santalfredo
santalfredo

calcio

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Conco cuor di leone, tira fuori gli artigli e allo scadere strappa il pari a Segrate. Iniziano bene il girone di ritorno i biancorossi del calcio guidati da Alberto Motta contro una diretta inseguitrice per lotta alla promozione. A complicare le cose ci si è messo anche il terreno di gioco, parzialmente ghiacciato. La testa di Luca La Torre porta in vantaggio i padroni di casa a soli dieci minuti dal calcio di inizio. La Concorezzese le prova tutte per superare la retroguardia avversaria. Gabriele Rebuzzini si fa trovare nel posto giusto al momento giusto, allo scoccare del novantesimo, capitalizzando a rete da due passi il cross di Luigi PanceriIl finale della disputa sarà incandescente, il direttore di gara accerchiato dai giocatori, pochi istanti al triplice fischio mostra il cartellino rosso a Roberto Bonfanti  Matteo Cristofaroespulsi per proteste. 

Le formazioni:

Città di Segrate - Brunetti, R.Sircana, Filippi, Cristofaro, Tarozzo, Masciardi, Merlino, F.Anesi, Parigi ( dal 83' Naidenov ), M.Sircana, la Torre( dal 75' Colnaghi ). A disposizione di mister Alberto Omini; Ferrero, Scilipoti, Santi, Leobilla, D'Ercole.

Gsd Concorezzese - Leserri, Sironi, Poletto, Bernareggi, Troiano ( dal 87' Cambiaghi ), Bonfanti, Parma, Bercè, Panceri, Colombo ( dal 62' Rebuzzini ), Turati ( dal 80' Viganò ).

Direttore di gara - Sig. Matteo Araldi di Pavia

La cronaca:

Alle prime battute di gioco i due bomber si presentano subito con fare minaccioso in zona d'attacco: prima con Panceri poi con La Torre ma senza impensierire i rispettivi portieri.

7' Bernareggi dagli estremi di un calcio di punizione nella parte sinistra del campo trova la testa di Anesi che allontana la sfera dalla propria area.

8' Parma appena dentro l'area casalinga in scivolata non trova di poco la porta. La palla sorvola i legni.

9' Poletto sulla fascia destra lancia in avanti Panceri ma all'interno dell'area gialloblu si scontra con Masciardi.

11' Merlino dalla linea di fondo la mette nell'area piccola biancorossa. La Torre non fa complimenti insaccando il pallone sotto la traversa ( 1- 0 )

15' Il Conco non sfrutta al meglio un calcio di punizione nella metà campo avversaria. L'azione sfuma tra i piedi dei difensori del Segrate.

18' Anesi riceve il pallone dalla bandierina destra appena dentro l'area brianzola. Contrastato cade e invoca il rigore, l'arbitro lascia correre.

20' Turati da un calcio di punizione nella parte sinistra piccola del campo la mette nel cuore dell'area milanese sulla testa di Poletto ma la sfera va oltre la traversa.

22' Parigi viene fermato duramente sul limite sinistro dell'area. Il tiro di Anesi viene fermato dalla testa di Bonfanti che la mette in corner.

25' La Torre si invola sulla fascia sinistra del campo spalla a spalla con Sironi. Il duello lo vince il concorezzese, pallone sul fondo.

27' Le Serri si supera tra i pali. Prima dalla conclusione nel cuore dell'area da La Torre poi dal tiro da fuori di Merlino dalla destra.

29' Turati dagli estremi di un calcio piazzato dalla sinistra la mette in area gialloblu. La testa di Tarozzo in mischia allontana la palla.

32' Bernareggi sgambetta La Torre ad una ventina di metri dalla propria area. Anesi dal calcio da fermo la manda alle stelle.

34' Bercè serve alla sua sinistra Turati appena fuori dall'area ma viene ostacolato al momento della battuta a rete.

35' Colombotenta la sorte dalla distanza. Il pallone esce sul fondo.

37' Parma sguscia via tra due avversari palla al piede; giunto sulla soglia dell'area tocca la palla per Turati al suo fianco che sfiora il palo alla sinistra di Brunetti.

40' Turati dalla sinistra del rettangolo di gioco la mette in mezzo sulla testa di Bernareggi ma Filippi lo anticipa prontamente.

42' La Torre dal limite sinistro dell'area ospite cerca di impensierire Leserri sul palo più lontano ma la sfera esce a bordo campo.

43' Cristofaroall'interno della propria area con la testa respinge via il pallone da un calcio di punizione battuto dai biancorossi.

45' Una indecisione nelle retrovie tra Sironi Bonfanti favorisce l'inserimento di La Torre. I biancorossi però recuperano avendo la meglio.

3' del secondo tempo. M.Sircana 
si smarca bene all'interno dell'area avversaria servendo sulla destra Parigi. La sua conclusione viene fermata dal palo interno.

5' Turati palla al piede supera tre avversari prima di servire in area Parma. Pallone ribattuto dalla difesa locale.

6' Bernareggi in scivolata da fuori area mette la palla nel sette ma il direttore di gara segnala una posizione irregolare di Panceri. La rete non viene convalidata.

7' Anesi da circa trenta metri su calcio di punizione mette la sfera tra le ali dei piedi di Parigi che per pochissimo non trova la porta. Successivamente Leserri smanaccia via il pallone in uscita aerea.

10' Brunetti si distende, fuori dalla propria porta, respingendo con i pugni il tirocross proveniente dalla trequarti da Turati su calcio di punizione. L'azione però viene interrotta prima dal direttore di gara per una posizione irregolare.

11' Turati la mette in area gialloblu da un calcio piazzato da venti metri. Parigi allontana il pallone con i piedi.

13' Parma viene sgambettato sul limite dell'area casalinga. Bercè lascia battere la punizione a Turati. La palla sorvola la traversa.

18' Panceri guadagna un calcio dalla bandierina alla destra del campo. Poletto è pronto per l'incornata all'interno dell'area piccola ma Brunetti in uscita gli soffia il pallone dalla testa.

22' Turati è troppo frettoloso a battere un calcio di punizione sulla linea laterale sinistra nella metà campo avversaria. Pallone irraggiungibile per Parma.

26' Bonfanti interrompe, nei pressi del cerchio di centrocampo, deciso un'azione di contropiede gialloblu. Cartellino giallo per il difensore biancorosso e calcio di punizione non andato a buon fine per i padroni di casa.

28' Poletto Rebuzzini avanzano scambiandosi la sfera fino a quando non vengono fermati in calcio d'angolo. Dalla bandierina Poletto di testa non va a segno.

32' Panceri Rebuzzini creano scompiglio alla retroguardia di casa. La conclusione in diagonale di quest'ultimo verso il palo più lontano esce di pochissimo sul fondo.

34' Leserri esce all'esterno della propria area per fermare la fuga offensiva di M.Sircana. Pallone allontanato prontamente.

35' Poletto dalla destra cerca Parma in area sul secondo palo ma la palla esce a lato del campo.

40' Bercè batte il calcio di punizione dal limite destro dell'area casalinga. Troiano riceve il pallone nella parte opposta servendo successivamente Viganò che a sua volta la mette sotto porta sui piedi di Bernareggi che calcia alto.

43' Brivido per il Conco. Colnaghi dalla linea di fondo destra la mette sul secondo palo all'indisturbato Merlino che colpisce male la sfera senza centrare il bersaglio.

45' Panceri dalla linea di fondo sulla destra del terreno di gioco vede Rebuzzini sul secondo palo all'interno dell'area piccola avversaria ( 1-1 )

48' Parma  lancia in avanti Cambiaghi ma all'interno dell'area non riesce a superare un difensore avversario.

I padroni di casa non demordono fino all'ultimo. Parma intercetta e allontana un pericolosissimo pallone nel cuore della propria area diretto in porta proveniente da un calcio di punizione battuto dalla distanza.



Gli altri risultati del girone L di Prima categoria:

Accademia Cologno - Sporting V.Mazzola ( 0-2 ); Carugate - Fornovo S.Giovanni ( 0-3 ); Inzago - Calcense ( 0-4 ); Oratorio Calvenzano - Badalasco ( 0-2 ); Pagazzanese - Pozzuolo Calcio ( 1-1 ); Polisportiva Cgb - Acos Treviglio ( 1-4 ); Sporting LeB - Fara O. con Sola ( 2-1 ).

La classifica alla 16a giornata di campionato:

Acos Treviglio 34; CONCOREZZESE 32; Città di Segrate 31; Sporting V.Mazzola 29; Badalasco 28; Calcense 27; Fara O. con Sola 26; Fornovo S.Giovanni, Oratorio Calvenzano 24; Carugate 23; Pozzuolo Calcio, Inzago, Pagazzanese 15; Sporting LeB, Accademia Cologno 10; Polisportiva Cgb 7.

Prossimo turno, domenica 22 gennaio 2017 alle ore 14.30:

Accademia Cologno - Pagazzanese; Acos Treviglio - Città di Segrate; Badalasco - Sporting V.Mazzola; Calcense - Oratorio Calvenzano; CONCOREZZESE - CARUGATE; Fara O. con Sola - Inzago; Fornovo S.Giovanni - Sporting LeB; Pozzuolo Calcio - Polisportiva Cgb.

leggi anche

English break, Lesson 16: General English Idioms

Campane mute fino a Pasqua: il campanile va messo in sicurezza

Gugiroeu, tutto quello che c'è da sapere sulle nostre radici

Vista Mare, prima nazionale per l'attrice Alessandra Brambilla

*/ ?>

Sport

Calcio, sofferenza ed emozioni a Segrate

Calcio, sofferenza ed emozioni a Segrate

Concorezzo. Conco cuor di leone, tira fuori gli artigli e allo scadere strappa il pari a Segrate. Iniziano bene il girone di ritorno i biancorossi del calcio guidati da Alberto Motta contro una diretta inseguitrice per lotta alla promozione. A complicare le cose ci si è messo anche il terreno di gioco, parzialmente ghiacciato. La testa di Luca La Torre porta in vantaggio i padroni di casa a soli dieci minuti dal calcio di inizio. La Concore

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREFara OlivaraPorta stregata per la Concorezzese. I locali colpiscono in contropiede. I biancorossi del calcio ce l'hanno davvero messa tutta in terra bergamasca nonostante le numerose assenze tra squalifiche e infortuni. Nemmeno un quarto d'ora dal fischio iniziale e il Conco deve fare a meno anche della presenza in campo di Ares Fadini vittima di un duro contrasto di gioco al centro del campo. Il match si accende nella ripresa quando con una contestata avanzata sulla fascia destra di Roberto Porcu la compagine casalinga passa in vantaggio. La porta difesa egregiamente da Giovanni Interrante risulta stregata agli ospiti. La doccia fredda arriva allo scoccare del novantesimo minuto quando Luca Moro si presenta a tu per tu con Luca Lissoni avendo la meglio ( 2-0 ). Il Conco deve così lasciare il posto al comando della classifica proprio al Fara Olivara con Sola aspettando al comunale domenica prossima un'altra formazione orobica, l'agguerrito Fornovo San Giovanni.


[ I ragazzi della Juniores di mister Claudio Nava espugnano il campo di Bresso grazie alla doppietta di Panceri e la rete di Mehtaj. Tre preziosi punti che mantegono i baby del Conco a soli 5 punti dalla capolista La Dominante. ]

La cronaca:

2' Fadini con uno scatto si porta al limite dell'area avversaria ma si allunga troppo il pallone. Interrante raccoglie.

3' Testa dagli estremi di un calcio di punizione dalla trequarti non inquadra lo specchio della porta. 

8' Meroni si mette in fuga sulla fascia destra del campo venendo atterrato al limite dell'area da LyColombo dal calcio piazzato la mette nell'area piccola. Dopo alcuni rimpalli Sironi trova il palo e Meroni la traversa.

15' Bonfanti sulla linea di fondo campo si rifugia in calcio d'angolo soffiando la palla tra i piedi di Porcu

18' Malpetti Diaf avanzano scambiandosi la sfera ma Poletto in scivolata gli interrompe l'azione.

21' Meroni si smarca all'interno dell'area viola palla al piede da un difensore ma la sua conclusione viene respinta d'istinto col piede da Interrante.

22' Porcu crea scompiglio all'interno dell'area biancorossa terminando la corsa fuori dal terreno di gioco.

25' Viganò dalla sua postazione lancia in avanti Meroni; giunto al limite dell'area si allunga troppo il pallone, cerca di riconquistarlo ma Ly in scivolata mette fuori dal campo.

29' Porcu da fuori area, dalla destra, tenta la battuta a rete. Il pallone sorvola l'incrocio dei pali.

33' Pellizzari dalla bandierina destra la mette sul secondo palo all'interno dell'area piccola ospite. Ly stacca di testa e travolge Troiano. Fallo in attacco dei padroni di casa. Successivamente ci prova Moro ad impensierire Lissoni ma marcato stretto non trova la porta.

38' Meroni si invola sulla fascia sinistra fino alla linea di fondo. Il nordafricano, Ly, lo ferma in corner. Dalla bandierina sinistra Colombo la mette sulla testa di SironiInterrante blocca il pallone ma il direttore di gara fischia un fallo di confusione.

39' Pellizzari dagli estremi di un calcio d'angolo dalla sinistra la mette nel cuore dell'area, Porcu al volo colpisce la palla di tacco ma la difesa concorezzese respinge. Qualche istante e Lamperti dalla distanza non trova la porta.

41' Poletto dalla linea di fondo destra la mette sui piedi di Viganò appostato sul secondo palo ma la sua conclusione ravvicinata viene respinta in tuffo da Interrante

43' Lamperti lancia in avanti Diaf ma Troiano gli sbarra la strada. 

45' Disattenzione tra le retrovie del Conco. Per poco Porcu non approfitta; il bomber viola dribblato Lissoni in uscita dai pali calcia in rete ma Sironi in estremis sulla linea di porta devia la sfera in corner.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

4' Meroni conquista il primo calcio d'angolo della ripresa nella parte destra del rettangolo verde. Colombo la mette all'interno dell'area casalinga; dopo alcuni rimpalli Rebuzzini commette una irregolarità.

8' Il tiro-cross diretto in area di Pellizzari trova pronto Lissoni che raccoglie senza grossi problemi il pallone.

9' Lamperti dalla destra la mette in area sul secondo. Zanotti tenta la conclusione al volo ma si incarta.

10' Da circa venticinque metri dagli estremi di un calcio da fermo, Pellizzari, la manda direttamente sul fondo.
Qualche istante e Lissoni si distende sulla conclusione di Moro.

14' Pellizzari da un calcio di punizione da oltre trenta metri trova l'intervento provvidenziale della testa di Poletto

16' D'angelo serve Colombo sulla fascia destra che a sua volta la mette in area sui piedi di Poletto vedendo al centro Meroni ma la sua conclusione viene ribattuta da un difensore locale.

17' Porcu brucia la retroguardia biancorossa sulla parte destra del campo in sospetta posizione irregolare, superato anche Lissoni in uscita, appena dentro l'area, insacca a porta sguarnita. Proteste dentro e fuori dal campo ma per il direttore di gara il bomber viola viene tenuto in gioco da Poletto ( 1-0 )

23' Moro da centrocampo lancia in area ospite PorcuLissoni gli si fionda sui piedi e fa il miracolo. Pallone respinto.

25' L'incontro diventa incandescente. Meroni Ly entrano in contatto sulla linea laterale sotto la tribuna. Il direttore di gara mostra il giallo al centroavanti biancorosso.

30' Rebuzzini in acrobazia all'interno dell'area piccola trova il palo esterno alla destra di Interrante. L'attaccante del Conco si rende pericoloso successivamente con una incursione all'interno dell'area viola; fermato duramente chiede il rigore.

31' Bercè dagli estremi di un calcio piazzato dal limite sinistro dell'area avversaria impegna Interrante in uscita con i pugni. Al ribaltone di fronte la fuga offensiva di Diaf viene interrotta dall'arbitro per una posizione millimetrica irregolare.

37' Cambiaghi viene fermato con un gioco pericoloso. Bercè dal calcio di punizione da oltre trenta metri serve alla sua sinistra Viganò ma il terzino biancorosso perde il possesso della palla tra due difensori viola.

38' Diaf con una conclusione all'interno dell'area concorezzese sorvola la traversa.

39' Meroni viene atterrato nella parte piccola della metà campo casalinga. Bercè batte il calcio da fermo dalla sinistra ma Ly in tuffo spazza via il pallone con la testa.

44' Moro parte a razzo indisturbato verso la porta avversaria. Superato Lissoni in uscita la mette dentro chiudendo definitivamente la disputa ( 2-0 )

Le formazioni:

ASD FARA OLIVARA CON SOLA - Interrante 7 ; Testa 6 ; Zanotti  6 ; Pellizzari 6 ; Ly Mohammed  6,5 ; Neotti 6 ; Lamperti  6,5 ( dal 74' Iacchetti 6 ) ; Malpetti  6 ; Porcu  6,5 ; Moro  7 ; Diaf Marwan ( dal 86' Ceruti S.V. )
A disposizione di mister Domenico Tassiero; Zigliani, Pedrini, Scarpelli, Bolli, Recanati.

GSD CONCOREZZESE - Lissoni 6,5; Poletto 6,5; Sironi 6; D'angelo 6 ( dal 65' Rossi ); Troiano 6; Bonfanti 6,5; Viganò 6; Bercè 6,5; Fadini S.V ( dal 13' Rebuzzini 6,5 ); Colombo 6 ( dal 78' Cambiaghi S.V ); Meroni 6,5
A disposizione di mister Alberto Motta; Corsaro, Scateni, Golemme, Masini.

DIRETTORE DI GARA - Sig. Daniele Antonicelli  della sezione di Milano



Gli altri risultati del Girone L di Prima Categoria:

Accademia Cologno - Carugate ( 1-1 ); Badalasco - Città di Segrate ( 0-1 ); Calcense - Acos Treviglio ( 3-3 ); Pagazzanese - Inzago ( 2-2 ); Polisportiva Cgb - Fornovo San Giovanni ( 1-3 ); Pozzuolo Calcio - Sporting LeB ( 2-2 ); Sporting Valentino Mazzola - Oratorio Calvenzano ( 1-0 ).

La classifica alla 12a giornata:

Acos Treviglio, Fara Olivara con Sola 25; CONCOREZZESE 24; Sporting Valentino Mazzola 23; Città di Segrate, Calcense 21; Fornovo San Giovanni 20; Carugate 19; Badalasco 18; Oratorio Calvenzano 15; Inzago 12; Pozzuolo Calcio, Pagazzanese 10; Accademia Cologno 8; Sporting LeB, Polisportiva Cgb Brugherio 6.

Prossimo turno, domenica 27 novembre alle ore 14.30:

Acos Treviglio - Fara Olivara con Sola; Carugate - Badalasco; Città di Segrate - Calcense; CONCOREZZESE - FORNOVO SAN GIOVANNI; Inzago - Pozzuolo Calcio; Oratorio Calvenzano - Pagazzanese; Sporting LeB - Accademia Cologno; Sporting Valentino Mazzola - Polisportiva Cgb.


*/ ?>

Sport

Calcio,trasferta amara per il Conco in terra bergamasca

Calcio,trasferta amara per il Conco in terra bergamasca

Fara Olivara. Porta stregata per la Concorezzese. I locali colpiscono in contropiede. I biancorossi del calcio ce l'hanno davvero messa tutta in terra bergamasca nonostante le numerose assenze tra squalifiche e infortuni. Nemmeno un quarto d'ora dal fischio iniziale e il Conco deve fare a meno anche della presenza in campo di Ares Fadini vittima di un duro contrasto di gioco al centro del campo. Il match si accende nella ripresa quando con un

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il Conco dei grandi tiene testa alla capolista all'ultima di campionato. Allievi, Esordienti e primi Calci campioni!

Due disattenzioni tra le retrovie della Concorezzese permettono ai campioni in carica della Pontelambrese di espugnare il "Bonizzi e Soglio" in questa ultima domenica calcistica. Dopo una prima fase di gioco abbastanza noiosa le due compagini scese in campo al comunale di via PioX danno il massimo durante il secondo tempo: Davide Righetti, allo scoccare del quarantesimo minuto di gioco, spedisce in rete la palla sulla linea di porta in seguito alla respinta di Andrea Leserri intervenuto all'incrocio dei pali dopo un tiro insidioso proveniente dalla bandierina destra; Ares Fadini sale in cattedra ad inizio ripresa con una giocata, sulla soglia dell'area avversaria, da manuale; rete facile facile per Nicholas Coluccia che al sessantasettesimo deve solo accompagnare nel sacco la sfera; il triangolo tra Gabriele Rebuzzini Stefano Sangalli si conclude intorno al settantasettesimo con la realizzazione dal dischetto del giovane Gianluca Masini che riporta il risultato in parità fino a quando, sei minuti più tardi, con una rocambolesca azione i neroarancio hanno la meglio all'interno dell'area piccola biancorossa con i piedi di Marco Gerosa ( risultato finale 2-3 ).

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

[Ottimi risultati arrivano anche tra i più piccoli del Conco che nei campionati provinciali conclusasi lo scorso weekend sono saliti sul gradino più alto del podio: complimenti ai ragazzi classe 2002 degli Allievi guidati da mister Giancarlo Voltan che hanno staccato di tre lunghezze la seconda classificata del girone, il Varedo, approdando così ai quarti di finale dove affronteranno la Pro Lissone in trasferta; gli Esordienti 2006 guidati da Bernardo Casasole e da Francesco Monzani che hanno staccato in vetta a +4 punti il S.Fruttuoso e a quelli alle prime armi col pallone del 2011 allenati da Luigi Balconi, Paola Balconi, Stefano Fiorenzo e Tommaso Preziosa che anche loro hanno alzato la coppa al cielo nei giorni scorsi] 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE 

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE


Le formazioni: 

GSD CONCOREZZESE - Leserri, Cazzaniga A. ( dal 33'st Bercè ), Zangari ( dal 18'st Sangalli ), Turati, Sironi, Formenti, Parma ( dal 18'st Rebuzzini ), Masini, Fadini ( dal 26'st Secchi ), Colombo, Panceri ( dal 18'st Silipigni ). A disposizione di mister Alberto Motta; Corsaro, Bonfanti.

PONTELAMBRESE - Santaniello, El Mahdy ( dal 7'st Cazzaniga L. ), Mondella, Bertele, Righetti, Miserendino, Ta Bi ( dal 7'st Mengoni ), Nava, Rigamonti ( dal 12'st Marcomini ), Colosimo ( dal 26'st Gerosa ), Coluccia ( dal 33'st Sangiorgio ). A disposizione di mister Fabio Corti; Valsecchi, Greco.

DIRETTORE DI GARA - Sig. Simone Facchinetti di Lovere

ASSISTENTI - Sig. Alessandro Liuzza e sig. Davide Finocchio di Milano

La cronaca dell'incontro:

5' Parma riceve il pallone nella parte sinistra del campo servendo a sua volta Fadini a tu per tu col portiere avversario. L'azione riprende con un calcio di punizione in favore dei comaschi.

14' Panceri lancia a rete Fadini sulla destra marcato stretto da RighettiSantaniello in uscita anticipa il bomber casalingo bloccando il pallone.

20' Parma dalla trequarti si dirige in slalom fino al limite dell'area optando per il tiro e non servendosi dell'apoggio alla sua destra di Fadini. Pallone sulla schiena di Righetti.

30' Turati dalla distanza sulla sinistra fa tuffare a rete Masini. Per il direttore di gara è fuorigioco, gol annullato.

32' Sironi con la propria testa devia il pallone calciato da Nava in calcio d'angolo. Dagli estremi della bandierina destra l'azione si conclude con il tiro da fuori area di Ta Bi che si impenna oltre la porta.

35' Un rimpallo tra le retrofile locali porta Ta Bi dinanzi a Leserri in area sulla sinistra ma il portiere concorezzese in uscita gli chiude lo specchio della porta.

37' Bertele la mette dentro sotto porta, la bandierina dell'assistente di Facchinetti è alzata, offside.

40' Righetti sulla respinta di Leserri ha gioco facile sulla linea di porta ( 0-1 )

44' Fadini non approfitta di una insicurezza di Santaniello. L'intervento in due tempi del numero uno ospite blocca definitivamente la palla.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

3' Tiro da fuori area per Rigamonti, pallone di poco a lato del palo.

5' Fadini riceve la sfera appena fuori dall'area avversaria e con gran classe dopo il controllo la mette dove l'estremo difensore neroarancio non può proprio arrivare ( 1-1 )

10' Leserri in uscita dai pali blocca il pallone con le mani dal calcio di punizione battuto da Mondella dalla sinistra del campo.

11' Sironi commette una irregolarità su Bertele ma dal calcio piazzato da circa venti metri il tiro di Nava colpisce la barriera biancorossa, Masini allontana di piedi.

17' Turati dalla bandierina sinistra la mette sul secondo palo. Sironi di testa non centra l'obiettivo.

22'Coluccia sul secondo palo corregge in rete da due passi un pallone filtrante proveniente dai piedi di Nava nella parte destra dell'area concorezzese ( 1-2 )

23' Per pochissimo Fadini nel cuore dell'area non la mette dentro da un cross dalla sinistra, palla a fil di palo fuori dal rettangolo verde.

32' Sangalli serve Rebuzzini sulla sinistra per poi dalla linea di fondo rimetterla in mezzo sulle ali dei piedi di Sangalli ma al momento della stoccata a rete viene agganciato da Mondella, calcio di rigore. Gianluca Masini realizza insaccando la palla nell'angolino basso alla destra di Santaniello ( 2-2 )

38' Dagli estremi di un calcio d'angolo il pallone arriva in mischia all'interno dell'area piccola del Conco dove c'è Gerosa pronto a battere a rete: al primo tentativo Bercè si improvvisa portiere con i piedi sulla linea di porta, al secondo il pallone entra nel sacco ( 2-3 )

42' Formenti Gerosa entrano in contatto in area biancorossa, inutili le proteste rivolte al direttore di gara dell'attaccante comasco ad invocare il penalty.

Dopo i 4' di recupero, al triplice fischio, è comunque festa per entrambe le formazioni.

 

Gli altri risultati del Girone B di Promozione:

Barzago - Real Milano ( 1-4 ); Biassono - Costamasnaga ( 4-1 ), Cinisello - Casati Arcore ( 3-2 ); Colicoderviese - Speranza Agrate ( 0-2 ); Dipo Vimercatese - Pro Lissone ( 0-1 ); Lissone - Villa ( 3-0 ); Menaggio - Vibe Ronchese ( 2-1 ).

La classifica finale:

Pontelambrese 65 ( promossa in Eccellenza )

Lissone 54; Dipo Vimercatese 51; Vibe Ronchese 50; Barzago 45 ( playoff )

CONCOREZZESE, Speranza Agrate 41; Casati Arcore 40; Colicoderviese 39; Menaggio 38; Biassono 34

Cinisello, Costamasnaga, Villa 34; Real Milano 29 ( playout )

Pro Lissone 24 ( retrocessione in Prima Categoria )

*/ ?>

Sport

Calcio: Allievi, Esordienti e 2011 da incorniciare

Calcio: Allievi, Esordienti e 2011 da incorniciare

Concorezzo. Il Conco dei grandi tiene testa alla capolista all'ultima di campionato. Allievi, Esordienti e primi Calci campioni! Due disattenzioni tra le retrovie della Concorezzese permettono ai campioni in carica della Pontelambrese di espugnare il "Bonizzi e Soglio" in questa ultima domenica calcistica. Dopo una prima fase di gioco abbastanza noiosa le due compagini scese in campo al comunale di via PioX danno il massimo durante il secondo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREPrima squadra sotto tono ma vincente, la Juniores impatta col Busnago e Giovanissimi da urlo. Questo il weekend calcistico dei biancorossi. Un guizzo in area di Simone Cambiaghi al primo quarto d'ora dalla ripresa riscalda il "Missaglia" di Agrate Brianza; la sua rete rifilata alla Solese manterrà gli uomini di mister Motta ai piani alti della classifica ( 1-0 ). I giovani della Juniores dopo il pari di questa settimana ( 3-3 ) in casa con il Busnago rimangono a ridosso della capolista San fruttuoso. I Giovanissimi di Riccardo Schembri in mattinata a Vimodrone con la forza dell'orgoglio, in nove contro undici, hanno steso i rivali del Real Milano ( 0-1 ); l'impeccabile colpo di testa di Mattia Migliarisi, dagli sviluppi di un calcio d'angolo - all'ultimo secondo della partita -permetterà ai Giovanissimi biancorossi di stabilizzarsi al terzo gradino del podio ad una giornata dalla pausa invernale.
 
La cronaca della prima squadra. Il primo brivido dal fischio iniziale, sul campo di Agrate, arriva dai piedi ospiti; la precisa conclusione degli ospiti dal limite dell'area sfiorerà di poco l'incrocio dei pali. 
I bollatesi dimostrano più grinta dei padroni di casa. I concorezzesi rimarranno in trincea, studiando il gioco dell'avversario, fino all'8' di gioco quando usufruiranno di un calcio dalla bandierina senza nessun esito; il pallone verrà allontanato prontamente dalla retroguardia ospite. Stessa sorte, dal fronte opposto, per la Solese un minuto più tardi.
16' Bercè cerca la conclusione  a rete dal limite dell'area mancando di un soffio lo specchio della porta.
18' Il tiro dalla sinistra del campo dagli estremi di un calcio piazzato di Sangalli viene respinto dal portiere gialloverde; il tocco da pochi passi di Troiano uscirà clamorosamente sul fondo.
22' Riccardo Meroni in fuga palla al piede viene steso al limite dell'area. Dal calcio piazzato la conclusione di Sangalli troverà pronto il portiere ospite; corner che Troiano non sfrutterà al meglio.
28' Poletto viene servito sulla linea di fondo avversaria; la difficile conclusione del terzino biancorosso impegnerà l'estremo difensore della Solese con i pugni.
29' Punizione dal limite calciata da Sangalli, nella parte destra del campo, in favore dei padroni di casa. L'azione dopo alcuni rimpalli in area gialloverde sfumerà a bordo campo.
34' La Solese cerca di impensierire Lissoni con un tiro da fuori area; il numero uno biancorosso raccoglie il pallone senza grosse preoccupazioni.
36' Occasione sprecata per gli ospiti nella parte sinistra dell'area casalinga; la sfera terminerà sul fondo.
39' Da un calcio di punizione battuto al centro del campo il Conco avanza minaccioso. Dopo alcuni scambi al limite dell'area gialloverde Meroni si ritroverà indisturbato dinnanzi al portiere; la sua conclusione sarà a fil di palo.
42' Jacopo Viganò blocca nella propria area una pericolosissima incursione ospite rifugiandosi in rimessa laterale.
45' Ultima azione del primo tempo. Meroni si incunea nell'area avversaria ma a fermare l'attaccante casalingo ci pensa il fischietto del direttore di gara, sig.Nicolò Grassi di Lecco, segnalando un millimetrico fuorigioco.
 
Due duri contrasti accenderanno la ripresa. Nervi tesi sul terreno di gioco.
47' Lissoni in presa elastica dice no ad una conclusione da fuori area del numero sette gialloverde.
55' Con una triangolazione in avanti i biancorossi si fanno vedere in area avversaria conquistando un prezioso calcio d'angolo; la successiva incornata di Troiano finisce oltre la traversa.
58' Dalla sinistra Viganò trova Cambiaghi in area avversaria ma il tocco ravvicinato al volo non troverà la porta. 
59' Cambiaghi palla al piede sguscia in area gialloverde: supera il portiere, palla nel sacco ( 1-0 ).
61' Sangalli da un calcio di punizione nella trequarti ospite lancia in profondità Viganò; il pallone terminerà la corsa sul fondo, irraggiungibile per quest'ultimo.
63' I bollatesi inizieranno ad essre pungenti in fase offensiva. Lissoni farà da saracinesca in un paio di occasioni: la prima in una mischia all'interno dell'area piccola, la seconda con una uscita aerea.
69' Il bomber gialloverde cercherà di cogliere impreparato Lissoni tra i pali con un pallone spiovente da fuori area ma con scarsi risultati.
74' Altro brivido per il Conco. La conclusione in area degli ospiti non sarà impeccabile, Lissoni fa sua la sfera.
78' Sangalli lancia in area Meroni che fra due difensori gialloverdi si dovrà arrendere.
81' Bercè mette in fuga Panceri verso il fortino della Solese; il giovane attaccante della juniores darà del filo da torcere alla difesa ospite ma anche lui si dovrà arrendere.
84' Bercè costringe la retroguardia gialloverde a commettere una irregolarità su di lui al limite dell'area. Sangalli dal tiro da fermo impegnerà seriamente l'estremo difensore avversario sul primo palo. Sofferenza biancorossa nei minuti conclusivi dell'incontro. La Solese comprimerà la concorezzese all'interno della propria metà campo, Lissoni dovrà superarsi in molteplici interventi; al triplice fischio i padroni di casa tireranno un sospiro di sollievo asciugandosi la fronte. Altro fieno messo in cascina!
 
La formazione:
 
Lissoni, Poletto, Viganò, Rossi, Troiano, Brioschi, Zangari, Bercè, Meroni ( dal 70' Golemme ), Sangalli, Cambiaghi ( dal 79' Panceri )
 
Gli altri risultati del Girone D di Prima Categoria:
 
Sporting BM - Sovicese ( 1-2 ); Bollatese - Polisportiva di Nova ( 3-2 ); Cassina Nuova - Vedano ( 1-1 ); Cinisellese - Pro Novate ( 1-1 ); La Dominante - Carugate ( 0-5 ); Oriens - Cob91 ( 0-1 ); Polisportiva Cgb - Paderno Dugnano ( 0-1 )
 
La classifica :
 
Cob91 30; Sporting BM 29; Carugate 28; Cinisellese 27; CONCOREZZESE, Bollatese 26; Paderno Dugnano 21; Cassina Nuova 19; Polisportiva di Nova 18; Sovicese 17; Oriens 14; Pro Novate 12;  Polisportiva Cgb, Vedano 11; Solese 10; la Dominante 6
 
Prossimo turno, Domenica 13 dicembre 2015:
 
Cob91 - Cinisellese; Carugate - Polisportiva Cgb; Paderno Dugnano - Sporting BM; Polisportiva di Nova - La Dominante; PRO NOVATE - CONCOREZZESE; Solese - Cassina Nuova; Sovicese - Oriens; Vedano - Bollatese
 

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Sport

Calcio: bene la Prima, Giovanissimi da urlo all'ultimo secondo

Calcio: bene la Prima, Giovanissimi da urlo all'ultimo secondo

Prima squadra sotto tono ma vincente, la Juniores impatta col Busnago e Giovanissimi da urlo. Questo il weekend calcistico dei biancorossi. Un guizzo in area di Simone Cambiaghi al primo quarto d'ora dalla ripresa riscalda il "Missaglia" di Agrate Brianza; la sua rete rifilata alla Solese manterrà gli uomini di mister Motta ai piani alti della classifica ( 1-0 ). I giovani della Juniores dopo il pari di questa sett

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREPozzuolo Martesana. Il cammino dei biancorossi del calcio prosegue dritto verso la meta. Altra domenica positiva per la Concorezzese che, in trasferta, espugna il campo del Pozzuolo con tre reti di scarto anche se il bottino poteva essere decisamente più cospicuo. Lo zampino sotto porta di Riccardo Poletto sarà fatale ai padroni di casa in due occasioni nel corso della prima fase di gioco. Simone Parma, trascorso il ventesimo minuto della ripresa, realizza un gol da cineteca con una girata da fuori area lasciando di stucco i presenti. A Nicolas Colombo l'onore di chiudere definitivamente il match dagli estremi di un penalty a clessidra esaurita. Matteo Merelli direttamente da un calcio piazzato insacca il pallone nel sette per la rete della bandiera. La compagine casalinga esce decimata dal direttore di gara ad una manciata di minuti dal fischio iniziale ( 1-4 )

La cronaca:

1' Parma dalla distanza cerca di cogliere impreparato il portiere avversario. Dini blocca la sfera in due tempi.

4' Sangalli 
si invola verso l'area casalinga giunto nei pressi dell'area viene trattenuto dalla maglia da Gianoli. Indiscutibile cartellino rosso per irregolarità da ultimo uomo. Rebuzzini dal calcio di punizione spedisce il pallone alle stelle.


7' Rebuzzini vede Sangalli in mezzo all'area bianconera ma la girata del numero dieci biancorosso è troppo debole per impensierire Dini.

13' Parma si smarca con destrezza in area sulla linea di fondo chiedendo sostegno a Rebuzzini ma Dini ha la meglio.

15' Bernareggi dalla bandierina la mette sulla testa di Rebuzzini. Dini non trattiene la palla sulla linea di porta e poletto ne approfitta ( 0-1 )

17' Rebuzzini guadagna un'altro calcio d'angolo dalla sinistra del campo. il tiro di Bernareggi trova dalla parte opposta la testa di Troiano senza trovare lo specchio della porta.

25' Primo pericolo per la concorezzese con un tirocross di Simigliani dalla parte destra del rettangolo verde. Leserri si distende e fa suo il pallone. Due minuti più tardi la conclusione di Falsone non trova la porta.

29' Sangalli marcato stretto dai difensori locali all'interno della propria area la mette indietro sui piedi di Bernareggi. Conclusione da dimenticare.

34' Il tiro dalla bandierina destra di Bernareggi viene prontamente allontanato con i piedi dalla retroguardia bianconera.

36' Poletto viene atterrato nella metà campo del Pozzuolo. Dal calcio di punizione Bernareggi trova pronta la difesa. Palla allontanata dall'area casalinga. 

38' Poletto Sangalli si scambiano la sfera sulla fascia destra ma il cross del primo va a vuoto.

43' Bernareggi lancia in avanti Parma sulla sinistra del campo. Il pallone carambola sui piedi di Poletto indisturbato all'interno dell'area piccola ( 0-2 )

46'D'angelo si infortuna nella metà campo di casa. Partita terminata per lui, a sostituirlo ad inizio ripresa Meroni gia alle prime battute del secondo tempo si presenta dinanzi a Dini  che gli respinge la sua conclusione in corner.

6' Sangalli lancia in avanti Rebuzzini ma è ancora Dini, in uscita aerea, ad averla vinta.

7' Calcio di punizione bianconero  dalla tre quarti del campo. Perrone di testa la manda sul fondo. Stessa sorte per la conclusione sul fronte opposto di Rebuzzini qualche istante dopo.

10' Sangalli si smarca all'interno dell'area casalinga ma la sua battuta a rete centra l'estremo difensore.

19' Leserri fa il miracolo respingendo la palla diretta all'incrocio dei pali con un colpo di reni.

21' Tiro troppo centrale di Carnà. Leserri abbraccia la sfera.

23' Parma con un tiro inatteso dall'esterno dell'area insacca con la complicità del palo alla sinistra di Dini ( 0-3 )

29' Il numero undici bianconero, Merelli, da un calcio piazzato appena fuori dall'area trova il sette alla destra di Leserri ( 1-3 )

32'Bernareggi dal corner mette il pallone sul secondo palo ma Poletto non trova l'incornata vincente. Dini raccoglie senza grosse preoccupazioni.

34' Sangalli lancia in area avversaria Meroni, Dini gli si fionda sui piedi al momento della conclusione.

36' Colombo da un calcio di punizione dal limite dell'area la manda di poco fuori dal campo.

37' Doppia prodezza tra i pali di Dini, sui piedi di Sangalli. Pallone ribattuto due volte dal portiere bianconero.

40' Parma dalla parte destra serve la sfera all'esterno dell'area a Sangalli, ma a fermare la conclusione verso l'angolo più lontano della porta è il palo.

44' Il Conco non sfrutta al meglio una occasione su calcio di punizione dalla trequarti. Rimessa laterale per i padroni di casa.

45' La diagonale dalla destra di Parma si insacca ma Rodeschini ha il braccio teso. Off side.

47' Alcuni istanti al triplice fischio e i biancorossi usufruiscono di un calcio di rigore per una uscita di Dini irregolare. Colombo realizza con un tiro  a rasoterra nell'angolino ( 1-4 )

Le formazioni:

POZZUOLO CALCIO - Dini, Luppino, Mauri ( dal 35'st Panzeri ), Colombetti, Nolli, Gianoli, Falzone ( dal 25'st  Schiavo ), Graffeo ( dal 1'st Perrone ), Carnà, Simigliani, Merelli. A disposizione di mister Passoni; Brambilla, Finardi, Ronchi, Valentini.

GSD CONCOREZZESE - Leserri, Poletto, Sironi, Bernareggi, Troiano, Bonfanti ( dal 17'st Viganò ), D'angelo ( dal 1'st Meroni ), Bercè, Rebuzzini ( dal 30'st Colombo ), Sangalli, Parma. A disposizione di mister Motta; Lissoni, Rossi, Golemme, Fadini.

DIRETTORE DI GARA - Sig. Nicola Rodeschini della sezione di Bergamo

Gli altri risultati del girone L di Prima categoria:

Accademia Cologno - Fornovo San Giovanni ( 1-2 ); Badalasco - Fara O. con Sola ( 0-1 ); Oratorio Calvenzano - Carugate ( 2-2 ); Polisportiva Cgb - Calcense ( 0-3 ); Inzago - Sporting LeB ( 2-0 ); Pagazzanese - Acos Treviglio ( 0-5 ); Sporting V. Mazzola - Città di Segrate ( 2-1 ).

La classifica alla nona giornata di campionato:

Acos Treviglio 18; CONCOREZZESE, Calcense 17; Sporting V.Mazzola, Fara O. con Sola 15; Badalasco 14; Fornovo S.Giovanni 13; Carugate 11; Oratorio Calvenzano, Pozzuolo Calcio, Città di Segrate 9; Pagazzanese 8; Inzago, Accademia Cologno 7; Sporting LeB 4; Polisportiva Cgb 3.

Prossimo turno, domenica 30 ottobre alle ore 14.30:

Acos Treviglio - Pozzuolo Calcio; Carugate - Sporting V.Mazzola; Città di Segrate - Pagazzanese; CONCOREZZESE - ACCADEMIA COLOGNO; Fara O.con Sola - Calcense; Fornovo S.Giovanni - Badalasco; Inzago - Polisportiva Cgb; Sporting LeB - Oratorio Calvenzano.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREIn mattinata al "Bonizzi e Soglio" di via Pio X i giovanissimi del Conco, dopo un primo tempo da rullo compressore,  si impongono per 3-23 e solo per un soffio non vengono beffati per poco dal risveglio di quelli della Cornatese. Luca Zannella fa gli onori di casa allo scoccare del primo quarto d'ora di gioco con una conclusione nel cuore dell'area ospite. Lorenzo Refano Aziz Abassi la mettono nel sacco direttamente su calcio piazzato con la complicità del portiere. I biancorossi avanti di tre reti si spengono nel secondo tempo. I gialloverdi accorciano le distanze con Christian Pedrinelli dal dischetto e dalle ali dei piedi di Mauro Gallina  con una conclusione a pallonetto sul filo del fuorigioco ( 3-2 )

*/ ?>

Sport

Calcio: poker del Conco con Poletto super, bene i giovanissimi

Calcio: poker del Conco con Poletto super, bene i giovanissimi

Pozzuolo Martesana. Il cammino dei biancorossi del calcio prosegue dritto verso la meta. Altra domenica positiva per la Concorezzese che, in trasferta, espugna il campo del Pozzuolo con tre reti di scarto anche se il bottino poteva essere decisamente più cospicuo. Lo zampino sotto porta di Riccardo Poletto sarà fatale ai padroni di casa in due occasioni nel corso della prima fase di gioco. Simone Parma, 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Cinque persone detenute in carcere, 10 ai domiciliari e due sottoposte all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: sono i provvedimenti emessi dal gip distrettuale di Catanzaro su richiesta della Dda che aveva chiesto il rinnovo delle misure cautelare nei confronti di 31 persone, alcune delle quali già sottoposte a fermo il 19 maggio scorso. 

*/ ?>

Dalla Brianza

Calcioscommesse e Monza: ecco cosa ha deciso il gip

Calcioscommesse e Monza: ecco cosa ha deciso il gip

Monza. Cinque persone detenute in carcere, 10 ai domiciliari e due sottoposte all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: sono i provvedimenti emessi dal gip distrettuale di Catanzaro su richiesta della Dda che aveva chiesto il rinnovo delle misure cautelare nei confronti di 31 persone, alcune delle quali già sottoposte a fermo il 19 maggio scorso. 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. L'Under 15 della OMCC Concorezzo si è aggiudicata, nella propria categoria, la tredicesima edizione della Champions of life, competizione organizzata dal Gso Vimodrone.

Il torneo si è svolto dal 30 maggio al 12 giugno e quest'anno ha visto impegnate  48 squadre suddivise in 8 categorie.

Dopo una bruciante sconfitta ai calci di rigore nella prima partita, la squadra si è imposta nel proprio girone, vincendo poi in finale nella giornata di domenica 12 giugno proprio contro i padroni di casa del GSO Vimodrone.

OMCC, è una società sportiva dilettantistica che accoglie i bambini dal 2007 fino agli adulti.

Al momento sono presenti 8 squadre di calcio, 1 di pallavolo femminile e una scuola calcio di 35 iscritti, appena lanciata, per un totale di 200 atleti dal 2016 agli adulti, e 50 tra allenatori e dirigenti.

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

Ritorna finalmente la tredicesima edizione del nostro torneo di calcio che si svolgerà dal 30 maggio al 12 giugno e quest'anno vedrà impegnate  48 squadre suddivise in 8 categorie.

Come da tradizione vi ricordiamo che l'idea principale di questa manifestazione rimane, da sempre, quella di favorire l'incontro tra atleti di realtà diverse al fine di consentire la socializzazione ed il divertimento di tutti i partecipanti in un clima amichevole e di sana competizione sportiva.

*/ ?>

Sport

Champions of life, trionfo Omcc Concorezzo

Champions of life, trionfo Omcc Concorezzo

Concorezzo. L'Under 15 della OMCC Concorezzo si è aggiudicata, nella propria categoria, la tredicesima edizione della Champions of life, competizione organizzata dal Gso Vimodrone. Il torneo si è svolto dal 30 maggio al 12 giugno e quest'anno ha visto impegnate  48 squadre suddivise in 8 categorie. Dopo una bruciante sconfitta ai calci di rigore nella prima partita, la squadra si è imposta nel proprio girone, vincendo poi in finale ne

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

MONZA-PORDENONE 3-1
 
Il Monza torna alla vittoria ma non convince i 2011 spettatori che hanno assistito all’U-Power Stadium alla partita contro il derelitto Pordenone, giunto in Brianza da penultimo in classifica con 1 punto in 5 gare e 1 gol segnato contro 15 subiti. La squadra friulana ha confermato di non essere quest’anno all’altezza della cadetteria, evidenziando gravi carenze tecniche in ogni reparto. Non si salverà se la dirigenza non interverrà pesantemente nel mercato di riparazione invernale. La compagine brianzola si è comportata meglio ma non di tanto. A parte i soliti, pochi, ma “sanguinosi” errori tecnici, come quello di Antov che ha causato il rigore che ha portato in vantaggio i naoniani, il gruppo allenato da Giovanni Stroppa si è esibito nel primo tempo in un soporifero “tiki taka” di “brocchiana” memoria e nel secondo ha fatto ancora peggio, lasciando l’iniziativa alla formazione neroverde e giocando di rimessa. Aldilà dei 3 punti conquistati da aggiungere ai 6 incamerati nei primi 5 match, dalle parti di Fininvest non saranno contenti delle prestazioni fornite finora dal team biancorosso… E in particolare del reparto offensivo: dei 3 gol di oggi solo il terzo porta la firma di un attaccante e tra l’altro del quarto nelle gerarchie dei 4 attualmente a disposizione di Stroppa.
 
A proposito di formazione, anche a causa delle assenze degli infortunati Lamanna, Scozzarella, Favilli, Pedro Pereira e Barillà e dello squalificato Caldirola, il tecnico di Mulazzano ha riportato in campo dall’inizio Donati, in difesa, spostando Antov a sinistra, e ha preferito a centrocampo Machìn a Valoti e D’Alessandro a Sampirisi. Da segnalare nella compagine allenata da Massimo Rastelli, che non ha potuto disporre dello squalificato Chrzanowski, la presenza in panchina dell’ex portiere biancorosso Bindi e del figlio del grande ex portiere Pinato, poi subentrato al 34’ della ripresa.
 
L’avvio di gara è scioccante per il Monza: al 3’ Antov interviene maldestramente nella propria area su Tsadjout e lo stesso attaccante trasforma dal dischetto il sacrosanto rigore a favore del Pordenone. La reazione c’è subito: al 7’ Ciurria scodella un corner e Marrone da un metro manda la sfera proprio addosso al portiere ospite Perisan che respinge d’istinto. Al 13’ arriva già il pareggio: su cross dalla destra di Mazzitelli è bravo Carlos Augusto a far sponda di testa per Machìn che insacca aiutato da una deviazione. Al 21’ dal piede dell’esterno sinistro brasiliano parte l’assist per Ciurria che al volo manda fuori di poco. Al 29’ è ancora il Monza protagonista: Barberis batte un calcio di punizione che Mota di testa manda alto. Il Pordenone rimette fuori la testa dalla propria metà campo al 40’ con un sinistro di Tsadjout da fuori area che Di Gregorio blocca a terra.
 
Nel secondo tempo il Monza entra in campo svogliato: si corre poco e si sbagliano passaggi elementari. Ciò nonostante la prima vera occasione è di marca biancorossa con un tiro-cross di D’Alessandro che attraversa tutta l’area di rigore a pochi centimetri dalla linea di porta. Poco dopo Marrone non riesce ad approfittare di un’indecisione di Perisan. Stroppa rimpiazza Machìn e Ciurria rispettivamente con Colpani e Gytkjaer e proprio il centrocampista subentrato effettua un traversone dalla destra per il danese che però arriva solo a sfiorare la sfera di testa. Entrano anche Valoti e Sampirisi rispettivamente per Barberis e D’Alessandro e proprio l’esterno destro al 27’ trasforma in gol con un diagonale una palla servitagli da un Mota sempre più “sgobbone” a servizio della squadra. Infatti viene sostituito da Vignato dopo che una botta di Gytkjaer da 25 metri viene deviata in corner da Perisan. Al 35’ il monzese di nascita Cambiaghi sfiora il pareggio con un tiro dal limite e 6’ più tardi è Di Gregorio a salvare il risultato sulla girata da terra di Pellegrini. Al 45’ il Monza chiude la partita col 17enne Vignato, che approfitta di un errato disimpegno difensivo del Pordenone per conquistare palla e infilarla nell’angolino alla sinistra di Perisan.
 
In sala stampa Stroppa ha sottolineato che “se si rimonta sempre significa che c’è carattere, c’è voglia di fare, ed è l’aspetto più positivo dimostrato dalla squadra in queste prime 6 partite. La squadra però deve dare di più, soprattutto nelle situazioni più ‘sporche’, di duello. Mi dispiace anche che potevamo fare qualche gol in più. Riguardo al gol subito, anche oggi Antov è stato protagonista di un episodio negativo. Ma è un giocatore di assoluto valore: io credo tantissimo in lui. In sostituzione di Caldirola ho preferito Antov a Pirola, ma quest’ultimo deve stare tranquillo perché arriverà il suo momento. Quando si farà trovare pronto non uscirà più dal campo... L’ingresso sul 2-1 di Vignato invece di un giocatore di esperienza è stata vista come una pazzia, ma sono stato premiato grazie alla sua bravura”.
 
Il Monza tornerà in campo venerdì prossimo alle ore 20.30 allo stadio Via del Mare di Lecce.
 
 
FOTO BUZZI
*/ ?>

Sport

Col Pordenone il Monza vince ma non convince

Col Pordenone il Monza vince ma non convince

MONZA-PORDENONE 3-1   Il Monza torna alla vittoria ma non convince i 2011 spettatori che hanno assistito all’U-Power Stadium alla partita contro il derelitto Pordenone, giunto in Brianza da penultimo in classifica con 1 punto in 5 gare e 1 gol segnato contro 15 subiti. La squadra friulana ha confermato di non essere quest’anno all’altezza della cadetteria, evidenziando gravi carenze tecniche in ogni reparto. Non si salverà se

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il Conco ferma anche il Muggiò. Mazzeo si morde le mani. I biancorossi del calcio si confermano "ammazza grandi": anche questa volta, sul proprio campo, escono a testa alta contro una delle migliori squadre del girone M di Prima Categoria.

Il Conco passa in vantaggio al primo quarto d'ora di gioco con un goal capolavoro di Bercè su calcio di punizione. Vengono raggiunti nei minuti iniziali del secondo tempo dal capocannoniere ospite Cappella. I gialloblu raddoppiano alla mezzora con Di Biase
Ma quando il match si fa duro e il direttore di gara alza per tre volte il cartellino rosso, i padroni di casa in superiorità numerica, in dieci contro nove, tenta il tutto per tutto. La freddezza in area di Simone Parma riporta l'incontro in parità. Nel finale i biancorossi si fanno sfuggire il colpaccio con due ghiotte occasoni nei minuti di recupero con Matteo Mazzeo. Un punto a ciascuno non fa male a nessuno e intanto i vicini di casa della Speranza Agrate spiccano il volo in classifica trafiggendo il Paderno Dugnano con tre reti di scarto. 
 
Cercano, invece, di rialzarsi dalla zona rossa i più piccoli della Juniores che nell'incontro disputato questo sabato pomeriggio sul campo di Lissone si sono imposti con due reti a zero.
 
La cronaca.
 
Partenza col turbo degli ospiti che gia nei primi cinque minuti mostrano subito le loro intenzioni all'interno dell'area dei padroni di casa. La prima occasione utile per i biancorossi arriva invece  tra i piedi di Cambiaghi al 7' senza però inquadrare bene lo specchio della porta; intorno al 15', Bercè si riconferma 'tiratore scelto'; da un calcio di punizione appena fuori dall'area il centrocampista biancorosso centra il bersaglio ( 1 - 0 ). L'esultanza degli uomini di mister Motta arriva fino in tribuna al grido:"Non c'è due senza il tre", infatti, terza rete consecutiva per lui alla 3a giornata di ritorno. 
Il risultato rimarrà invariato per tutti i restanti minuti dal riposo. I due schieramenti non si faranno i complimenti, lotteranno come leoni su ogni pallone. I due estremi difensori saranno chiamati in causa seriamente di rado anche grazie a molteplici imperfezioni in fase offensiva dei due fronti.
 
Alla ripresa del gioco; quelli del Muggiò mostrano i muscoli sul rettangolo verde di via PioX approfittando di una momentanea fase confusionale dei padroni di casa che a soli sette minuti rimangono orfani del proprio capitano, Ledonne,  dopo una entrata poco pulita su un avversari. Dal calcio di punizione arriva la rete del pareggio ospite; un Cappella troppo poco marcato in area riceve palla dalla destra, la sua girata è vincente, Lissoni è battuto ( 1 - 1 ), tutto da rifare per il Conco.
 
Al 57' Di Biase mette paura a Lissoni; la sua acrobazia in area però esce sul fondo. Il Conco reagisce successivamente con Mazzeo che viene servito a pennello all'interno dell'area; la sua girata sorvola di qualche centimetro la traversa.
Ci prova anche Parma al 61' con una fuga in avanti ma il numero uno ospite ha la meglio.
 
Due minuti più tardi, altro cartellino rosso; questa volta all'indirizzo di un difensore gialloblu che ferma con un gomito di troppo il bomber casalingo, offrendo a Bercè un calcio piazzato da una ottima posizione. Il tiro diretto in porta non impensierisce però l'estremo difensore ospite che blocca prontamente la palla. Come poco più tardi, sempre su un calcio di punizione conquistato da Meroni, fermato dalla barriera. 
 
Al 68' reagiscono gli avversari del Muggiò ancora con Cappella ma la sua corsa a due passi dalla porta biancorossa viene fermata dall'arbitro; offside. Non succede la stessa cosa al 75' quando in volata sulla fascia destra del campo Cappella la mette al centro dell'area; Di Biase deve solo metterla dentro ( 1 - 2 ), difesa concorezzese in bambola. 
L'esultanza gialloblù dura fino allo scoccare dell'ottantesimo quando rimane in nove perdendo da li a poco la lucidità. 
 
Il finale dell'incontro sarà tutto dei padroni di casa: all'87' i biancorossi riagguantano il pareggio con Parma; il centroavanti casalingo prende il possesso del pallone, dopo alcuni rimpalli, in area avversaria e con destrezza calcia a rete ( 2 - 2 ).
Nei minuti di recupero il Conco va al contrattacco; al 92' lo scatenato Poletto si impadronisce della sfera al centro del campo involandosi in contropiede verso la porta servendo a sua volta in mezzo all'area Mazzeo che a tu per tu con il portiere riesce a sbagliare facendosi intercettare con le dita il pallone arrivando poi ancora sui piedi di Poletto ma l'azione si conclude sull'esterno della rete. Mani nei capelli in tribuna. Cerca di farsi perdonare Mazzeo un minuto più tardi appena dentro l'area; il suo tiro da terra fa il filo alla traversa. Peccato!
 
[ Gsd Concorezzese: Lissoni, Viganò, Biffi, Golemme ( dal 85' Scateni ), Mapelli, Ledonne, Parma, Bercè, Mazzeo, Cambiaghi ( dal 55' Poletto ), Meroni ]
 
Negli altri campi:
 
COB91 - Carugate ( 2 - 2 ); Centro Schuster - Cinisellese ( 0 - 0 ); Polisportiva CGB - Villa ( 1 - 2 ); Polisportiva di Nova - SASD ( 1 - 0 ); Real Cinisello - Crespi Morbio ( 1 - 2 ); San Crisostomo - Città di Segrate ( 3 - 0 ); Speranza Agrate - Paderno Dugnano ( 4 - 1 ).
 
La classifica:
 
Speranza Agrate 46; Muggiò 39; Cinisellese 35; COB91, Città di Segrate 31; Carugate 29; Villa 28; Concorezzese 26; Paderno Dugnano 24; San Crisostomo 22; Polisportiva di Nova 20; Centro Schuster 16; S.Albino S.Damiano 14; Crespi Morbio, Polisportiva CGB 13; Real Cinisello 8.
 
Prossimo turno, Domenica 1 febbraio 2015, ore 14.30:
 
Carugate - Speranza Agrate; Cinisellese - Real Cinisello; Città di Segrate - COB91; Crespi Morbio - San Crisostomo; Muggiò - Centro Schuster; Paderno Dugnano - Polisportiva CGB; S.Albino San Damiano - Concorezzese; Villa - Polisportiva di Nova.
*/ ?>

Sport

Conco "ammazzagrandi" ferma anche il Muggiò

Conco "ammazzagrandi" ferma anche il Muggiò

Concorezzo. Il Conco ferma anche il Muggiò. Mazzeo si morde le mani. I biancorossi del calcio si confermano "ammazza grandi": anche questa volta, sul proprio campo, escono a testa alta contro una delle migliori squadre del girone M di Prima Categoria. Il Conco passa in vantaggio al primo quarto d'ora di gioco con un goal capolavoro di Bercè su calcio di punizione. Vengono raggiunti nei minuti iniziali del secondo tempo dal capocannoniere o

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMuggiò. Il Conco cade in trasferta. Sconfitta di misura al "Superga". Muggiò. Giornata di festa per la squadra locale. Neanche il tempo per studiarsi che al 3' di gioco i gialloblu passano in vantaggio con un micidiale contropiede. Doccia fredda per i biancorossi che non demordono fino alla fine. Al novantacinquesimo il risultato però non cambia.

E' un'altra Concorezzese quella vista in questa terza giornata di campionato orfana dall'assenza di  "bomber" Mazzeo; la brutta prova contro la Cinisellese di domenica scorsa è ormai alle spalle. Si sapeva già dall'inizio che battere la compagine casalinga sarebbe stata un'ardua impresa ma gli uomini di misterMotta ce l'hanno messa tutta lottando come leoni. Il reparto difensivo ha retto bene alle frequenti avanzate in fase offensiva dei gialloblu come quello al centro del campo per le ripartenze. Poco affilate le punte. 

Trascorsi i primi minuti dal fischio iniziale, dopo un bello scambio in contropiede, i padroni di casa si presentano subito minacciosi in area ospite; la conclusione del centroavanti Simoni va a segno ( 1 - 0 ).

Il Muggiò comprime il Conco nella propria metà campo ininterrottamente per tutto il tempo regolamentare; Lissoni salva spesso la propria porta in estremis. I biancorossi faticano a trovare varchi in avanti; in qualche occasione mancano di poco il bersaglio.

Domenica prossima al Comunale di via Pio X, i biancorossi incontreranno i biancoverdi, pari punti in classifica, del S.Albino S.Damiano. Un incontro da alta tensione.

FORZA CONCO! 

Gsd Concorezzese:  Lissoni, Poletto, Viganò, Nava ( dal 16'st Cambiaghi ), Ledonne, Biffi, Golemme, Bercè, Meroni, Colombo N. ( dal 37'st Colombo M. ), Parma ( dal 29'st Crippa )

Direttore di gara: sig. Alberto Greco


Gli altri risultati del girone M di Prima Categoria:

Carugate - Cob 91 ( 3 - 3 ); Cinisellese - Centro Schuster ( 0 - 0 ); Città di Segrate - San Crisostomo ( 3 - 1 ); Crespi Morbio - Real Cinisello ( Rinviata ); Paderno Dugnano - Speranza Agrate ( 2 - 3 ); S.Albino S.Damiano - Polisportiva di Nova ( 1 - 2 ); Villa - Polisportiva Cgb ( 1 - 1 )

Classifica:

Muggiò, Speranza Agrate 9; Città di Segrate 6; Cinisellese, Carugate, Centro Schuster 5; Cob91, Polisportiva di Nova, Polisportiva Cgb 4; Concorezzese, S.Albino S.Damiano 3; Villa 2; Crespi Morbio*, Paderno Dugnano, San Crisostomo 1; Real Cinisello* 0

* Una partita in meno

*/ ?>

Sport

Conco ancora ko, ma il gioco c'è

Conco ancora ko, ma il gioco c'è

Muggiò. Il Conco cade in trasferta. Sconfitta di misura al "Superga". Muggiò. Giornata di festa per la squadra locale. Neanche il tempo per studiarsi che al 3' di gioco i gialloblu passano in vantaggio con un micidiale contropiede. Doccia fredda per i biancorossi che non demordono fino alla fine. Al novantacinquesimo il risultato però non cambia. E' un'altra Concorezzese quella vista in questa terza giornata di campionato orfana dall'ass

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREAgrate BrianzaIl Conco non brilla. Pari e patta al "Missaglia" contro la Bollatese.Non sono mancate le occasioni da rete in questa domenica calcistica; il risultato finale non scontenta nessuno. Sangalli porta in vantaggio i biancorossi dal dischetto a pochi minuti dal fischio iniziale. Salvato da un calcio piazzato pareggia i conti alla mezz'ora . Partita conclusa intorno al ventesimo per Nicolas Colombo, trasportato all'ospedale per un colpo alla caviglia. (1-1)

La cronaca:
Fanno gli onori di casa i biancorossi nei primi minuti di gioco in un paio di occasioni all'interno dell'area bianconera: prima con Meronifermato dal direttore di gara per un millimetrico fuorigioco. Poi dagli estremi di un calcio d'angolo.
6' Sangalli realizza il calcio di rigore concesso dall'arbitro per un duro intervento della retroguardia ospite all'interno della propria area; portiere spiazzato ( 1-0 )
8' 
Punizione dalla sinistra per la Bollatese da circa venti metri. La difesa casalinga allontana prontamente il pallone dall'area.
10' Da un corner non sfruttato al meglio dalla compagine ospite la Concorezzese riparte in contropiede; Meroni però appena fuori dall'area avversaria non aggancia di testa la sfera. 
20' Calcio di punizione alla destra del campo a favore degli uomini di mister Motta da circa venti metri.Il pallone rimpallerà sulle teste diTroianoColombo e Meroni uscendo di un soffio dallo specchio della porta.
22' Replicano dal limite dell'area gli ospiti senza però impensierire la difesa biancorossa.
23' Gioco fermo per circa sette minuti. Dopo un duro contrasto al limite dell'area bollatese; Colombo dovrà abbandonare il rettangolo verde con il supporto della barella. Prima sostituzione obbligatoria per la concorezzese.
28' Gli ospiti faticano ad invalicare la metà campo del Conco e quando riescono nell'impresa lo fanno da un calcio da fermo. Brioschisalta più di tutti nel cuore della propria area; di testa allontana via un insidioso tiro proveniente dalla bandierina.
31' Ci provano ancora i bianconeri con un tiro da fuori; palla alta sopra la traversa. 
33' Salvato, da un calcio piazzato, riporta l'incontro in parità; la sua conclusione si insacca dove Lissoni non può arrivare ( 1-1 )
38' 
La corsa di Meroni verso la porta avversaria viene interrotta da un difensore ospite. Allo scadere del primo tempo a fermare il centroavanti biancorosso ci pensa il portiere respingendo con le dita il pallone sul fondo.

La ripresa non offrirà grandi emozioni ai numerosi supporter assiepati sugli spalti. La Bollatese sarà più aggressiva in zona d'attacco anche se a fare il "miracolo" tra i pali sarà il portiere ospite in un paio di occasioni: al 83' respingendo in corner il tiro dalla sinistra in area di Fadini poi deviando il pallone con il piede dalla conclusione di Crippa intorno a cinque minuti dal termine. Poletto da due passi scheggerà la traversa.
Giunti al novantesimo le due formazioni avranno una ghiotta opportunità in fase offensiva per chiudere il match e strappare all'avversario i tre punti in palio: Salvato in solitaria all'interno dell'area biancorossa si vede respingere due volte il pallone; Lissoni prima e Poletto dopo sventano il pericolo. A fermare una incursione minacciosa in area bianconera, invece, ci pensa il numero uno degli ospiti con un provvidenziale intervento. 

La formazione: 
Lissoni, Zangari, Poletto, Brioschi ( dal 67' Fadini ), Troiano ( dal 75' Crippa ), Limonta, Rossi, Bercè, Meroni, Sangalli, Colombo ( dal 23' Viganò )

Gli altri risultati del girone D di Prima Categoria:
Sporting BM - Carugate ( 1-1 ); Cob91 - Vedano ( 4-2 ), Cinisellese - La Dominante ( 2-0 ); Oriens - Polisportiva CGB ( 2-1 ); Paderno Dugnano - Cassina Nuova ( 0-3 ); Pro Novate - Solese ( 2-0 ); Sovicese - Polisportiva di Nova ( 0-1 )

La classifica alla nona giornata di campionato:
Cob91 18; Bollatese, Carugate 15, Polisportiva di Nova, Sporting BM 14; Cinisellese 13; Oriens, CONCOREZZESE 12; Paderno Dugnano 11; Solese 9; Cassina Nuova, Vedano 8; Pro Novate, Polisportiva CGB 7; Sovicese 6; La Dominante 5

Prossimo turno, Domenica 1 novembre alle ore 14.30:
Bollatese - Cassina Nuova; Carugate - Oriens; LA DOMINANTE - CONCOREZZESE; Polisportiva CGB - Cinisellese; Polisportiva di Nova - Sporting BM; Pro Novate - Paderno Dugnano; Solese - Cob91; Vedano - Sovicese

*/ ?>

Sport

Conco ferma la seconda in classifica, ma è un punticino misero

Conco ferma la seconda in classifica, ma è un punticino misero

Agrate Brianza. Il Conco non brilla. Pari e patta al "Missaglia" contro la Bollatese.. Non sono mancate le occasioni da rete in questa domenica calcistica; il risultato finale non scontenta nessuno. Sangalli porta in vantaggio i biancorossi dal dischetto a pochi minuti dal fischio iniziale. Salvato da un calcio piazzato pareggia i conti alla mezz'ora . Partita conclusa intorno al ventesimo per Nicolas Colombo, t

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo.  I biancorossi  del calcio non entusiasmano ma la fanno da padrone sul proprio campo contro il S.Albino S.Damiano. Vanno in vantaggio, si fanno raggiungere dai biancoverdi con una rete contestata poi Nicolas Colombo risolve il match su calcio di rigore. 

Partono bene i biancorossi che già dai primi minuti di gioco creano scompiglio nella retroguardia biancoverde; al 3' Bercè su calcio di punizione da circa venti metri impegna seriamente Ronchi all'angolo basso e qualche minuto più tardi con Cambiaghi in un paio di occasioni. Al 16' Mazzeo riceve il pallone da Cambiaghi a due passi dalla porta ma la sua acrobazia va a vuoto; successivamente i padroni di casa rimangono nei paraggi di Ronchi con due tiri dalla bandierina con scarsi risultati. 
E' la volta degli ospiti a farsi vedere in avanti su un calcio da fermo ma l'occasione sfuma. Le opportunità dei biancoverdi guidati da mister Pirovano in fase offensiva per tutto l'arco del primo tempo si conteranno sulle dita di una mano. Oltrepassare la muraglia difensiva capitanata da Ledonne sarà difficoltoso anche se per poco gli ospiti non la mettono dentro; al 37' con Bramati , Lo Re e Arosio dopo un pasticcio difensivo casalingo. Galimberti tra i pali si supera. Al 25' Bercè viene atterrato al limite dell'area; dal calcio piazzato la conclusione di Colombo sorvola i legni. Trascorsi appena tre minuti Nava viene fermato prontamente in area al momento della pericolosissima battuta a rete.
Passata la prima mezzora dall'inizio dell'incontro ci provano ancora Cambiaghi e Nava da fuori area; le loro conclusioni terminano sul fondo. Quest'ultimo non riesce ad agganggiare la sfera di testa dal cross dal terzino Poletto appena entrato sul terreno di gioco per un infortunio di Biffi. 
Allo scadere arriva la rete del vantaggio biancorosso sulle ali dei piedi di Matteo Mazzeo: il "bomber" di casa viene lanciato in solitaria in area avversaria, a tu per tu con Ronchi non gli resta che escogitare un preciso pallonetto ( 1 - 0 ). 
Alla ripresa gli ospiti crescono di intensività in particolar modo quando Bramati corregge oltre la riga della porta la conclusione dalla destra di Doro ( 1 - 1) al 12'. L'aribitro Mondella sarà accerchiato dai padroni di casa che gli fanno notare la presunta posizione irregolare dell'attaccante biancoverde. Episodio da moviola.
 
D'ora in avanti il match sarà combattuto; il direttore di gara interverrà frequentemente per  fermare il gioco. Il Conco sarà più costruttivo del S.Albino S.Damiano. La risoluzione della partita arriva intorno al ventesimo quando Mazzeo si procura un calcio di rigore; dal dischetto Nicolas Colombo si fa inercettare la conclusione nell'angolino basso da Ronchi ma sulla respinta del portiere ospite insacca ( 2 - 1 ).
 
I biancoverdi insistono più volte per riacciuffare il pari; i biancorossi resistono fino all'ultimo. Al 27' Simone  Parma potrebbe mettere al sicuro il risultato ma la sua conclusione sfiora il palo alla destra di Ronchi.
Minuti di recupero in superiorità numerica per il Conco; Cozzi al 47' sarà costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco per una doppia ammonizione.
 
La Gsd Concorezzese per rimanere agganciata ai piani alti della classifica dovrà assolutamente espugnare il fortino del Villa, domenica prossima in trasferta a Milano
 
 
Gsd Concorezzese: Galimberti, Mapelli, Viganò, Nava ( dal 36st Golemme ), Biffi ( dal 38pt Poletto), Ledonne, Cambiaghi ( dal 39st Crippa ), Bercè, Mazzeo, Colombo N., Parma. A disposizione di Alberto Motta; Lissoni, Colombo M., Passoni, Meroni.
 
S.Albino S.Damiano: Ronchi, Doro ( dal 20st Sarno R), Lo Re, Cozzi, Dossena ( dal 1st Pirola), Mosconi, Zufolo, Arosio, Sarno A. ( dal 16st Sangalli), Ben Dhafer, Bramati. A disposizione di Luciano Pirovano; Mirabella, Metrella.
 
Direttore di gara:  Mondella di Seregno
 
 
Negli altri campi del girone M di Prima Categoria:
 
Cob91 - Città di Segrate ( 1 -  1 ); Centro Schuster - Muggiò ( 1 - 1 ); Polisportiva CGB - Paderno Dugnano ( 1 - 4 ); Polisportiva di Nova - Villa ( 0 - 4 ); Real Cinisello - Cinisellese ( 0 - 2 ); Sg Crisostomo - Crespi Morbio ( 1- 1 ); Speranza Agrate - Carugate ( 6 - 1 )
 
La classifica:
 
Speranza Agrate 12; Muggiò 10; Cinisellese 8; Città di Segrate 7; Centro Schuster, Concorezzese 6; Crespi Morbio, Villa, COB91, Carugate 5; Paderno Dugnano, Polisportiva CGB, Polisportiva di Nova 4; S.Albino S.Damiano 3; Sg Crisostomo 2; Real Cinisello 0
*/ ?>

Sport

Conco vittorioso al Comunale, intanto la Speranza vola in testa

Conco vittorioso al Comunale, intanto la Speranza vola in testa

Concorezzo.  I biancorossi  del calcio non entusiasmano ma la fanno da padrone sul proprio campo contro il S.Albino S.Damiano. Vanno in vantaggio, si fanno raggiungere dai biancoverdi con una rete contestata poi Nicolas Colombo risolve il match su calcio di rigore.  Partono bene i biancorossi che già dai primi minuti di gioco creano scompiglio nella retroguardia biancoverde; al 3' Bercè su calcio di punizione

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORECinisello BalsamoBrusca frenata del Conco in trasferta. I biancorossi del calcio escono sconfitti in questa quinta giornata di ritorno sul difficile campo di via Dei Lavoratori. I padroni di casa sbloccano il risultato intorno al ventesimo grazie alla rete di Muri

Ad inizio ripresa la compagine casalinga raddoppia dal dischetto. Per tutta la seconda fase di gioco gli uomini di mister Motta dovranno fare a meno di Brioschi cacciato dal terreno di gioco dal direttore di gara. La Cinisellese chiude il match al sessantesimo con un guizzo in area di uno scatenatoAngarano. L'estremo difensore blugranata chiude lo specchio della porta in un paio di occasioni ravvicinate di Meroni
 
Decisamente meglio per i più piccoli della juniores che dopo aver sbancato con sei reti, sabato pomeriggio, il campo del Bellusco sfruttando il tonfo in casa del San Fruttuoso contro la Cornatese ( 0-4 ), si appostano al vertice della classifica nel campionato provinciale a pari merito ( 45 punti ) con la formazione monzese.
 
La cronaca:
 
2' I blugranata fanno gli onori di casa con un tiro da fuori area senza centrare l'obbiettivo. I biancorossi replicano successivamente con l'incursione in area di Meroni; l'azione sfuma tra le braccia di Mancuso.
5' Meroni dalla destra serve al centro dell'area Sangalli che però non calibra al meglio la conclusione a rete; pallone sul fondo.
10' Bercè lancia in avanti Meroni; il centroavanti concorezzese guadagna un calcio di punizione dal limite dell'area nella parte destra del campo. Il tiro di Sangalli dal calcio piazzato viene intercettato da Agosta.
12' Punizione in favore dei biancorossi da circa trenta metri. Sangalli direttamente dal calcio da fermo manda il pallone oltre la traversa. 
13' Angarano riceve la sfera all'esterno dell'area ma il suo tiro viene intercettato con i pugni da Lissoni.
17' Angarano viene atterrato sulla sinistra. Dagli estremi del calcio piazzato la compagine casalinga farà irruzione in area ospite irregolarmente.
19' Scambio in avanti tra Bercè, Zangari Meroni ma il pallone non trova lo specchio della porta.
22' Calcio dalla bandierina per i blugranata. Dopo alcuni rimpalli in area Muri solo soletto da due passi accompagna la palla in rete ( 1-0 ).
25' Angarano cerca subito con un tiro da fuori il raddoppio ma la sua conclusione viene deviata in calcio d'angolo dalla retroguardia biancorossa. Il numero undici di casa ritenterà due minuti più tardi con un calcio di punizione dal limite sinistro dell'area; Lissoni si rifugerà in corner.
33' Zangari viene atterrato da Accattato nella tre quarti avversaria. Dal calcio da fermo il tirocross al centro di Sangalli non trova nessun tocco. L'occasione si spegne sul fondo.
35' Zangari e Viganò avanzano palla al piede sulla fascia sinistra ma la sfera schizza fuori dal campo. Trascorso solo un minuto e Zangari la mette in avanti per Meroni senza trovare l'intesa.
38' Limonta in estremis mette il pallone oltre la linea di fondo. Dal calcio d'angolo battuto dai padroni di casa Lissoni in uscita aerea fa suo il pallone.
40' Meroni mette ko due difensori avversari appena dentro l'area ma non Mancuso che gli respinge la conclusione diretta sul secondo palo.
44' Il finale della prima frazione di gioco è tutta biancorossa. Zangari manda Meroni a tu per tu con il portiere blugranata ma Mancuso sul primo palo gli copre lo specchio della porta d'istinto con il piede.
 
La ripresa non offrirà un gran spettacolo su due fronti. I due estremi difensori saranno chiamati in causa di rado, i rispettivi reparti difensivi non lasceranno varchi ai colleghi attaccanti. Dal secondo minuto di gioco Brioschi atterrerà appena dentro la propria areaAngarano; per Giacconi ci saranno gli estremi per il penalty che Muri realizzerà spiazzando Lissoni tra i pali ( 2-0 ). 
Dodici minuti più tardi Angarano con un ottimo gesto atletico all'interno dell'area ospite siglerà il tris trafiggendo l'inerme Lissoni.
Cambiaghi non troverà la porta in un paio di occasioni. Le condizioni atmosferiche non aiuteranno le due formazioni.
 
 
Le formazioni:
 
Cinisellese - Mancuso, Agosta, Villa, Corti ( dal 82' Gatti ), Luongo, Rizzitelli ( dal 89' Cecchetti ), Beretta , Cesana, Muri, Accattato ( dal 71' Di Palo ), Angarano. 
A disposizione di mister Quattromini; Agnello, Francioso, Paredes, Trommino.
 
Concorezzese - Lissoni, Poletto, Viganò ( dal 63' Cambiaghi ), Brioschi, Troiano, Limonta, Rossi ( dal 60' Citterico ), Bercè, Meroni, Sangalli ( dal 75' Fadini ), Zangari.
 
Direttore di gara - sig. Gabriele Giacconi di Como
 
Gli altri risultati del girone D di Prima Categoria:
 
Sporting BM - Bollatese ( 2-1 ); Cob91 - Polisportiva Cgb ( 0-1 ); Oriens - Cassina Nuova ( 3-3 ); Paderno Dugnano - Vrdano ( 2-1 ); Pro Novate - Carugate ( 1-2 ); Solese - Polisportiva di Nova ( 1-5 ); Sovicese - La Dominante ( 0-3 )
 
La classifica:
 
Carugate* 43;Cinisellese 42; Sporting BM* 39; Cob91, CONCOREZZESE 37; Bollatese* 29; Cassina Nuova*, Polisportiva di Nova* 26; Paderno Dugnano 25; Oriens 22; Vedano* 20; La Dominante 19; Sovicese* 18; Solese* 17; Polisportiva Cgb*15; Pro Novate* 12.
 
* una partita in meno
 
Prossimo turno, domenica 21 febbraio 2016:
 
Bollatese - Oriens; Carugate - Cob91; Cassina Nuova - Cinisellese; CONCOREZZESE - PADERNO DUGNANO; La Dominante - Sporting BM; Polisportiva Cgb - Sovicese; Polisportiva di Nova - Pro Novate; Vedano - Sole
*/ ?>

Sport

Conco, che batosta! Ko con la Cinisellese

Conco, che batosta! Ko con la Cinisellese

Cinisello Balsamo. Brusca frenata del Conco in trasferta. I biancorossi del calcio escono sconfitti in questa quinta giornata di ritorno sul difficile campo di via Dei Lavoratori. I padroni di casa sbloccano il risultato intorno al ventesimo grazie alla rete di Muri.  Ad inizio ripresa la compagine casalinga raddoppia dal dischetto. Per tutta la seconda fase di gioco gli uomini di mister Motta dovranno fare a meno d

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Un Conco sprecone porta a casa solo un punticino.Giornata amara per i biancorossi del calcio. Milano. La Concorezzese soffre per un tempo gli inarrestabili del Villa andando sotto di tre reti; poi prendono le redini dell'incontro sfiorando addirittura più volte il gol della vittoria. I padroni di casa mostrano tutte le loro doti nei primi minuti di gioco; a soli venti minuti dal fischio d'inizio, il risultato è gia di tre a zero; match tutto in salita per la truppa di mister Motta, subendo disperatamente il pressing del Villa. E mentre ai bianconeri sembra di avere messo in cassaforte i tre punti in palio, al 23' il giovane centroavanti biancorosso Riccardo Meroni si procura un calcio di rigore; dagli undici metri Nicolas Colombo realizza con un tiro a mezz'altezza. ( 3 - 1 ). Il Conco ci mette il cuore e incomincia a crescere, pungendo gli avversari in fase offensiva. Intorno al 25',  Mazzeo potrebbe ridurre ancora le distanze all'interno dell'area della compagine locale ma il "bomber" biancorosso non aggangia correttamente il pallone; la sua conclusione debole arriva senza grosse preoccupazioni tra le braccia del portiere di casa. Ci penserà dopo un paio di minuti Simone Parma con un pallonetto che si insacca sotto la traversa. Le due formazioni andranno a riposo sul risultato di 3 - 2. Prima dello scadere dei primi quarantacinque minuti la Concorezzese si renderà pericolosa con Nava e Meroni; il primo che si vede catapultare sui piedi il numero uno del Villa al momento di correggere in porta un cross di Colombo, il secondo in due occasioni sfiorando prima il palo e successivamente si vede spazzare via la sfera sulla linea di porta. La ripresa sarà tutta biancorossa, i padroni di casa saranno compressi nella propria metà campo. La linea difensiva ospite chiuderà ogni varco, Ledonne e Mapelli faranno la differenza.  Al 4' Meroni lanciato in avanti si fà anticipare dal portierone bianconero uscito appositamente dalla sua area; un suo tocco poteva essere fatale dei milanesi. Stessa sorte per Mazzeo cinque minuti più tardi; l'ariete del Conco si allungherà troppo la palla. Tiepida reazione casalinga su un calcio piazzato da trenta metri; il tiro non impensierisce Lissoni, il pallone va alto oltre la traversa. Diversamente al 14', quando l'estremo difensore biancorosso deve intervenire da terra per fermare una conclusione debole e insidiosa. Più passa il tempo e gli uomini del Villa si spengneranno lentamente al contrario dei concorezzesi che in molteplici azioni mancano la decisiva battuta a rete da due passi contestando anche un atterramento sospetto in area bianconera. Al 38' i biancorossi pareggeranno i conti con Parma; il potente tiro di Matteo Mazzeo viene fermato dal palo, il pallone arriva nei paraggi del centrocampista del Conco che insacca ( 3 - 3 ). Ci riprova ancora Mazzeo al 41'; la sua conclusione da fuori indirizzata all'angolo basso viene intercettata dal portiere del Villa. Al 95' il risultato non cambia. La quinta giornata di campionato si concluderà con un punticino utile per entrambe.


Prossimo appuntamento, domenica 12 ottobre, al Comunale di via Pio X contro il Paderno Dugnano


Gsd Concorezzese: Lissoni , Cerizza , Viganò , Nava ( dal 11st Golemme ), Mapelli, Ledonne, Parma ( dal 39st Passoni ), Bercè, Mazzeo, N.Colombo, Meroni ( dal 18st Cambiaghi )

Direttore di gara: Sig. Samuele Stevanin ( Lomellina )


Gli altri risultati del girone M di Prima Categoria:

Cinisellese - San Crisostomo ( 2 - 1 ); Città di Segrate - Carugate ( 1 - 2 ); Crespi Morbio - Cob91 ( 1 - 3 ); Muggiò - Real Cinisello ( 6 - 1 );  Paderno Dugnano - Polisportiva di Nova ( 3 - 1 ); Polisportiva Cgb - Speranza Agrate ( 2 - 4 ); S.Albino S.Damiano - Centro Schuster ( 1 - 0 )

La classifica:

Speranza Agrate 15; Muggiò 13; Cinisellese 11; Cob91 10; Carugate 8; Paderno Dugnano, Concorezzese 7; S.Albino S.Damiano, Villa ,Centro Schuster, Città di Segrate 6; Crespi Morbio 5; Polisportiva Cgb, Polisportiva di Nova 4; San Crisostomo 2; Real Cinisello 0

*/ ?>

Sport

Conco, tanto spettacolo e qualche rammarico

Conco, tanto spettacolo e qualche rammarico

Un Conco sprecone porta a casa solo un punticino.Giornata amara per i biancorossi del calcio. Milano. La Concorezzese soffre per un tempo gli inarrestabili del Villa andando sotto di tre reti; poi prendono le redini dell'incontro sfiorando addirittura più volte il gol della vittoria. I padroni di casa mostrano tutte le loro doti nei primi minuti di gioco; a soli venti minuti dal fischio d'inizio, il risultato è gia di tre a zero; match t

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREPaderno Dugnano. Solo un punticino per il Conco. Il Paderno salva la faccia. Una distrazione del reparto difensivo è stata fatale ai biancorossi del calcio. Luca Bercè porta in vantaggio la Concorezzese al primo quarto d'ora di gioco dagli estremi di un calcio piazzato. Stefano Foti, ad inizio ripresa, pareggia i conti. Matteo De Lorenzi salva i padroni di casa, decimati dall'arbitro,  in più occasioni. Gli uomini di mister Motta si mordono le mani. La cronaca: 2' I Padernesi fanno gli onori di casa gia alle prime battute di gioco con un calcio di punizione da circa trenta metri: pallone direttamente sul fondo, lontano dallo specchio della porta. Tiepida reazione degli ospiti un minuto più tardi in un paio di occasioni. 7' Dalla bandierina gli ospiti creano preoccupazioni alla retroguardia casalinga: prima Zerbino di testa poi De Lorenzi con le mani sventano il pericolo sulla linea di porta. I biancorossi iniziano a farsi minacciosi in fase offensiva: al 10' ad interrompere una pericolosa azione in avanti ci pensa il direttore di gara per una posizione di fuorigioco ma trascorsi solo quattro minuti Sangalli viene steso al limite sinistro dell'area; Bercè dal calcio piazzato realizza mettendo la sfera sul primo palo, nell'angolo più lontano a De Lorenzi ( 1-0 ). Per tutto il primo tempo i protagonisti sul rettangolo verde saranno i biancorossi. I gialloblu si faranno vedere in avanti solo con qualche tiro da fuori area senza mai trovare la porta; la difesa del Conco chiuderà ogni varco. 30' Colombo di testa lancia Meroni sulla fascia sinistra servendo a sua volta al centro Sangalli che accerchiato da due difensori perde il pallone tra i piedi.38' La conclusione ravvicinata di Meroni distende De Lorenzi che respinge. 39' Terragni in difficoltà al limite dell'area concorezzese chiede aiuto a Barbagallo; la conclusione dalla distanza esce sul fondo. Poco più tardi a fermare l'offensiva di casa ci pensa il giovane Zangari ( migliore in campo ndr ) che di testa anticipa in estremis Cirone in procinto di calciare a rete da due passi. Prima di fare ritorno negli spogliatoi per il riposo al 45' con un buon gioco di squadra, partito e concluso da Zangari, il Conco potrebbe raddoppiare ma la battuta a rete all'interno dell'area piccola del terzino biancorosso esce sul fondo di qualche centimetro. A tempo scaduto un'occasione anche per i padroni di casa; il tiro cross di Dossi dalla sinistra però viene prontamente fermato in presa aerea sulla linea di porta da Lissoni.


La ripresa si svolgerà a ritmi ridotti. I biancorossi soffriranno parecchio in fase difensiva alcune avanzate degli avversari che rimarranno con un uomo in meno ( doppia ammonizione per Merlo ) dal sessantanovesimo. Il Conco sarà sbilanciato in avanti negli ultimi dieci minuti dell'incontro. Una manciata le occasioni sotto porta  non sfruttate al meglio.

Le formazioni:

Gsd ConcorezzeseLissoni, Zangari, Poletto ( dal 78' Crippa ), Brioschi, Troiano, Limonta, Rossi, Bercè, Meroni ( dal 72' Fadini ), Sangalli ( dal 83' Cambiaghi ), Colombo.
A disposizione di Alberto Motta; Fumagalli, Scateni, Bottasini, Viganò.

Paderno Dugnano- De Lorenzi, Celeri, Zerbino, Gallo ( dal 79' Viggiani ), Merlo, Chiumento, Cirone, Barbagallo, Terragni ( dal 1'st Palomba ), Foti, Dossi ( dal 68' Pandolfi ).
A disposizione di Primo Berlingheri; Lamonica, Sala, Ripamonti, Scavetta.

Gli altri risultati del Girone D di Prima categoria:

Sporting BM - La Dominante ( 2-1 ); Cob91 - Carugate ( 2-1 ); Cinisellese - Cassina Nuova ( 1-2 ); Oriens - Bollatese ( 1-1 ); Pro Novate - Polisportiva di Nova ( 0-2 ); Solese - Vedano ( 1-1 ); Sovicese - Polisportiva Cgb ( 2-1 )

La classifica alla sesta giornata di campionato:

Cob91 12;Polisportiva di Nova, Bollatese, Carugate 11; Cinisellese, Paderno Dugnano, Sporting BM 10; CONCOREZZESE, Solese 8; Polisportiva Cgb 7; Oriens, Sovicese 6; La Dominante, Cassina Nuova, Vedano 5; Pro Novate 4

Prossimo turno, Domenica 18 ottobre 2015 - ore 15.30:

Bollatese - Cinisellese; Carugate - Sovicese; CASSINA NUOVA - CONCOREZZESE; La Dominante - Oriens; Polisportiva Cgb - Sporting BM; Polisportiva di Nova - Cob91; Solese - Paderno Dugnano; Vedano - Pro Novate

*/ ?>

Sport

Conco, un pareggio che va stretto

Conco, un pareggio che va stretto

Paderno Dugnano. Solo un punticino per il Conco. Il Paderno salva la faccia. Una distrazione del reparto difensivo è stata fatale ai biancorossi del calcio. Luca Bercè porta in vantaggio la Concorezzese al primo quarto d'ora di gioco dagli estremi di un calcio piazzato. Stefano Foti, ad inizio ripresa, pareggia i conti. Matteo De Lorenzi salva i padroni di casa, decimati dall'arbitro,  in più occasioni. Gli uomini di mister Motta si

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREIl Conco rischia grosso col fanalino di coda. La capolista Agrate perde il primato in classifica. La Concorezzese espugna il campo comunale di via Mozart con una risicata vittoria all'ottantesimo minuto con un tiro in area di Mazzeo; determinante il tocco involontario di un difensore casalingo. Gli uomini di mister Motta hanno molto da rimproverarsi, i padroni di casa non concretizzano al meglio una manciata di occasioni da rete. Dennis Galimberti ci mette una pezza tra i pali. 

 
La cronaca. Non è certo la concorezzese dell'andata ( 4 - 1 ) quella vista in questa domenica di inizio primavera. Partono bene gli ospiti all'inizio del match quando al 3' un affondo sulla fascia destra di Poletto viene fermato, irregolarmente, dalla retroguardia locale: Crippa dal calcio di punizione la mette al centro sulla testa diPoletto che però sbuccia la sfera; l'azione prosegue con Meroni che dalla linea di fondo serve i piedi di Mazzeo ma la conclusione del "bomber" va alta sopra la porta.
Al 12' Bercè spezza il gioco a centrocampo con un retropassaggio; Galimberti con i piedi lancia in avanti Colombo; il portiere di casa in uscita però lo anticipa prontamente.
Giunti al primo quartod'ora la concorezzese usufruisce di un calcio piazzato da circa venti metri; la conclusione diretta di Mazzeo esce di poco sul fondo.
Trascorsi tre minuti,un fraintendimento difensivo biancorosso per poco non manda a rete i blugrana con un retropassaggio di petto di Viganò che spiazzaGalimberti in uscita; lo stesso rimedia all'errore in estremis allontanando il pallone.
La prima ghiotta occasione sprecata del Real sarà al ventesimo quando con un tiro dalla sinistra dell'area non trova la porta. Come successivamente quandoGalimberti in tuffo respinge in corner una insidiosa conclusione da fuori.
Alla mezzora Poletto colpisce la palla con una mano alla sinistra del campo; i padroni di casa dal calcio di punizione non sfruttano al meglio l'occasione mandando la sfera sul fondo.
Passati quattro minuti e un guizzo in avanti di Mazzeo mette in subbuglio la retroguardia di casa; perde e recupera con destrezza la palla servendo sulla sinistra Crippa ma le dita dell'estremo difensore casalingo manda in fumo le sue intenzioni.
Le due formazioni andranno al riposo a reti inviolate.
 
La ripresa è più agguerrita. Al 49' un tirocross dalla destra del campo di Poletto impegna seriamente il portiere blugrana con un intervento sotto la traversa. Poco prima lo stesso difensore biancorosso aveva interrotto un pericolosissimo contropiede del Real mandando il pallone in calcio d'angolo. 
Al 52' Mazzeo dagli estremi di un calcio da fermo dal limite dell'area consegna il pallone tra le braccia del portiere; la sua conclusione debole e troppo centrale non impensierisce nessuno.
Al 66', invece, neanche il "tiratore scelto" del Conco, Bercè, riesce a metterla dentro; dagli sviluppi di un calcio di punizione il numero uno di casa in tuffo si rifugia in corner. Dalla bandierina il Conco rimanda malamente la palla sul fondo. E dagli spalti il manipolo di sostenitori giunti da Concorezzo iniziano a scuotere la testa.
Dopo solo tre minuti e ai padroni di casa manca il tocco vincente da due passi su un'azione di contropiede; l'attaccante blugrana in ritardo sulla palla grazia i biancorossi.
Potente tiro di Riccardo Meroni da fuori area al 73', la conclusione del centravanti ospite prende però un'altra direzione. All'azione successiva i locali sfiorano di poco la traversa.
Al 75' Simone Parma, non in ottime condizioni ma uno dei più determinati, si libera di tre avversari al limite dell'area; il direttore di gara non da la regola del vantaggio su un intervento poco corretto e ferma il gioco. Dalla punizione la mira di Bercè fa cilecca, il pallone va alto oltre i legni.
Altro contropiede pericolosissimo della compagine casalinga; la conclusione dal limite si trasforma in un semi pallonetto che per poco non ingannaGalimberti appostato fuori dai pali. Il colpo di reni dell'estremo difensore del Conco sventa il pericolo.
All'ottantaduesimo minuto Mazzeo guadagna un calcio di punizione da quasi trenta metri; Bercè gli tocca il pallone ma il tiro del "bomber" non trova la porta, pallone sul fondo.
Il Real ce la metterà tutta per cambiare i risvolti del match ma a meno di cinque minuti dal 90' la "dea bendata" bacia i biancorossi; una conclusione non perfetta di Mazzeo in area cinisellese viene corretta involontariamente in porta da un difensore blugrana ( 0 - 1 )
In zona cesarini, Cambiaghi serve sulla destra Parma; la conclusione di quest'ultimo sorvola la traversa. Gli ultimi minuti di gioco prima del triplice fischio saranno intensi. Alla fine la spuntano gli ospiti ma all'uscita dal rettangolo verde nessuno esulta!
 
Gsd Concorezzese: Galimberti, Poletto, Viganò, Nava ( dal 58' Parma ), Mapelli, Ledonne, Crippa ( dal 58' Cambiaghi ), Bercè, Mazzeo, Colombo, Meroni ( dal 88' Golemme ) ]
 
Gli altri risultati del girone M di Prima Categoria:
 
COB91 - Polisportiva CGB ( 1 - 0 ); Carugate - Paderno Dugnano ( 3 - 3 ); Cinisellese - Muggiò ( 1 - 1 ); Città di Segrate - Villa ( 4 - 3 ); Crespi Morbio - S.Albino S.Damiano ( 2 - 3 ); SG Crisostomo - Polisportiva di Nova ( 0 - 2 ); Speranza Agrate - Centro Schuster ( 3 - 4 )
 
La classifica alla undicesima giornata di ritorno:
 
Muggiò 59; Speranza Agrate 57; Cinisellese 51; Città di Segrate, COB91 41; Villa 40; Carugate 38; CONCOREZZESE 36; Paderno Dugnano 35; Polisportiva di Nova 30; Centro Schuster. Polisportiva CGB 27; S.Albino S.Damiano 24; SG Crisostomo 23; Crespi Morbio 17; Real Cinisello 8.
 
Il prossimo turno, Domenica 29 marzo alle ore 15.30:
 
Centro Schuster - Real Cinisello; CONCOREZZESE - SG CRISOSTOMO; Muggiò - Speranza Agrate; Paderno Dugnano - Città di Segrate; Polisportiva di Nova - COB91; S.Albino S.Damiano - Cinisellese; Villa - Crespi Morbio.
*/ ?>

Sport

Conco, vittoria di misura in casa del fanalino di coda

Conco, vittoria di misura in casa del fanalino di coda

Il Conco rischia grosso col fanalino di coda. La capolista Agrate perde il primato in classifica. La Concorezzese espugna il campo comunale di via Mozart con una risicata vittoria all'ottantesimo minuto con un tiro in area di Mazzeo; determinante il tocco involontario di un difensore casalingo. Gli uomini di mister Motta hanno molto da rimproverarsi, i padroni di casa non concretizzano al meglio una manciata di occasioni da rete. Dennis Gal

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

MONZA-AREZZO 1-1


Terza partita consecutiva senza vittoria per il Monza, ma la frenata costa alla capolista la perdita di 1 solo punto dei 17 di vantaggio accumulati sulla più immediata inseguitrice, che non è più il Renate ma la Carrarese, alla quale si potrebbe aggiungere il Pontedera se si aggiudicherà la posta piena nel match casalingo di domani contro l’Alessandria.


L’Arezzo allenato da Daniele Di Donato, dopo aver ottenuto il primo successo esterno del campionato in casa della Pro Patria, ha sfiorato il bis allo stadio Brianteo a distanza di soli 6 giorni. E l’ha fatto cambiando sistema di gioco e nonostante l’assenza di elementi importanti come Cutolo e Picchi. Anche il tecnico biancorosso Cristian Brocchi ha lamentato assenze di rilievo: Palazzi, D’Errico e soprattutto Bellusci e Paletta, coppia di difensori centrali. Al loro posto sono stati schierati Scaglia e Marconi, mentre in attacco Brighenti è stato preferito a Mota alle prese con i postumi di un attacco virale (non il famigerato Covid-19 a causa del quale quasi certamente verrà rinviata la partita di mercoledì prossimo a Gorgonzola contro l’Albinoleffe).


Oggi il Monza non ha vinto perché è stato troppo “allegro” in difesa e poco cinico in attacco. Brocchi insiste con le sue tattiche suicide sui calci da fermo nel settore offensivo, dove permette agli avversari, in caso di ripartenza, d’involarsi senza praticamente incontrare avversari verso la porta di Lamanna, mentre la scarsa lucidità sotto porta è da addebitare al grande lavoro svolto dalle punte, che consente a tutti i giocatori di avere la propria occasione nell’arco di una partita.


L’anticipo al sabato dell’incontro, e presumibilmente anche la psicosi da Covid-19, hanno ridotto le presenze allo stadio, dove non si è presentato neppure “patron” Silvio Berlusconi.


Dopo qualche colpo a salve dalla distanza, è toccato al Monza sparare il primo botto serio con una bella iniziativa di Armellino culminata con un destro a giro che ha lambito il palo. Poco dopo è stato però l’Arezzo a passare in vantaggio con un destro al volo di Tassi che ha staccato le ragnatele dall'angolo alto alla sinistra di Lamanna. Gli ospiti hanno quindi sprecato due opportunità per mettere in ginocchio i brianzoli con Belloni e Baldan. Gol fallito, gol subito: e infatti il Monza si è visto fischiare un rigore a favore, per una trattenuta di Baldan ai danni di Finotto, che Brighenti ha trasformato.


A inizio ripresa l‘Arezzo ha sprecato incredibilmente un contropiede 2 contro 1: prima Belloni ha cercato di servire Caso anziché tirare e poi Gioè dalla linea di fondo ha trovato Lamanna pronto alla respinta. Poi si è aperta la sagra dei gol mangiati dal Monza: 2 da parte di Finotto e poi 2 da Brighenti. L‘innesto al loro posto di Mota e Rauti non ha portato la freschezza sperata: nel finale sono andati vicini alla segnatura i subentrati Chiricò per i biancorossi e Gori per gli amaranto, ma la mira è stata imprecisa. Nel recupero un diagonale quasi dalla linea di fondo di Mota con la porta vuota è sfilato a lato.


“Nel secondo tempo abbiamo avuto diverse palle-gol – ha confermato Brocchi - ma non siamo stati fortunati: meritavamo la rete del 2-1. Comunque, dopo aver subito un gran gol, la squadra ha reagito giocando una buona partita, a differenza di quella di domenica scorsa dove aveva commesso diversi errori. Se la difesa è mal posizionata nelle ripartenze avversarie? No! Se vogliamo vincere le partite dobbiamo giocare così, coi difensori che accettano l'uno contro uno, altrimenti le gare finiscono 0-0”. Come all’oratorio insomma...


Per il tecnico dei toscani Di Donato “il punto per parte è giusto. Potevamo raddoppiare in due occasioni, ma devo comunque fare i complimenti ai miei ragazzi per la voglia di fare un risultato importante sul campo della squadra più forte di tutta la Serie C. Il fallo da rigore? Ormai la palla era scappata via. È stato bravo l’attaccante del Monza...”.

*/ ?>

Sport

Continua la frenata del Monza

Continua la frenata del Monza

  MONZA-AREZZO 1-1 Terza partita consecutiva senza vittoria per il Monza, ma la frenata costa alla capolista la perdita di 1 solo punto dei 17 di vantaggio accumulati sulla più immediata inseguitrice, che non è più il Renate ma la Carrarese, alla quale si potrebbe aggiungere il Pontedera se si aggiudicherà la posta piena nel match casalingo di domani contro l’Alessandria. L’Arezzo allenato da Daniele Di Donato, dopo aver ottenuto il

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

MONZA-FROSINONE 3-2
 
Bene il risultato, maluccio la prestazione: anche l’allenatore del Monza, Giovanni Stroppa, concorda con chi ha storto il naso assistendo all’U-Power Stadium alla partita del secondo turno preliminare di Coppa Italia tra la squadra biancorossa neopromossa in Serie A e il Frosinone, compagine di Serie B. I brianzoli sono riusciti con fatica a piegare i ciociari e il 19 ottobre saranno ospiti dell’Udinese alla Dacia Arena: chi si aggiudicherà la sfida staccherà il biglietto per l’Allianz Arena perché negli ottavi di finale l’incrocio nel tabellone prevede la Juventus.
 
Oggi Stroppa non ha avuto a disposizione solo l’infortunato Pessina e Filippo Ranocchia, assente per motivi familiari. Il tecnico di Mulazzano ha già schierato titolare (al posto di Antov) il difensore brasiliano Marlon, ingaggiato nei giorni scorsi in seguito al congelamento del suo contratto con il club ucraino dello Shakhtar Donetsk a causa della guerra in corso con la Russia. È poi stato rivoluzionato il centrocampo, con Barberis, Valoti e D’Alessandro a rilevare rispettivamente Machìn, Sensi e Carlos Augusto, quest’ultimo preferito in difesa a Carboni. Come sostituto di Pessina ha avuto la meglio Ciurria su Colpani.
 
Questo Monza non è piaciuto perché il solito fraseggio con costruzione dal basso ha prodotto poche occasioni, mentre al contrario sono state regalate diverse palle-gol ai giallazzurri allenati da Fabio Grosso, due delle quali sfruttate al meglio.
 
Al match, trasmesso in diretta su Italia 1, hanno assistito 4532 spettatori tra cui il vicepresidente e coordinatore di Forza Italia, nonché vicepresidente del Partito Popolare Europeo, Antonio Tajani, che è tifoso della Juventus ma simpatizzante del Frosinone. Nei primi minuti al fraseggio insistito del Monza la squadra laziale contrappone una certa freschezza atletica e un’ottima padronanza della tecnica, qualità che hanno fatto felice Grosso a fine partita nonostante il risultato. Il punteggio si sblocca un po’ a sorpresa al 25’, quando Kone commette la leggerezza di abbattere con le braccia Birindelli al limite dell’area sul lato esterno: per arbitro e Var è rigore che Valoti trasforma. Il Frosinone reagisce 2’ dopo con una bella iniziativa personale dello stesso Kone che appena dentro l’area biancorossa scarica un destro neutralizzato da Cragno con un tuffo. Non succede niente di interessante fino al 41’, quando un sinistro a giro di Ciurria è respinto da Turati: sulla palla s’avventa Valoti che in area viene sgambettato maldestramente da Rohden. Il secondo rigore per il Monza lo calcia Caprari che trasforma. Al 46’ un colpo di testa di Mota finisce fuori di poco.
 
La ripresa inizia male per la squadra di casa. Tra il 7’ e l’11’ i laziali confezionano l’uno-due che riapre la contesa. Prima una conclusione dal limite di Haoudi viene deviata da Andrea Ranocchia a spiazzare Cragno. Poi Barberis respinge male un pallone in area e Kone ne approfitta per trafiggere il portiere biancorosso con un destro al volo. Stroppa manda in campo Sensi al posto di Valoti e successivamente Antov e Gytkjaer rispettivamente per Marlon e Caprari. Al 29’ un contropiede di Mota si conclude con un tiro debole parato agevolmente da Turati. Machìn e Colpani sostituiscono Barberis e Ciurria e 4’ dopo proprio tre subentrati confezionano l’azione del definitivo 3-2: Machìn fornisce una splendida palla filtrante a Colpani che crossa per Gytkjaer, pronto a battere Turati con un destro al volo.
 
In sala stampa Stroppa è stato come sempre sincero: “Dispiace aver preso due gol in quella maniera. Non sono soddisfatto. Mi aspettavo di più ma per ora mi prendo il risultato. Non sono preoccupato per la partita contro il Torino di sabato prossimo, ma devo mettere la squadra in condizioni di affrontarlo se non dal punto di vista della fisicità almeno sul piano della qualità. I cambi? Sono stati fondamentali, come del resto è stato spesso nella scorsa stagione. Gytkjaer? È eccezionale per il contributo che dà alla squadra, non solo tecnico ma di mentalità. Sensi? Deve riprendere la condizione fisica migliore. Pessina? Sarà a disposizione in una delle prossime partite. Mota? Deve migliorare la qualità delle giocate”.
 
Grosso ha dichiarato di essere “contento della prestazione fatta contro una squadra di qualità. Quello del primo tempo è stato un risultato pesante per noi rispetto alle occasioni create. Siamo mancati nei dettagli, abbiamo concesso piccoli regali. Abbiamo tanti ragazzi in squadra, dunque dobbiamo crescere”.
 
Dunque sabato c’è un appuntamento con la storia: alle ore 20.45 il Monza giocherà all’U-Power Stadium la prima partita di Serie A dalla sua creazione, avvenuta nel 1929. Per l’occasione riaprirà dopo 21 anni la Tribuna Est, quella che un tempo erano i Distinti. A Stroppa serviranno 16 “toreri”…
*/ ?>

Sport

Coppa Italia, il Monza elimina il Frosinone ma non convince

Coppa Italia, il Monza elimina il Frosinone ma non convince

MONZA-FROSINONE 3-2   Bene il risultato, maluccio la prestazione: anche l’allenatore del Monza, Giovanni Stroppa, concorda con chi ha storto il naso assistendo all’U-Power Stadium alla partita del secondo turno preliminare di Coppa Italia tra la squadra biancorossa neopromossa in Serie A e il Frosinone, compagine di Serie B. I brianzoli sono riusciti con fatica a piegare i ciociari e il 19 ottobre saranno ospiti dell’Udinese al

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

MONZA-COSENZA 4-1
 
Il ritorno di Dany Mota in formato “Cristiano Ronaldo Under 23” ha coinciso con il lancio del Monza nelle prime posizioni della classifica, ma soprattutto con una serie di prestazioni convincenti anche se non continue nell’arco dei 90’. 8 gol in 3 partite di cui 4 a firma del portoghese segnano uno spartiacque rispetto alle precedenti esibizioni, magari egualmente redditizie ma con affanni in attacco non degni di una squadra che ambisce alla promozione in Serie A. Due doppiette del lusitano, impreziosite dai bijoux di Machìn, Colpani e Gytkjaer, e inframmezzate da un buon pareggio sul difficile campo di Ascoli Piceno, avvertono la concorrenza che il Monza non sta vivacchiando, bensì è pronto a gennaio ad assimilare quel necessario rinforzo nel reparto offensivo che significherebbe passare dai sogni a un obiettivo concreto. Restano poi da cancellare quei cali di tensione nella ripresa che sono già costati molti punti e ne hanno fatti traballare altri.
 
Col successo di oggi contro, per la verità, un inconsistente Cosenza, il Monza ha portato a 8 i risultati utili consecutivi, sempre andando in gol nelle ultime 7 partite, ed è rimasto imbattuto in casa, dove finora ha sempre segnato almeno 1 rete. Per i calabresi, alla diciassettesima "non vittoria" di fila in trasferta in Serie B, gli ultimi 5 incontri hanno portato “in cascina” il “fieno” di solo 1 punto.
 
Per questo match infrasettimanale l’allenatore dei brianzoli Giovanni Stroppa non ha potuto disporre degli infortunati Lamanna, Favilli, Barillà, Scozzarella, Pirola, Sampirisi, Carlos Augusto e Paletta e dello squalificato Mazzitelli. Rispetto alla gara di sabato scorso si è limitato a riproporre titolare Machìn come interno sinistro al posto di Valoti. Dall’altra parte l’ex indimenticato giocatore e allenatore biancorosso Marco Zaffaroni (il condottiero della promozione dalla Serie D alla Serie C) aveva indisponibili Del Favero, Vaisanen, Eyango, Bittante, Sueva e Pandolfi.
 
Dopo qualche minuto di studio, il Monza scarica la sua voglia di cambiare marcia sui malcapitati avversari rossoblù, sospinti inutilmente da 700 dei 3450 spettatori presenti all’U-Power Stadium. Al 9’ Donati tutto solo in mezzo all’area colpisce di testa da terra invece di stoppare e calciare e così la palla viene neutralizzata agevolmente da Vigorito. Sul ribaltamento di fronte Florenzi non controlla la sfera a tu per tu con Di Gregorio. All’11’ i padroni di casa passano in vantaggio: D’Alessandro crossa dalla fascia sinistra e Colpani di testa insacca nonostante il tentativo di respinta di Vigorito. Altri 3 giri d’orologio e arriva il raddoppio grazie a un preciso sinistro all’incrocio dei pali di Mota. La Curva Davide Pieri omaggia il tecnico di Gerenzano con uno striscione (“Zaffa per sempre nel cuore di Monza”) e un coro, ma poco dopo festeggia i beniamini di adesso, che regalano il tris: è il 22’ quando Mota parte sulla tre quarti palla al piede, si beve Rigione e Tiritiello e insacca nell’angolino. La reazione del Cosenza è un rasoterra debole di Millico facilmente bloccato da Di Gregorio al 38’.
 
Nell’intervallo Stroppa lascia Vignato sotto la doccia e come seconda punta propone nuovamente Ciurria, che ci mette tanto impegno ma con risultati molto scarsi. Gli ospiti provano ad accorciare le distanze al 7’ con un destro al volo di Florenzi che esce fuori di poco. Valoti rileva Colpani dolorante per una botta al gluteo e a metà ripresa Gytkjaer sostituisce uno stanco Mota. Poco dopo arriva il gol del Cosenza: Palmiero batte un calcio di punizione scodellando la sfera in area dove Carraro è abile in spaccata a deviarla in rete. Per rinforzare la difesa Stroppa fa esordire in una partita ufficiale di questa stagione Bettella posizionandolo a destra e spostando Pedro Pereira a sinistra al posto di D’Alessandro, uscito per una botta alla caviglia. Nonostante qualche rischio corso su palloni spioventi in area, il Monza mette in tasca altri 3 punti, sigillandoli all’ultimo secondo con Gytkjaer dal limite dell’area cosentina.
 
In sala stampa Stroppa si è mostrato “gasato” e questa volta ci fa piacere purché trasmetta questa carica ai giocatori in vista dell’importantissimo derby di domenica prossima al “Rigamonti” di Brescia (calcio d’inizio alle ore 16.15): “La squadra ha dato continuità al percorso intrapreso. Quella di stasera non era una partita semplice. Aldilà dei gol segnati in pochi minuti, la differenza l’abbiamo fatta nel tenere palla e far correre a vuoto il Cosenza. Possiamo ancora migliorare nella gestione della palla nel secondo tempo. Riguardo ai tanti gol segnati nelle ultime 3 partite era quanto mi aspettavo da tempo perché le mie squadre ne hanno sempre fatti tanti. Mota è un esempio di quello che una punta dovrebbe fare: ha caratteristiche che pochi hanno di verticalità, tiene in apprensione i difensori. Affronteremo il Brescia come se fosse uno scontro diretto. La classifica è assurda rispetto alle scorse stagioni: non si è mai visto un equilibrio così in Serie B”.
 
Mota ha raggiunto quota 6 gol, tanti quanti quelli segnati in tutto il campionato scorso: "L'obiettivo personale di quest'anno era di andare in doppia cifra e ora promette di essere raggiunto. Ho cambiato gioco rispetto all'anno scorso perché l'allenatore attuale vuole che io stia davanti a tutti, che giochi come centravanti. Se sogno di giocare a marzo lo spareggio contro l'Italia per andare alla fase finale del Campionato del mondo con la Nazionale? Beh, se continuo così posso sperare di essere convocato e poi volare in Qatar...".
 
 
FOTO BUZZI
*/ ?>

Sport

Dany Mota ci ha preso gusto e demolisce anche il Cosenza

Dany Mota ci ha preso gusto e demolisce anche il Cosenza

MONZA-COSENZA 4-1   Il ritorno di Dany Mota in formato “Cristiano Ronaldo Under 23” ha coinciso con il lancio del Monza nelle prime posizioni della classifica, ma soprattutto con una serie di prestazioni convincenti anche se non continue nell’arco dei 90’. 8 gol in 3 partite di cui 4 a firma del portoghese segnano uno spartiacque rispetto alle precedenti esibizioni, magari egualmente redditizie ma con affanni in attacco non d

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

MONZA-COSENZA 2-2
 
Dopo 3 successi consecutivi e 1 pareggio che vale uguale a Lecce, il Monza perde il passo contro un Cosenza che ha inanellato la sesta partita senza vittoria. Si può tranquillamente parlare di 2 punti gettati al vento per la squadra biancorossa, che in vantaggio di 2 gol è riuscita nell’impresa di farsi raggiungere a causa di un paio di gravi errori commessi dai due centrali di difesa. Se da una parte non è stata dal punto di vista dello spettacolo una delle migliori partite della compagine allenata da Cristian Brocchi, dall’altra non si è trattata neanche di una prestazione tanto opaca. Gli errori sono stati contenuti e le occasioni da gol ci sono state: aldilà dei due errori gravi che hanno condizionato il risultato, quella che è venuta a mancare è stata la brillantezza, soprattutto nel reparto di centrocampo. La sensazione è che, nonostante i 5 giorni di assoluto riposo della settimana scorsa, molti giocatori siano ancora stanchi per il “tour de force” del mese di dicembre, con praticamente 2 match a settimana.
 
Ci sarebbe bisogno di forze fresche, ma gli ultimi 3 acquisti (Balotelli, Scozzarella e Ricci) sono tutti infortunati, in aggiunta a Finotto. Oggi si è poi fatta sentire l’assenza per squalifica di Bellusci, sostituito dal rientrante Paletta. Anche nella formazione calabrese guidata da Roberto Occhiuzzi mancava uno squalificato: Tiritiello.
 
Nella ghiacciaia dell’U-Power Stadium senza pubblico, ma con la presenza in tribuna dell’ex centrocampista del Milan e della Nazionale croata, Zvonimir Boban, invitato dall’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani, la gara ha inizio mettendosi subito sui binari previsti. All’8’ Barberis calcia dalla bandierina per Gytkjaer che spizza per Barillà, bravo anche stavolta a farsi trovare pronto in mezzo all’area da dove insacca di potenza. Al 15’ Barberis ci prova direttamente su calcio di punizione, ma Falcone respinge la sfera in tuffo. Al 21’ Corsi spreca una ghiotta occasione per il Cosenza cercando Carretta anziché tirare al volo dal limite dell’area piccola. 5’ dopo il Monza raddoppia con un destro da 25 metri di Gytkjaer che si infila nell’angolino. I padroni di casa cercano di controllare la partita, ma al 40’ Paletta colpisce di testa male il pallone, spiovuto con un calcio di punizione dalla tre quarti di Baez, infilandolo nella propria porta.
 
All’intervallo Occhiuzzi cambia l’ex biancorosso Gliozzi con Tremolada e i calabresi diventano più pericolosi. All’8’ Boateng spreca un contropiede e sulla ripartenza Baez impegna Di Gregorio a una parata a terra. Brocchi sostituisce Frattesi con Armellino per puntellare il centrocampo in difficoltà. Il maggior possesso palla dei rossoblù produce però la rete del pareggio al 22’, ancora grazie a un errore clamoroso di un difensore centrale, stavolta Bettella, che pasticcia in fase di impostazione al limite dell’area consentendo a Tremolada di conquistare palla e spedirla con un sinistro alle spalle di Di Gregorio. Da segnalare che Tremolada fece male al Monza già 8 anni e mezzo fa quando siglò il gol del 4-2 con cui il Como sbancò il Brianteo in uno dei tanti derby della Brianza di terza serie. Vista la mal parata tra le fila di casa si procede a un doppio cambio: fuori Barillà e Boateng e dentro D’Errico e Colpani. Al 29’ un sinistro di Carlos Augusto viene parato in due tempi da Falcone. 2’ dopo si assiste a una bella incursione sulla destra di Colpani che dalla linea di fondo serve Gykjaer la cui debole conclusione finisce tra le braccia del portiere ospite. Al 37’ Colpani prova anche a calciare in porta un sinistro che è preda di Falcone. Viene gettato nella mischia pure Maric per Gytkjaer, ma sia Mota che Carlos Augusto non trovano lo specchio della porta. Al 47’ Kone, entrato in campo da 2’, si fa espellere per una brutta entrata su Colpani. Ma nei 3’ di superiorità numerica del Monza è il Cosenza a sfiorare il gol della beffa in contropiede con Sciaudone, chiuso bene dall’uscita di Di Gregorio.
 
In sala stampa Brocchi ha tenuto dentro la rabbia: “Avevamo la partita dalla nostra parte con un vantaggio di 2 gol. Andava gestita in maniera diversa. Due episodi sfortunati ci hanno condannato al pareggio. È mancata cattiveria agonistica, l’‘elettricità’ che ci aveva portato gli ultimi ottimi risultati. Balotelli, Scozzarella e Ricci? I loro rientri sono in forse per il match col Brescia”. Derby lombardo che si giocherà lunedì 25 gennaio alle ore 21 e che chiuderà il girone di andata.
 
 
FOTO BUZZI
*/ ?>

Sport

Due "papere" difensive e il Monza butta via la vittoria

Due "papere" difensive e il Monza butta via la vittoria

MONZA-COSENZA 2-2   Dopo 3 successi consecutivi e 1 pareggio che vale uguale a Lecce, il Monza perde il passo contro un Cosenza che ha inanellato la sesta partita senza vittoria. Si può tranquillamente parlare di 2 punti gettati al vento per la squadra biancorossa, che in vantaggio di 2 gol è riuscita nell’impresa di farsi raggiungere a causa di un paio di gravi errori commessi dai due centrali di difesa. Se da una parte non è s