santalfredo
santalfredo

gabriele borgonovo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il Comune di Concorezzo è stato selezionato anche per il biennio 2020-2021 come "Città che Legge”. Un riconoscimento stabilito dal Centro per il Libro e la Lettura del  Ministero per i Beni e le Attività culturali (Cepell), che ha accolto la candidatura di Concorezzo riconoscendo il titolo anche per questo biennio. Il Comune di Concorezzo riceve questo riconoscimento dal 2017, anno in cui ha iniziato a presentare la propria candidatura.

Una qualifica ideata per promuovere e valorizzare quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura.

L’inserimento nell’elenco “Città che legge” consentirà alle Amministrazioni comunali selezionate di partecipare ai bandi che il Cepell pubblicherà per attribuire contributi economici, premi ed incentivi ai progetti più meritevoli.

“Questo riconoscimento ci rende sicuramente soddisfatti perché sottolinea la qualità del lavoro che con impegno abbiamo svolto finora- ha commentato l’assessore alla Cultura Gabriele Borgonovo-. Un lavoro di condivisione delle risorse e di progettualità che non si  è mai fermato, nemmeno nel periodo di pandemia ma che anzi ha saputo evolversi con iniziative mirate e innovative che hanno trovato ampia risposta da parte della cittadinanza. 

Da parte nostra continueremo con interventi atti alla promozione della lettura tramite tutti i mezzi che abbiamo a disposizione a partire dalla nostra biblioteca in un lavoro in rete con anche le altre realtà culturali concorezzesi. 

Un rapporto di vicinanza e crescita comune è stato stretto in questi anni tra la scuola e la biblioteca comunale. Nel nostro Piano del Diritto allo Studio è infatti previsto un ampio programma di uscite formative ed educative atte proprio ad avvicinare i più giovani al mondo della lettura e alla nostra splendida biblioteca. Un grazie agli uffici comunali per il lavoro costante e appassionato che ha contribuito all’ottenimento di questo riconoscimento che conferisce sicuramente lustro alla nostra città”.

 

I numeri della Biblioteca comunale dei primi mesi del 2020

In questi primi mesi del 2020 la biblioteca di Concorezzo ha ampliato la sua offerta di libri e dvd con l’acquisto di 523 libri e 125 dvd.

In totale in biblioteca sono a disposizione 49.525 documenti (di cui 42.438 Libri e 7.087 Dvd e Cd)

La spesa complessiva prevista per l’implementazione del materiale a disposizione degli utenti è di 20mila euro. 

Gli utenti attivi (che nel 2020 hanno effettuato almeno un prestito, considerato anche il periodo di lockdown) sono 1.196.

*/ ?>

Cultura

Concorezzo città che legge: un patrimonio da 42.000 libri

Concorezzo città che legge: un patrimonio da 42.000 libri

Concorezzo. Il Comune di Concorezzo è stato selezionato anche per il biennio 2020-2021 come "Città che Legge”. Un riconoscimento stabilito dal Centro per il Libro e la Lettura del  Ministero per i Beni e le Attività culturali (Cepell), che ha accolto la candidatura di Concorezzo riconoscendo il titolo anche per questo biennio. Il Comune di Concorezzo riceve questo riconoscimento dal 2017, anno in cui ha iniziato a presentare la propria

I bambini del 2016 di Concorezzo troveranno una sorpresa nella loro casella della posta di casa nei prossimi giorni. Una busta con tanto di logo comunale contentente una lettera a firma del sindaco e dell’assessore all’istruzione per celebrare un momento importante come quello dell’inizio della prima elementare.

L’iniziativa coinvolgerà circa 125 giovani cittadini concorezzesi che il 12 settembre varcheranno per la prima volta la soglia della scuola primaria.

“L’idea di scrivere una lettera indirizzata personalmente ai nostri giovani concittadini è nata lo scorso anno per sottolineare un passaggio così bello e importante come quello dell’inizio della scuola elementare- ha sottolineato il sindaco Mauro Capitanio -. In questi anni di pandemia ci siamo resi conto di quanto sia vitale la scuola non solo per l’aspetto formativo, ma anche per quello sociale. Con questa lettera vogliamo quindi  far sentire ai giovani concorezzesi il supporto e la condivisione dell’intera città per l’inizio di un viaggio così importante come quello nel mondo della scuola”.

I bambini iscritti alle scuole primarie concorezzesi sono 682, quelli iscritti alle scuole dell’infanzia sono 324 mentre i ragazzi iscritti alle secondarie di primo grado sono 475.

La lettera sarà in distribuzione la prossima settimana, giusto in tempo per augurare un buon inizio di scuola a tutti i remigini.

"Non vogliamo darti consigli. Vogliamo però farti un augurio, in questo mondo che corre veloce - si legge nela lettera-. L’augurio è quello di vivere a scuola la bellezza della lentezza nell’imparare, nel pieno rispetto dei tuoi ritmi. Senza fretta.

Come un fiore ha bisogno del suo tempo per crescere, anche e soprattutto a scuola occorre non avere fretta nell’ottenere veloci risultati. Il tempo e i momenti di dialogo in classe sono tutti elementi a cui dare la giusta importanza. E come un fiore, con i tuoi tempi, crescerai e sboccerai nella bellezza di tutti i tuoi colori".

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cultura

La lettera del sindaco nella casella della posta dei bambini di prima elementare

La lettera del sindaco nella casella della posta dei bambini di prima elementare

I bambini del 2016 di Concorezzo troveranno una sorpresa nella loro casella della posta di casa nei prossimi giorni. Una busta con tanto di logo comunale contentente una lettera a firma del sindaco e dell’assessore all’istruzione per celebrare un momento importante come quello dell’inizio della prima elementare. L’iniziativa coinvolgerà circa 125 giovani cittadini concorezzesi che il 12 settembre varcheranno per la prima volta la soglia

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il Comune di Concorezzo ha proposto un contest creativo dal titolo “Diario di una quarantena”. L’iniziativa prevede la raccolta di elaborati artistici e letterari prodotti dai concorezzesi nel corso della pandemia per raccontare gli stati d’animo e l’esperienza vissuta in queste settimane. 

“L’idea di questo contest è nata dopo aver ricevuto il libro scritto da un bambino concorezzese di 5 anni, Leonardo Villa, insieme ai suoi genitori e ai suoi nonni nel corso della quarantena- ha spiegato l’assessore alla Cultura Gabriele Borgonovo - Una storia emozionante che si intitola “Il viaggio fantastico di piccolino”. 

Abbiamo pensato quindi di rivolgere l’invito a tutti concorezzesi, adulti e bambini, a inviarci le loro produzioni creative e letterarie così da poterle condividere con tutta la cittadinanza. 

I periodi difficili, come quello che abbiamo vissuto e in parte stiamo vivendo, storicamente diventano importanti momenti di creatività e di produzione letteraria e artistica. Non vogliamo quindi perdere l’occasione per raccogliere i lavori che descrivono in modo profondo un’esperienza forte come quella che tutti noi abbiamo vissuto”.

Nei prossimi giorni l’assessore Borgonovo consegnerà a sorpresa a Leonardo Villa una copia del suo libro stampato e rilegato con il logo del Comune di Concorezzo. Un primo passo verso una carriera da scrittore dell’autore del libro “Il viaggio fantastico di piccolino”.

Tutti gli elaborati che verranno inviati dai concorezzesi saranno pubblicati sul sito del Comune di Concorezzo al link: https://comune.concorezzo.mb.it/servizi/coronavirus/diario-di-una-quarantena/

*/ ?>

Cultura

Leonardo scrittore grazie al Covid: ecco il suo libro

Leonardo scrittore grazie al Covid: ecco il suo libro

Concorezzo. Il Comune di Concorezzo ha proposto un contest creativo dal titolo “Diario di una quarantena”. L’iniziativa prevede la raccolta di elaborati artistici e letterari prodotti dai concorezzesi nel corso della pandemia per raccontare gli stati d’animo e l’esperienza vissuta in queste settimane.  “L’idea di questo contest è nata dopo aver ricevuto il libro scritto da un bambino concorezzese di 5 anni, Leonardo Villa, in

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Un contest creativo dedicato ai bambini per affrontare questo momento di sospensione delle lezioni in aula. Il Comune di Concorezzo, tramite la sua pagina Facebook ufficiale (https://www.facebook.com/comuneconcorezzo/), diffonderà infatti i disegni e le poesie che i bambini residenti in città vorranno fare sul tema “#Iostoacasa”.

Le foto delle opere d’arte dei piccoli concorezzesi potranno essere inviate alla nostra mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e periodicamente verranno diffuse con l’indicazione del nome e della classe del piccolo artista.

“Si tratta di un’iniziativa che abbiamo voluto proporre pensando proprio ai bambini che sono a casa tutto il giorno e ai loro genitori che in questo modo – ha spiegato l’Assessore all’Istruzione Gabriele Borgonovo - potranno offrire uno stimolo per un’attività alternativa in questi giorni di scuole chiuse.

Il titolo (#iostoacasa) vuole anche essere un invito a contenere le uscite nel rispetto delle indicazioni ministeriali.

Una volta che questa fase di emergenza sarà terminata e che riprenderanno le lezioni in aula, raccoglieremo i disegni e le poesie dei bambini in una mostra che potrà rappresentare un ricordo di questi momenti così delicati.

Inoltre, siamo certi che vedere un disegno dei nostri bambini pubblicato sulla pagina Facebook che in questo periodo ovviamente pubblica notizie delicate e di attualità, darà una boccata d’aria fresca e di positività a tutti i concorezzesi.

P.S. Naturalmente il tema dei disegni e delle poesie non dovrà essere il Coronavirus”.

L’invito è quindi quello di partecipare al contest inviando le foto all’indirizzo mail del Comune Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*/ ?>

Cultura

State a casa e disegnate: l'iniziativa social per i bimbi

State a casa e disegnate: l'iniziativa social per i bimbi

Concorezzo. Un contest creativo dedicato ai bambini per affrontare questo momento di sospensione delle lezioni in aula. Il Comune di Concorezzo, tramite la sua pagina Facebook ufficiale (https://www.facebook.com/comuneconcorezzo/), diffonderà infatti i disegni e le poesie che i bambini residenti in città vorranno fare sul tema “#Iostoacasa”. Le foto delle opere d’arte dei piccoli concorezzesi potranno essere inviate alla nostra mail: Q