterebbe per la prima volta la promozione in Serie A dalla sua istituzione nel 1929. In città c’è molta scaramanzia anche per via dei numerosi precedenti sfortunati: nessun coro allo stadio nell’ultima gara casalinga che richiamasse la prima lettera dell’alfabeto, poche bandiere biancorosse esposte da finestre e balconi, nessuna programmazione di festeggiamenti. In caso succedesse quello che generazioni di monzesi si augurano, tutto esploderà di colpo, poco dopo le 22.15. Duemila tifosi saranno a Perugia a sostenere la squadra allenata da Giovanni Stroppa, ex giocatore biancorosso, che oggi ha tenuto all’U-Power Stadium la consueta conferenza stampa post-rifinitura. “In settimana ho preparato la partita in maniera uguale alle precedenti ma è chiaro che l’atmosfera attorno era un pochino diversa - ha dichiarato - Comunque non ho dato suggerimenti alla squadra rispetto ad altre volte. Bisogna sempre fare un po’ lo psicologo e un po’ l’allenatore. La difficoltà era arrivare in questa posizione di classifica a questo punto del campionato. Ora bisogna restare sereni perché anche in caso di mancata promozione diretta avremo un’altra opportunità coi play-off. Per decidere la formazione bisognerà vedere come staranno domani quelli non impiegati nella partita contro il Benevento perché si potrebbe cambiare qualcosa. Essendo stata una partita di buona fattura è difficile mettere mano a qualcosa che funziona a meno che ci sia qualcuno più pronto rispetto ad altri che hanno giocato sabato scorso. Col Benevento è stata pressoché perfetta la fase difensiva, dato che non abbiamo concesso quasi nulla all’avversario. Domani affronteremo una squadra forte, molto imprevedibile, allenata benissimo. Domani ci sarà da soffrire davvero. Anche se il nostro avversario è da sempre stato il Monza stesso. Mi piace pensare che il difficile sia stato quanto fatto finora. Ora ci tocca raccogliere quanto seminato, senza assilli e senza ansia. A luglio vestire questa maglia era una responsabilità, ora è tutto bello. Bisognerà restare sereni, tranquilli, determinati, cattivi, per portare a casa il risultato. Mota? Ha avuto alti e bassi dovuti a qualche piccolo acciacco. Arrivava da una stagione abbastanza positiva. Doveva mettere nei suoi numeri più gol e l’ha fatto, anche se poteva farne di più. Comunque il suo apporto è stato sempre ottimale. Se giocheranno titolari Valoti e D’Alessandro che sono partiti dalla panchina sabato scorso? Valoti è un giocatore importante e dunque valuteremo sulla base delle condizioni in cui sarà domani. D’Alessandro non era al 100%, ma sabato è entrato benissimo in partita. Vedremo se farlo giocare dall’inizio o a partita in corso: uno tra lui, Molina e Pedro Pereira dovrà partire dalla panchina. Domani a Perugia mancherà a tutti Piero Frosio. Per un po’ ci ha accompagnato in questa stagione, ma ci ha lasciato troppo presto. È un pensiero che rimane dentro di me”.
Stroppa ha convocato 28 giocatori per Perugia-Monza (diretta tv su Helbiz Media, Sky Sport e Dazn). Oltre a Scozzarella, fuori lista per la regola del limite al numero degli “over”, sono indisponibili per infortunio Paletta e Siatounis.
 
FOTO BUZZI

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI