Slider

Vero Volley, debutto casalingo in Champions League da favola

stysiak.jpg

VERO VOLLEY MONZA-ASPTT MULHOUSE 3-0
 
Si è rivelato troppo facile l’esordio casalingo storico della Vero Volley Monza in Champions League: le campionesse di Francia in carica, nonché attuali capolista della Ligue A, dell’ASPTT Mulhouse non sono infatti state all’altezza del confronto con la terza forza italiana, che nonostante gli infortuni (Mihajlovic in tribuna e Lazovic e Gennari acciaccate con la seconda in panchina per onor di firma) hanno sepolto le avversarie con un 3-0 condito da parziali sempre più netti. Il Girone B riequilibra così i valori, che nella prima giornata avevano visto le vicecampionesse d’Europa della Vafikbank Istanbul avere la meglio sulle brianzole per 3-1 e le transalpine superare le finlandesi del Viesti Salo con lo stesso punteggio (queste ultime domani ospiteranno le turche).
 
Con la vittoria di stasera, ottenuta davanti a circa 2mila spettatori, la Vero Volley Monza ha allungato a 6 la striscia di successi in partite ufficiali. Il match è stato molto somigliante a quello di campionato disputato all’Arena domenica scorsa contro Il Bisonte Firenze, anch’esso conclusosi 3-0 per le padrone di casa. La compagine allenata da Marco Gaspari è stata superlativa nella correlazione muro-difesa e ha attaccato molto bene sia dalla zona 2 che dalla 3 e dalla 4. Le francesi guidate dall’italiano François Salvagni si sono sciolte come la neve del pomeriggio sotto la pioggia della sera; parlano da sole le percentuali in attacco: 53% a 24%.
 
Nel primo set le locali hanno preso il volo sul 3-3 trascinate da una sempre più convincente Davyskiba, MVP grazie a 17 punti tra cui 2 ace e 2 muri. Raggiunto il 9-4 hanno amministrato senza particolari patemi fino al 25-20 finale.
 
Nel secondo parziale Salvagni ha provato Kastner come palleggiatrice al posto di Viggars, ma le cose non sono andate meglio, anzi. La percentuale in attacco è rimasta ferma a un misero 28% e le monzesi hanno ingranato la marcia a muro (4 punti a 1). Le transalpine hanno retto fino al 9-9 più per errori delle padrone di casa che per meriti propri. Poi ancora Davyskiba e Stysiak hanno dato il la all’accelerata decisiva, seguite da Danesi, Van Hecke e Candi, a dimostrazione dell’ottima prova fornita dalla palleggiatrice Orro. A chiudere sul 25-17 è stata Davyskiba con un pallonetto.
 
Salvagni ha quindi rimesso Viggars in regia e sostituito Vanjak e Lamprousi rispettivamente con Coneo e Olinga-Andela. La percentuale in attacco è però sprofondata al 15% e il muro è rimasto soccombente a confronto con quello monzese. Sul 2-3 la Vero Volley ha effettuato il sorpasso e non si è fatta più riprendere. Sul 12-10, poi, ha infilato 11 punti consecutivi: una sequenza davvero imbarazzante per le campionesse francesi. Da segnalare in questo frangente le difese di Parrocchiale, che hanno impedito qualunque tentativo di recupero da parte delle ospiti renane. Nel finale c’è stata gloria anche per Lazovic e Zakchaiou, che ha sigillato il set sul 25-12.
 
Il prossimo appuntamento con la Champions League sarà il 21 dicembre alle ore 19, quando le monzesi ospiteranno all’Arena il Viesti Salo. In campionato si tornerà a giocherà lunedì 13 dicembre alle 20.30 in casa della Bartoccini Fortinfissi Perugia.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI