santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

metropolitana

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Con la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, si riapre il dibattito sulla mobilità sostenibile. Di recente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a puntare i riflettori sui collegamenti tra il capoluogo meneghino e la Brianza, soffermandosi sul prolungamento della M5 da Milano a Monza. "Ho apprezzato la recente intervista del sindaco di Milano con cui Sala ha rimarcato, in vista della fase 2, l'urgenza di accelerare sul prolungamento della linea M5 fino a Monza, opera resa possibile dallo stanziamento della Lega al Governo - ha commentato il deputato leghista Massimiliano Capitanio - Ora Sala dovrebbe aggiungere al suo elenco anche altre opere di cui la Brianza ha fortemente bisogno come il tratto Cologno-Vimercate della M2. Mentre il sindaco 5stelle di Torino ha ricevuto dal suo Governo 800 milioni per la linea 2 del capoluogo piemontese, Sala non ha ottenuto un euro per connettere Milano e il Vimercatese: lo ricordi subuto ai rappresentanti del PD a Roma", ha concluso Capitanio, che lavora nella Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione della Camera.

L'intervento del sindaco Sala. "Le metropolitane fanno la differenza: per cui avanti sulla M4, appena possibile ripartiremo con la progettazione esecutiva del prolungamento della linea 1 della metropolitana fino a Baggio e della linea 5 fino a Monza". Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel video che ogni giorno posta sulle pagine social, parlano della mobilità a Milano. "Perché le metropolitane richiedono tanti anni, sono costose ma cambiano il modo di muoversi in una grande città come Milano e quindi cambiano la socialità - ha aggiunto -. Inoltre sulla mobilità ieri ho detto che terremo aperta l'Area B, non faremo pagare l'area C, è una cosa che non mi entusiasma perché non è in linea con il mio credo ma è necessaria. Però bisogna utilizzare questo tempo per migliorare e andare avanti, mi batterò perché ci vengano finanziate nuove modalità di mobilità elettrica e soprattutto si andrà avanti sulle metropolitane". A Milano "noi rispettiamo le regole e rispetteremo tutte le ordinanze. Preciso che non spingeremo per tornare al lavoro prima del dovuto, ma appena si può si torna al lavoro, di corsa, nel rispetto delle norme di sicurezza", ha aggiunto Sala.

*/ ?>

Cronaca

Capitanio sprona il sindaco Sala sulla M2

Capitanio sprona il sindaco Sala sulla M2

Concorezzo. Con la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, si riapre il dibattito sulla mobilità sostenibile. Di recente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a puntare i riflettori sui collegamenti tra il capoluogo meneghino e la Brianza, soffermandosi sul prolungamento della M5 da Milano a Monza. "Ho apprezzato la recente intervista del sindaco di Milano con cui Sala ha rimarcato, in vista della fase 2, l'urgenza di acce

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Arriva dal consigliere provinciale Fabio Meroni, la nuova proposta per il prolungamento della linea metropolitana. L’ultima idea per collegare Cologno Nord a Vimercate, ovviamente attraverso Concorezzo si chiama Skyway ed è una monorotaia aerea. «Da oltre vent’anni – afferma l’ex sindaco di Lissone – si parla del prolungamento della linea verde della metropolitana, mai realizzato anche a causa dei costi notevoli. Ora, per velocizzare i tempi, la politica dovrebbe analizzare anche tecnologie alternative, utilizzate in altre nazioni». Nello specifico si tratta di un progetto  ideato da un ingegnere bielorusso destinato a Dubai in vista dell’Expo 2020. "Questo sistema di viabilità di secondo livello – ha spiegato Meroni – è molto meno costoso rispetto a una metropolitana interrata o a una di superficie in quanto non prevede né lo scavo di gallerie né la posa di binari in territori quasi completamente urbanizzati come il nostro ma la collocazione di pali che reggano la speciale rotaia ad altezze che oscillano da pochi metri da terra fino a cinquanta". La proposta lanciata nei giorni scorsi è stata accolta inizialmente in maniera piuttosto "tiepida" dai sindaci del territorio. Ma nei prossimi giorni Meroni ha in programma un fitto calendario di incontri con i singoli amministratori (tra cui il concorezzese Riccardo Borgonovo e il vimercatese Francesco Sartini) per confrontarsi meglio e più dettagliatamente sul progetto. 

*/ ?>

Politica

Concorezzo e Vimercate: la metropolitana... vola

Concorezzo e Vimercate: la metropolitana... vola

Concorezzo. Arriva dal consigliere provinciale Fabio Meroni, la nuova proposta per il prolungamento della linea metropolitana. L’ultima idea per collegare Cologno Nord a Vimercate, ovviamente attraverso Concorezzo si chiama Skyway ed è una monorotaia aerea. «Da oltre vent’anni – afferma l’ex sindaco di Lissone – si parla del prolungamento della linea verde della metropolitana, mai realizzato anche a causa dei costi notevoli. Ora,

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREVimercate. Fumata nera sul finanziamento del progetto per portare la metropolitana da Cologno a Vimercate. Governo e relatore hanno espresso parere contrario all'emendamento presentato dal deputato concorezzese Massimiliano Capitanio. L'emendamento non è stato ancora votato in Commissione Bilancio alla Camera, quindi ipoteticamente ci sarebbero ancora i margini per rivedere il parere. "Non mi abbasserò alla speculazione politica di basso livello fatta da alcuni partiti in ambito regionale. Mentre è in discussione in Commissione il Decreto Rilancio, chiedo però che Governo e relatore cambino il parere contrario con cui PD e M5S si apprestano a bocciare il mio emendamento a sostegno della progettazione del prolungamento della metropolitana da Cologno a Vimercate. Si tratta di due milioni di euro che verrebbero semplicemente spostati dal fondo di 800 milioni previsto per la linea 2 della metropolitana di Torino. Il senatore PD Roberto Rampi, con cui sono in contatto, sta cercando il dialogo. Il sindaco pentastellato di Vimercate eserciti a sua volta il pressing politico in queste ore determinanti. Questi due milioni non risolveranno certo la questione, ma ci consentiranno di avere un progetto definitivo da valutare per stabilire una volta per tutte, senza inutili chiacchiere, se questa infrastruttura è economicamente sostenibile, tecnicamente realizzabile e necessaria per il territorio. Dopo 40 anni di parole, prendiamo una decisione definitiva". Così Capitanio, membro della Commissione Trasporti, Poste e Tlc della Camera.

"Ricordo che il Governo ha già approvato un mio ordine del giorno che va in quella direzione, ora si tratta solamente di mantenere la promessa all'interno di un decreto che stanzia, tra le altre cose, oltre 120 milioni di euro per il bonus monopattini. I cittadini della Brianza Est non chiedono certo questo per andare a studiare e lavorare a Milano", conclude Capitanio.

*/ ?>

Cronaca

M2 a Vimercate, PD e M5S pronti a bocciare finanziamento

M2 a Vimercate, PD e M5S pronti a bocciare finanziamento

Vimercate. Fumata nera sul finanziamento del progetto per portare la metropolitana da Cologno a Vimercate. Governo e relatore hanno espresso parere contrario all'emendamento presentato dal deputato concorezzese Massimiliano Capitanio. L'emendamento non è stato ancora votato in Commissione Bilancio alla Camera, quindi ipoteticamente ci sarebbero ancora i margini per rivedere il parere. "Non mi abbasserò alla speculazione politica di basso livell

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMilano. Regione Lombardia prova a chiudere definitivamente la partita sul prolungamento delle linee milanesi della metropolitana a Monza e Vimercate. Dopo gli interventi dei giorni scorsi da parte dei consiglieri regionali Massimiliano Romeo (Lega Nord) e Gianmarco Corbetta (M5S), oggi è arrivato l'annuncio della imminente costituzione di un tavolo permanente dove far sedere Governo, Regione, Città Metropolitana, Comune di Milano e i Comuni interessati alle opere (Monza, Vimercate, Brugherio, Agrate, Concorezzo, Carugate).

"Ho discusso con l'assessore regionale Sorte in merito al prolungamento delle linee metro M2 e M5 verso il territorio di Monza e Brianza e ne ho ricevuto piena disponibilità ad istituire un Tavolo regionale permanente sulla questione - spiega in un comunicato Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega Nord in Consiglio Regionale - Ci si deve muovere come si era fatto per il tunnel di viale Lombardia, mettendo da parte questioni di tipo politico o propagandistico per concentrarsi unicamente sull'obiettivo. La proposta di un tavolo permanente sarà formalizzata in uno dei prossimi consigli regionali e prevederà la partecipazione della Provincia di Monza e Brianza, Comuni interessati dal tracciato, Area Metropolitana, Consiglieri regionali del territorio, Metropolitane Milanesi e Metro 5 Spa.

“E' inoltre vergognoso che Del Rio venga in Lombardia a parlare di “Stato bancomat” quando la nostra regione viene depredata ogni anno di 54 miliardi. Caro Del Rio non venire in Brianza a “fare il ganassa”: senza la Lombardia lo Stato italiano fallirebbe nel giro di due giorni.”

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Metro a Monza e Vimercate, in Regione un tavolo permanente

Metro a Monza e Vimercate, in Regione un tavolo permanente

Milano. Regione Lombardia prova a chiudere definitivamente la partita sul prolungamento delle linee milanesi della metropolitana a Monza e Vimercate. Dopo gli interventi dei giorni scorsi da parte dei consiglieri regionali Massimiliano Romeo (Lega Nord) e Gianmarco Corbetta (M5S), oggi è arrivato l'annuncio della imminente costituzione di un tavolo permanente dove far sedere Governo, Regione, Città Metropolitana, Comune di Milano e

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. "Troppo localistico". Con questa motivazione venerdì, al termine della estenuante maratona in Commissione Bilancio, la maggioranza ha bocciato l'emendamento al Decreto Rilancio che chiedeva di stanziare 2 milioni di euro per finanziare la progettazione del prolungamento della linea 2 della metropolitana da Cologno a Vimercate. L'emendamento portava la firma del deputato concorezzese Massimiliano Capitanio che, in precedenza, aveva fatto approvare dall'esecutivo un ordine del giorno analogo per strappare al Governo una promessa in questa direzione.

Delusione è stata espressa dal parlamentare del Carroccio. " L'avversione del Partito Democratico e del MoVimento 5 Stelle nei confronti del nord si è consumata con la bocciatura del mio emendamento che destinava 2 milioni di euro al finanziamento della progettazione del prolungamento della linea 2 della metropolitana da Cologno a Vimercate - ha scritto il deputato in una nota stampa - Nonostante l'emendamento fosse stato ritenuto ammissibile, oggi è arrivata la bocciatura con la motivazione inaccettabile che l'emendamento sarebbe troppo localistico. È assurdo pensare che, mentre il governo regala 240 milioni di euro ai produttori cinesi di monopattini, assolutamente inutili per chi deve utilizzare i mezzi pubblici per andare al lavoro, dall'altra parte si dica no al prolungamento di una linea metropolitana. Il nostro lavoro a sostegno di una mobilità sostenibile non si ferma certo davanti a questo schiaffo".

*/ ?>

Politica

Metro Cologno-Vimercate, Governo boccia finanziamento

Metro Cologno-Vimercate, Governo boccia finanziamento

Concorezzo. "Troppo localistico". Con questa motivazione venerdì, al termine della estenuante maratona in Commissione Bilancio, la maggioranza ha bocciato l'emendamento al Decreto Rilancio che chiedeva di stanziare 2 milioni di euro per finanziare la progettazione del prolungamento della linea 2 della metropolitana da Cologno a Vimercate. L'emendamento portava la firma del deputato concorezzese Massimiliano Capitanio che, in precedenza, aveva fa

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. 828 milioni di euro per la metropolitana di Torino, 0 centesimi per il prolungamento di quella di Milano da Cologno a Vimercate. La denuncia arriva dal deputato concorezzese Massimiliano Capitanio che ha trovato all'interno del Bilancio (su cui il Governo ha posto la fiducia e che verrà votato alla Camera il 24 dicembre) un tesoretto "Ho presentato un emendamento al Bilancio affinché il Governo stanzi 2 milioni di euro nel 2020 per la realizzazione del tratto di metropolitana tra Cologno Nord e Vimercate. PD e M5S regalano 828 milioni di euro per la realizzazione della seconda linea metropolitana di Torino ma nemmeno un centesimo per collegare Milano alla Brianza Est. L'anno scorso la Lega h trovato 900 milioni per la metro di Monza, quest'anno avremmo fatto la nostra parte per Vimercate. A quanto pare PD e M5S se ne fregano della loro città". Il tema è diventato caldo in queste ore con la lettera inviata alla Regione dai sindaci di Vimercate, Agrate, Brugherio e Carugate (Metro, Rondine: \"Perchè Capitanio non ha firmato l\'appello?\") e la replica dell'assessore lombardo Claudia Terzi che ha ricordato l'impegno economico del Pirellone e le responsabilità dirette del Comune di Milano e dell'agenzia Tpl. L'aspetto positivo di questa bagarre politica è sicuramente quello di aver messo come non mai sotto i riflettori la necessità di chiudere un progetto ultraventennale.

Nelle foto qui sotto l'emendamento di Capitanio al Bilancio e lo stralcio della relazione presentata dal PD in Commissione Trasporti in cui si evidenzia lo stanziamento di 828 milioni per la metro di Torino

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

*/ ?>

Politica

Metro, emendamento Capitanio per mettere 2 milioni

Metro, emendamento Capitanio per mettere 2 milioni

Concorezzo. 828 milioni di euro per la metropolitana di Torino, 0 centesimi per il prolungamento di quella di Milano da Cologno a Vimercate. La denuncia arriva dal deputato concorezzese Massimiliano Capitanio che ha trovato all'interno del Bilancio (su cui il Governo ha posto la fiducia e che verrà votato alla Camera il 24 dicembre) un tesoretto "Ho presentato un emendamento al Bilancio affinché il Governo stanzi 2 milioni di euro nel 2020 per

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Milano“Come promesso, Regione Lombardia ha anticipato lo stanziamento di 900.000€ per la progettazione della metrotranvia Cologno Nord - Vimercate, inserendo la somma nel bilancio di previsione 2021, approvato lo scorso venerdì in giunta”. Così dichiara il consigliere Andrea Monti, vice presidente della Commissione trasporti, già firmatario del primo emendamento che individuava le risorse necessarie al finanziamento del progetto di fattibilità tecnico ed economica.

“Abbiamo passato mesi ad ascoltare le pretestuose polemiche dei sindaci di sinistra, dell’Assessore di Milano Granelli e delle strampalate dichiarazioni del consigliere regionale Fumagalli dei 5 Stelle, che ancora ieri si inventava un fantasioso requiem dell’opera.

Noi siamo per la politica dei fatti e non delle chiacchiere”, prosegue Monti. Giovedì scorso si è tenuta una seduta di Commissione, convocata dallo stesso Monti con l'audizione di tutti i sindaci coinvolti e gli Assessori Granelli di Milano e Claudia Terzi della Regione. 

In quella occasione, proprio l’Assessore Granelli, non aveva smentito le voci che parlavano di un possibile progetto alternativo alla metrotranvia, ovvero il prolungamento della M2 solo fino ad Agrate.

“Granelli, a mia domanda specifica se fossero tutti d'accordo sul progetto della metrotranvia - continua Monti - rispondeva affermando che in meno di due settimane avrebbero sciolto qualsiasi riserva, comunicando quale fosse la scelta progettuale su cui puntare. Ora il tempo sta scadendo, i soldi della Regione ci sono, non vorremmo che si scoprisse il bluff del PD milanese. Ad oggi non sappiamo chi finanzierà la realizzazione dell'opera, quanti soldi metteranno i Comuni, quanto Milano e quanto il Governo. Il consigliere Fumagalli non farebbe meglio a scrivere al suo Governo per capire se e quando finanzierà la realizzazione di quest’opera?”

POLEMICA LEGA-M5S

"La capacità di mistificazione della realtà da parte del Movimento Cinque Stelle e del Governo è sotto gli occhi di tutti, ma quanto affermato dal consigliere regionale Marco Fumagalli in riferimento ai soldi per la progettazione del prolungamento della metropolitana da Cologno nord a Vimercate va al di là di ogni immaginazione. La Lega e la Regione hanno dato prova concreta di volere i prolungamenti della metropolitana da Milano alla Brianza: basta vedere il miliardo stanziato da noi quando eravamo al Governo per far arrivare la metropolitana a Monza. E lo stesso impegno lo si sta sostenendo per Vimercate. Se Fumagalli vuole impegnarsi su questo fronte non possiamo che essere contenti: sarebbe sufficiente che scrivesse a Conte per ricordargli di onorare l'ordine del giorno della Lega, approvato dal Governo a luglio, che chiedeva di "adottare con tempestività ogni azione volta alla realizzazione del prolungamento della linea 2 della metropolitana di Milano, anche attraverso la creazione o implementazione di un fondo specifico per i sistemi metropolitani". Da luglio nemmeno un centesimo. Il Governo Pd e M5S anziché buttare soldi con monopattini e banchi a rotelle cinesi, la smettano di giocare e trovino i soldi per il Vimercatese". Lo rimarca l'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio

*/ ?>

Dalla Brianza

Metro, la Regione c'è: Milano dov'è?

Metro, la Regione c'è: Milano dov'è?

Milano. “Come promesso, Regione Lombardia ha anticipato lo stanziamento di 900.000€ per la progettazione della metrotranvia Cologno Nord - Vimercate, inserendo la somma nel bilancio di previsione 2021, approvato lo scorso venerdì in giunta”. Così dichiara il consigliere Andrea Monti, vice presidente della Commissione trasporti, già firmatario del primo emendamento che individuava le risorse necessarie al finanziamento del progetto

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. "Qualche settimana fa Mauro Capitanio si diceva soddisfatto del traguardo raggiunto, trovata l'intesa con gli altri sindaci del territorio circa il prolungamento della metropolitana, fino a Vimercate. Oggi, dispiace rilevare come quella stessa intesa non sia stata rinnovata, a fronte della decisione di Regione Lombardia di non prevedere, nel bilancio 2020, il finanziamento della seconda fase del progetto di fattibilità. I sindaci Francesco Sartini, Simone Sironi, Marco Troiano e Luca Maggioni hanno firmato una lettera congiunta indirizzata alla Regione, per promuovere un ripensamento e lo stanziamento delle risorse necessarie. Durante il Consiglio Comunale di martedì sera, Claudio Bossi ha chiesto un chiarimento in tal senso. Perché il nostro sindaco non ha sottoscritto la missiva? Secondo Capitanio la lettera non era "asettica" e si caratterizzava per una certa "valenza politica". Detto altrimenti, enfatizzava la contrapposizione tra le parti politiche in gioco, prestandosi a strumentalizzazioni.Pubblichiamo la lettera in questione, affinché ciascuno possa fare le proprie valutazioni. A nostro avviso, esitazioni di questo tipo rischiano di alimentare nella cittadinanza il sospetto che l'immagine del partito e la lealtà ai suoi vertici vengano prima degli interessi della comunità che si amministra. Peccato". Così il gruppo di minoranza della Rondine in un comunicato stampa.

La vicenda fa riferimento al prolungamento della metropolitana di Milano (M2), da Cologno a Vimercate. Un'opera in realtà in capo alla Città di Milano, ai Comuni interessati dal tragitto e all'Agenzia Tpl, che poi può godere anche di finanziamenti dalla Regione o dallo Stato.

Sullo stesso tema, infatti, è intervenuto anche l'assessore regionale ai Trasporti, Claudia Terzi.

“È singolare che a Regione venga contestato di aver reperito finanziamenti per ulteriori prolungamenti della metropolitana, opere che nemmeno sono di sua diretta competenza dato che afferiscono in prima battuta ai Comuni e all’Agenzia Tpl. Una polemica ancora più inopportuna considerando che Regione ha messo in campo 283 milioni di euro per la M5 fino a Monza, a fronte di un investimento di 37 milioni da parte del Comune di Milano. Regione come sempre ha fatto e farà la sua parte. Il Consiglio regionale ha approvato un Ordine del Giorno al bilancio per chiedere azioni volte ad anticipare il finanziamento dei progetti a prima del 2022. Granelli (assessore di Milano, ndr) dica al suo Governo PD-M5S di dare alla Lombardia le risorse che le spettano per le politiche di mobilità e trasporti, e vedrà che tutto potrà essere realizzato nei tempi desiderati e anche prima. Ma siamo al cospetto di un Governo che nemmeno è in grado di erogare alle Regioni le risorse del Tpl previste entro la fine dell’anno. "Ricordo che le Regioni – ha sottolineato Terzi - stanno aspettando il saldo del 20% del Fondo nazionale trasporti, ovvero la parte di contribuzione statale relativa agli ultimi 4 mesi del 2019. Questo ritardo danneggia le aziende di trasporto pubblico che attendono il pagamento dei rimborsi. All’appello per la Lombardia mancano circa 165 milioni di euro. Risorse che Regione ha anticipato con la propria cassa per sopperire, ancora una volta, ai disservizi e alla sciatteria del Governo PD-M5S. A proposito di risorse, chiediamo al Governo una revisione dei criteri di ripartizione del Fondo nazionale trasporti, dato che la Lombardia muove il 23% dei passeggeri a livello nazionale ma ottiene risorse solo per il 17%”.

*/ ?>

Politica

Metro, Rondine: "Perchè Capitanio non ha firmato l'appello?"

Metro, Rondine: "Perchè Capitanio non ha firmato l'appello?"

Concorezzo. "Qualche settimana fa Mauro Capitanio si diceva soddisfatto del traguardo raggiunto, trovata l'intesa con gli altri sindaci del territorio circa il prolungamento della metropolitana, fino a Vimercate. Oggi, dispiace rilevare come quella stessa intesa non sia stata rinnovata, a fronte della decisione di Regione Lombardia di non prevedere, nel bilancio 2020, il finanziamento della seconda fase del progetto di fattibilità. I sind

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Ormai anche i più ottimisti tengono un atteggiamento quantomeno prudenziale. Certo è che, dopo i 900 milioni milioni di euro liberati dalla Lega al Governo per la metropolitana da Milano a Moonza (M5), ora è d'obbligo aspettarsi che qualcosa venga fatto anche per Brugherio, Carugate, Agrate, Concorezzo e Vimercate (M1). La faraonica metropolitana tradizionale e interrata sta lasciando il posto a una moderna e comunque rapida metrotramvia in superficie. Un interventi da poche centinaia di milioni di euro che fa apparire la meta assolutamente appetibile. Intanto due giorni fa si è tenuto un incontro a Milano tra i sindaci del territorio e l'assessore delegato del capoluogo lombardo, Granelli.

"Al tavolo organizzato in Comune a Milano erano presenti sindaci e assessori di Concorezzo, Vimercate, Agrate, Carugate e Brugherio - ha scritto su FAcebook il primo cittadino concorezzese,

 - Condivisa anche con MM e ATM la volontà di una tratta unica su rotaie sfruttando le moderne metrotramvie che garantiscono prestazioni molto vicine alle metro classiche ma con tempi di realizzazione e risorse economiche richieste molto inferiori. Curvature più flessibili permettono un minor impatto ambientale e successive integrazioni per rendere questa rete ancora più capillare. Adesso è fondamentale concentrarci su un progetto unico, avere il sostegno di Regione Lombardia, impegnare le risorse e partire con la progettazione. La Brianza Est merita infrastrutture moderne a sostegno del lavoro e dell'ambiente".

*/ ?>

Cronaca

Metropolitana a Concorezzo e Vimercate: ecco la svolta

Metropolitana a Concorezzo e Vimercate: ecco la svolta

Concorezzo. Ormai anche i più ottimisti tengono un atteggiamento quantomeno prudenziale. Certo è che, dopo i 900 milioni milioni di euro liberati dalla Lega al Governo per la metropolitana da Milano a Moonza (M5), ora è d'obbligo aspettarsi che qualcosa venga fatto anche per Brugherio, Carugate, Agrate, Concorezzo e Vimercate (M1). La faraonica metropolitana tradizionale e interrata sta lasciando il posto a una moderna e comunque rapida metrot

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Regione e Comuni, di qualsiasi estrazione politica, lanciano un messaggio chiaro: la Brianza vuole infrastrutture moderne ed ecosostenibili e questo si traduce nel prolungamento della M2 a Vimercate e della M5 a Monza. Giovedì si è tenuto oggi a Palazzo Lombardia il tavolo istituzionale richiesto dalla Lega Nord con una mozione (primi firmatari il capogruppo del Carroccio, Massimiliano Romeo e il vicecapogruppo Jari Colla), e a cui trasversalmente hanno aderito tutti: erano infatti presenti, tra i tanti, l'assessore ai Trasporti Alessandro Sorte, il sindaco di Monza Roberto Scanagatti, i consiglieri del PD Enrico Brambillae Laura Barzaghi, diversi amministratori locali . “Regione Lombardia è pronta a fare la sua parte – dichiarano Romeo e Colla – è indispensabile però che anche lo Stato centrale garantisca le risorse necessarie e non si dimentichi di un’area così strategica come il Nord milanese e la Brianza.”

Per il prolungamento della "verde" a Vimercate, passando da Brugherio, Carugate, Agrate, Concorezzo e Vimercate, servono 567 milioni di euro (sul tavolo anche l'ipotesi di una metro leggera e in superficie che abbatterebbe notevolmente i costi). La tratta, con 5 stazioni, sarebbe lunga complessivamente 9,7 km. Da anni i Comuni interessati hanno vincolato i loro Pgt a questo progetto, già arrivato alla fase preliminare.

“La Regione – continuano i consiglieri – ha già messo in bilancio 75 mila euro per il cofinanziamento dello studio di fattibilità per il prolungamento della M5 da Bignami a Monza.  A questo proposito va sottolineato che lo studio di fattibilità deve essere realizzato in maniera approfondita e riguardare non solo i costi di realizzazione ma anche quelli di gestione. La presentazione di un documento non adeguato rischierebbe di compromettere il finanziamento dell’opera.”  “Per quanto riguarda la M2, ovvero il prolungamento della metro da Cologno Nord a Vimercate,  occorre riprendere un iter interrotto nel 2010, quando la Corte dei Conti bloccò al CIPE l’approvazione del progetto preliminare.”

“L’incontro di oggi  – concludono i consiglieri della Lega Nord -  è stato positivo sia per i contenuti espressi che per l’impegno di tutti a lavorare per garantire le fonti di finanziamento. La prossima convocazione del tavolo istituzionale è prevista per la prima metà del mese di settembre.”

Leggi anche

Bierfest 2016, fine settimana a tutta birra

I capolavori dei musei? Respirano grazie a Ksb

Don Angelo: appello per donare un appartamento ai profughi

*/ ?>

Cronaca

Metropolitana a Monza e Vimercate: ora si fa sul serio

Metropolitana a Monza e Vimercate: ora si fa sul serio

Concorezzo. Regione e Comuni, di qualsiasi estrazione politica, lanciano un messaggio chiaro: la Brianza vuole infrastrutture moderne ed ecosostenibili e questo si traduce nel prolungamento della M2 a Vimercate e della M5 a Monza. Giovedì si è tenuto oggi a Palazzo Lombardia il tavolo istituzionale richiesto dalla Lega Nord con una mozione (primi firmatari il capogruppo del Carroccio, Massimiliano Romeo e il vicecapogruppo Jari Coll

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Liscia, gassata o... Slogan a parte, il dramma del traffico e dell'inquinamento causato dai pendolari da e per Milano impone, dopo decenni di parole e progetti, una svolta definitiva. Che sia la metropolitana tradizionale (in buona parte in galleria, e quindi più costosa) o quella cosidetta leggera (in superficie, e dunque assimilabile ad un tram), la Brianza Est non vuole giustamente più aspettare. Mentre Monza si appresta a vedere concretamente realizzato il prolungamento della linea lilla, Concorezzo, Agrate, Vimercate, Brugherioe Carugate attendono dal Governo di Roma e da Milano solo una cosa: i soldi necessari per prolungare la linea verde da Cologno Nord, unico modo intelligente ed ecologico per svuotare in parte tangenziale Est (i brianzoli dell'Est sono tra i pochi "fessi" a dover pagarsi anche in casello di Agrate-Carugate) e le varie Provinciali.

Come noto il progetto preliminare era pronto da anni, ma fu il Cipe a bloccarlo perché troppo costoso. Finalmente la politica, da sinistra a destra, si è compattata e ora si attendono i risultati. 

IL TAVOLO DI MILANO

A settembre si terrà a Palazzo Marino un vertice per ltrovare i 260 milioni necessari per realizzare l'alternativa leggera (la metropolitana interrata ne costerebbe 533): cinque fermate, 11 chilometri per collegare Cologno e Vimercate. Un piano "B" sostenuto dai sindaci che, per la progettazione preliminare, avevano già investito 6 milioni di euro. Una accelerazione si è avuta di recente anche grazie all'impegno della Regione che ha istituito un tavolo ad hoc per la metropolitana in Brianza.

Leggi anche

Metropolitana a Monza e Vimercate: ora si fa sul serio

Prolungamento metropolitana, finalmente il tavolo regionale

Metropolitana e linee bus, l'intervento del sindaco BorgonovoMilanino, gli interventi fattibili e il progetto tangenzialina

*/ ?>

Cronaca

Metropolitana in Brianza Est: servono i soldi di Roma e Milano

Metropolitana in Brianza Est: servono i soldi di Roma e Milano

Concorezzo. Liscia, gassata o... Slogan a parte, il dramma del traffico e dell'inquinamento causato dai pendolari da e per Milano impone, dopo decenni di parole e progetti, una svolta definitiva. Che sia la metropolitana tradizionale (in buona parte in galleria, e quindi più costosa) o quella cosidetta leggera (in superficie, e dunque assimilabile ad un tram), la Brianza Est non vuole giustamente più aspettare. Mentre Monza si appre

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORERoma. Un emendamento al Decreto Rilancio per finanziare la progettazione della metropolitana o metrotramvia che dovrebbe collegare Cologno Monzese e Vimercate, passando da Concorezzo. "Adesso vediamo chi vuole davvero il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate! Dopo aver impegnato il Governo con un ordine del giorno ad hoc, adesso ho presentato un emendamento al Decreto Rilancio per stanziare 2 milioni di euro per la progettazione dell'opera. Si tratta di una briciola che chiedo di staccare dall'assegno da 800 milioni destinati alla linea 2 della metropolitana di Torino, città a guida 5 Stelle. Vedremo se grillini e PD mi aiuteranno in questa missione, dimostrando di avere a cuore anche Vimercate e la Brianza Est oltre alla città della Mole. La Lega al Governo portò quasi un miliardo per la M5 di Monza, adesso tocca a loro".

Così Massimiliano Capitanio, deputato Lega in Commissione Trasporti e Segretario della Vigilanza Rai

*/ ?>

Dalla Brianza

Metropolitana, Capitanio chiede 2 milioni al Governo

Metropolitana, Capitanio chiede 2 milioni al Governo

Roma. Un emendamento al Decreto Rilancio per finanziare la progettazione della metropolitana o metrotramvia che dovrebbe collegare Cologno Monzese e Vimercate, passando da Concorezzo. "Adesso vediamo chi vuole davvero il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate! Dopo aver impegnato il Governo con un ordine del giorno ad hoc, adesso ho presentato un emendamento al Decreto Rilancio per stanziare 2 milioni di euro per la progettazione dell'oper

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate, passando per Brugherio, Carugate, Agrate e Concorezzo, si farà. Dopo il clamore suscitato da una infelice uscita del sindaco di Milano, Beppe Sala, che di fatto aveva stroncato il progetto, il tavolo virtuale convocato ieri ha dipinto uno scenario ben diverso.

A smentire clamorosamente il primo cittadino milanese è stato il suo stesso assessore Arianna Censi, che ieri ha incontrato online i rappresentanti dei Comuni brianzoli e milanesi interessati dalla tratta (per il Comune di Concorezzo era presente il vicesidaco Micaela Zaninelli).

Retromarcia a Milano sul prolungamento della M2 fino a Vimercate: il progetto prosegue ma prende un altro binario per i finanziamenti. Rispetto alle parole di inizio maggio del sindaco Giuseppe Sala – “non si poteva fare tutto” riferito all’esclusione del tratto brianzolo della M2 dai fondi Pnrr – che avevano sollevato le proteste dei sindaci del Vimercatese, martedì 24 maggio c’è stato un incontro in videoconferenza per chiarire il futuro dell’opera promessa da anni per allungare di 9,8 chilometri il collegamento metropolitano della linea verde da Cologno Nord a Vimercate nella soluzione leggera e più economica della Lrt (Light rail transit), in pratica una metrotranvia. Alla call di confronto tenuta con l’assessore milanese ai Trasporti, Arianna Censi, i tecnici di Mm spa e i rappresentati della Regione hanno partecipato i sindaci dei Comuni interessati al prolungamento di Cologno, Brugherio, Carugate, Agrate Brianza, Concorezzo, Vimercate e il presidente della Provincia di Monza e Brianza.

“Milano ci ha confermato che il progetto va avanti – ha riferito al termine della videoconferenza il sindaco di Vimercate Francesco Cereda – Ci hanno chiarito che sono state fraintese le parole del sindaco Sala: non si riferiva allo stop del progetto della M2 ma solo che non sarebbe stato finanziato con quei fondi. E infatti ci hanno confermato che si prosegue con 3 milioni di euro necessari al progetto che vengono coperti per una quota tra gli 1,4 milioni e gli 1,8 milioni dal Comune di Milano e Regione Lombardia, mentre per la restante parte è previsto il contributo del ministero delle Infrastrutture”.

Entro l’inizio dell’estate è previsto il completamento da parte dei tecnici di Mm spa degli studi sul tracciato della metrotramvia mentre dopo l’estate si procederà con la stesura del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’opera.

La Provincia di Monza, ha rassicurato il presidente Luca Santambrogio, giovedì 26 maggio, presenterà la variante al Ptcp con la previsione di un collegamento attraverso un sistema guida vincolato che consente massima flessibilità nella scelta delle opzioni per definire la progettazione dello Studio di Fattibilità.

*/ ?>

Cronaca

Sala smentito dal suo assessore: la metrotramvia si farà

Sala smentito dal suo assessore: la metrotramvia si farà

Concorezzo. Il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate, passando per Brugherio, Carugate, Agrate e Concorezzo, si farà. Dopo il clamore suscitato da una infelice uscita del sindaco di Milano, Beppe Sala, che di fatto aveva stroncato il progetto, il tavolo virtuale convocato ieri ha dipinto uno scenario ben diverso. A smentire clamorosamente il primo cittadino milanese è stato il suo stesso assessore Arianna Censi, che ieri ha incontrato