santalfredo
santalfredo

monza

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. L'esordio casalingo dell'Hockey Roller Club Monza è già una pagina di storia. Questa sera l'atteso ritorno nella massima categoria, in A1, ha regalato una partita epica, straordinaria, che ha coinvolto ed esaltato i circa 400 spettatori presenti. In campo gli avversari del Bassano, una delle squadre candidate al titolo. Nonostante un buon gioco del Monza Centemero, sono gli ospiti ad andare in goal per ben due volte, gelando il sangue a tifosi e società. Il primo tempo si chiude così. Ma dopo 2,41' dalla ripresa, la squadra di casa accorcia con Martinez: palazzetto in delirio. Traverse, goal annullati rendono il confronto sempre di altissimo livello fino a quando arriva il goal di Compagno. 2-2. A ventiduedue secondi dallo scadere arriva il momento che rende letteratura sporiva la partita: Martinez insacca e il Centemero Monza si mette in testa l'alloro della vittoria. Dopo due gare in A1, il Monza porta a casa 4 punti con due delle squadre più forti del campionato.

Tutta la cronaca: http://www.hrcmonza.it/senza-categoria/super-monza-batte-bassano/

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, epico esordio casalingo in A1 per il Monza: da 0-2 a 3-2!

Hockey, epico esordio casalingo in A1 per il Monza: da 0-2 a 3-2!

Biassono. L'esordio casalingo dell'Hockey Roller Club Monza è già una pagina di storia. Questa sera l'atteso ritorno nella massima categoria, in A1, ha regalato una partita epica, straordinaria, che ha coinvolto ed esaltato i circa 400 spettatori presenti. In campo gli avversari del Bassano, una delle squadre candidate al titolo. Nonostante un buon gioco del Monza Centemero, sono gli ospiti ad andare in goal per ben due volte, gelando il sangue

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREIl Centemero Monza sfiora l’impresa all’esordio nel campionato di Serie A1 andando a pareggiare 3-3 sulla pista neutra di Follonica contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio dopo essere stati in vantaggio per 3-0.

La squadra guidata da Tommaso Colamaria ha mostrato di poter “dire” cose importanti in questo campionato, annullando il “gap” tecnico con le prime in classifica con il grande cuore e un’ottima applicazione degli schemi. Inoltre ha in porta un Juan Oviedo che le “grandi” possono solo sognare di avere… Al PalaArmeni, dove si è giocato a causa della giornata di squalifica del PalaBarsacchi ancora da scontare, il sogno è svanito a 2′ dal termine a seguito di un forcing dei bianconeri, sospinti da un bel pubblico che ha forse condizionato gli arbitri in alcuni episodi decisivi del match.

La cronaca: il CGC Viareggio, che ha squalificato l’argentino Fernando Montigel, schiera nello “starting five” Barozzi, Palagi, D’Anna, Jepi Selva e Mirko Bertolucci; il Centemero Monza risponde con Oviedo, Camporese, Martinez, Panizza e Roca. I primi minuti sono di una tensione tagliabile col coltello. Sospinti da un gran tifo, nonostante i 100 chilometri di distanza da Viareggio, i bianconeri prendono il pallino del gioco e cominciano a punzecchiare Oviedo. Passata l’emozione per l’esordio, i monzesi si sbloccano e cominciano a far male soprattutto quando imbastiscono azioni di contropiede, orchestrate molto bene nonostante il poco tempo avuto per la preparazione al campionato. I due portieri salgono sugli scudi e si capisce che un gol potrebbe risultare fondamentale. E il gol arriva, dalla parte biancorossoazzurra: Martinez va via in contropiede e Cinquini gli colpisce la stecca al momento del tiro a tu per tu con Barozzi. È il 19’54″ e l’argentino firma la sua prima rete in Italia dal dischetto. Il giocatore-allenatore Alessandro Bertolucci continua a cambiare uomini ma la sua squadra non riesce a trovare la via della rete. E invece è il Centemero Monza a infliggere un altro duro colpo ai toscani: il contropiede è di Camporese che dalla destra tira e Roca devia sulla linea.

La ripresa ė ancora più emozionante. Al 7′ Martinez fa tremare il palo su punizione. All’8’36″ Jepi Selva viene atterrato in area, ma si fa parare il rigore. Al 9’54″ il Centemero fa tris: Roca conquista meravigliosamente palla a centropista, s’invola e alla fine serve Retis a destra che insacca. Gli ospiti potrebbero chiudere la contesa ma prima Compagno e poi due volte Martinez non riescono a essere lucidi davanti a Barozzi. Gol sbagliato, gol subito. Al 15’15″ Jepi Selva è abbattuto ancora in area e Muglia trasforma il rigore assegnato. Palla al centro, il Centemero la perde e Palagi vola via e insacca. Il PalaArmeni torna a essere un inferno e l’arbitraggio ne risente. Al 20′ Oviedo para un tiro diretto di Muglia e al 21’ Jepi Selva colpisce il palo. Subito dopo Camporese tocca involontariamente col pattino la pallina: per gli arbitri è il decimo fallo di squadra e dunque un altro rigore che Oviedo respinge a Muglia. Il “portierone” argentino nulla può, però, al 23’01″, quando Mirko Bertolucci trova un pertugio alto per infilare la pallina. Gli ultimi 2′ sono da infarto, con gol mangiati da ambo le parti. La “standing ovation” tributata alle due squadre nel finale è il giusto riconoscimento a chi ha esaltato una bellissima disciplina come l’hockey su pista.

Colamaria è soddisfatto per il punto conquistato contro una “grande” ma rammaricato per i due punti persi nel finale: “Abbiamo pagato un po’ di inesperienza dovuta al fatto che eravamo all’esordio in questa categoria. Abbiamo tenuto bene il campo, anche se in alcuni momenti abbiamo sofferto. Ma di fronte avevamo il CGC Viareggio, i vicecampioni d’Italia. Bisogna anche imparare e capire che soffrire fa parte di una partita. Ci troveremo anche in altri momenti in questa situazione, ma l’importante sarà non mollare. Purtroppo è stato fatto un errore madornale sul secondo gol che ha rimesso in piedi un match che comunque potevamo vincere. Prima dell’inizio avrei sottoscritto un pareggio. Però utilizzeremo l’esperienza di stasera per determinare l’esito di future partite. Guai a pensare che questo pareggio ci collochi in alto nel ‘ranking’ del campionato, ma ce la possiamo giocare con tutti”.

Ora anche il Centemero Monza si aspetta di avere un pubblico così numeroso e caloroso già a partire da sabato prossimo, quando il PalaRovagnati ospiterà alle ore 20.45 la Sind Bassano, un’altra “corazzata” del campionato. Per l’occasione la società biancorossoazzurra presenterà le squadre del settore giovanile. Sono previste, inoltre, altre sorprese per i tifosi.

CGC VIAREGGIO-CENTEMERO MONZA 3-3 (0-2)
CGC VIAREGGIO: Torre, Palagi, Bertolucci A., D’Anna, Jepi Selva, Cinquini, Muglia, Bertolucci M., Deinite, Barozzi. All.: Bertolucci A..
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Perego, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Donato Mauro di Salerno.
MARCATORI: p.t. 19’54″ Martinez, 22’47″ Roca; s.t. 9’54” Retis, 15’15″ Muglia, 15’26″ Palagi, 23’01″ Bertolucci M..
ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Donato Mauro di Salerno.
NOTE: falli di squadra CGC Viareggio 9, Centemero Monza 10; spettatori circa 300.

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, esordio da brividi in A1: è pari col Viareggio

Hockey, esordio da brividi in A1: è pari col Viareggio

Il Centemero Monza sfiora l’impresa all’esordio nel campionato di Serie A1 andando a pareggiare 3-3 sulla pista neutra di Follonica contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio dopo essere stati in vantaggio per 3-0. La squadra guidata da Tommaso Colamaria ha mostrato di poter “dire” cose importanti in questo campionato, annullando il “gap” tecnico con le prime in classifica con il grande cuore e un’ottima applicazione degli

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Monza. Un Centemero Monza versione “deluxe” annichilisce il Trissino guidato dall’indimenticato ex giocatore del Roller Monza, Dario Rigo. Grande protagonista ancora una volta il “mendocino” Lucas Martinez, autore di ben 6 reti una più bella dell’altra. Ma tutti i componenti della rosa hanno giocato al meglio, quasi volessero ognuno dare qualcosa in più per sopperire all’assenza di Nicola Retis, operato ieri di ernia inguinale e pure infortunato alla spalla. Anche il Trissino lamentava un’assenza, quella di Eddy Randon. Il Centemero Monza è entrato in pista per il riscaldamento accompagnando per mano i piccoli hockeysti della società, che indossavano una maglietta bianca e tenevano un palloncino bianco, come colombe di pace liberate nel cielo cupo di questo autunno che resterà tristemente nella memoria per le stragi di Parigi. L’allenatore biancorossoazzurro Tommaso Colamaria ha schierato all’inizio della contesa l’“ex” Oviedo, Panizza, Camporese e gli argentini Roca e Martinez, mentre il Trissino è sceso sul parquet con Nicoletti, lo spagnolo Pallares, Rigo, Bertinato e l’argentino Arnaez. Che la partita fosse delicata ai fini della qualificazione alla Coppa Italia (accederanno le prime 7 in classifica al termine del girone di andata più la società organizzatrice della final eight) lo si sapeva e lo hanno confermato i primi minuti di gioco, dove i tatticismi hanno avuto la meglio e dove l’unico a cercare più volte la porta avversaria è stato proprio “highlander” Rigo, da quest’anno nel doppio ruolo di giocatore e allenatore. Il 45enne ex scudettato col Roller Monza, ed ex campione del mondo con la Nazionale, è stato premiato prima della partita con una targa ricordo dal vicepresidente dell’HRC Monza, ed ex suo compagno di squadra, Franco Girardelli. A sbloccare il match ci ha pensato Martinez con un gioco di prestigio di cui ancora adesso Nicoletti sta cercando di capire il trucco. Il Trissino ha accusato il colpo e ha preso altri tre gol uno di fila all’altro. Al 6’45” Martinez ha ricevuto palla a centropista, è scattato e ha infilato la porta ospite di potenza e precisione; al 7’48” Roca ha insaccato sottoporta su assist di Camporese; al 10’20” ancora il “sanjuanino” l’ha messa dentro su assist di Panizza. Poi Martinez ha fallito un rigore e quindi centrato una traversa. Al 14’46″ è stato Compagno con un alza-e-schiaccia ad arrotondare a conclusione di una triangolazione con Roca. Sul 5-0 il Centemero Monza ha pensato che la partita era molto facile da gestire e così gli ospiti ne hanno approfittato mettendo a segno una tripletta fulminante con Pagina 2 di 3 Pasquale su rigore, Greco e l’argentino Oruste. Al 23’29” Camporese in tuffo ha fissato il risultato del primo tempo sul 6-3. Nella ripresa, dopo un palo di Pallares, il “Martinez show” ha mostrato i numeri migliori. L’argentino ha segnato prima con un fendente precisissimo, poi con una botta che prima ha colpito la traversa, quindi al termine di un’azione personale (qualcuno tra il pubblico ha accennato una “standing ovation”) e infine con un tiro diretto assegnato per un fallaccio in attacco di Pasquale su Compagno. Il Trissino è andato in gol sul 7-3 con Pallares sottoporta. Da segnalare che al 10’, cioè sull’8-4, il frastornato numero 1 bluceleste Nicoletti ha lasciato il posto al vice: Lorenzato. Prima dell’ultima rete Compagno si è fatto parare un tiro diretto maturato per il raggiungimento del decimo fallo di squadra e nel finale Arnaez ha mandato alto un rigore. Con i 6 gol di oggi Martinez prova la fuga nella classifica marcatori, guidata con 23 gol più 1 assegnato erroneamente a un altro giocatore. Difficilmente dopo i recuperi di martedì prossimo delle gare rinviate per gli impegni nelle coppe europee qualcuno degli inseguitori l’avrà raggiunto. “Quella della mia squadra è stata una prova molto convincente perché questa era una partita difficile da decifrare – ha dichiarato un raggiante Colamaria a fine gara – Sul 5-0 ci siamo fatti sorprendere dal Trissino interpretando male il possesso di pallina. Dobbiamo ancora assimilare alcuni fondamentali tattici. Oggi si è avuta dimostrazione che ogni partita fa storia a sé perché sono gli episodi dei primi minuti che indirizzano un incontro. Di Martinez ormai abbiamo già detto tutto nelle scorse settimane. Ma avete visto Compagno? Ha una personalità fuori dal comune per un ragazzo di 16 anni.Il match di sabato prossimo al PalaRovagnati contro la Sinus Matera sarà l’occasione per cercare di dare continuità al nostro interessante percorso sportivo”. L’appuntamento è per le ore 20.45.

FOTO STEFANO SERVIDIO

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

CENTEMERO MONZA-TRISSINO 10-4 (6-3) CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Perego, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. TRISSINO: Nicoletti, Arnaez, Bertinato, Pallares, Greco, Pasquale, Oruste, Rigo D., Faccin, Lorenzato. All.: Rigo D.. ARBITRI: Strippoli di Bari e Iuorio di Salerno. MARCATORI: p.t. 4’30″ Martinez, 6’45″ Martinez, 7’48″ Roca, 10’20″ Roca, 14’46″ Compagno, 19’53″ Pasquale, 20’06″ Greco, 21’12″ Oruste, 23’29″ Camporese; s.t. 2’59″ Martinez, 3’21″ Pallares, 6’17″ Martinez, 10’25″ Martinez, 21’51″ Martinez. NOTE: falli di squadra Centemero Monza 4, Trissino 10; espulso 2′ Pasquale; spettatori circa 400.

RISULTATI DELLA 9ª GIORNATA Centemero Monza – Trissino 10-4 Thiene – AFP Giovinazzo 8-3 1 dicembre 2015 20:45 Bassano del Grappa Sind Bassano – Banca Cras Follonica 1 dicembre 2015 20:45 Forte dei Marmi Forte dei Marmi – CGC Viareggio 1 dicembre 2015 20:45 Breganze Faizanè Lanaro Breganze – Sinus Matera 1 dicembre 2015 20:45 San Daniele Po Pieve010 – Amatori Wasken Lodi Pagina 3 di 3 1 dicembre 2015 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – Admiral Valdagno

CLASSIFICA DOPO LA 9ª GIORNATA Forte dei Marmi punti 19; Amatori Wasken Lodi p. 18; Faizanè Lanaro Breganze e Sinus Matera p. 17; Centemero Monza p. 16; Banca Cras Follonica e Trissino p. 14; CGC Viareggio p. 12; Sind Bassano p. 11; Admiral Valdagno p. 8; Thiene p. 6; Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4. Forte dei Marmi, Amatori Wasken Lodi, Faizanè Lanaro Breganze, Sinus Matera, Banca Cras Follonica, CGC Viareggio, Sind Bassano, Admiral Valdagno, Pieve010 e Carispezia Sarzana una partita in meno.

PROGRAMMA DELLA 10ª GIORNATA 5 dicembre 2015 20:45 Lodi Amatori Wasken Lodi – Forte dei Marmi 5 dicembre 2015 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Faizanè Lanaro Breganze 5 dicembre 2015 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Pieve010 5 dicembre 2015 20:45 Biassono Centemero Monza – Sinus Matera 5 dicembre 2015 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – CGC Viareggio 5 dicembre 2015 20:45 Thiene Thiene – Sind Bassano 5 dicembre 2015 20:45 Valdagno Admiral Valdagno – Trissino

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Centemero e Martinez spezzano il Trissino: 10 a 4

Hockey, il Centemero e Martinez spezzano il Trissino: 10 a 4

Monza. Un Centemero Monza versione “deluxe” annichilisce il Trissino guidato dall’indimenticato ex giocatore del Roller Monza, Dario Rigo. Grande protagonista ancora una volta il “mendocino” Lucas Martinez, autore di ben 6 reti una più bella dell’altra. Ma tutti i componenti della rosa hanno giocato al meglio, quasi volessero ognuno dare qualcosa in più per sopperire all’assenza di Ni

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Vincere per la classifica, vincere per il morale. Dopodomani, sabato, il Centemero Monza sarà obbligato a incamerare 3 punti nella partita contro il Thiene, ultimo in graduatoria e con uno “score” di 6 incontri persi su 6. Al PalaRovagnati di Biassono (ore 20.45) non si potrà mancare l’obiettivo, soprattutto dopo l’inopinata sconfitta di sabato scorso a Sarzana. La compagine allenata dal giocatore Giorgio Casarotto ha mantenuto l’ossatura della scorsa stagione di Serie A2, che grazie ai play-off l’ha vista arrivare dopo l’HRC Monza, e il pensiero corre dunque alla finale di Coppa Italia di categoria che i biancorossoazzurri persero a Follonica proprio contro i gialloblù vicentini. Nessuna partita è facile in questo campionato e l’atteggiamento dell’“ex” di turno Francisco Roca e dei suoi compagni dovrà essere quello ammirato nell’ultimo match interno contro l’AFP Giovinazzo e non quello mostrato a Sarzana. Per l’attaccante Lucas Martinez può anche essere l’occasione di allungare il vantaggio nella classifica marcatori, che questa settimana l’ha incredibilmente visto rimanere fermo a 12 gol nonostante la bella segnatura del 3-3 di sabato, immortalata dalle telecamere, che o l’arbitro o più probabilmente il segnapunti hanno assegnato fantasiosamente a Mirco Mariani, mai sceso in pista nell’arco del 50’ effettivi di gara. L’allenatore del Centemero Monza, Tommaso Colamaria, non ammette un secondo passo falso consecutivo da parte della sua squadra: “Non è cambiato nulla rispetto a quello che avevamo in testa a inizio campionato. Quello di dopodomani sarà uno scontro diretto importantissimo per la salvezza: vincerlo ci permetterebbe di non staccarci dalla zona tranquilla della classifica. La posta da portare a casa è una: 3 punti. Se poi la prestazione sarà convincente potremo affrontare meglio il derby di sette giorni dopo a Lodi”. Quello che il tecnico brianzolo teme del Thiene è proprio l’arma che permise ai gialloblù di battere l’HRC Monza in Coppa Italia di Serie A2 la scorsa primavera: “Sono tornati a giocare a zona, un atteggiamento tattico un po’ in disuso nell’hockey, e lo fanno bene, cosa che potrebbe metterci in difficoltà. Ciò significa che dovremo fare molto meglio in fase di non possesso palla. E avere molta pazienza, senza esporsi alle ripartenze avversarie, avendo il Thiene giocatori veloci, oltre che abili, come Andrea Brendolin e Davide Piroli. Poi vantano uno spirito di squadra che poche realtà hanno nella massima serie”. Gli arbitri dell’incontro saranno Filippo Fronte ed Enrico Uggeri, mentre Massimo Rebughini sarà l’ausiliario.Anche in occasione della partita di dopodomani I piccoli atleti dell’HRC Monza daranno dimostrazione delle loro capacità durante l’intervallo. Prosegue pure l’allestimento di mostre a cura del Circolo Fotografico Monzese, sodalizio col quale è stata avviata una collaborazione. Il lavoro in esposizione, intitolato “Bienvenue”, sarà a firma di Enrica Bosisio. Si tratta di una raccolta di scatti di angoli di città un tempo fiorenti e ora tristemente avviate ad un destino di decadenza.

 

L'ultima gara ha visto purtroppo il Monza cadere di misura a Sarzana (leggi)

GLI AVVERSARI Il Thiene è stato fondato nel 1968 dal distacco della sezione hockey della Fulgor Thiene. Nel 1987 è salito per la prima volta in Serie A1 e da allora è stata perlopiù un’“altalena” tra le prime due categorie. Ha un buon settore giovanile, campione d’Italia una volta con l’Under 20, una volta con l’Under 17 e una volta con l’Under 15. L’allenatore-giocatore è il 33enne difensore Giorgio Casarotto. Tutti gli elementi della rosa sono italiani, unico caso nel campionato di quest’anno. Gli innesti dell’ultimo mercato sono stati il portiere Nicola Comin dal Correggio, il difensore Stefano Vanzo dalla Roller Bassano e il difensore Andrea Marangoni dal Bassano.

IL PROGRAMMA DELLA 7ª GIORNATA 14 novembre 2015 20:45 Viareggio CGC Viareggio – Trissino 14 novembre 2015 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Carispezia Sarzana 14 novembre 2015 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Amatori Wasken Lodi 14 novembre 2015 20:45 Breganze Faizanè Lanaro Breganze – Forte dei Marmi 14 novembre 2015 20:45 Matera Sinus Matera – Admiral Valdagno 14 novembre 2015 20:45 Biassono Centemero Monza – Thiene 14 novembre 2015 20:45 San Daniele Po Pieve010 – Sind Bassano

CLASSIFICA DOPO LA 6ª GIORNATA Forte dei Marmi punti 16; Amatori Wasken Lodi p. 12; Faizanè Lanaro Breganze, Sinus Matera, Banca Cras Follonica e Trissino p. 11; Centemero Monza p. 10; CGC Viareggio p. 9; Admiral Valdagno p. 8; Sind Bassano p. 7; AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4; Pieve010 p. 3; Thiene p. 0.

 

LEGGI ANCHE

Centemero Monza terminator: dodici goal al Giovinazzo

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Monza ci "Thiene" a vincere

Hockey, il Monza ci "Thiene" a vincere

Monza. Vincere per la classifica, vincere per il morale. Dopodomani, sabato, il Centemero Monza sarà obbligato a incamerare 3 punti nella partita contro il Thiene, ultimo in graduatoria e con uno “score” di 6 incontri persi su 6. Al PalaRovagnati di Biassono (ore 20.45) non si potrà mancare l’obiettivo, soprattutto dopo l’inopinata sconfitta di sabato scorso a Sarzana. La compagine allenata dal giocatore

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Con un pizzico di fortuna in più il Centemero Monza avrebbe racimolato un ottimo punticino, come già avvenuto nella gara di andata disputata sulla pista neutra di Follonica, terminata 3-3. Nella prima giornata di ritorno del campionato, contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio quarti in classifica, è invece finita con una sconfitta per 3-2. I toscani hanno inanellato il sesto risultato utile (di cui cinque da 3 punti), i brianzoli, noni in graduatoria, la quinta partita senza vittorie (di cui solo una ha fruttato 1 punto).

La prova gagliarda dei biancorossoazzurri si è infranta contro il muro di Barozzi, portiere della Nazionale, che ha respinto di tutto e di più, soprattutto nella parte iniziale del secondo tempo. Purtroppo la squadra allenata da Tommaso Colamaria in questo periodo è falcidiata dagli infortuni: dopo Nicola Retis, recuperato oggi dopo 5 turni di stop, Francisco Roca (infrazione a una costola) e Brusa (stiramento a una coscia), stasera si è fatto male Andrea Camporese; per lui si teme la rottura del legamento crociato del ginocchio. Tra gli ospiti mancava invece Mirko Bertolucci, operato al cuore proprio in giornata (per lui stagione finita), e il fratello Alessandro era in panchina solo come allenatore a causa di una frattura alla caviglia. Il CGC Viareggio ha però fatto esordire l’italo-portoghese Sergio Silva, svincolato dal Sind Bassano lo scorso novembre e ingaggiato dal club bianconero nella finestra di mercato invernale che si è chiusa ieri.

I due allenatori non hanno avuto dunque molto da scegliere per il quintetto da schierare in pista all’inizio. Colamaria ha proposto Oviedo, Panizza, Camporese, Compagno e l’argentino Martinez, mentre Alessandro Bertolucci ha risposto con Barozzi, D’Anna, Palagi, lo spagnolo Selva e l’argentino Montigel. Da segnalare tra le fila dei locali l’esordio in panchina in Serie A1 di Andrea Galimberti, di 17 anni e mezzo d’età.

Che i monzesi potessero reggere il confronto nonostante le due assenze importanti lo si è capito nei primi minuti di gioco, quando hanno respinto i pericolosi attacchi dei toscani, cercando di trovare nelle ripartenze uno spiraglio nell’ottima difesa schierata davanti a Barozzi. Pure Oviedo si è messo in luce con ottimi interventi, prevalentemente nella fase iniziale e in quella finale del match.

Sergio Silva fa le prove del gol al 7′, quando colpisce il palo. Al 17’38″, però, fulmina Oviedo con un diagonale. Al 18’13″ le cose si complicano per il CGC: Muglia si guadagna il cartellino rosso colpendo col bastone Panizza in testa, procurandogli una ferita sanguinante; “Panico” è costretto prima a farsi medicare in panchina e poi a giocare con un vistoso bendaggio. Martinez ha l’occasione per pareggiare col conseguente tiro diretto e non se la lascia sfuggire.

A inizio ripresa il Centemero si fa sorprendere dopo soli 56″: una pallina di D’Anna passa in mezzo a tre difendenti e arriva a Sergio Silva che a un passo dalla linea di porta non sbaglia. A questo punto sale in cattedra Barozzi, respingendo une messe di palline scagliate per la verità soprattutto dalla media e lunga distanza. Al 9’33″ si infortuna Camporese, che a fine partita esce dal palazzetto in stampelle. Da questo punto del match fino a quasi alla fine il Centemero gioca con le stesse cinque pedine. Al 16’53″ esplode la gioia dei tifosi biancorossoazzurri: Panizza si inserisce con perfetto tempismo in area ospite e insacca al volo un assist magistrale di Martinez. La sfortuna colpisce però ancora i padroni di casa, stavolta a livello di attrezzatura: già nel primo tempo si era rotto un pattino di Panizza, mentre stavolta si rompe quello di Martinez; proprio in quel frangente il CGC ne approfitta per siglare la rete del definitivo vantaggio con D’Anna. Quando al 22’39″ Oviedo neutralizza da campione il tiro diretto di Montigel, assegnato per il raggiungimento del decimo fallo da parte dei brianzoli, il pubblico cerca di aiutare col tifo la squadra ad acciuffare il pareggio, ma l’impresa non riesce.

Comunque per Colamaria “il CGC Viareggio ha meritato di vincere perché ha giocato meglio. Noi non potevano disputare una partita differente perché siamo con gli uomini contati. In più stasera si è infortunato seriamente Camporese. Ciononostante abbiamo dato tutto quello che potevamo dare. E alla fine potevamo acciuffare il pareggio. L’aspetto positivo è che siamo riusciti a imbrigliare il gioco del CGC Viareggio, costringendo i loro uomini a iniziative personali. Adesso continuiamo come sempre, ad allenarci e giocare per salvarci”.

Il Centemero Monza tornerà in pista martedì 19 gennaio e non sabato 16 in seguito allo spostamento di tutta la quindicesima giornata di campionato a causa degli impegni nelle coppe europee di ben nove squadre italiane. In calendario c’è la trasferta a Bassano del Grappa, dove il Sind vorrà vendicare la sconfitta per 3-2 della gara di andata. La rete decisiva fu segnata a 22” dalla fine dall’argentino Lucas Martinez, ancora saldamente in testa alla classifica marcatori con 32 gol.

CENTEMERO MONZA-CGC VIAREGGIO 2-3 (1-1)
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Galimberti A., Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Galimberti M., Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
CGC VIAREGGIO: Torre, Palagi, Montigel, D’Anna, Selva, Sergio Silva, Cinquini, Muglia, Deinite, Barozzi. All.: Bertolucci A..
ARBITRI: Fronte di Novara e Ferraro di Bassano del Grappa.
MARCATORI: p.t. 17’38″ Sergio Silva, 18’17″ Martinez; s.t. 0’56″ Sergio Silva, 16’53″ Panizza, 18’34″ D’Anna.
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 10, CGC Viareggio 8; espulso definitivamente Muglia; spettatori circa 300.

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Monza si arrende in casa al Viareggio

Hockey, il Monza si arrende in casa al Viareggio

Biassono. Con un pizzico di fortuna in più il Centemero Monza avrebbe racimolato un ottimo punticino, come già avvenuto nella gara di andata disputata sulla pista neutra di Follonica, terminata 3-3. Nella prima giornata di ritorno del campionato, contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio quarti in classifica, è invece finita con una sconfitta per 3-2. I toscani hanno inanellato il sesto risultato utile (di cui ci

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Il Centemero Monza torna alla vittoria dopo sette partite battendo in casa l’Admiral Valdagno con lo stesso punteggio della gara di andata: 5-2. Il risultato non fa una grinza: il neanche 17enne “Checco” Compagno ha messo quasi al sicuro la vittoria nel primo tempo con una tripletta e il quasi 42enne Juan Oviedo l’ha sigillata nella ripresa con un’infinità di parate superlative. Ma anche gli altri uomini agli ordini di Tommaso Colamaria hanno disputato una gara in linea con le ultime quattro, cioè da squadra da play-off. Per il momento bisogna pensare a raggiungere matematicamente la salvezza, ma continuando su questi livelli di gioco si potrà alzare l’asticella molto prima della fine della regular season. Oggi il tecnico giovinazzese trapiantato a Villasanta ha recuperato quasi completamente l’argentino Francisco Roca, che dopo l’infrazione a una costola patita lo scorso 17 dicembre è tornato a mettere i pattini in pista in un incontro ufficiale. Invece Matteo Brusa è tornato a referto dopo lo stiramento a una coscia occorsogli a inizio anno, ma essendo stato influenzato per alcuni giorni non era in condizione di reggere il ritmo della gara. Per quanto riguarda Andrea Camporese, ha saltato la terza partita a causa dello sfilacciamento del legamento di un ginocchio capitatogli nel match contro il CGC Viareggio dello scorso 9 gennaio.

L’Admiral Valdagno, guidato da Franco Vanzo, si è presentato al PalaRovagnati di Biassono con i due rinforzi ingaggiati nel mercato invernale: i difensori Giovanni Zen, svincolato dal Sind Bassano lo scorso novembre, e Alberto Bertoldi, già biancazzurro fino al 2015 ma poi ritiratosi per motivi di lavoro. Tra gli ospiti, che in classifica inseguivano i locali a 3 punti di distanza, ha giocato anche Alberto Peripolli, protagonista della promozione in Serie A1 dell’HRC Monza. Pure tra i biancorossoazzurri erano presenti degli “ex”: Oviedo e Michele Panizza. Questi due, unitamente all’argentino Martinez, a Retis e a Compagno, hanno composto il quintetto iniziale del Centemero Monza. I vicentini hanno risposto con Cunegatti, Campagnolo, Peripolli, lo spagnolo Fariza e Zen. Dopo neanche un minuto e mezzo i brianzoli sono in vantaggio: Panizza tocca una punizione per Compagno che fionda in porta a mezza altezza sorprendendo il campione del mondo 1997 Cunegatti, che alla fine perderà nettamente la sfida a distanza col campione del mondo 1999 Oviedo. I biancazzurri reagiscono e al 6’20” pareggiano con Fariza, abile a deviare sottoporta un tiro dalla distanza di Campagnolo. 2’ dopo è lo stesso giocatore spagnolo a mandare la pallina sulla traversa. A riportare avanti il Centemero Monza è ancora “Checco”, in serata di grazia, con una staffilata da quasi centropista. Sull’onda dell’entusiasmo i padroni di casa arrotondano il punteggio Pagina 2 di 3 con una gran botta al volo di Compagno e al termine di un perfetto schema su punizione: Panizza tocca largo per Compagno che restituisce la pallina per la legnata di Panizza. La ripresa si vivacizza all’8’, quando Retis viene espulso per 2’ per un fallo su Zen. Oviedo para il tiro diretto di Fariza. Un minuto e mezzo dopo il Centemero, in inferiorità numerica, vola via in contropiede e Martinez viene abbattuto in area di rigore avversaria da Bicego. Cunegatti respinge sia il penalty di Compagno che la successiva ribattuta. Nulla può però al 12’31” quando Panizza chiude una magistrale triangolazione con Martinez. I biancorossoazzurri potrebbero dilagare, ma Martinez fallisce il tiro diretto assegnato per il decimo fallo valdagnese e Compagno centra il palo sul tiro diretto decretato per un fallo di Zen su di lui che vale anche il cartellino blu. Risale sugli scudi Oviedo, che respinge un rigore di Fariza fischiato per un fallo di Retis su Bertoldi. Poco dopo, però, il portiere italo-argentino viene espulso per 2’ per spostamento volontario della porta: il tiro diretto di Fariza fulmina il subentrato Piscitelli. Negli ultimi minuti Oviedo, rientrato in pista, si conferma impenetrabile, parando pure un altro rigore di Fariza assegnato per fallo di pattino. In precedenza Martinez aveva fallito un altro tiro diretto decretato per fallo di Bertoldi, espulso per 2’, su Panizza. Il “mendocino”, nonostante il bottino vuoto, resta in testa alla classifica marcatori con 34 gol. Per Colamaria si è trattata di una “vittoria fondamentale in ottica salvezza. Queste sono partite ‘da paura’, che a volte si portano a casa giocando male. Noi però abbiamo vinto dominando. Sono infatti soddisfatto non solo del risultato, ma anche dell’approccio alla gara dei ragazzi e della loro condizione fisica. Oviedo è stato decisivo e Compagno ha fatto molto bene. Il ritorno di Roca dall’infortunio è stato assolutamente positivo se teniamo conto che non può ancora tirare”. Sabato prossimo (ore 20.45) il Centemero Monza è atteso da un’altra sfida-salvezza, in casa dell’AFP Giovinazzo. Un’eventuale vittoria potrebbe riportarlo in zona play-off, che adesso dista solo 2 punti.

 

FOTO STEFANO SERVIDIO

CENTEMERO MONZA-ADMIRAL VALDAGNO 5-2 (4-1) CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Mariani, Besana, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. ADMIRAL VALDAGNO: Cunegatti, Bertoldi, Fariza, Peripolli, Zambon, Campagnolo, Zen, Bicego, Marchesini, Nieddu. All.: Vanzo. ARBITRI: Ferrari di Viareggio e Giovine di Salerno. MARCATORI: p.t. 1’28″ Compagno, 6’20″ Fariza, 10’57″ Compagno, 16’21″ Compagno, 19’02″ Panizza; s.t. 12’31″ Panizza, 14’46″ Fariza. NOTE: falli di squadra Centemero Monza 4, Admiral Valdagno 12; espulsi per 2′ Retis, Zen, Oviedo e Bertoldi; spettatori circa 350.

RISULTATI DELLA 17ª GIORNATA Forte dei Marmi – Sind Bassano 4-2 Trissino – Amatori Wasken Lodi 2-3 Thiene – Banca Cras Follonica 5-5 Faizanè Lanaro Breganze – AFP Giovinazzo 6-5 CGC Viareggio – Pieve010 4-2 Sinus Matera – Carispezia Sarzana 4-0 Centemero Monza – Admiral Valdagno 5-2

CLASSIFICA DOPO LA 17ª GIORNATA Pagina 3 di 3 Forte dei Marmi e Faizanè Lanaro Breganze punti 40; Sinus Matera e Amatori Wasken Lodi p. 36; CGC Viareggio p. 34; Sind Bassano p. 27; Banca Cras Follonica p. 25; Trissino p. 22; Centemero Monza p. 20; Admiral Valdagno p. 14; Carispezia Sarzana p. 12; Pieve010 p. 11; Thiene p. 10; AFP Giovinazzo p. 8.

PROGRAMMA DELLA 18ª GIORNATA 9 febbraio 2016 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – Amatori Wasken Lodi 9 febbraio 2016 20:45 Valdagno Admiral Valdagno – CGC Viareggio 9 febbraio 2016 20:45 San Daniele Po Pieve 010 – Forte dei Marmi 9 febbraio 2016 20:45 Bassano del Grappa Sind Bassano – Faizanè Lanaro Breganze 9 febbraio 2016 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Sinus Matera 9 febbraio 2016 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Centemero Monza

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Monza torna a ruggire: manita al Valdagno

Hockey, il Monza torna a ruggire: manita al Valdagno

Biassono. Il Centemero Monza torna alla vittoria dopo sette partite battendo in casa l’Admiral Valdagno con lo stesso punteggio della gara di andata: 5-2. Il risultato non fa una grinza: il neanche 17enne “Checco” Compagno ha messo quasi al sicuro la vittoria nel primo tempo con una tripletta e il quasi 42enne Juan Oviedo l’ha sigillata nella ripresa con un’infinità di parate superlative. Ma anche gli altri uo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREValdagno. Il Centemero Monza è tornato quello con la M maiuscola, quello delle prime due giornate di campionato. La vittoria per 5-2 sulla pista del PalaLido di Valdagno è inequivocabile. La condotta tattica è stata perfetta e i ragazzi biancorossoazzurri hanno applicato i dettami di “mister” Tommaso Colamaria con dedizione e grinta. Quando c’era da accelerare si è accelerato e quando c’era da rallentare si è rallentato. Quando ci sono state sbavature ci ha invece pensato il grande Juan Oviedo in porta, tornato sugli eccellenti livelli abituali dopo la battuta a vuoto di sabato scorso a Breganze. Proprio il portiere italoargentino era l’“ex” del match assieme a Michele Panizza, mentre dall’altra parte ha giostrato bene Alberto Peripolli, protagonista della promozione in Serie A1 dei brianzoli. Il Centemero inizia col solito quintetto composto da Oviedo, Panizza, Martinez, Roca e Camporese. Il Valdagno 1938, targato Admiral, risponde con Cunegatti, Campagnolo, lo spagnolo Fariza, Bicego e Peripolli. Come previsto le due squadre cercano di non scoprirsi cercando il tiro da lontano. I due portieri, entrambi campioni del mondo con le rispettive Nazionali, cominciano presto a scaldarsi le mani. La partita si infiamma al 9′, quando una stangata di Fariza si stampa sulla traversa e ricade più o meno sulla linea: i giocatori allenati da Franco Vanzo esultano, ma gli arbitri, dopo un consulto, non assegnano la marcatura. Al 10’54″ l’Admiral ha un’altra ghiotta occasione per passare in vantaggio: Oviedo esce a valanga su Peripolli falciandolo. Il rigore tirato da Fariza è però parato dall’estremo difensore italoargentino. Il doppio pericolo scuote i biancorossoazzurri, che al 12’33″ vanno in gol con una deviazione da distanza ravvicinata di Panizza, proprio sotto la gradinata dei suoi ex tifosi. La partita si vivacizza, ma i due portieri salgono sugli scudi respingendo ogni cosa diretta verso la loro porta. Nel secondo tempo si inizia come nel primo, con prudenza. All’8’14″ Martinez, in fase difensiva, non s’avvede di una pallina schizzata tra i suoi piedi, Peripolli gliela ruba e infila Oviedo nell’angolino alto. Al 10’04″ l’attaccante argentino si rifà con un gran gol: finta da una parte e fiondata dall’altra. Il nuovo vantaggio viene vanificato quando l’arbitro assegna un rigore per una pallina fermata dal pattino di Camporese, probabilmente in modo involontario, che Campagnolo trasforma. La svolta arriva al 15’56″: Peripolli sporca la sua partita stendendo Retis in area. Martinez si fa parare il tiro dal dischetto, ma l’arbitro fa ripetere per il movimento anticipato di Cunegatti. Poi “Gatto” insiste a muoversi prima e il “fischietto” lo butta Pagina 2 di 3 fuori per 2′. Entra Nieddu e Martinez trasforma il penalty. Il Monza ingrana grazie alla freschezza di Retis e Compagno, che fanno correre in lungo e in largo i biancazzurri di casa. Proprio Compagno colpisce una clamorosa traversa e poi fallisce un tiro diretto per una steccata di Fariza al braccio di Retis. Al 20’45″ ancora lui, il sedicenne con personalità da trentenne, serve una bella palla a Martinez a tre quarti di pista, che l’argentino con prontezza di riflessi colpisce violentemente al volo gonfiando la rete. Sempre Martinez, in crescendo nel finale di gara, chiude la contesa trasformando il tiro diretto per il decimo fallo dell’Admiral. Colamaria al termine della partita è naturalmente soddisfatto: “Che oggi sarebbe stata difficile lo si sapeva da tempo. Ma questa gara si era resa ancora più difficile dopo la sconfitta pesante di sabato scorso. Però ho sempre detto che prima che dei giocatori ho a disposizione degli uomini: ho il piacere e l’orgoglio di allenarli, perché per affrontare una partita come questa con la concentrazione giusta e non vacillare in occasione di episodi come quello del 2-2 è segno di grande forza mentale. Il resto è venuto di conseguenza. L’abbiamo giocata come la volevamo giocare. Questi sono tre punti dal peso specifico importante. Il nostro obiettivo rimane comunque la salvezza, da raggiungere il prima possibile”. Quello di Valdagno è stato l’unico incontro in calendario nella giornata di sabato essendo gli altri stati spostati per gli impegni nelle coppe europee di ben nove club italiani. Il Centemero Monza si aspetta per sabato prossimo (ore 20.45), al ritorno al PalaRovagnati di Biassono, ancora più pubblico che all’esordio casalingo col Sind Bassano. L’avversario sarà l’AFP Giovinazzo, inguaiato nei bassifondi della classifica. Un’occasione d’oro per i prodi biancorossoazzurri per restare saldi in zona play-off...

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

ADMIRAL VALDAGNO-CENTEMERO MONZA 2-5 (0-1) ADMIRAL VALDAGNO: Cunegatti, Nardon, Fariza, Ribot, Peripolli, Zambon, Campagnolo, Bicego, Marchesini, Nieddu. All.: Vanzo. CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. ARBITRI: Alessandro Eccelsi di Novara e Claudio Ferraro di Bassano del Grappa. MARCATORI: p.t. 12’33″ Panizza; s.t. 8’14″ Peripolli, 10’04″ Martinez, 10’34″ Campagnolo, 15’58″ Martinez, 20’45″ Martinez, 21’21″ Martinez. NOTE: falli di squadra Admiral Valdagno 10, Centemero Monza 6; espulsi per 2′ Cunegatti e Fariza; spettatori circa 800.

RISULTATI DELLA 4ª GIORNATA Banca Cras Follonica – Thiene 6-2 (giocata martedì) Admiral Valdagno – Centemero Monza 2-5 27 ottobre 2015 20:45 Bassano del Grappa Sind Bassano – Forte dei Marmi 27 ottobre 2015 20:45 Lodi Amatori Wasken Lodi – Trissino 27 ottobre 2015 20:45 Giovinazzo Giovinazzo – Faizanè Lanaro Breganze 27 ottobre 2015 20:45 San Daniele Po Pieve010 – CGC Viareggio Pagina 3 di 3 27 ottobre 2015 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – Sinus Matera

CLASSIFICA DOPO LA 4ª GIORNATA Banca Cras Follonica punti 10; Faizanè Lanaro Breganze, Forte dei Marmi, Sinus Matera e Centemero Monza p. 7; CGC Viareggio e Trissino p. 5; Admiral Valdagno p. 4; Sind Bassano, Amatori Wasken Lodi e Pieve010 p. 3; AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 1; Thiene p. 0. Faizanè Lanaro Breganze, Forte dei Marmi, Sinus Matera, CGC Viareggio, Trissino, Sind Bassano, Amatori Wasken Lodi, Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana una partita in meno.

IL PROGRAMMA DELLA 5ª GIORNATA 31 ottobre 2015 20:45 Lodi Amatori Wasken Lodi – Carispezia Sarzana 31 ottobre 2015 20:45 Viareggio CGC Viareggio – Admiral Valdagno 31 ottobre 2015 20:45 Forte dei Marmi Forte dei Marmi – Pieve010 31 ottobre 2015 20:45 Breganze Faizanè Lanaro Breganze – Sind Bassano 31 ottobre 2015 20:45 Matera Sinus Matera – Banca Cras Follonica 31 ottobre 2015 20:45 Biassono Centemero Monza – AFP Giovinazzo 31 ottobre 2015 20:45 Thiene Thiene – Trissino 

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il ruggito del Monza: cinque goal in trasferta

Hockey, il ruggito del Monza: cinque goal in trasferta

Valdagno. Il Centemero Monza è tornato quello con la M maiuscola, quello delle prime due giornate di campionato. La vittoria per 5-2 sulla pista del PalaLido di Valdagno è inequivocabile. La condotta tattica è stata perfetta e i ragazzi biancorossoazzurri hanno applicato i dettami di “mister” Tommaso Colamaria con dedizione e grinta. Quando c’era da accelerare si è accelerato e quando c’era da r

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Due partite consecutive in casa, ma una più difficile dell’altra: per il Centemero Monza è giunto il momento della prima prova di maturità, quella che probabilmente stabilirà il ruolo della matricola, finora “terribile”, per il prosieguo della stagione.

Prima della sfida del 5 dicembre con la Sinus Matera, una delle candidate al titolo tricolore, i biancorossoazzurri dell'hockey dovranno affrontare al PalaRovagnati di Biassono (sabato alle ore 20.45) il Trissino guidato dall’allenatore-giocatore Dario Rigo, indimenticato difensore del Roller Monza vincitore della Coppa delle Coppe 1995 e dello scudetto 1996. I vicentini sono avanti di una sola lunghezza in classifica rispetto al team allenato da Tommaso Colamaria (nella foto) e hanno pure un rendimento simile sia in casa che in trasferta, nel senso che la maggior parte dei punti sono stati ottenuti tra le mura amiche, dettaglio che equilibra l’esito del match. La formazione bluceleste può vantare il pareggio interno col Forte dei Marmi e quello esterno col Faizanè Lanaro Breganze nonché il successo ottenuto ai danni della Banca Cras Follonica al Palasport trissinese (quello dove nel 1994 il Monza perse la finale scudetto contro l’Amatori Vercelli). Il Centemero confida nelle parate dell’ex di turno Juan Oviedo e nella grande vena realizzativa mostrata dall’argentino Lucas Martinez, capocannoniere del campionato con 17 gol, più uno assegnato incredibilmente a un giocatore in panchina. Purtroppo mancherà, e probabilmente per altre 3 o 4 partite, l’attaccante Nicola Retis: sabato scorso durante il derby al PalaCastellotti di Lodi era stato costretto a uscire dalla pista per un infortunio alla spalla, aggiuntosi al dolore all’inguine già esistente. Per quest’ultimo la diagnosi è stata di ernia: il giocatore di Montecchio Precalcino è stato operato stamattina in una struttura della provincia di Vicenza. Leggermente più lunghi sono i tempi di guarigione della spalla trattandosi in quel caso di uno stiramento al legamento, oltre che di un forte ematoma.

Da segnalare che Centemero Monza-Trissino sarà una delle uniche due partite di Serie A1 che si disputerà domani, essendo le altre state rinviate a martedì prossimo per gli impegni nelle coppe europee di ben 9 compagini italiane.

Colamaria chiama i suoi uomini a un cambio di rotta nel gioco rispetto alle ultime tre partite: “La classifica dice che sarà uno scontro diretto. I nostri avversari ci sono davanti solo di 1 punto, ma hanno qualche anno di esperienza in più rispetto a noi in questa categoria. Sarà una partita difficile, in cui risulterà importante segnare per primi, anche perché loro sono quasi completamente gli stessi della scorsa stagione, che hanno concluso con uno ‘score’ di poche reti subite. Comunque, se non vogliamo perdere le posizioni di prestigio che ci siamo guadagnati, non possiamo permetterci di uscire dalla pista sconfitti. Da domani e per qualche settimana ci mancherà Retis: per gli equilibri che avevamo trovato non è un’assenza di poco conto. Del resto in un campionato gli infortuni vanno messi in preventivo. Pure in questo caso siamo in equilibrio col Trissino perché alla squadra bluceleste mancherà ancora Eddy Randon”.

Colamaria si troverà di fronte, da quest’anno anche come collega, il 45enne Rigo, intramontabile campione, che nel 1996 contribuì in maniera determinante a far vincere a “Tommy” il suo primo, e finora unico, scudetto da allenatore. “Su Dario non c’è nulla da dire: parlano i risultati che ha ottenuto in carriera – è il suo commento - Certamente è il giocatore con più esperienza nel campionato italiano! Ma noi dovremo stare molto attenti anche all’argentino Maximiliano Oruste, pericolosissimo negli ultimi metri, e allo spagnolo Marc Pallares, esperto e veloce”. Gli arbitri dell’incontro saranno Raffaele Strippoli e Carlo Iuorio, mentre Giorgio Fontana sarà l’ausiliario.

Anche in occasione della partita di domani i piccoli atleti dell’HRC Monza daranno dimostrazione delle loro capacità durante l’intervallo. Entreranno in pista in maglietta bianca e con in mano un palloncino bianco come colombe di pace liberate nel cielo. Prosegue pure l’allestimento di mostre a cura del Circolo Fotografico Monzese, sodalizio col quale è stata avviata una collaborazione. In esposizione quattro fotocomposizioni di Elio Baioni intitolate “In giro per Berlino”, “NY: ponti sull’East River”, “Street Art“  e “Un mondo di foto“.

GLI AVVERSARI

Il Trissino è stato fondato nel 1961 sull’onda della diffusione dell’hockey su pista nei paesi del Vicentino. Nel 1969 ha ottenuto la prima promozione nella massima serie, cui ha fatto seguito nel 1974 la conquista della Coppa Italia e nel 1978 il primo posto in campionato, titoli in seguito non bissati. Negli anni ’70-’80-’90 ha vantato uno dei migliori settori giovanili in Italia, che ha fornito alla Nazionale autentici fuoriclasse come Stefano Dal Lago, scomparso a soli 24 anni per un arresto cardiaco mentre giocava una partita di Coppa Italia a Novara, nel palazzetto dello sport ora a lui intitolato. Talento purissimo, aveva già collezionato 3 scudetti, 4 Coppe Italia, 1 Coppa CERS (tutti titoli vinti col Novara) e 2 Campionati del Mondo con la Nazionale. A Trissino gli è dedicato un torneo giovanile internazionale che si disputa con cadenza annuale.

L’allenatore-giocatore è un altro campione straordinario: Dario Rigo. Ha iniziato la carriera da “coach” di una prima squadra quest’anno, ma a 45 primavere suonate non ne vuole sapere di appendere i pattini al chiodo. In carriera ha vinto 3 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa CERS, un Campionato Mondiale e un Campionato Europeo. Ha giocato con il Roller Monza dal 1993 al 1996 conquistando la Coppa delle Coppe 1995 e lo scudetto 1996. Nei primi due anni ha avuto come compagno di squadra l’attuale allenatore del Centemero Monza, Tommaso Colamaria, che poi l’ha allenato nella terza e ultima stagione in biancazzurro.

Nel Trissino giocano pure Alberto Greco e Alessandro Faccin, campioni d’Europa 2014 con la Nazionale Under 17 guidata sempre da “Tommy”.

IL PROGRAMMA DELLA 9ª GIORNATA

28 novembre 2015 20:45 Biassono
Centemero Monza – Trissino

28 novembre 2015 20:45 Thiene
Thiene – AFP Giovinazzo

1 dicembre 2015 20:45 Bassano del Grappa
Sind Bassano – Banca Cras Follonica

1 dicembre 2015 20:45 Forte dei Marmi
Forte dei Marmi – CGC Viareggio

1 dicembre 2015 20:45 Breganze
Faizanè Lanaro Breganze – Sinus Matera

 

1 dicembre 2015 20:45 San Daniele Po
Pieve010 – Amatori Wasken Lodi

1 dicembre 2015 20:45 Sarzana
Carispezia Sarzana – Admiral Valdagno

CLASSIFICA DOPO LA 8ª GIORNATA

 

Forte dei Marmi punti 19; Amatori Wasken Lodi p. 18; Faizanè Lanaro Breganze e Sinus Matera p. 17; Banca Cras Follonica e Trissino p. 14; Centemero Monza p. 13; CGC Viareggio p. 12; Sind Bassano p. 11; Admiral Valdagno p. 8; Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4; Thiene p. 3. 

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, mister Colamaria suona la carica per le due gare in casa

Hockey, mister Colamaria suona la carica per le due gare in casa

Monza. Due partite consecutive in casa, ma una più difficile dell’altra: per il Centemero Monza è giunto il momento della prima prova di maturità, quella che probabilmente stabilirà il ruolo della matricola, finora “terribile”, per il prosieguo della stagione. Prima della sfida del 5 dicembre con la Sinus Matera, una delle candidate al titolo tricolore, i biancorossoazzurri dell'hockey dovranno affro

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREThiene. Occasione sprecata dal Centemero Monza per chiudere definitivamente il discorso relativo alla salvezza con 6 giornate di anticipo e per consolidare l'ottava posizione che varrebbe la qualificazione ai play-off scudetto. La squadra guidata da Tommaso Colamaria non è riuscita ad andare aldilà di un pareggio per 3-3 in casa del Thiene penultimo in classifica, mancando dunque il poker di vittorie consecutive.

Se da una parte i biancorossoazzurri non hanno giocato una delle loro migliori partite, va dato atto ai gialloblù vicentini di aver disputato un'ottima gara, con grande determinazione, quella che ci vuole per tirarsi fuori da una situazione difficilissima, equivalente alla fine della regular season alla retrocessione in Serie A2.

Il tecnico dei brianzoli, che per la sesta volta di fila non ha potuto disporre di Andrea Camporese, infortunato a un ginocchio, ha presentato in pista il quintetto formato da Oviedo, Panizza, Compagno, Retis e l'argentino Martinez. L'allenatore-giocatore del Thiene, Giorgio Casarotto, ha schierato al suo fianco Comin, Sperotto, Brendolin e Piroli.

Gli ospiti ci hanno messo un po' per uscire dagli spogliatoi con la testa: dopo 43" avevano già subito il primo gol di Brendolin su assist di Piroli e dopo un’altra manciata di secondi avevano visto la pallina scagliata dal "bomber" locale stamparsi sulla traversa. Le distrazioni in difesa e i pasticci in varie zone del campo sono proseguiti per tutto il primo tempo, ma grazie soprattutto a Oviedo il punteggio non si è appesantito. Nell'ultimo minuto Dalle Carbonare ha trovato l'incrocio dei pali e con l’azione susseguente di contropiede Martinez ha pareggiato i conti delle reti.

La ripresa è stata più vivace anche perché il Centemero è sceso in pista più determinato, commettendo meno errori nei passaggi, ma lasciando spesso Oviedo in balia degli avversari. E così al 4'22" e al 7'38" il solito Brendolin ha portato a +2 la compagine di Casarotto, prima ribattendo in rete una respinta di Oviedo su un suo precedente tiro e poi beffando la retroguardia brianzola girando dietro la porta e insaccando con un alza-e-schiaccia. Tra il 12' e il 13’ Martinez manda sulla traversa un tiro diretto e quindi accorcia le distanze approfittando della situazione di powerplay per l'espulsione temporanea di Casarotto. Tra il 18' e il 19’ la sfortuna si accanisce contro il Centemero, capace di prendere in serie un palo con Martinez, una traversa con Compagno e una traversa con Brusa. Compagno, comunque, riesce a rimettere le cose a posto insaccando sottoporta. Al 21’ Oviedo e Comin respingono i tiri diretti di Brendolin e Martinez. Subito dopo Comin falcia Compagno in area e l'arbitro assegna il rigore espellendo per 2’ il portiere di casa per proteste. Pure “Checco”, però, si fa ribattere la conclusione dal dischettino. Nell'ultimo minuto Oviedo neutralizza un tiro diretto di Piroli e Retis si mangia un gol davanti a Dalla Vecchia.

In chiave play-off il punto rosicchiato al PalaCeccato consente ai monzesi di portarsi a 3 lunghezze di vantaggio sul Trissino, mentre in chiave classifica marcatori la doppietta di Martinez permette al “mendocino” di guardare ancora tutti dall’alto in basso grazie ai 42 centri.

Colamaria vede più il bicchiere mezzo pieno di quello mezzo vuoto: “Abbiamo portato via un punto in casa di una squadra che ha giocato alla morte avendo un bisogno disperato di punti per salvarsi. Ci dispiace non aver vinto, ma bisogna accettare il verdetto della pista. Oggi siamo stati imprecisi e sfortunati nelle conclusioni: abbiamo buttato via tante occasioni quante ne avevamo avute in tutto il resto del campionato. A qualche manciata di secondi dalla fine abbiamo provato a vincere la partita correndo seriamente il rischio di perderla. Comunque, nonostante la stanchezza fisica emersa durante la gara dovuta a una stagione logorante, abbiamo retto sino alla fine anche a livello mentale”.

Il prossimo match è un appuntamento storicamente irrinunciabile per la tifoseria monzese: mercoledì 2 marzo, anticipato di tre giorni a causa degli impegni in Coppa CERS della squadra avversaria, al PalaRovagnati di Biassono tornerà il derby lombardo “classico”, quello contro l’Amatori Lodi, ora Amatori Wasken Lodi. Sabato prossimo, invece, il campionato si fermerà per lasciare spazio alla final eight di Coppa Italia.

THIENE-CENTEMERO MONZA 3-3 (1-1)

THIENE: Dalla Vecchia, Brendolin, Dalle Carbonare, Sperotto, Piroli, Marangoni, Casarotto, Scuccato, Vanzo, Comin. All.: Casarotto.

CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Mariani, Perego, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.

ARBITRI: Carmazzi di Viareggio e Di Domenico di Modena.

MARCATORI: p.t. 00’43” Brendolin, 24'41" Martinez; s.t. 4'22" Brendolin, 7'38" Brendolin, 11'20” Martinez, 18'56" Compagno.

CLASSIFICA DOPO LA 20ª GIORNATA

Forte dei Marmi e Amatori Wasken Lodi p. 45; Faizanè Lanaro Breganze p. 44; CGC Viareggio p. 41; Sinus Matera p. 39; Sind Bassano e Banca Cras Follonica p. 34; Centemero Monza p. 27; Trissino p. 25; Admiral Valdagno p. 15; Pieve010 e Carispezia Sarzana p. 12; Thiene p. 11; AFP Giovinazzo p. 9.

Leggi anche

Pallavolo, Concorezzo schiacciasassi: demolito il Bulciago

 

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, pareggio a Thiene: il Monza si morde le mani

Hockey, pareggio a Thiene: il Monza si morde le mani

Thiene. Occasione sprecata dal Centemero Monza per chiudere definitivamente il discorso relativo alla salvezza con 6 giornate di anticipo e per consolidare l'ottava posizione che varrebbe la qualificazione ai play-off scudetto. La squadra guidata da Tommaso Colamaria non è riuscita ad andare aldilà di un pareggio per 3-3 in casa del Thiene penultimo in classifica, mancando dunque il poker di vittorie consecutive. Se da una parte i

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Prima sconfitta casalinga per il Centemero Monza in questo primo campionato di Serie A1: l’impresa di battere la “corazzata” Sinus Matera è stata solo sfiorata.

I biancorossoazzurri hanno disputato una bella partita, tenendo testa a una squadra che lotta per il titolo tricolore, forte di due neocampioni del mondo argentini: il portiere Valentin Grimalt e l’attaccante Gonzalo Romero. Peraltro hanno lasciato un po’ perplessi alcune decisioni arbitrali che hanno indirizzato la gara in senso negativo per i brianzoli. Gli applausi scroscianti all’indirizzo dei ragazzi allenati da Tommaso Colamaria hanno sottolineato la buona prestazione, che lascia ben sperare per i prossimi tre incontri decisivi per la qualificazione alla Coppa Italia. Alla final eight della coppa nazionale accederanno le prime 7 in graduatoria al termine del girone di andata più la società organizzatrice del concentramento.

Non c’è il tempo per rifiatare in casa del Centemero Monza. Già incombe il turno infrasettimanale di oggi, 8 dicemnbre, (ore 20.45), che peraltro vedrà i biancorossoazzurri impegnati in trasferta nientemeno che contro il Forte dei Marmi campione d’Italia in carica.

Il Centemero Monza è sceso in pista con Oviedo, Panizza, Camporese e i due argentini Roca e Martinez. Colamaria non ha potuto contare per la seconda volta sull’attaccante Nicola Retis, operato una settimana fa di ernia inguinale e pure infortunato alla spalla. Da segnalare l’esordio in panchina in Serie A1 di Matteo Galimberti, 14 anni d’età compiuti da soli 36 giorni, punta di diamante del “farm team” di Serie B. La Sinus Matera, allenata dall’unico tecnico straniero presente in Italia, il portoghese Nuno Resende, ha risposto con gli argentini Grimalt e Romero, Valerio Antezza, lo spagnolo Lopez e Ghirardello.

La fase iniziale è di assoluto equilibrio, poi al 10’32” gli arbitri non convalidano un gol a Martinez perché il tiro sarebbe stato scagliato con la pallina troppo alta. Intorno al 12’ un contropiede due-contro-uno degli argentini del Centemero non viene chiuso in rete da Roca; sul ribaltamento di fronte la Sinus Matera passa in vantaggio proprio a conclusione di un contropiede due-contro-uno: è Lopez a mettere a frutto l’assist di Borsi. I padroni di casa non si scompongono e a circa un minuto dal suono della sirena pareggiano con un sensazionale gol di Martinez, ma anche stavolta gli arbitri non convalidano perché il colpo alla pallina sarebbe stato dato col bastone troppo alto. Le proteste del pubblico sono vibranti e forse non a torto.

Nella ripresa il Centemero Monza si fa più intraprendente e i lucani colpiscono maggiormente in contropiede. Non si segnalano occasioni clamorose fino al 13’25″, quando Ghirardello fionda da fuori area: la pallina colpisce prima il palo e poi la schiena di Oviedo tornando verso la porta e superando la linea prima che il portiere riesca a intervenire. Dopo 11″ i padroni di casa accorciano le distanze grazie a un rigore di Martinez, assegnato per una spinta di Borsi su Camporese. Il “bomber” argentino al venticinquesimo centro (ventiquattresimo per la Lega Nazionale Hockey, che ha incredibilmente assegnato un suo gol a un giocatore in panchina) riesce a gonfiare la retina al secondo tentativo, dopo che il primo era stato respinto da Grimalt, muovendosi però anticipatamente. Il 3-1 che sigilla il match è di Valerio Antezza al 18’21″: l’esperto giocatore biancazzurro sbuca da dietro la porta e prova la conclusione riuscendo a beffare Oviedo. Al 22’30” lo stesso giocatore ospite si fa respingere dal portiere locale un rigore assegnato per un fallo di Camporese su Romero. A 2′ dalla fine il Centemero avrebbe l’occasione per ridurre lo svantaggio, ma Martinez non trasforma un altro rigore decretato per un fallo sullo stesso argentino.

I brianzoli torneranno in pista già martedì prossimo (ore 20.45) a Forte dei Marmi, contro i campioni d’Italia in carica, per il turno infrasettimanale.

“La Sinus Matera è una squadra che punta allo scudetto e oggi ha dimostrato di essere forte in ogni situazione – ha commentato Colamaria – Per me è importante che comunque ci siamo giocati la partita alla pari. Purtroppo dobbiamo ancora imparare a capire che gli episodi sono determinanti: non possiamo permetterci di commettere certi errori, anche se pochi nell’arco dei 50′. Nella fase più calda del secondo tempo, poi, ci siamo fatti un po’ prendere dalla foga e abbiamo manovrato poco preferendo soluzioni personali e tiri da lontano. Quello di stasera è stato un valido banco di prova per la tenuta mentale in vista della difficilissima trasferta di martedì prossimo”.

CENTEMERO MONZA-SINUS MATERA 1-3 (0-1)
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Galimberti M., Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
SINUS MATERA: Belgiovine, Santeramo L., Lopez, Antezza V., Ghirardello, Borsi, Santeramo D., Romero, Grimalt. All.: Resende.
ARBITRI: Eccelsi di Novara e Parolin di Bassano del Grappa.
MARCATORI: p.t. 12’03″ Lopez; s.t. 13’25″ Ghirardello, 13’36″ Martinez, 18’21″ Antezza V..
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 7, Sinus Matera 9; spettatori circa 350.

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, prima sconfitta in casa: oggi si va al Forte, campione d'Italia

Hockey, prima sconfitta in casa: oggi si va al Forte, campione d'Italia

Monza. Prima sconfitta casalinga per il Centemero Monza in questo primo campionato di Serie A1: l’impresa di battere la “corazzata” Sinus Matera è stata solo sfiorata. I biancorossoazzurri hanno disputato una bella partita, tenendo testa a una squadra che lotta per il titolo tricolore, forte di due neocampioni del mondo argentini: il portiere Valentin Grimalt e l’attaccante Gonzalo Romero. Peraltro hanno lasciato u

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonzaIl Centemero Monza accarezza la qualificazione alla Coppa Italia, ma alla fine si fa rimontare e dunque per un solo gol subito di troppo deve accontentarsi di un pareggio e quindi del nono posto in classifica, risultato che al termine del girone di andata non gli permette di “staccare il biglietto” per Forte dei Marmi, dove dal 25 al 28 febbraio si disputerà la final eight. Contro una forte Banca Cras Follonica, avversaria diretta per la qualificazione alla seconda competizione nazionale, sabato sera a Biassono si è comunque rivisto un buon Centemero, capace di contenere il potente attacco maremmano e di colpire in contropiede con efficacia. Da segnalare che è stata tra l’altro interrotta la serie negativa di 3 sconfitte consecutive. Il pubblico ha assistito a un match avvincente e alla fine, nonostante l’amarezza della mancata qualificazione, ha applaudito i ragazzi biancorossoazzurri. Il risultato poteva anche essere diverso se incomprensibili decisioni arbitrali non avessero danneggiato la squadra di casa a favore di quella dell’allenatore-giocatore Franco Polverini. A cominciare dalla convalida del primo gol degli ospiti, giunto al 5’30″ grazie a un colpo di bastone molto alto di Saavedra. L’argentino aveva iniziato il match nel quintetto base assieme a Menichetti, Federico Pagnini, al connazionale Rodriguez e al portoghese Marinho. I padroni di casa si erano schierati con Oviedo, Panizza, Camporese, Compagno e l’argentino Martinez. Il suo connazionale Roca è rimasto in panchina tutto il tempo a causa di un forte dolore al costato causato da un colpo patito nell’allenamento di due giorni prima: gli accertamenti clinici effettuati al termine della partita hanno evidenziato un’incrinatura a una costola. L’allenatore Tommaso Colamaria ha anche dovuto fare a meno per la quinta volta consecutiva, e quasi certamente ultima, di Retis, infortunato alla spalla.

Detto del contestato gol del vantaggio, i brianzoli hanno reagito subito e dopo soli 16″ Compagno, fresco di convocazione in Nazionale Under 23, ha rimesso le cose a posto con un fendente dalla sinistra. Il 2-1 biancazzurro porta la firma di Pagnini, a segno dopo essersi liberato dalla morsa di Compagno. Il Centemero non ha mollato e intorno al 20’ ha capovolto il punteggio con una doppietta di Martinez: il “mendocino” prima ha alzato la pallina di un palmo per stangarla nell’angolino, poi l’ha schiacciata a conclusione di una mischia. Un grave errore difensivo commesso a 6″ dal termine della prima frazione di gioco ha però permesso a Marinho di riequilibrare la gara.

Nella ripresa i biancorossoazzurri hanno spinto sull’acceleratore e al 12’20″ un meraviglioso gol di Martinez a conclusione di un’azione personale ha fatto esplodere di gioia il PalaRovagnati di Biassono. Anche in questo caso il vantaggio è durato poco perché 1’46″ dopo Rodriguez ha gonfiato la rete con una fiondata da lontano. Il “forcing” finale del Centemero ha portato diversi suoi giocatori a tirare a rete, ma Menichetti si è sempre fatto trovare pronto. A 2” dal termine Martinez si è fatto espellere per 2’: il conseguente tiro diretto di Saavedra è finito addosso a Oviedo e poi sulla ribattuta l’argentino ha segnato, però gli arbitri non hanno convalidato il gol perché erano ormai trascorsi i 2” consentiti dal regolamento. La decisione ha mandato su tutte le furie il presidente del club toscano Massimo Pagnini (padre del giocatore follonichese), che ha fatto irruzione al tavolo dei giudici di gara battendo i pugni contro la stampante e inveendo contro dirigenti, tecnici, giocatori e tifosi brianzoli. La “bagarre” scatenata dal numero 1 maremmano è stata placata con difficoltà dai dirigenti locali. Da parte sua la Banca Cras Follonica intende presentare ricorso contro il risultato maturato in pista.

Colamaria, bersagliato da Massimo Pagnini, ha preferito parlare di hockey e non di carte bollate: “Abbiamo giocato alla pari contro una squadra costruita per arrivare tra le prime sei. Purtroppo alle nostre partite si arbitra diversamente quando la formazione avversaria arriva a 9 falli… Comunque dovevamo essere più convinti a cercare di subire il decimo fallo. Sottolineo inoltre che non abbiamo potuto disporre all’ultimo momento di Roca: sembrava a posto dopo il colpo dell’altroieri e invece oggi sentiva dolore forte. Quello contro la Banca Cras Follonica è un punto che fa classifica. Però siamo andati vicini alla qualificazione e questo ci brucia. Al giro di boa abbiamo 17 punti: ancora 8 punti e dovremmo essere salvi”.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

BANCA CRAS FOLLONICA-CENTEMERO MONZA 4-4 (3-3)

CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Perego, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
BANCA CRAS FOLLONICA: Menichetti, Bianchi, Banini, Polverini, Pagnini, Paghi, Saavedra, Rodriguez, Marinho, Gaeta. All.: Polverini.
ARBITRI: Barbarisi di Salerno e Corponi di Trissino.
MARCATORI: p.t. 5’30” Saavedra, 5’46” Compagno, 8’37” Pagnini, 18’27” Martinez, 19’29” Martinez, 24’54” Marinho; s.t. 12’20” Martinez, 14’06 Rodriguez.
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 5, Banca Cras Follonica 9; espulso 2′ Martinez; spettatori circa 250.

CLASSIFICA DOPO LA 13ª GIORNATA

Faizanè Lanaro Breganze e Forte dei Marmi punti 28; Sinus Matera p. 27; CGC Viareggio p. 25; Amatori Wasken Lodi p. 24; Trissino p. 22; Sind Bassano p. 21; Banca Cras Follonica p. 20; Centemero Monza p. 17; Carispezia Sarzana p. 11; Admiral Valdagno p. 10; Pieve010 p. 8; AFP Giovinazzo p. 7; Thiene p. 6.

P

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, quel pareggio beffardo che nega la Coppa Italia

Hockey, quel pareggio beffardo che nega la Coppa Italia

Monza. Il Centemero Monza accarezza la qualificazione alla Coppa Italia, ma alla fine si fa rimontare e dunque per un solo gol subito di troppo deve accontentarsi di un pareggio e quindi del nono posto in classifica, risultato che al termine del girone di andata non gli permette di “staccare il biglietto” per Forte dei Marmi, dove dal 25 al 28 febbraio si disputerà la final eight. Contro una forte Banca Cras Follonica, avv

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREForte dei Marmi (LU). La stagione del Centemero Monza finisce con un rimpianto: quello di non essere riuscito per un soffio ad acciuffare gara-3 dei quarti di finale dei play-off scudetto. Lo scrosciante applauso rivolto stasera a fine partita ai giocatori biancorossoazzurri da parte del pubblico di Forte dei Marmi testimonia della grande prestazione degli uomini guidati da Tommaso Colamaria, che solo al golden gol nei tempi supplementari si sono piegati di fronte ai campioni d’Italia in carica e semifinalisti di Eurolega del DÌTV.it.

Davanti alle telecamere di Rai Sport 2, che ha trasmesso il match in diretta, la “Stecca d’Oro” Lucas Martinez e i suoi compagni d’avventura nel Centemero hanno tenuto testa per oltre 51′ ai fortissimi rossoblù allenati da Pierluigi Bresciani, spaventando la tifoseria versiliese nella parte finale del secondo tempo, quando Stagi ha dovuto mettere qualche pezza alla traballante difesa di casa.

Anche nel primo tempo i toscani hanno dovuto faticare moltissimo per perforare la porta difesa ottimamente da Oviedo. Solo al 16’26″ con una fiondata da quasi centropista il 7 volte campione del mondo con la Nazionale spagnola, Pedro Gil, riesce a far esplodere di gioia il PalaForte. Prima dell’intervallo si registrano quindi un palo dello stesso Gil e un palo di Retis.

Nella ripresa i brianzoli scendono in pista con Oviedo, Panizza, Compagno, Martinez e Retis, quest’ultimo subentrato a Roca, mentre i padroni di casa propongono Stagi, Orlandi, il Nazionale italiano Pagnini, Gil e l’altro spagnolo Cancela, quest’ultimo subentrato all’altro Nazionale azzurro Motaran. Bresciani non ha potuto disporre dello spagnolo Torner, lussatosi una spalla in gara-1.

Il Centemero Monza fa le prove del pareggio con Martinez all’8’, che centra il palo. È Compagno al 16’42” ad ammutolire per qualche secondo il palazzetto toscano (e a far gioire l’unico tifoso giunto da Monza presente nel settore ospiti), finalizzando sottoporta una triangolazione con Panizza in contropiede.

Dopo 1’05″ del primo tempo supplementare, però, i sogni di “bella” al PalaForte, in calendario sabato prossimo, si infrangono quando Oviedo non riesce a trattenere una pallina scagliata con violenza da Motaran.  In virtù dello 0-5 patito in gara-1 al PalaRovagnati di Biassono i brianzoli escono di scena. Quello che doveva essere un campionato tranquillo, con obiettivo la salvezza senza affanni, si è trasformato in una cavalcata verso i play-off scudetto che ha avuto come premio anche la qualificazione alle coppe europee, nello specifico la Coppa CERS, 2016/17.

A fine partita Colamaria si è mostrato sereno ma anche molto dispiaciuto: “Brucia molto uscire dai play-off in questo modo. Ci vorrà tempo per smaltire la delusione. Non abbiamo avuto la lucidità nell’ultima parte di gara ad andare a conquistare il decimo fallo di squadra a favore. Per il resto l’incontro di stasera è stato molto simile a quello di sabato scorso, dove non c’erano 5 gol di differenza tra noi e loro. In questo campionato non ci sono mai state partite in cui ci siamo sentiti inferiori agli avversari. Ciò non significa che siamo superiori alle squadre arrivate davanti a noi in classifica, però ho trovato un gruppo che dall’inizio non si è mai sentito inferiore a nessuno. Ha avuto l’umiltà di saper soffrire. I giocatori hanno saputo prendere coscienza degli errori che facevano e sono cresciuti. Dopo un risultato del genere significa che in questa società tante cose sono buone: i giocatori, i dirigenti, i collaboratori (anche se pochi), i tifosi, che sono diventati importanti nel corso della stagione facendoci sentire la responsabilità di quello che facevamo. Grazie a tutti”.


DÌTV.IT FORTE DEI MARMI-CENTEMERO MONZA 2-1 (1-0; 1-1)
DÌTV.IT FORTE DEI MARMI: Stagi, Motaran, Giovannetti, Orlandi, Gil, Pagnini, Mattugini, Cancela, Maremmani, Caglioti. All.: Bresciani.
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
ARBITRI: Da Prato di Viareggio e Uggeri di Lodi.
MARCATORI: p.t. 16’26″ Gil; s.t. 16’42″ Compagno; p.t.s. 1’05″ Motaran.
NOTE: falli di squadra DÌTV.it Forte dei Marmi 9, Centemero Monza 8; spettatori circa 600.

RISULTATI DELLE GARE-2 DEI QUARTI DI FINALE PLAY-OFF SCUDETTO

 

Sinus Matera  – Banca Cras Follonica 4-2

DìTV.it Forte dei MarmiCentemero Monza 2-1 d.g.g.

26 aprile 2016 20:45 Breganze
Faizanè Lanaro BreganzeCGC Viareggio

26 aprile 2016 20:45 Lodi
Amatori Wasken LodiSind Bassano

 

Leggi anche

Pallavolo, il Granaio torna a essere "schiacciasassi"

Calcio, il vero "Sole" è quello biancorosso

Ufficiale: Alessandro Minelli all'Inter

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, un Monza da applausi saluta i play-off

Hockey, un Monza da applausi saluta i play-off

Forte dei Marmi (LU). La stagione del Centemero Monza finisce con un rimpianto: quello di non essere riuscito per un soffio ad acciuffare gara-3 dei quarti di finale dei play-off scudetto. Lo scrosciante applauso rivolto stasera a fine partita ai giocatori biancorossoazzurri da parte del pubblico di Forte dei Marmi testimonia della grande prestazione degli uomini guidati da Tommaso Colamaria, che solo al golden gol nei tempi supplementari si sono

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Sabato 21 novembre è in programma lo spettacolo teatrale “I 39 scalini” di Alfred Hitchcock in collaborazione con la Compagnia Amici del Teatro di Monza. Lo spettacolo si terrà al teatro Triante di Monza in via Duca D'Aosta 8/a e sarà a offerta libera. Il ricavato andrà a sostegno dei  progetti dell'associazione di Concorezzo Kibinti Onlus e in particolare al progetto “Bambini Cardiopatici” che dal 2012 ha permesso l’arrivo in Italia di 18 bambini della Guinea Biassau con gravi patologie cardiache che si sono potuti sottoporre a operazioni cardiochirurgiche salvavita. Si è sempre trattato di interventi complessi e costosi, ogni operazione ha infatti un costo di circa 20 mila euro. Per ogni bambino che arriva in Italia è prevista la disponibilità di una famiglia affidataria che ospita il piccolo per circa 3 mesi con il prezioso supporto di una solida rete di volontari che si alternano in turni di assistenza in ospedale per assistere i bambini nel corso della degenza.

http://www.kibintionlus.org/ 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

LEGGI ANCHE

Il cuore di Kibinti batte con Adama: operazione riuscita

Cultura e solidarietà: un libro per aiutare Kibinti e la Guinea Bissau

 

*/ ?>

Eventi

I 39 scalini di Hitchcock per aiutare i bimbi cardiopatici di Kibinti

I 39 scalini di Hitchcock per aiutare i bimbi cardiopatici di Kibinti

Concorezzo. Sabato 21 novembre è in programma lo spettacolo teatrale “I 39 scalini” di Alfred Hitchcock in collaborazione con la Compagnia Amici del Teatro di Monza. Lo spettacolo si terrà al teatro Triante di Monza in via Duca D'Aosta 8/a e sarà a offerta libera. Il ricavato andrà a sostegno dei  progetti dell'associazione di Concorezzo Kibinti Onlus e in particolare al progetto “Bambi

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. In occasione dell’evento musicale “I-days festival 2016”, tenutosi presso l’Autodromo nazionale di Monza, nel week-end del 8-9-10 luglio, i militari della Guardia di Finanza di Monza hanno eseguito una serie di servizi tesi, in particolare, al contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.

 

Replicando un analogo dispositivo operativo messo in campo per altri recenti eventi musicali svoltisi a Monza, le Fiamme gialle – mediante pattuglie sia uniforme che in borghese – sono intervenute per scoraggiare i numerosi bagarini intenti allo smercio di biglietti destinati agli avventori dell’ultim’ora e i venditori abusivi di merchandising, cui sono stati sequestrati circa 300 capi d’abbigliamento riportanti i loghi contraffatti degli artisti esibitisi durante la manifestazione.

Le operazioni di servizio si sono concluse con la denuncia, a vario titolo, alla locale Procura della Repubblica due italiani e tre extracomunitari.

Leggi anche

I richiedenti asilo buttano il riso, la Lega lo cucina per i residenti

Violenze sulla madre, in carcere insospettabile 48enne

Barbecue da campioni? Ecco i futuri maestri

*/ ?>

Dalla Brianza

I-Days, la Finanza smaschera i venditori di tarocchi

I-Days, la Finanza smaschera i venditori di tarocchi

Monza. In occasione dell’evento musicale “I-days festival 2016”, tenutosi presso l’Autodromo nazionale di Monza, nel week-end del 8-9-10 luglio, i militari della Guardia di Finanza di Monza hanno eseguito una serie di servizi tesi, in particolare, al contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.   Replicando un analogo dispositivo operativo messo in campo per altri recenti eventi musicali svolt

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Pronti per immergervi nell'atmosfera del Natale? Pronti ad approfittare di sconti e promozioni per regali originali e a chilometro zero? La data da segnare è quella di domenica 26 novembre: per tutto il giorno andrà in scena "Anteprina Natale", evento di punta dell'Associazione commercianti che quest'anno festeggia la sua trentesima edizione. Trent'anni di idee d'avanguardia, di rete commerciale diffusa, di passione. Il sodalizio presieduto da Antonio Mandelli ha pensato a tutto: negozi aperti con sconti eccezionali, promozioni e presentazioni idee per il Natale, la sfilata canina "Scodinzolando per Natale" (iscrizioni in loco) e poi ancora body jumping, fritelle e zucchero filato, castagne con gli Alpini, esposizioni d'auto e stand delle associazioni cittadine.

IL PROGRAMMA

L'evento, che gode del patrocinio del Comune di Concorezzo e della Confcommercio di Vimercate ed è organizzato in collaborazione con Tania Sartini Animazioni, prenderà il via alle 10 e si protrarrà fino a sera. 

LE PASSATE EDIZIONI

Tempo di shopping: scatta l'Anteprima Natale

Anteprima Natale e Black Friday: che shopping in paese!

Anteprima Natale, le ragioni dello straordinario successo

Anteprima Natale: al Christmas Village c'è anche la musica di RTL 102.5

Anteprima Natale: successo straordinario e polemiche sul cioccolato

Concorezzo anteprima con lo scatto

*/ ?>

Cultura

Idee regalo? Domenica è l'ora di Anteprima Natale

Idee regalo? Domenica è l'ora di Anteprima Natale

Concorezzo. Pronti per immergervi nell'atmosfera del Natale? Pronti ad approfittare di sconti e promozioni per regali originali e a chilometro zero? La data da segnare è quella di domenica 26 novembre: per tutto il giorno andrà in scena "Anteprina Natale", evento di punta dell'Associazione commercianti che quest'anno festeggia la sua trentesima edizione. Trent'anni di idee d'avanguardia, di rete commerciale diffusa, di passione. Il

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

VERO VOLLEY MONZA-IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3
 
Dopo 2 ore e 43’ di battaglia all’Arena di Monza la Vero Volley cede al tie-break contro l’Igor Gorgonzola Novara, la squadra che la scorsa primavera aveva fermato la corsa verso lo scudetto delle rosablù nelle semifinali play-off. Con Mihajlovic ancora a mezzo servizio (ma Gennari e Lazovic alla banda si sono comportate ottimamente, firmando rispettivamente 18 e 14 punti) l’allenatore della formazione brianzola Marco Gaspari ha fatto quello che ha potuto, cercando di limitare il più possibile i colpi della turca Karakurt, nuovo astro del campionato di Serie A1 italiano. L’opposta azzurra, MVP del match, ha chiuso la contesa, trasmesso in diretta tv su Sky Sport Arena, con un bottino di 29 punti, di cui 1 ace e 3 muri. Invece l’opposta di casa, Stysiak, è andata bene ma non benissimo: per lei 19 punti e qualche sostituzione di troppo a favore di Van Hecke per rifiatare. Insomma, se il mercato estivo della Vero Volley è stato sontuoso, non lo sono stati di meno quelli delle due principali concorrenti, l’Igor Gorgonzola Novara appunto e la scudettata Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano.
 
Davanti a 942 spettatori, che a inizio gara hanno osservato assieme alle squadre un minuto di raccoglimento in memoria della giovane afghana Mahjabin Hakimi, decapitata dai talebani perché giocava a pallavolo, la compagine ospite guidata da Stefano Lavarini parte a razzo portandosi sull’1-5, poi sul 2-8 e quindi sul 3-13 grazie alla sempre ottima regia dell’ex rosablù Hancock, capace di variare il gioco senza insistere troppo sulla fuoriclasse Karakurt. Le piemontesi però si convincono troppo presto di aver già vinto il set e giocando con sufficienza, e senza i necessari e giusti correttivi dalla panchina, si fanno rosicchiare il corposo vantaggio, venendo raggiunte sul 23-23. In questa fase sono stati inanellati 5 punti consecutivi grazie alle incisive battute di Candi, l’altra “ex” di giornata. Successivamente le padrone di casa annullano la bellezza di 10 set-ball e con 2 schiacciate di Stysiak dalla seconda linea ribaltano clamorosamente le sorti del parziale.
Purtroppo per la Vero Volley, però, non c’è contraccolpo psicologico. Nel secondo set il testa a testa prosegue sino al 13-13, quando le ospiti prendono un leggero margine che mantengono fino alla fine (22-25). Il punto decisivo è firmato da Karakurt, che chiude con 8 punti nel parziale.
 
La turca fa ancora meglio nel terzo, mettendo giù 10 palloni. La Vero Volley cresce nel muro piazzando un parziale di 4 punti a 0, ma cala vistosamente in attacco, scendendo al 30%. Il risultato è che sul 6-6 le novaresi mettono la freccia e dominano il set, chiudendo 18-25.
 
Il riscatto delle locali arriva nella quarta frazione di gioco: nonostante il tracollo in ricezione (solo 37% di positività) tengono botta in attacco e si fanno ancora sentire molto a muro (5 punti a 1). Sull’8-8 infilano 5 punti consecutivi, ma le piemontesi trascinate da Daalderop ricuciono fino al 15-14. Un altro filotto di 5 punti risulta però letale e Stysiak sigilla il set sul 25-20.
 
È il “canto del cigno” delle rosablù. Il tie-break è senza storia: la Vero Volley è già negli spogliatoi e l’Igor gioca da sola, arrivando velocemente sul 4-15.
 
Sabato prossimo, alle ore 20.30, le monzesi giocheranno ancora in casa e con avversarie ancora più forti: all’Arena arriverà infatti la capolista Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano. Il match sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
*/ ?>

Sport

Igor Gorgonzola Novara indigesta alla Vero Volley

Igor Gorgonzola Novara indigesta alla Vero Volley

VERO VOLLEY MONZA-IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3   Dopo 2 ore e 43’ di battaglia all’Arena di Monza la Vero Volley cede al tie-break contro l’Igor Gorgonzola Novara, la squadra che la scorsa primavera aveva fermato la corsa verso lo scudetto delle rosablù nelle semifinali play-off. Con Mihajlovic ancora a mezzo servizio (ma Gennari e Lazovic alla banda si sono comportate ottimamente, firmando rispettivamente 18 e 14 punti) l’all

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. C'era una volta Gian Luca Brambilla, imprenditore e rappresentante di spicco della Confcommercio brianzola. Oggi l'imprenditore c'è ancora, ma ha assunto la "maschera" di se stesso, trasformandosi definitivamente ne "Il Brambilla". Con buona pace di Che Guevara, anche il Brambilla si è fatto icona e, in tempi di social media, è sbarcato con il suo brand su internet con un portale (http://www.ilbrambilla.it/) e sui principali social a partire da Facebook, Twitter e l'immancabile YouTube, dove spopolano i suoi video sulle reti Rai e principalmente su LA7, a partire dal coloratissimo scontro con Vittorio Sgarbi.

Ora nel mirino ci sono principalmente le banche: quelle che schiacciano i clienti deboli con il peso della loro arroganza, quelle che sbagliano ma non possono ammetterel'errore, quelle che di fatto "circuiscono" i correntisti portandoli in acque finanziarie molto agitate ma senza spiegarebene loro dove si stia realmente andando. E se le banche sono l'obiettivo da colpire, i cittadini da difendere sono i cosidetti "non garantiti". Su qyesto fronte sono già on-line alcuni video molto carichi,vere e proprie azioni di social suasion per cercare di riportare la barra sul campo dei diritti, anche quando di fronte si hanno i colossi bancari.

DICE DI SE'. Il Brambilla è il piccolo imprenditore per antonomasia, è quello che per decenni ha sostenuto il PIL del nostro Paese, è quello che si è “fatto da sé” mandando avanti la sua azienda con dedizione e passione. Il Brambilla è quello che oggi si trova a dover lottare contro una burocrazia esasperante, contro un fisco criminale, contro un sistema che penalizza il fare impresa. Il Brambilla è quello che non si arrende, che si ingegna, che vuole a tutti i costi ridare slancio alla sua azienda per creare ricchezza ed opportunità Gian Luca Brambilla è uno dei Brambilla ed è l’ideatore di questo luogo di incontro.

LE CENE. Un appuntamento fisso che permetta agli imprenditori di incontrarsi e confrontarsi. L’impresa, la piccola e media impresa lombarda in particolare, è tuttora un motore che potrebbe portare il nostro Paese molto lontano, ma quel motore è fermo da un po’. Cosa serve per rimetterlo in moto? A chi giova e perché questa immobilità? Cosa chiedono gli imprenditori per ripartire? Quali idee hanno da mettere sul tavolo di un dibattito politico? Sono tutte domande al centro delle cosidette "Cene dei Bambilla", evento ospitato presso la Villa Reale di Monza e aperto (a pagamento) a tutti. La prossima data è fissata per martedì 31 gennaio. Clicca qui per saperne di più

Leggi anche

False fatturazioni, crolla il castello delle accuse: Brambilla a testa alta

Il Brambilla opinionista dal Corriere a La7. E litiga in dialetto con Sgarbi

*/ ?>

Cultura

Il Brambilla paladino dei non garantiti: tv, cene e social suasion

Il Brambilla paladino dei non garantiti: tv, cene e social suasion

Concorezzo. C'era una volta Gian Luca Brambilla, imprenditore e rappresentante di spicco della Confcommercio brianzola. Oggi l'imprenditore c'è ancora, ma ha assunto la "maschera" di se stesso, trasformandosi definitivamente ne "Il Brambilla". Con buona pace di Che Guevara, anche il Brambilla si è fatto icona e, in tempi di social media, è sbarcato con il suo brand su internet con un portale (http://www.ilbrambilla.it/) e sui

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. "La mattina quando vi svegliate voi non dovete dare un bacetto a vostra moglie. Dovete leggere la Gazzetta ufficiale perché dovete imparare le 160mila leggi che governano questo paese". Accuse, provocazioni, ma anche ricette per avere una marcia in più sono il pepe mediatico con cui Gian Luca Brambilla, ormai tutt'uno con il suo personaggio social-televisivo "Il Brambilla", condisce il suo personale palcoscenico: "Le Cene dei Brambilla", ospitate periodicamente presso Le Cucine di Villa reale all'interno della Reggia di Monza. L'imprenditore di Concorezzo, titolare della e-Agisco di Vimercate ed ex vicepresidente vicario della Unione Commercianti di Monza, ne ha per tutti. Da Belusconi "a cui abbiamo affidato la più grande maggioranza parlamentare del Dopoguerra" a Renzi, liquidato come "bulletto di paese". Ma non è la politica ilsuo obiettivo. Nel mirino del suo talk-dinner ci sono gli iper-garantiti, ovvero i funzionari e dirigenti di Stato da 200.000 euro all'anno che sono i promotori e i difensori ammazza-impresa. Troppe leggi inutili, troppa burocrazia, troppa paralisi è il mantra condiviso da quasi 100 partecipanti (tutti paganti, nota bene). "Avete presente il Codice della strada? - incalza - Avete mai provato ad andare a 40 all'ora sulla rampa dell'autostrada A4? Vi verrebbero addosso. Ci sono delle leggi che sono fatte per non essere rispettate e, anzi, per metterti in difficoltà"

Ci sono anche consigli utili: come utilizzare l'opportunità dell'alternanza scuola-lavoro (approfondisci) per dare possibilità ai giovani di fare esperienza in azienda e allo stesso tempo avere risorse fresche e spesso preparate a costo zero, oppure sfruttare le piattaforme per la finanza alternativa (leggi) per avere liquidità immediata. E per questo in sala era già pronto l'esperto.

L'invito-appello è a mettersi in gioco per cambiare lo stato dell'arte, facendo un pressing non solo culturale ma anche pro-attivo affinché qualcosa cambi. In sala i tanti Brambilla arrivano da Milano, dalla Brianza,ma anche da Lecco, Como, Verona. Commentano davanti alle telecamere della Gabbia Open, programma di Gianluigi Paragone, si raccontano esperienze, si scambiano idee e biglietti da visita. Un po' cena, un po' lavoro. Sono Brambilla, d'altra parte.

GUARDA IL VIDEO DELLA GABBIA

Leggi anche

Al San Luigi arriva Il volo di Leonardo

Prima l'esplosione, poi la truffa: colpo da 6mila euro in via D'Azeglio

Camion si ribalta: allarme acido fluoridrico sulla Teem

Coltellate all'Acquaworld, trentenne di Concorezzo a processo

*/ ?>

Cronaca

Il Brambilla: "160mila leggi? Come andare a 40 all'ora sulla A4"

Il Brambilla: "160mila leggi? Come andare a 40 all'ora sulla A4"

Concorezzo. "La mattina quando vi svegliate voi non dovete dare un bacetto a vostra moglie. Dovete leggere la Gazzetta ufficiale perché dovete imparare le 160mila leggi che governano questo paese". Accuse, provocazioni, ma anche ricette per avere una marcia in più sono il pepe mediatico con cui Gian Luca Brambilla, ormai tutt'uno con il suo personaggio social-televisivo "Il Brambilla", condisce il suo personale palcoscenico: "Le Cen

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. "Il Calcio Monza" (articolo ovviamente compreso) non è certo quello delle ultime tristissime vicende giudiziarie e dei poco prestigiosi risultati sul campo. "Il Calcio Monza" è quello delle infinite stagioni in B sul terreno del vecchio "Gino Alfonso Sada", dello stadio Brianteo inaugurato nel 1988 con la vittoria per 2-1 sulla Roma (goal di Gigi Casiraghi e Melo Mancuso e del principe Giannini per i giallorossi), delle imprese epiche sotto la neve con la Spal, della trasferta amara a Pescara, del capitano Fulvio Saini, del funambolico Spadino Robbiati, delle tante bandiere che si sono succedute onorando la maglia, dei campioni regalati alla serie A e, non da ultimo, dei suoi infaticabili, testardi, innamorati tifosi, partendo dagli Eagles Monza fino alla Gioventù Brianzola senza dimenticare il popolo dei "distinti" e della tribuna. A tutto questo e molto altro è dedicata la mostra "Il Calcio Monza" che sarà ospitata sabato e domenica in Villa Zoja a Concorezzo (ingresso viaLibertà). Nata da un'idea di Simone Visentin, la mostra raccoglie veri e propri cimeli: foto, maglie, sciarpe, adesivi, stampe, articoli di giornale, persino ingiallite scedine del Totocalcio. Un modo per raccontare a 360° la passione e la comunità che ruotano attorno a una squadra e a una società (come non citare lo storico patron Valentino Giambelli) che, tra salite e discese, hanno anche fatto sognare i tifosi. Tifosi che ora animano con i propri personali oggetti questa mostra condivisa. Da non perdere.

Orati: sabato apertura dalle 18 alle 24, domenica dalle 10 alle 23 (ingresso libero)

Nelle due giornate servizio di tavola calda e live music nel parco di Villa Zoja in occasione della festa della Pro Loco.

Aggiornamenti sul programma qui

Leggi anche

I-Days, la Finanza smaschera i venditori di tarocchi

I richiedenti asilo buttano il riso, la Lega lo cucina per i residenti

La Baviera in Brianza: ecco la Misinto Bierfest 2016

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

 

*/ ?>

Sport

Il Calcio Monza: una mostra tutta biancorossa

Il Calcio Monza: una mostra tutta biancorossa

Monza. "Il Calcio Monza" (articolo ovviamente compreso) non è certo quello delle ultime tristissime vicende giudiziarie e dei poco prestigiosi risultati sul campo. "Il Calcio Monza" è quello delle infinite stagioni in B sul terreno del vecchio "Gino Alfonso Sada", dello stadio Brianteo inaugurato nel 1988 con la vittoria per 2-1 sulla Roma (goal di Gigi Casiraghi e Melo Mancuso e del principe Giannini per i giallorossi), delle impre

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza.Dal caso planetario di Dolce&Gabbana, messi alla gogna da una parte delle star internazionali per aver difeso la famiglia tradizionale e la nascita naturale dei figli, fino agli episodi di cronaca locale, con i bambini costretti a vestirsi da donna se maschi e da uomini se femmine, per contrastare presunti pregiudizi. Si parlerà di questo e di tanto altro questa sera, venerdì 20 marzo ore 21 presso la Sala Maddalena in via Santa Maddalena 7 a Monza si terrà un interessante convegno sul tema della famiglia tradizionale. L'evento è intitolato "Difendere la famiglia per difendere la comunità". Ingresso libero

Introduzione

Marco Invernizzi, responsabile Alleanza Cattolica in Lombardia

Interventi:

Chiara Mantovani, Direttore Centro Consulenza Bioetica Ferrara
Giancarlo Cerrelli, vicepresidente nazionale dell’Unione dei Giuristi cattolici
Massimiliano Romeo, capogruppo Lega Nord in consiglio regionale della Lombardia

Cristina Cappellini, assessore regionale cultura Regione Lombardia

Modera: Federico Arena, segretario cittadino Lega Nord Monza

*/ ?>

Dalla Brianza

Il caso D&G e la famiglia tradizionale, convegno a Monza

Il caso D&G e la famiglia tradizionale, convegno a Monza

Monza. Dal caso planetario di Dolce&Gabbana, messi alla gogna da una parte delle star internazionali per aver difeso la famiglia tradizionale e la nascita naturale dei figli, fino agli episodi di cronaca locale, con i bambini costretti a vestirsi da donna se maschi e da uomini se femmine, per contrastare presunti pregiudizi. Si parlerà di questo e di tanto altro questa sera, venerdì 20 marzo ore 21 presso la Sala Maddalena in via Santa Ma