milano

MilanoGrandi eventi per festeggiare il centenario dell’impianto liberty milanese: imperdibili il concerto di Dardust ai piedi del Cavallo di Leonardo e la mostra “100 anni di emozioni” inaugurata durante le Giornate FAI di Autunno

Sono in arrivo due appuntamenti da segnare sul calendario: all’interno delle celebrazioni dei 100 anni dell’unico ippodromo al mondo dichiarato monumento di interesse nazionale, Snaitech – proprietaria della struttura - ha infatti dato vita ad alcune iniziative per festeggiare al meglio questo importante anniversario.

Si parte il 16 ottobre con il concerto in streaming di Dardust: pianista italiano tra i più ascoltati al mondo, compositore e produttore d’eccezione, firma di alcune tra le più importanti hit italiane dell’ultimo periodo, l’artista si esibirà con un quintetto d’archi ai piedi del Cavallo di Leonardo. L’evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell’Ippodromo a partire dalle 19.30 e il contenuto video rimarrà disponibile per la visione in on demand per i 7 giorni successivi alla diretta. Sarà un concerto speciale e suggestivo, durante il quale arte e musica si incontreranno creando un’atmosfera magica ed emozionante: durante l’esibizione saranno svelati in anteprima esclusiva i contenuti della mostra “100 anni di emozioni”, che verrà inaugurata il giorno seguente.

L’esposizione che celebra il primo secolo di storia dell’Ippodromo Snai San Siro sarà infatti aperta al pubblico il 17 ottobre, in occasione delle Giornate FAI d’Autunno. Per il terzo anno di fila, l’Ippodromo Snai San Siro si conferma uno dei gioielli da scoprire inseriti nella lista del FAI - Fondo Ambiente Italiano.  Dopo le migliaia di visitatori accolti nelle precedenti edizioni, l’affascinante impianto liberty situato al centro della città di Milano parteciperà anche quest’anno alle Giornate FAI d’Autunno, aprendo i suoi cancelli nel weekend del 17 e 18 ottobre dalle ore 10 alle ore 18. Un appuntamento molto importante, durante il quale Snaitech ha quindi deciso di inaugurare la mostra “100 anni di emozioni”. L’impianto milanese vanta infatti una lunga e affascinante storia, iniziata esattamente un secolo fa, nel 1920, quando venne inaugurato alla presenza di più di 30.000 persone. Questi aneddoti e tanti altri contenuti inediti saranno al centro della mostra “100 anni di emozioni”, patrocinata dal Comune di Milano e realizzata da Snaitech con la curatela del Professor Stefano della Torre, Docente di restauro al Politecnico di Milano. L’esposizione si compone di 6 pannelli allestiti nell’Area del Cavallo di Leonardo che, attraverso stampe d’epoca, fotografie e testi, illustreranno l’evoluzione storico- architettonica di un luogo unico nel suo genere come l’Ippodromo Snai San Siro.  Per garantire il pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, le visite si effettueranno in gruppi ristretti con prenotazione online vivamente consigliata su www.giornatefai.it.

ippodromo_san_siro.jpg

 

Oltre alla mostra, ci saranno molte altre sorprese ad attendere i visitatori: come sempre, infatti, grazie ai volontari del FAI che accompagneranno i visitatori, si potranno scoprire le note bellezze di questo magnifico luogo, dal parco botanico con le 55 specie differenti registrate e cartellinate al Cavallo di Leonardo, una delle più grandi sculture equestri presenti al mondo. Inoltre, per la prima volta i partecipanti all’evento potranno inoltre ammirare i 13 magnifici Cavalli di Design del Leonardo Horse Project, riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo personalizzate da artisti di fama internazionale e collocate all’interno del parco.

 

*/ ?>

Sport

ippodromo_san_siro.jpg

L'Ippodromo Snai San Siro festeggia 100 anni

Milano. Grandi eventi per festeggiare il centenario dell’impianto liberty milanese: imperdibili il concerto di Dardust ai piedi del Cavallo di Leonardo e la mostra “100 anni di emozioni” inaugurata durante le Giornate FAI di Autunno Sono in arrivo due appuntamenti da segnare sul calendario: all’interno delle celebrazioni dei 100 anni dell’unico ippodromo al mondo dichiarato monumento di interesse nazionale, Snaitech –

golosaria1.jpg

Milano. Tre giorni per deliziare anche i palati più difficili. Tre giorni per degustare, ma soprattutto per conoscere, scoprire o riscoprire eccellenze territoriali. Grazie a Golosaria, giunta alla nona edizione, Milano ha offerto una ricchissima vetrina di prodotti esaltanti, che sanno coniugare prospettive d'avanguardia di artgiani ed imprenditori con un rispetto della storia e della tradizione locali davvero invidiabile. E la Brianza ha avuto tanto da raccontare. La mitica patata bianca di Oreno ora è un marchio registrato che mette in tavola (e al ristorante, come succede da Robebuone a Oreno in via Borromeo) gnocchi doc grazie all'intraprendenza dell'Agricola Fortuna e di Paolo Fumagalli. Concorezzo è regina delle birre con la ricca ed istrionica offerta di Eretica e anche con le proposte di Hibu, appena approdato in città dopo la lunga esperienza a Bernareggio. Per Eretica un anno in salita il 2014, con una produzione progressivamente in crescita e alcune chicche da provare come la premiata Eclisse, una Dunkel Weiss davvero interessante. Sempre Concorezzo era presente con i gelati di Cool e i barbecue di AgriBrianza. Delicato, delizioso e inconfondibile il prosciutto crudo di Marco D'Oggiono, capace di animare anche la ricca offerta della azienda Primo Sapore di Barzago. Nel loro stand era possibile assaggiare la polenta con diversi abbinamenti: salame Vaniglia della Brianza, vera mortadella di fegato, salsiccia in umido e con zola Dop. Molto interessante la proposta del “Piatto Celtico” con carpaccio affumicato Marco d’Oggiono e olio lombardo; il Crostone & Burola con crescenza e rosmarino, il pane e crudo dolce Marco d’Oggiono e il pane e pancetta La Collinetta Marco d’Oggiono. Inconfondibili e deliziosi anche i dolci della pasticceria Viganò di Desio.

 

 

GUARDA IL VIDEO DI CONCOREZZO.ORG (montaggio Davide Digiorgio)

 

Golosaria2.jpg

golosaria3.jpg

golosaria4.jpg

 

*/ ?>

Cultura

golosaria1.jpg

La Brianza del gusto incanta Golosaria: birra, salumi, dolci, barbecue e... la patata

Milano. Tre giorni per deliziare anche i palati più difficili. Tre giorni per degustare, ma soprattutto per conoscere, scoprire o riscoprire eccellenze territoriali. Grazie a Golosaria, giunta alla nona edizione, Milano ha offerto una ricchissima vetrina di prodotti esaltanti, che sanno coniugare prospettive d'avanguardia di artgiani ed imprenditori con un rispetto della storia e della tradizione locali davvero invidiabile. E la Brianza h

Tumisi - pixabayNonostante il tonfo dell'economia italiana causato dalla pandemia, i dati economici stanno facendo ben sperare per un buon effetto dirimbalzo del Pil 2021. A conferma del risveglio delle attività produttive sono arrivate anche lestime preliminari dell'Istat sui posti vacanti, che mettono in luce lacrescente disponibilità di posti di lavoroin tutti i principali settori industriali e soprattutto nel comparto dei servizi.

 

È tuttavia importante non abbassare la guardia sultasso di disoccupazione dei giovani ancora molto alto, per cui ci si sta muovendo verso una formazione più professionalizzante ed un miglior collegamento scuola-lavoro. In questo senso va ilVirtual Job Meeting Milano, promosso da Cesop per favorire il matching fra giovani laureati in cerca di occupazione e le imprese alla caccia di talenti.

Un evento che si terrà completamente per via telematica che, nonostante l’indicazione della città di Milano, è indirizzato ai laureati della Lombardia. Un appuntamento rilevante per i giovani di Concorezzo che vogliano affrancarsi dalla lunga tradizione manifatturiera locale nel settore dei mobili, per andare alla ricerca di nuove opportunità di carriera direttamente da casa propria.

Erika Cecchetto,editorialista di REVIEWBOX, ci ricorda che: “La diffusione della banda larga e ultralarga sta dimostrando in pochi mesi quanto sia indispensabile sconfiggere il digital divide, favorendo il lavoro a distanza con il bisogno di moderni soft skills per una produttività legatissima a software, robot e l’intelligenza artificiale nelle più varie declinazioni”. Quindi, l’abbattimento delle difficoltà logistiche per tutti quei talenti che vivono in piccoli paesi di provincia.

Con il Virtual Job Meeting Milano, fissato per il23 settembre 2021, i laureati concorezzesi  potranno visitare visitare gli stand 3D delle aziende partecipanti, caricare il proprio CV e prenotarsi per un colloquio on-line a tu per tu con i recruiters. Una prestigiosa vetrina per intercettare i gruppi aziendali e per coloro che aspirano alla carriera dei propri sogni.

Il Virtual Job Meeting Milano è promosso da Cesop HR Consulting Company, una realtà leader a livello nazionale nel fornire supporto e formazione per chi si occupa della gestione delle risorse umane in azienda, che opera dal 1990 nel settore. Per rimanere al passo con i tempi Cesop ha dato vita al Con il Virtual Job Meeting Network, che prevede un programma annuale di “fiere dell’impiego” itineranti e con l’ausilio dei moderni strumenti tecnologici.

Certamente il sostegno alla ricerca attiva di un’occupazione non può prescindere dai servizi che agevolano la gestione familiare del lavoratore, per la quale sono accolte con favore le iniziative come ilbando comunale per il contributo per gli asili nido affinché i genitori meno abbienti possano poter affidare a personale qualificato i bimbi durante l’orario di servizio.

*/ ?>

Dalla Brianza

Tumisi - pixabay

Lavoro per i giovani con Virtual Job Meeting Milano

Nonostante il tonfo dell'economia italiana causato dalla pandemia, i dati economici stanno facendo ben sperare per un buon effetto di rimbalzo del Pil 2021. A conferma del risveglio delle attività produttive sono arrivate anche le stime preliminari dell'Istat sui posti vacanti, che mettono in luce la crescente disponibilità di posti di lavoro in tutti i principali settori industriali e soprattutto nel comparto dei servizi.   È tuttavia

legge_lingua.jpgMilano. Un progetto di legge per tutelare e promuovere la lingua lombarda e le sue varianti: come da tempo chiedono l'Europa e l'Unesco. Questa mattina, a Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, il gruppo consiliare della Lega Nord (presenti il capogruppo Massimiliano Romeo e il consigliere Jari Colla) hanno illustrato alla stampa e ai rappresentanti di diverse associazioni linguistiche il progetto di legge con cui la Lombardia cercherà di evitare la scomparsa di un patrimonio immateriale storico e culturalmente rilevante.

Presenti anche l'assessore regionale alle Culture, Cristina Cappellini, e il segretario nazionale della Lega Lombarda, Paolo Grimoldi, è stato illustrato il senso della proposta di legge, che verrà abbinata al nuovo testo unico regionale sulla cultura.

Tra le iniziative della proposta, che deve ancora iniziare l'iter in Commissione, l'istituzione di un osservatorio regionale e di un registro per associazioni e studiosi che si occupano della tutela dei dialetti e  l'utilizzo del bilinguismo su cartelli stradali e di toponomastica, ma anche sui siti di comunicazione istituzionale della Regione. Inoltre, come è stato spiegato dal capogruppo Romeo, anche se la Regione non ha competenza diretta in materia scolastica potrebbero essere pensati strumenti di 'moral suasion' sulle scuole -  al momento noncontenuti nel pdl -  per incentivare iniziative di diffusione, tra i bambini,  del dialetto e del patrimonio culturale ad esso legato. "Se ci sono delle risorse regionali da assegnare agli istituti ad esempio, si potrebbe pensare a delle premialità - ha detto Romeo - ma sono aspetti che dobbiamo approfondire". Nel suo intervento l'assessore Cappellini ha invece sottolineato che quello presentato "non è un progetto di legge di bandiera, ma un'operazione in cui crediamo e che abbiamo voluto assieme, giunta e gruppo consiliare". "Non ci siamo sognati noi che il 'lombardo' è tra le lingue in via di estinzione - ha affermato - ma è un allarme lanciato dall'Unesco". Da parte di Grimoldi infine, tra le altre cose, anche la considerazione che il dialetto lombardo ha una sua utilità "a livello internazionale" perché "con le sue 'vocali turbate' facilita l'apprendimento di alcune lingue come quelle germaniche e slave". Il segretario della Lega Lombarda ha anche sottolineato come "nella riforma della Rai al di là della spartizione dei posti tra Pd e governo non ci sia stata una sola parola a difesa delle culture del nostro Paese". Durante l'incontro ci sono stati inoltre alcuni interventi in dialetto da parte dei rappresentati di associazioni che lavorano per salvaguardare la tradizione linguistica del territorio che si sono infatti rivolti all'assessore alle Culture Cristina Cappellini e agli altri relatori parlando proprio la lingua locale.

IL SOSTEGNO CRITICO DEL PD

A sorpresa, tramite nota stampa, è arrivato anche l'appoggio critico del PD. “Per dare a un dialetto lo status di lingua serve un lavoro scientifico molto lungo, fatto da esperti, anche costoso – fa presente il capogruppo in Regione, il brianzolo Enrico Brambilla –. Tant’è vero in Italia esiste addirittura una legge nazionale, la 482 del 1999, che riconosce le minoranze linguistiche italiane, tra le quali vengono annoverati solo il friulano e il sardo, secondo standard ben precisi”. “Possiamo essere d’accordo con la proposta di legge se va nella direzione di sostenere chi già in maniera spontanea e attraverso iniziative culturali di ogni genere mantiene viva, sul territorio, la specificità dialettale lombarda. Quindi, vorremmo che le poche risorse venissero destinate a costoro che magari da decenni sono attivi in questa preservazione della nostra identità linguistica. Ma non buttiamo denari in inutili cartelli stradali che rischiano di diventare doppioni del tutto superflui. Oggi, anche 30mila euro possono permettere alle nostre associazioni locali di fare un gran lavoro sul territorio. Aiutiamo costoro e non facciamo i barlafus”.

 

 

*/ ?>

Dalla Brianza

legge_lingua.jpg

Lingua lombarda: finalmente una legge di tutela, e anche il PD è d'accordo

Milano. Un progetto di legge per tutelare e promuovere la lingua lombarda e le sue varianti: come da tempo chiedono l'Europa e l'Unesco. Questa mattina, a Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, il gruppo consiliare della Lega Nord (presenti il capogruppo Massimiliano Romeo e il consigliere Jari Colla) hanno illustrato alla stampa e ai rappresentanti di diverse associazioni linguistiche il progetto di legge con cui la Lomba

metropolitanacolognovimercate.jpgConcorezzo. Liscia, gassata o... Slogan a parte, il dramma del traffico e dell'inquinamento causato dai pendolari da e per Milano impone, dopo decenni di parole e progetti, una svolta definitiva. Che sia la metropolitana tradizionale (in buona parte in galleria, e quindi più costosa) o quella cosidetta leggera (in superficie, e dunque assimilabile ad un tram), la Brianza Est non vuole giustamente più aspettare. Mentre Monza si appresta a vedere concretamente realizzato il prolungamento della linea lilla, Concorezzo, Agrate, Vimercate, Brugherioe Carugate attendono dal Governo di Roma e da Milano solo una cosa: i soldi necessari per prolungare la linea verde da Cologno Nord, unico modo intelligente ed ecologico per svuotare in parte tangenziale Est (i brianzoli dell'Est sono tra i pochi "fessi" a dover pagarsi anche in casello di Agrate-Carugate) e le varie Provinciali.

Come noto il progetto preliminare era pronto da anni, ma fu il Cipe a bloccarlo perché troppo costoso. Finalmente la politica, da sinistra a destra, si è compattata e ora si attendono i risultati. 

IL TAVOLO DI MILANO

A settembre si terrà a Palazzo Marino un vertice per ltrovare i 260 milioni necessari per realizzare l'alternativa leggera (la metropolitana interrata ne costerebbe 533): cinque fermate, 11 chilometri per collegare Cologno e Vimercate. Un piano "B" sostenuto dai sindaci che, per la progettazione preliminare, avevano già investito 6 milioni di euro. Una accelerazione si è avuta di recente anche grazie all'impegno della Regione che ha istituito un tavolo ad hoc per la metropolitana in Brianza.

Leggi anche

Metropolitana a Monza e Vimercate: ora si fa sul serio

Prolungamento metropolitana, finalmente il tavolo regionale

Metropolitana e linee bus, l'intervento del sindaco BorgonovoMilanino, gli interventi fattibili e il progetto tangenzialina

*/ ?>

Cronaca

metropolitanacolognovimercate.jpg

Metropolitana in Brianza Est: servono i soldi di Roma e Milano

Concorezzo. Liscia, gassata o... Slogan a parte, il dramma del traffico e dell'inquinamento causato dai pendolari da e per Milano impone, dopo decenni di parole e progetti, una svolta definitiva. Che sia la metropolitana tradizionale (in buona parte in galleria, e quindi più costosa) o quella cosidetta leggera (in superficie, e dunque assimilabile ad un tram), la Brianza Est non vuole giustamente più aspettare. Mentre Monza si appre

inseguimento.jpgMonza. Una interminabile coda dalla Valassina fino alle porte di Milano. Il tunnel di viale Lombardia a Monza e viale Fulvio Testi tra Bresso e Cinisello paralizzati. E centinaia di automobilisti che, questa mattina hanno impiegato oltre due ore per percorrere pochi chilometri dalla Brianza al capoluogo meneghino. E' questo l'esito della folle fuga di due cittadini marocchini di 25 e 32 anni che, a bordo di una Fiat Bravo, hanno cercato in tutti i modi di seminare le Forze dell'ordine, dopo non essersi fermati a un posto di blocco dei carabinieri. L'inseguimento è iniziato intorno alle 7,30 quando i due non hanno esitato a imboccare contromano viale Fulvio Testi, in direzione di Monza e Lecco. Dopo uno slalom da film, con gli automobilisti che hanno cercato di evitare l'impatto non credendo ai propri occhi, la Bravo ha colpito violentemente due auto, condotte da un impiegato e da una infermiera, entrmbi feriti ma in modo non grave. Ad avere la peggio i due fuggiaschi, per liberare i quali sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco, che hanno aperto la carcassa distrutta della vettura con il flessibile. Ora sono piantonati all'ospedale Niguarda. In corso indagini per capire il motivo della fuga.

 

*/ ?>

Dalla Brianza

inseguimento.jpg

Milano e Brianza paralizzate per la fuga contromano di due magrebini

Monza. Una interminabile coda dalla Valassina fino alle porte di Milano. Il tunnel di viale Lombardia a Monza e viale Fulvio Testi tra Bresso e Cinisello paralizzati. E centinaia di automobilisti che, questa mattina hanno impiegato oltre due ore per percorrere pochi chilometri dalla Brianza al capoluogo meneghino. E' questo l'esito della folle fuga di due cittadini marocchini di 25 e 32 anni che, a bordo di una Fiat Bravo, hanno cercato in tutti

startup-g8354958f5_1280.jpgMilano è in rapida trasformazione sotto molti punti di vista, dalla mobilità all’abitare, e ciò non si può non riflettere anche sul modo di lavorare in città. Apparentemente potrebbe sembrare che l’insicurezza del momento combinata con l’aumento generalizzato del costo della vita le abbiano fatto perdere appeal: eppure quello che è successo davvero è che grazie ad aziende smaterializzate, remote working, ambienti di lavoro collettivi, spazi di coworking Milano ha dato il LA – almeno in Italia – a un modo completamente nuovo di intendere routine e percorsi lavorativi.

Oggi rispetto a un tempo ci sono decisamente meno fuorisede che si stabiliscono in città nella speranza di fare carriera. La meta preferita sembra essere diventata per loro la provincia: l’hinterland milanese è vivace, economicamente e socialmente parlando, come quasi mai lo era mai stato in passato. Nei centri più piccoli, del resto, la vita ha spesso ritmi – e un tenore – più umani. In città si va da pendolari, per fare ritorno entro sera, sia che ci si rechi in azienda e sia che si frequentino spazi di coworking come quelli di AB Spaces.

Il coworking è il luogo di lavoro ideale per un mondo del lavoro in costante cambiamento

Più di grandi dimissioni e job creep – che comunque avrebbero riguardato a Milano nel 2022 circa un quinto di lavoratori in più rispetto solo all’anno precedente – la vera tendenza del momento sembra essere del resto quella a organizzare la propria carriera, a monte, e, a valle, le proprie giornate lavorative in maniera più fluida,anche e soprattutto per riuscire a conciliare meglio lavoro, vita privata e affetti. Contratti full time e con obbligo di presenza hanno lasciato il posto così a part time, contratti con possibilità di smart working e formule full remote.

In ufficio si va sempre meno e in occasioni sempre più mirate (riunioni di team, incontri con la dirigenza o con i clienti, eccetera) mentre si trasformano in ambienti di lavoro i luoghi più disparati: dalla camera da letto, com’è stato a lungo durante i primi lockdown di marzo 2020, a bar e caffetterie.

Gli spazi di coworking – Milano da sola ne conterebbe oltre 150 – hanno trovato terreno florido in questo panorama. Sono più silenziosi rispetto alla cucina di casa e di certo meglio equipaggiati, grazie a una dotazione minima che comprende scrivania e poltrona da lavoro ma che quasi sempre si allarga anche a stampanti, fax e altri macchinari professionali da poter utilizzare in condivisione. Quasi sempre vicini a metro o fermate dei mezzi cittadini sono facili da raggiungere, spesso in un tempo minore rispetto a quello necessario per raggiungere sedi aziendali dislocate in periferia. Caratteristiche come l’ultima li rendono perfetti, per altro, non solo per chi vuole risparmiare tempo ogni giorno ma anche e soprattutto quando serve incontrare clienti, fornitori, collaboratori che vengono da fuori. Molti degli spazi di coworking hanno, non a caso, spazi che le aziende possono adibire a sale riunioni o a uffici temporanei tutte le volte in cui hanno bisogno di una valida alternativa alla propria sede. Anche gli ambienti lavorativi si stanno facendo più ibridi, insomma, e nel lungo periodo ciò non potrà che cambiare radicalmente il modo in cui si pensa a valle all’organizzazione del lavoro.

*/ ?>

Dalla Brianza

startup-g8354958f5_1280.jpg

Milano e il lavoro: la rivoluzione del coworking

Milano è in rapida trasformazione sotto molti punti di vista, dalla mobilità all’abitare, e ciò non si può non riflettere anche sul modo di lavorare in città. Apparentemente potrebbe sembrare che l’insicurezza del momento combinata con l’aumento generalizzato del costo della vita le abbiano fatto perdere appeal: eppure quello che è successo davvero è che grazie ad aziende smaterializzate, remote working, ambienti di lavoro collettivi

crosaraottobre2015a.jpgMilano. "La notte è un momento d'intimità dove l'attenzione verso la mia ricerca viene amplificata; luci, ombre e contrasti sono più definiti e l'eccesso diurno compare in un nuovo ordine. La corsa al costruire è l'azione protagonista della scena milanese. Criticati, enfatizzati e attesi, i cantieri sono il fulcro e la scenografia degli avvenimenti attuali; tutto ruota attorno all'artificio. Chi si rifiuta di guardare i cantieri ne subisce comunque l’invasiva prepotenza, quella dei rumori, riuscendo così a farsi sentire presenti". Così Giulio Crosara, artista e fotografo concorezzese, ci spiega la sua nuova mostra fotografica, inserita nella rassegna PHOTOFESTIVAL Milano capitale della Culturain occasione della Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, Associazione dei Musei d’arte Contemporanei Italiani. L'inaugurazione è prevista per venerdì 9 ottobre ore 18,30per poi rimanere aperta dal 9 ottobre al 24 ottobre (da merc. a sab. 15,30 – 19,00 - Trasporto: MM1 fermata Turro - Tel. 0287167065 – cell. 3357689814 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cityart.it - City Art Via Dolomiti 11 Milano).

"In continuo cambiamento il paesaggio urbano si presenta nudo nel suo processo di sviluppo - spiega ancora Crosara - Esplorando il volto notturno della città, mi soffermo e colto dallo stupore vedo soggetti che vivono una nuova natura. La mia intenzione è di condividere lo stupore originale: riprodurre le vibrazioni di colore e la densità della luce percepiti nell'istante dell'acquisizione. Durante la ricerca notturna nello studio di edifici e strutture faccio l'incontro nello stesso luogo con un'armonia immanente. La grandezza cambia significato guardando micro-realtà. È quello che mi è successo vedendo proprio accanto ai giganti di cemento la grandezza di una vita vegetale. Questi singoli episodi, il ramo colmo di fiori che dondola al vento o nel momento in cui le foglie di un ramo si abbandonano alla brezza della stagione autunnale, contengono un equilibrio interno che è lo stesso dei princìpi di perfezione degli ecosistemi che rappresentano. Proprio come la bellezza di una proporzione che è intrinseca a essa stessa. Come nel caso della proporzione aurea. Riconosco la diversità di valore dell'elemento artificiale da quello naturale e di come diversamente si propongono: l'artificiale predomina nella sua grandezza mentre il naturale, più nascosto, si mostra a chi ha la sensibilità per coglierlo. La ricerca del vero pone l'attenzione verso l’aspetto silenzioso. Come comunicare una bellezza nascosta che si rivela? E come trasmettere un adeguato valore?"

Da qui la scelta di omettere le foto naturali inserendole all'interno degli studi geometrici di Pitagora e Leonardo da Vinci svolti sulla struttura aurea, offrendo al vasto pubblico questa versione. Il risultato è un’installazione dove la fotografia dialoga con la scultura per poi fondersi in singole strutture autonome. Così le immagini si presentano all'interno di solidi pieni di un nuovo contenuto che accostati ad altri solidi vuoti riprendono gli studi del Leonardo sui solidi "pieni" e quelli "vacui". È il contenuto che determina la pienezza del solido che, in questo caso, diventa di natura concettuale. Sarà a discrezione dell’artista, su appuntamento privato, svelare l'interezza dell'opera: permettendo così la trasmissione dello stupore originale.

Su Giulio Crosara guarda: http://giuliocrosara.it/wordpress/ 

crosaraottobre2015.jpg

 

crosaraottobre2015b.jpg

crosaraottobre2015c.jpg

crosaraottobre2015d.jpg

crosaraottobre2015e.jpg

crosaraottobre2015f.jpg

*/ ?>

Cultura

crosaraottobre2015a.jpg

Milano in costruzione incanta di notte: le foto di Giulio Crosara

Milano. "La notte è un momento d'intimità dove l'attenzione verso la mia ricerca viene amplificata; luci, ombre e contrasti sono più definiti e l'eccesso diurno compare in un nuovo ordine. La corsa al costruire è l'azione protagonista della scena milanese. Criticati, enfatizzati e attesi, i cantieri sono il fulcro e la scenografia degli avvenimenti attuali; tutto ruota attorno all'artificio. Chi si rifiuta di guardare i cantieri ne subisc

acq_ferragosto.jpgConcorezzoAcquaworld, l’unico Parco acquatico al coperto e all’aperto d’Italia, ti aspetta per festeggiare il Ferragosto con uno straordinario programma all’insegna del divertimento per grandi e piccini. Una giornata e una serata ricche di attività da trascorrere in famiglia e con gli amici ti aspettano ad Acquaworld!

Al Parco arriva il Luna Park con tantissime attrazioni, come il Beer Pong, un gioco di abilità in cui si lancia una pallina da ping pong in un bicchiere pieno di birra, il Tiro al Barattolo, una sfida in cui è necessario colpire tutti i bersagli per vincere premi incredibili, o il Toro Meccanico, un vero e proprio spettacolo di rodeo nel quale il pubblico potrà sfidarsi in una emozionante gara per rimanere in sella il più possibile. E per mettere alla prova la propria mira c’è il Dunk Tank, tra i giochi d’acqua più diffusi e divertenti della tradizione americana: consiste nel tirare una palla e cercare di colpire il bersaglio che innescherà la caduta della malcapitata vittima... il clown! E poi ancora scatenati balli di gruppo e, per concludere in bellezza, dalle ore 21.00 l’unico e imperdibile Schiuma Party con DJ set!!

Prevendita: https://acquaworld.it/it/ilparco/acquistabiglietti

IMPORTANTE PER I RESIDENTI A CONCOREZZO: Acquaworld: maxi-sconti aspettando la riapertura

 

Acquaworld Area Esterna.jpg

*/ ?>

Eventi

acq_ferragosto.jpg

Milano o Brianza? Ferragosto ad Acquaworld (con Luna Park)

Concorezzo. Acquaworld, l’unico Parco acquatico al coperto e all’aperto d’Italia, ti aspetta per festeggiare il Ferragosto con uno straordinario programma all’insegna del divertimento per grandi e piccini. Una giornata e una serata ricche di attività da trascorrere in famiglia e con gli amici ti aspettano ad Acquaworld! Al Parco arriva il Luna Park con tantissime attrazioni, come il Beer Pong, un gioco di abilità in cui si lancia

monopattino_generica.jpgMilano. Migliaia di incidenti in un anno nella sola città di Milano, dal 1° giugno 2020 in addirittura 1.105 casi è stato necessario l'intervento del 118. Sono i numeri impressionanti che fotografano i pericoli legati all'uso dei monopattini nel capoluogo della Lombardia. L'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, intervenuto al workshop, organizzato dall'Automobile Club di Milano, rappresentato dal presidente Geronimo La Russa, sul tema 'Monopattini: esigenze di mobilità e di sicurezza stradale', indagine dell'ACI su percezione, utilizzo e comportamenti sulle strade'. non ha dubbi. Fondamentale, quindi - ha aggiunto l'assessore - l'opera di educazione stradale, formazione e sensibilizzazione. Per questo, il Consiglio regionale della Lombardia, l'8 febbraio scorso, ha approvato a maggioranza, la proposta di legge al Parlamento per modificare l'attuale normativa sui monopattini elettrici. La proposta che intende modificare la normativa attuale introduce, l'obbligo di copertura assicurativa per tutti, la frequenza ad un corso di abilitazione per i conducenti minorenni, l'obbligatorietà del casco anche per i maggiorenni e, infine, il marchio CE per ogni monopattino".

"Quest'indagine - ha commentato il presidente di Automobile Club Milano, Geronimo La Russa - ci permette di conoscere meglio l'utenza, attuale e potenziale, e fornisce informazioni dettagliate sugli incidenti occorsi per contribuire alla sicurezza di chi circola in monopattino e di tutti gli utenti della strada. Con la giornata di studio di oggi". "Facciamo circolare i monopattini - ha concluso - su infrastrutture adeguate con a bordo conducenti ben consci delle regole stradali, assicurati e debitamente equipaggiati".

 

 

 

L'assessore quindi ha concluso citando i dati di un recente convegno tenutosi in Regione Lombardia in cui il Direttore del Comitato Tecnico Scientifico dell'ASST Centro Specialistico Traumatologico Ortopedico Gaetano Pini di Milano, Pietro Randelli, ha sottolineato che al Pronto Soccorso del 'Pini' da maggio a novembre 2021, ci sono stati 28.169 accessi, tra questi 1.995 (6,9%) per traumi da mezzo (biciclette, moto, scooter e monopattini). Dei 1.995, il 7,5% (144) sono stati ricoverati per sottoporsi a intervento.

*/ ?>

Dalla Brianza

monopattino_generica.jpg

Monopattini, boom di incidenti: serve nuova legge

Milano. Migliaia di incidenti in un anno nella sola città di Milano, dal 1° giugno 2020 in addirittura 1.105 casi è stato necessario l'intervento del 118. Sono i numeri impressionanti che fotografano i pericoli legati all'uso dei monopattini nel capoluogo della Lombardia. L'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, intervenuto al workshop, organizzato dall'Automobile Club di Milano, rappresentato dal presidente Geronim

image1.png

Milano. Tra le tante cose da fare anche coi bambini durante le feste, ecco un'idea che per molti sarà anche un viaggio nei ricordi.  Presso il Museo della Permanente di Milano, è  in programma la mostra su il fumetto Tex Willer della Sergio Bonelli Editore.  Inaugurata il 2 ottobre terminerà  il 27 gennaio 2019 con fotografie, disegni, bozzetti e numerose installazioni, gli organizzatori omaggiano in modo colossale Aquila della notte (appellativo che i navajo janno assegnato a Tex dopo il matrimonio con Lilyth).

LA STORIA

Nato nell'ottobre del 1948 dalla mente e dalla mano di Luigi Bonelli ed Aurelio Galleppini , questo super eroe del west ha avuto diversi creatori. Ben 92 disegnatori e 26 sceneggiatori, hanno permesso a questo comic di essere ancora oggi il più  venduto in italia, oltre che  tradotto e distribuito in 42 paesi, compresi: Turchia, Ucraina, Finlandia e Colombia. Basterebbe questo per far capire quanto può  essere grandioso il mito di Tex, un mito che ancora oggi appassiona tanto i nonni quanto i nipoti. Sicuramente il suo successo è da attribuirsi all'immagine di impavido giustiziere, del quale anche in questi tempi si sente il bisogno. Pronto sempre a combattere qualsiasi sopruso commesso da chiunque, al di là della razza che numerose componevano la popolazione dell'America al tempo del Far West. La sua anima antirazzista, si mostra con i visi multietnici dei suoi compagni di viaggio: la moglie Navajo Lilyth morta a causa del vaiolo portato per vendetta da due visi pallidi, tramite alcune coperte donate alla tibu di cui faceva parte; il figlio "mezzo sangue" Kit , che segue le orme del padre; il pard Kit Carson sempre pronto ad accompagnare il suo amico in ogni avventura; in fine Tiger Jack pellerossa saggio e flemmatico al quale Bonelli riserva il compito di cancellare lo stereotipo che nei film di quel periodo, era rappresentato da nativi americani violenti e saccheggiatori. Dal primo numero con il titolo:"Il totem misterioso", all'ultimo  ora in edicola "La banda di Red Bill", Tex ha percorso quasi un secolo, riuscendo sempre ad essele avvincente ed attuale.

*/ ?>

Cultura

image1.png

Mostre fuori porta: Tex compie 70 anni

Milano. Tra le tante cose da fare anche coi bambini durante le feste, ecco un'idea che per molti sarà anche un viaggio nei ricordi.  Presso il Museo della Permanente di Milano, è  in programma la mostra su il fumetto Tex Willer della Sergio Bonelli Editore.  Inaugurata il 2 ottobre terminerà  il 27 gennaio 2019 con fotografie, disegni, bozzetti e numerose installazioni, gli organizzatori omaggiano in modo colossale Aquila della notte (

acq_2023.jpgConcorezzo. Questa è destinata a essere ricordata come la settimana più calda dell’estate 2023.

Se l’afa non concede una tregua, Acquaworld è il posto giusto per vivere una giornata all’insegna del refrigerio… e del divertimento!

Acquaworld è la soluzione più comoda e piacevole per “sopravvivere” al caldo, evitando di dover raggiungere spiagge affollate, spesso dopo ore di coda in autostrada sotto il sole.

Tra un tuffo in piscina e uno scivolo mozzafiato, una visita ad Acquaworld sarà anche l’occasione perfetta per scoprire Tiki Bay, la nuova incredibile area esterna di 10.000 mq di ispirazione polinesiana del Parco, dove rilassarsi, abbronzarsi e divertirsi in una lussureggiante vegetazione tra palme e piante tropicali.

Un nuovo playground acquatico, che comprende una vasca di quasi 1.000mq con acqua a 20 cm pensato appositamente per tutte le famiglie con bambini nella fascia d’età 0-12 anni e una nuova, grande Water Tower, la “Maki Maki Tower”, da cui vivere tutta l’emozione della discesa da ben 6 nuovi scivoli tutti immersi nella giungla tropicale. Di fronte alle splendide spiagge, spicca “Kaora”, un’area con altre 4 tipologie di scivoli: un mini “magic cone”, un mini boomerang e 2 scivoli con discese su gommoni doppi dedicati ai bambini a partire da 80cm di altezza accompagnati dai genitori.

A fare da cornice alle nuove attrazioni, una grande spiaggia da 1.500mq di sabbia bianca accuratamente selezionata per non surriscaldarsi al sole. Ombrelloni in paglia, comodi lettini e grandi palme offrono inoltre ombra e zone dove concedersi un bagno di sole e una tintarella invidiabile anche rimanendo in città. Imperdibile il Tiki Beach Bar, un grande chiringuito in legno con un’ampia scelta food&beverage: insalate fresche, piatti freddi, panini, gelati e sfiziosità per soddisfare tutti i gusti.

Chi desidera uno spazio esclusivo può scegliere di rilassarsi nell’area “Cabanas Paradise”, 4 magnifici gazebi in uno spazio ad accesso ristretto, comprensivi di due vasche idromassaggio a uso esclusivo. Un vero angolo di paradiso, dove prendere il sole, rilassarsi e socializzare su comodi lettini.

*/ ?>

Dalla Brianza

acq_2023.jpg

Muori di caldo? Tra Monza e Milano un'oasi sorprendente

Concorezzo. Questa è destinata a essere ricordata come la settimana più calda dell’estate 2023. Se l’afa non concede una tregua, Acquaworld è il posto giusto per vivere una giornata all’insegna del refrigerio… e del divertimento! Acquaworld è la soluzione più comoda e piacevole per “sopravvivere” al caldo, evitando di dover raggiungere spiagge affollate, spesso dopo ore di coda in autostrada sotto il sole. Tra un tuffo in pisc

musicaribelle1.jpg

Milano. Ci siamo. Poche ore e Andrea Mandelli, talentuoso musicista concorezzese, sarà protagonista a Milano del musical che racconta la storia e le canzoni di Eugenio Finardi. "Musica ribelle" sarà in scena dal 29 settembre 2017 al Teatro Nuovo di Milano.La nuova produzione di Todomodo e Bags Entertainment nasce come percorso ideativo e creativo intorno ad una scelta precisa: scrivere e realizzare uno spettacolo sulla musica, la testimonianza artistica e umana di Eugenio Finardi. Il tour proseguirà poi a Firenze, Reggio Emilia, Roma e altre città italiane. Musica Ribelle è uno spettacolo teatrale di chiara matrice rock, non solo per le sonorità che lo segnano ma, soprattutto, per l’attitudine, l’approccio, l’ispirazione, l’anima. I brani di Eugenio Finardi, interamente riarrangiati da Emiliano Cecere e Alberto Carbone sotto la supervisione dello stesso autore, sono eseguiti rigorosamente dal vivo tra sonorità che vanno da quelle rock-prog originarie degli anni ’70, a sconfinamenti d’n’b, techno, ma anche ballate e medley del primo decennio della carriera del più “ribelle” cantautore italiano. Da Dolce Italia a Patrizia, da Diesel a Un uomo, da Extraterrestre a La radio, e le immancabili La Forza dell’Amore e Musica Ribelle. Musica Ribelle è un’opera che, per i suoi contenuti e per la sua forza evocativa, parla un linguaggio di verità e di autenticità, sia alle nuove generazioni sia al pubblico tradizionalmente legato al teatro di prosa. Uno spettacolo emozionante, schietto, crudo, eseguito da un cast di grandissimo talento e un gruppo di musicisti, anch’essi attori, che suonano dal vivo. Il tutto in una cornice scenica essenziale ed efficace, in cui si inseriscono soluzioni di video grafica di commento alla drammaturgia. Dopo il grande successo di Todomodo con Spring Awakening, Musica Ribelle voleva essere un’opera dalla netta matrice rock, una storia che parlasse ancora a quelle migliaia di ragazzi che hanno seguito per oltre due anni le rappresentazioni in Italia di Spring Awakening e che lo hanno così tanto amato. A fianco di Todomodo c’è BaGS Entertainment, nota per i tour italiani di CATS, Parsons Dance e soprattutto per la produzione di NEWSIES della Disney che, come Musica Ribelle, raccontava una storia di ragazzi pronti a ribellarsi e a combattere per affermare e difendere i propri diritti. Musica Ribelle parla “a” e “di” loro, ma offre moltissimi spunti di riflessione anche alla generazione protagonista di quegli anni. Una storia che parla con loro, ma parla anche “di” loro, e delle generazioni più mature. Una storia di ragazzi e ragazze, di uomini e donne, di politica, di poesia, amore, vita, musica.

Ecco come è stato scelto Andrea Mandelli: leggi qui

LA STORIA. Milano, oggi. Un vecchio scantinato da tempo in disuso viene affittato da una street gang di giovani rapper, graffittari, dj per preparare un rave notturno. Lo occuperanno solo per una settimana, un periodo troppo breve per non insospettire l’attempato proprietario della cantina, il signor Hugo. In realtà quello non è il suo vero nome, ma quello dato da Lara93, giovanissima leader della gang, anche lei “protetta” da nickname di circostanza. Tra i due nasce subito uno scontro fatto di schermaglie verbali, che nasconde però una profonda curiosità reciproca. É la stessa cantina ma ora siamo nel ‘73, e quello è il covo di un collettivo politico, la sua sala prove, la sua stamperia, la sua radio libera.  Vento, un ragazzo ribelle, sempre “contro”, impegnato politicamente ma anche un po’ superficiale e sognatore cui l’ortodossia va stretta, è il leader di un collettivo giovanile immerso, come molti della sua generazione, nelle utopie e nelle contraddizioni degli anni settanta, decennio che la nostra storia attraversa per intero. Le storie dei due protagonisti, corrono in parallelo. Sette anni per Vento e il suo collettivo, sette giorni per Lara93 e il suo mondo di dropouts ai margini del sistema.

Info e biglietti: http://www.teatronuovo.it/acquista-biglietti/49150-musica-ribelle.htm 

musicaribelle4.jpg

musicaribelle3.jpg

*/ ?>

Cultura

musicaribelle1.jpg

Musica ribelle, il musical di Finardi con il basso di Andrea Mandelli

Milano. Ci siamo. Poche ore e Andrea Mandelli, talentuoso musicista concorezzese, sarà protagonista a Milano del musical che racconta la storia e le canzoni di Eugenio Finardi. "Musica ribelle" sarà in scena dal 29 settembre 2017 al Teatro Nuovo di Milano. La nuova produzione di Todomodo e Bags Entertainment nasce come percorso ideativo e creativo intorno ad una scelta precisa: scrivere e realizzare uno spettacolo sulla musica, la

oriana.jpgMilano. Si terrà domani, giovedì 15 settembre, alle 16.30 presso la Sala Gonfalone di Palazzo Pirelli (via Filzi 22 Milano) il convegno "Noi e Oriana", dedicato ad Oriana Fallaci, “a dieci anni dalla sua scomparsa”. Ospiti, i giornalisti Livio Caputo e Francesco Borgonovo, il Segretario Federale della Lega Nord Matteo Salvini, il Governatore di Regione Lombardia Roberto Maroni, l'Assessore alla cultura regionale Cristina Cappellini, il Segretario Nazionale della Lega Lombarda Paolo Grimoldi.

“Con questa iniziativa”, dichiara il Capogruppo del Carroccio Massimiliano Romeo, ideatore e moderatore dell'evento, “vogliamo tributare il nostro riconoscimento ad un'importante protagonista del giornalismo d'inchiesta, di cui abbiamo sempre apprezzato la forza e la determinazione nel difendere i valori fondanti dell'Occidente”.

A Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, è presente anche una sala intitolata ad Oriana Fallaci.

Leggi anche

Il Liga mostra il palco del Rock Park. E presenta G come Giungla

Atti osceni in piscina, il prete non sarà condannato

*/ ?>

Dalla Brianza

oriana.jpg

Palazzo Pirelli ricorda gli insegnamenti di Oriana Fallaci

Milano. Si terrà domani, giovedì 15 settembre, alle 16.30 presso la Sala Gonfalone di Palazzo Pirelli (via Filzi 22 Milano) il convegno "Noi e Oriana", dedicato ad Oriana Fallaci, “a dieci anni dalla sua scomparsa”. Ospiti, i giornalisti Livio Caputo e Francesco Borgonovo, il Segretario Federale della Lega Nord Matteo Salvini, il Governatore di Regione Lombardia Roberto Maroni, l'Assessore alla cultura regionale Cristina

AW Tiki Bay vista.jpgConcorezzo. Ancora un mese e si apriranno le porte per un angolo di Polinesia in Brianza. E' febbrile l'attesa per l’apertura al pubblico di Tiki Bay, la nuova incredibile area esterna di 10.000 mq di ispirazione polinesiana di Acquaworld, l’unico Parco acquatico al coperto e all’aperto d’Italia, meta del divertimento per ragazzi, adulti e bambini.

Con Tiki Bay nasce ciò che non esisteva prima in Lombardia: un’area unica per dimensioni e offerta di attività proposte, dove l’elemento acqua si unisce a un paesaggio con splendida sabbia bianca, fitta vegetazione in uno scenario da vera isola tropicale. Tiki Bay è il luogo ideale per tutta la famiglia e conferma Acquaworld come Parco attento alle esigenze di adulti e bambini.

A giugno 2023, l’area esterna di Acquaworld raddoppia per dimensioni e divertimento: all’attuale zona all’aperto, già ricca di attrazioni, si aggiungeranno 10.000 mq dove rilassarsi, abbronzarsi e divertirsi in una lussureggiante vegetazione composta da palme e piante tropicali.

L’ampliamento permetterà agli ospiti di godere di ancora maggior spazio all’aria aperta e di vivere un’esperienza realmente immersiva fatta di acqua, divertimento e sole. 

Tiki Bay sarà composta da un nuovo playground acquatico in una vasca di quasi 1.000mq con acqua a 20cm pensato appositamente per tutte le famiglie con bambini nella fascia d’età 0-12 anni con una nuova, grande Water Tower, la “Maki Maki Tower”, da cui si potrà vivere tutta l’emozione della discesa da ben 6 nuovi scivoli tutti immersi nella giungla tropicale. Di fronte alle splendide spiagge sarà presente “Kaora”, un’area con altre 4 tipologie scivoli: un mini “magic cone”, un mini boomerang e 2 scivoli che accettano bambini a partire da 80cm di altezza accompagnati dai loro genitori con discese su gommoni doppi.

A fare da cornice alle nuove attrazioni, una grande spiaggia da 1.500mq di sabbia bianca accuratamente selezionata per non surriscaldarsi al sole. Ombrelloni in paglia, comodi lettini e grandi palme offriranno inoltre ombra e zone dove concedersi un bagno di sole e una tintarella invidiabile anche rimanendo in città.

Sarà presente anche il Tiki Beach Bar, un grande chiringuito in legno che offrirà un’ampia scelta food&beverage: insalate fresche, piatti freddi, panini, gelati e sfiziosità di vari tipi potranno soddisfare tutti i gusti dei presenti.

Chi desidera uno spazio esclusivo potrà scegliere di rilassarsi nell’area “Cabanas Paradise”, 3 magnifici gazebi in un’area ad accesso ristretto comprensivi di due vasche idromassaggio dedicate. Un vero angolo di paradiso, dove prendere il sole, rilassarsi e socializzare su comodi lettini.

Tiki Bay è la grande novità 2023 di Acquaworld alla quale si aggiungeranno moltissimi eventi e spettacoli serali per offrire a tutti gli ospiti un’Estate 2023 spettacolare.

“Con questo ampliamento, Acquaworld potenzia l’offerta di divertimento per tutta la famiglia. L’apertura di Tiki Bay, infatti, aggiunge grande spazio disponibile all’aria aperta dove grandi e piccini potranno concedersi momenti di divertimento e assoluto relax. Voglio per questo ringraziare l’amministrazione comunale di Concorezzo che fin da subito ha positivamente accolto e fattivamente contribuito a concludere questo progetto che rende oggi ancor di più Acquaworld un riferimento unico nell’offerta di divertimento in Italia. dichiara Guido Zucchi, CEO di Acquaworld.

AW Tiki Bay rendering.jpg

IN BREVE: I NUMERI DEL PARCO UNICO IN LOMBARDIA

ampliamento di 10.000 mq esterni per una superficie totale di Acquaworld di 30.000 mq

6 milioni di euro investiti

un nuovo playground acquatico

una nuova torre con 6 nuovi scivoli

un nuovo gruppo scivoli in cui sarà possibile scendere tramite gommoni e corpo libero

4 Cabanas private con esclusivi servizi

13 vasche complessive, per una superficie d’acqua di 3000 mq

22 scivoli acquatici, con una lunghezza di discesa complessiva di oltre 1.4 km

*/ ?>

Cultura

AW Tiki Bay vista.jpg

Quell'angolo di Polinesia tra Monza e Milano

Concorezzo. Ancora un mese e si apriranno le porte per un angolo di Polinesia in Brianza. E' febbrile l'attesa per l’apertura al pubblico di Tiki Bay, la nuova incredibile area esterna di 10.000 mq di ispirazione polinesiana di Acquaworld, l’unico Parco acquatico al coperto e all’aperto d’Italia, meta del divertimento per ragazzi, adulti e bambini. Con Tiki Bay nasce ciò che non esisteva prima in Lombardia: un’area unica per dimension

auricolari.jpg

Concorezzo. Tredicimila tarocchi per un valore di 250mila euro. Erano stivati in città, in zona industriale, accessori per telefonia, televisori, ma anche vestiti rigorosamente contraffatti e pronti a invadere il mercato anche attraverso la rete cinese che a Milano ha il proprio regno in via Paolo Sarpi. L'Unità Antiabusivismo della Polizia Locale, con l'ausilio dell'Agenzia delle Dogane ha concluso una brillante operazione sequestrando pezzi di materiale elettronico, novecento capi d'abbigliamento e diversi metri di stoffa Burberry. Dopo un controllo in un negozio in zona Sarpi, le Forze dell'ordine hanno fatto irruzione in un magazzino di Concorezzo, trovando una marea di "tarocchi" per lo più Samsung e Apple, come cuffie sonore, auricolari bluetooth, batterie e monitor. Indagati 4 cinesi che dovranno rispondere di contraffazione e ricettazione. La seconda operazione si è invece conclusa il 22 settembre  con un sequestro di 920 capi di abbigliamento, trecento metri di stoffa Burberry e migliaia di maglie. Tre italiani sono stati denunciati.

*/ ?>

Cronaca

auricolari.jpg

Samsung, Apple e Burberry: a Concorezzo 13.000 tarocchi

Concorezzo. Tredicimila tarocchi per un valore di 250mila euro. Erano stivati in città, in zona industriale, accessori per telefonia, televisori, ma anche vestiti rigorosamente contraffatti e pronti a invadere il mercato anche attraverso la rete cinese che a Milano ha il proprio regno in via Paolo Sarpi. L'Unità Antiabusivismo della Polizia Locale, con l'ausilio dell'Agenzia delle Dogane ha concluso una brillante operazione sequestrando pezzi

san_vale_Acq.jpgConcorezzoAcquaworld, l’unico Parco acquatico d’Italia aperto tutto l’anno con piscine e attrazioni indoor e outdoor, in occasione di San Valentino diventa la location per festeggiare l’amore, regalandosi una coccola con esclusivi trattamenti e una romantica cena gourmet a lume di candela.

Il Parco, che per l’occasione apre alle 17.00 e chiude alle 00.30, accoglierà gli innamorati (e non solo) in una vera oasi di pace e relax dove lascarsi avvolgere dall’acqua in tutte le sue forme, tra bolle e getti d’acqua, cascate di cuori rossi, rose rosse e luci soffuse. E poi ancora, nella romantica atmosfera delle terrazze panoramiche, si potranno gustare sfiziosi aperitivi, ricchi buffet o scegliere, per rendere ancora più speciale la serata, una cena servita a lume di candela.

Una ricorrenza speciale dedicata all’amore dove, per chi lo desidera, è possibile prenotare una cerimonia esclusiva tra: SCRUB & SAVONAGE, per donare un aspetto tonico e luminoso alla pelle grazie alla profonda azione esfoliante degli scrub naturali nel bagno turco dell’area benessere;CAMPANE TIBETANE, assoluto relax all’interno della stanza del sale, immersi nelle vibrazioni armoniche delle campane tibetane; AUFGUSS, ghiaccio e oli essenziali incontrano l’incandescenza delle pietre della sauna creando un’esperienza unica e MASCHERA IDRATANTE, nell’atmosfera rilassante dell’area benessere, idratazione e depurazione profonda della pelle.

Quattro le tipologie d’ingresso per la festa dell’amore: l’ingresso in area Fun + area Benessere, l’ingresso in area Fun + area Benessere + Aperitivo, l’ingresso in area Fun + area Benessere + Cena a Buffet e per finire ingresso in area Fun+ area Benessere + Cena Servita al tavolo romantica.

Per informazioni sull’acquisto dei Biglietti https://acquaworld.it/it/eventi/105/love-wavesI posti sono limitati.

 

San Valentino_acq.jpg

 

*/ ?>

redazionali

san_vale_Acq.jpg

San Valentino tra le onde di Acquaworld

Concorezzo. Acquaworld, l’unico Parco acquatico d’Italia aperto tutto l’anno con piscine e attrazioni indoor e outdoor, in occasione di San Valentino diventa la location per festeggiare l’amore, regalandosi una coccola con esclusivi trattamenti e una romantica cena gourmet a lume di candela. Il Parco, che per l’occasione apre alle 17.00 e chiude alle 00.30, accoglierà gli innamorati (e non solo) in una vera oasi di pace e relax d

Vetrata_logo-2.jpgMilano. Un selfie tra le nuvole. Tra le suggestioni offerte dalla prossima apertura al pubblico di Palazzo Pirelli, prevista per domenica 30 luglio, ci sarà la possibilità di godere della vista su Milano dal 31° piano del grattacielo con il beneficio dei giochi di luce dell'estate. I selfie più belli potranno essere pubblicati anche sulla pagina Facebook del Consiglio regionale (uno diventerà per alcuni giorni la copertina ufficiale).

Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, sarà aperto al pubblico domenica 30 luglio dalle 10 alle 18 con ultimo accesso alle ore 17,30.

Sarà possibile visitare l’Aula Consiliare, il Belvedere Jannacci al 31° piano, la mostra permanente sui 60 anni del Palazzo ed, eccezionalmente, la mostra di Betto Lotti allestita presso lo Spazio eventi. Sarà inoltre visibile un’opera dell’artista Carlo Ramous, parte di un’esposizione presente presso Palazzo Pirelli sino a settembre 2017. Gli ospiti saranno accompagnati dal personale del Consiglio durante la visita. L’accesso del pubblico avverrà da via Fabio Filzi 22.

Ingresso libero.

CONTEST FOTOGRAFICO. Fatevi un selfie con lo scenario mozzafiato del Belvedere Jannacci al 31° piano di Palazzo Pirelli: taggate su Facebook @consiglioregionelombardia e la foto più originale diventerà la copertina della nostra pagina istituzionale.

Leggi anche

La Festa dell'amicizia viaggia sul Trenino Thomas

Ulula e il bassista Mandelli trionfano a Bologna

Baby-bulli in piazza, rivolta sui social

Misinto, record di affluenza per la Baviera brianzola

*/ ?>

Dalla Brianza

Vetrata_logo-2.jpg

Un selfie da 127 metri: Palazzo Pirelli apre al pubblico

Milano. Un selfie tra le nuvole. Tra le suggestioni offerte dalla prossima apertura al pubblico di Palazzo Pirelli, prevista per domenica 30 luglio, ci sarà la possibilità di godere della vista su Milano dal 31° piano del grattacielo con il beneficio dei giochi di luce dell'estate. I selfie più belli potranno essere pubblicati anche sulla pagina Facebook del Consiglio regionale (uno diventerà per alcuni giorni la c

Da lunedì 15 febbraio il piano vaccinazioni anti #Covid-19 in #Lombardia entra nella seconda fase. Prima le persone più fragili, gli over 80, perché vaccinarci è l’unico modo per tornare al più presto alla normalità #piùsiamoprimavinciamo.

 

QUANDO?

❏ Adesioni online a partire dal 15 febbraio per gli over 80 (comprese le persone nate nel 1941)

❏ Somministrazioni a partire dal 18 febbraio

 

COME?

❏ Su piattaforma web, inserendo i dati della persona da vaccinare anche da parte di un familiare o caregiver

❏ Con il supporto del Medico di Medicina Generale o del farmacista 

 

COSA SERVE?

❏ Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi del soggetto da vaccinare

❏ Numero di cellulare / Telefono fisso

 

Per maggiori informazioni: http://reglomb.it/UMNe50Dz7P4

WhatsApp Image 2021-02-14 at 20.27.34.jpeg

*/ ?>

Dalla Brianza

WhatsApp Image 2021-02-14 at 20.27.34.jpeg

Vaccini Covid, si parte: ecco il vademecum

Da lunedì 15 febbraio il piano vaccinazioni anti #Covid-19 in #Lombardia entra nella seconda fase. Prima le persone più fragili, gli over 80, perché vaccinarci è l’unico modo per tornare al più presto alla normalità #piùsiamoprimavinciamo.   QUANDO? ❏ Adesioni online a partire dal 15 febbraio per gli over 80 (comprese le persone nate nel 1941) ❏ Somministrazioni a partire dal 18 febbraio   COME? ❏ Su piattaforma we