santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

polizia locale

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Momenti di paura questa mattina, intorno alle 10,15, in via Libertà, all'incrocio con via Carducci. Per cause al vaglio della Polizia Locale, coordinata dal comandante Roberto Adamo, una Alfa Romeo, condotta da un quarantenne, ha urtato la bicicletta su cui viaggiava Arturo F., 87 anni, residente in città. La vettura, secondo una prima ricostruzione, stava uscendo da via Carducci, intenta a svoltare a sinistra, in direzione del centro. Gli agenti di Polizia stanno verificando se il ciclista avesse imboccato via Libertà contromano. L'impatto, per fortuna non violento, ha fatto cadere l'anziano a terra, che ha riportato un trauma facciale. Sul posto è intervenuto il 118 che, dopo i primi accertamenti, ha trasportato in ambulanza il concorezzese in ospedale. Le condizioni non sono gravi.

 

Nella foto (Usuelli) la scena dell'incidente dove si notano i segni dei rilievi tracciati dagli agenti di Polizia.

*/ ?>

Cronaca

Auto contro bici in centro, 87enne in ospedale

Auto contro bici in centro, 87enne in ospedale

Concorezzo. Momenti di paura questa mattina, intorno alle 10,15, in via Libertà, all'incrocio con via Carducci. Per cause al vaglio della Polizia Locale, coordinata dal comandante Roberto Adamo, una Alfa Romeo, condotta da un quarantenne, ha urtato la bicicletta su cui viaggiava Arturo F., 87 anni, residente in città. La vettura, secondo una prima ricostruzione, stava uscendo da via Carducci, intenta a svoltare a sinistra, in direzione del cent

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. La prontezza di riflessi e la preparazione nella manovre di primo soccorso di una agente di Polizia locale hanno salvato la vita a un bambino di poco meno di due anni. Il piccolo, venerdì pomeriggio, si trovava con un genitore fuori dalla scuola elementare di via Ozanam, in attesa dell'uscita di un fratello. All'improvviso ha iniziato a faticare nella respirazione a causa di una caramella che lo stava letteralmente soffocando. Si sono vissuti in quel frangente interminabili momenti di autentico panico. Per fortuna una agente del Comando di Polizia locale, che era stata formata nelle tecniche di primo soccorso tra cui la manovra di Heimlich (vedi qui i dettagli), è riuscita a liberare le vie respiratorie del piccolo, salvandogli la vita.

IMPARARE IL PRIMO SOCCORSO FIN DA PICCOLI

Le tecniche di primo soccorso sono insegnate anche ai bambini delle scuole primarie. Il progetto scuole di AVPS, ad esempio, nasce nel 2007, con i primi corsi tenuti nelle scuole dell'infanzia e primarie dell'istituto comprensivo Don Milani di Vimercate. Da qui i volontari AVPS hanno organizzato un numero sempre maggiore di corsi. Un appuntamento annuale fisso è quello con la settimana della sicurezza nelle scuole di Valaperta e Casatenovo, con la scuola dell'infanzia di Carnate, Usmate, Concorezzo ed altre ancora. Ulteriori info: http://www.avps.it/it/progetto-scuole

 

*/ ?>

Cronaca

Bimbo rischia di soffocare, lo salva la vigilessa

Bimbo rischia di soffocare, lo salva la vigilessa

Concorezzo. La prontezza di riflessi e la preparazione nella manovre di primo soccorso di una agente di Polizia locale hanno salvato la vita a un bambino di poco meno di due anni. Il piccolo, venerdì pomeriggio, si trovava con un genitore fuori dalla scuola elementare di via Ozanam, in attesa dell'uscita di un fratello. All'improvviso ha iniziato a faticare nella respirazione a causa di una caramella che lo stava letteralmente soffocando.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Milano allagata dal Seveso, Arcore in ginocchio per la Molgorana, Vimercate invasa dal Molgora. Uno scenario di massima allerta e di fortissimi disagi quello che si è creato mercoledì pomeriggio in Brianza. Anche Concorezzo ha dovuto attuare un piano di emergenza mobilitando Protezione civile e Polizia locale. Disagi quasi ovunque con picchi nella zona industriale di via Cervi, dove le tute gialle dei volontari hanno dovuto letteralmente svuotare i capannoni della Visiant, uno dei call center più grandi d'Italia. A mollo anche la culla della Ferrari, il negozio Rosso Monza di via D'Azeglio, con 50 centimentri d'acqua nei sotterrai e la corrente ovviamente assente. Come da tradizione, verrebbe da scrivere, allagato il sottopasso di Agrate, dove confluiva tutta l'acqua della zona come fosse una vasca volano: impressionante l'immagine di un furgone con l'acqua fino al tetto.

Foto Angelo BUSCAINI

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

 

*/ ?>

Cronaca

Concorezzo allagata, Ferrari a mollo. Il gran lavoro della Protezione civile e della Polizia locale

Concorezzo allagata, Ferrari a mollo. Il gran lavoro della Protezione civile e della Polizia locale

Concorezzo. Milano allagata dal Seveso, Arcore in ginocchio per la Molgorana, Vimercate invasa dal Molgora. Uno scenario di massima allerta e di fortissimi disagi quello che si è creato mercoledì pomeriggio in Brianza. Anche Concorezzo ha dovuto attuare un piano di emergenza mobilitando Protezione civile e Polizia locale. Disagi quasi ovunque con picchi nella zona industriale di via Cervi, dove le tute gialle dei volontari hanno dovuto let

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Voleva entrare a tutti i costi alle scuole medie di Concorezzo senza avere il green pass. Nonostante le regole nazionali siano ben chiare, una impiegata del plesso di via Lazzaretto ha preteso questa mattina di entrare nell'istituto senza il certificato rilasciato dopo la vaccinazione. Quando la tensione è arrivata al punto di non ritorno, è stato necessario allertare carabinieri e Polizia locale. Gli agenti e i militari hanno così raggiunto la scuola. L'impiegata, che già il giorno prima si era introdotta irregolarmente nel plesso, è stata tenuta fuori dall'edificio. Se dovesse continuare con questo atteggiamento, rischia sospensione dal servizio e dallo stipendio.

 

GREEN PASS A SCUOLA: le regole

La principale novità per questo anno scolastico è l'introduzione dell'obbligo del Green pass per il personale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado. Gli unici studenti a cui, per partecipare alle lezioni in presenza, è richiesto il certificato verde sono quelli universitari

Al momento, la verifica dei Green pass per il personale è ancora manuale, con una modalità di controllo all'entrata con la app Verifica C19. Dal 13 settembre sarà attiva una piattaforma, creata dal governo insieme al Garante per la privacy, che permetterà il controllo dei certificati direttamente in segreteria ogni mattina.

La nuova piattaforma, elaborata da Sogei, permetterà di far dialogare il Sistema informativo dell'istruzione (Sidi) con la Piattaforma nazionale digital green certificate (Pndgc). Gli 8.100 presidi italiani dovranno collegarsi ogni mattina al Sidi. La Pndgc fornirà in tempo reale l'elenco del personale identificato con un semaforo verde o rosso. Qualora fosse rosso, scatteranno gli approfondimenti sull'interessato. Dopo quattro giorni di rosso, al quinto scatterà la sospensione dal servizio e dallo stipendio.

Gli studenti dai 6 anni in su devono indossare la mascherina e, se possibile, mantenere il distanziamento di un metro dal compagno di banco. Se la classe fosse composta da studenti tutti vaccinati, l'obbligo potrebbe venire meno. 

Stando ai dati forniti dal Commissario all'Emergenza Covid-19, il personale scolastico con vaccinazione completa - due dosi oppure una dose nel caso del farmaco di Jonhson & Johnson - è l'86,1% del totale

*/ ?>

Cronaca

Concorezzo: a scuola senza green pass, caos alle medie

Concorezzo: a scuola senza green pass, caos alle medie

Concorezzo. Voleva entrare a tutti i costi alle scuole medie di Concorezzo senza avere il green pass. Nonostante le regole nazionali siano ben chiare, una impiegata del plesso di via Lazzaretto ha preteso questa mattina di entrare nell'istituto senza il certificato rilasciato dopo la vaccinazione. Quando la tensione è arrivata al punto di non ritorno, è stato necessario allertare carabinieri e Polizia locale. Gli agenti e i militari hanno così

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Traffico di cuccioli davanti a un supermercato. Protagonista di questo nuovo intervento del nucleo antimaltrattamento ENPA di Monza e Brianza, sabato 7 marzo, di concerto con personale veterinario Asl e la Polizia Locale di Monza, un cucciolo di pochi giorni.

Tutto è partito da una segnalazione anonima: davanti al supermercato di via Giotto, a due passi dal canile di Monza, una coppia italiana, pare in stato di ebbrezza, stava cercando di vendere un cagnolino.

I volontari del nucleo antimaltrattamento di Enpa si sono precipitati immediatamente sul posto, trovando effettivamente un uomo e una donna che stavano bevendo birra con in mano un cucciolo piccolissimo. La coppia inizialmente ha negato di aver cercato di venderlo: a questo punto è stato chiesto l'intervento di un veterinario e di un tecnico di prevenzione Asl per appurare lo stato di salute e l'età del cagnolino. Sul posto anche una pattuglia della Polizia Locale di rinforzo.

Dopo la conferma che il cucciolo (sprovvisto ovviamente di microchip e libretto sanitario) aveva solo 20 giorni di vita, quindi troppo giovane per esser staccato dalla madre, la coppia si è giustificata dicendo di averlo ricevuto in regalo e di non essere al corrente della reale età. 

La successiva indagine ha permesso di scoprire che la madre del cucciolo e di altri tre cuccioli si trovava in zona Cascinazza nella proprietà di un pastore già noto per maltrattamento di animali. Una sorta di prigione in una stalla tra pneumatici, pezzi di automobile e altri rifiuti ingombranti, senza l'ombra di ciotole per acqua e cibo né di un riparo idoneo.

I cani sono stati sequestrati e portati al canile intercomunale di Monza dove sono stati sottoposti ad accurata visita veterinaria. I cuccioli (Barbara, Martini, Mojito e Jager) erano totalmente infestati di parassiti interni ed esterni. La tenera mamma Ann può ora finire di allattarli in un ambiente riscaldato e decisamente più confortevole. A tempo debito verranno messi in adozione.

"Questo ennesimo episodio conferma quanto sia urgente intervenire per risolvere, una volta per tutte, una situazione intollerabile a due passi dal centro di Monza dove, in barba alle numerose denunce, questa persona continua a causare enorme sofferenza agli animali. ENPA auspica un intervento congiunto dell'amministrazione comunale, dell'Asl veterinario e delle forze di polizia per mettere fine a tutto ciò", recita il comunicato stampa. 

*/ ?>

Dalla Brianza

Cucciolo di venti giorni venduto illegalmente davanti a un supermercato

Cucciolo di venti giorni venduto illegalmente davanti a un supermercato

Monza. Traffico di cuccioli davanti a un supermercato. Protagonista di questo nuovo intervento del nucleo antimaltrattamento ENPA di Monza e Brianza, sabato 7 marzo, di concerto con personale veterinario Asl e la Polizia Locale di Monza, un cucciolo di pochi giorni. Tutto è partito da una segnalazione anonima: davanti al supermercato di via Giotto, a due passi dal canile di Monza, una coppia italiana, pare in stato di ebbrezza, stava cercando

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Singolare "arresto" giovedì da parte della Polizia locale. Su segnalazione di alcuni cittadini, nell'ambito dei propri compiti di polizia urbana, gli agenti di via Repubblica sono intervenuti per mettere in sicurezza due volatili, appartenenti alla famiglia delle anatre, che vagavano smarrite e senza meta al confine con Agrate. I due pennuti sono stati momentaneamente collocati in uno scatolone per il trasporto verso il Comando cittadino. Lì, in collaborazione con l'Ufficio per i diritti degli animali, le anatre (una bianca e una nera) sono state segnalate alle strutture convenzionate. Vista la peculiarità dei colori, il legittimo proprietario potrebbe farsi vivo. 

*/ ?>

Cronaca

Due anatre "arrestate" dalla Polizia locale

Due anatre "arrestate" dalla Polizia locale

Concorezzo. Singolare "arresto" giovedì da parte della Polizia locale. Su segnalazione di alcuni cittadini, nell'ambito dei propri compiti di polizia urbana, gli agenti di via Repubblica sono intervenuti per mettere in sicurezza due volatili, appartenenti alla famiglia delle anatre, che vagavano smarrite e senza meta al confine con Agrate. I due pennuti sono stati momentaneamente collocati in uno scatolone per il trasporto verso il Comando citta

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzoA bordo dell’auto ha rallentato e, una volta abbassato il finestrino, ha lanciato sul ciglio della strada un sacchetto di rifiuti. E’ accaduto i giorni scorsi a Concorezzo, in via IV Novembre, sulla strada che conduce alla Cascina Baragiola, al confine con Agrate. Protagonista dell’episodio un concorezzese che, invece di seguire le corrette norme del conferimento della raccolta differenziata, ha gettato un sacchetto di indifferenziato fuori dal finestrino. Rintracciato, l’uomo è stato multato dalla Polizia Locale. Rischia una sanzione fino a 400 euro.

“Un atto del genere è da condannare come un atto di inciviltà nei confronti dell’ambiente e della città- ha commentato il sindaco Mauro Capitanio-. Lanciare i rifiuti dal finestrino rappresenta un fenomeno fortunatamente non comune a Concorezzo. Un fenomeno che però, in quei pochi casi in cui accade, porta degrado e inquinamento. I controlli da parte del Comune saranno sempre più mirati e le multe saranno immediate in casi di questo genere”.

“Il tema dell’Ambiente è un tema che ci vede impegnati su diversi fronti da tempo- ha precisato l’assessore all’Ambiente Silvia Pilati-. Oltre al plogging, che continua a riceve adesioni da parte dei cittadini, e al servizio dei percettori di reddito di cittadinanza nel progetto Concorezzo Pulita, questa settimana prenderà il via una nuova iniziativa. Sabato 11 giugno, infatti, si terranno tre incontri di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata nell’ambito del progetto “Incontri in Corte”.

Tutte iniziative che come fine ultimo hanno quello di rendere più bella e pulita la nostra Concorezzo e di sensibilizzare verso un rispetto concreto dell’ambiente”.

*/ ?>

Cronaca

Lancia i rifiuti dall'auto: preso e multato

Lancia i rifiuti dall'auto: preso e multato

Concorezzo. A bordo dell’auto ha rallentato e, una volta abbassato il finestrino, ha lanciato sul ciglio della strada un sacchetto di rifiuti. E’ accaduto i giorni scorsi a Concorezzo, in via IV Novembre, sulla strada che conduce alla Cascina Baragiola, al confine con Agrate. Protagonista dell’episodio un concorezzese che, invece di seguire le corrette norme del conferimento della raccolta differenziata, ha gettato un sacchetto di indi

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Motociclista concorezzese in ospedale per colpa - secondo i primi rilievi - della avventata inversione a "u" di un automobilista. L'incidente (ringraziamo un nostro affezionato lettore per la foto) si è verificato questa mattina, intorno alle 9,45, in via Monza, all'altezza del civico 170. Il cittadino concorezzese, 54 anni compiuti ieri, era in sella ad uno scooter Honda. All'improvviso si è trovato la strada sbarrata da una Renault Laguna condotta da un 70enne di Carnate che, forse per cercare una strada meno trafficata, ha effettuato una inversione improvvisa, non avvedendosi dell'arrivo della moto. Il cinquantenne è stato trasportato in osepdale dalla ambulanza della Croce Bianca di Brugherio. Sul posto la Polizia locale di Concorezzo. Le condizioni del ferito non sono gravi.

*/ ?>

Cronaca

Motociclista concorezzese ferito in via Monza

Motociclista concorezzese ferito in via Monza

Concorezzo. Motociclista concorezzese in ospedale per colpa - secondo i primi rilievi - della avventata inversione a "u" di un automobilista. L'incidente (ringraziamo un nostro affezionato lettore per la foto) si è verificato questa mattina, intorno alle 9,45, in via Monza, all'altezza del civico 170. Il cittadino concorezzese, 54 anni compiuti ieri, era in sella ad uno scooter Honda. All'improvviso si è trovato la strada sbarrata da una Renaul

Concorezzo. Sono oltre 460 i green pass controllati, dalla prima metà di dicembre, dalla Polizia Locale concorezzese impegnata nelle verifiche sul rispetto della normativa anticovid.

Nel dettaglio gli agenti hanno effettuato un totale di 45 controlli nel corso dei quali hanno verificato il possesso della certificazione verde del personale e dei clienti di bar e ristoranti e parco acquatico. Oltre a questi, gli agenti sono stati impegnati in altri tre interventi per la verifica dei green pass ai commercianti del mercato settimanale. 

Nel corso dei 48 controlli complessivi sono state comminate due multe, una conseguente all'altra: una sanzione di 600 euro per mancato possesso di green pass e una di 400 euro, al gestore dell'attività, per mancata verifica dei green pass. 

Oltre a questi interventi specifici, gli agenti sono stati impegnati nelle ormai consuete verifiche del rispetto delle misure di contenimento del virus.
 
"Gli accertamenti della Polizia Locale continueranno- ha precisato ilSindaco Mauro Capitanio-. La situazione a Concorezzo dal punto di vista del rispetto delle norme previste, non desta preoccupazioni e ognuno sta facendo la sua parte. L'invito è sicuramente quello di non abbassare la guardia e di continuare a utilizzare in modo scrupoloso le mascherine e ovviamente quello di procedere con i vaccini".
 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 
 
*/ ?>

Cronaca

Polizia Locale, oltre 460 green pass controllati in un mese. Due le multe

Polizia Locale, oltre 460 green pass controllati in un mese. Due le multe

Concorezzo. Sono oltre 460 i green pass controllati, dalla prima metà di dicembre, dalla Polizia Locale concorezzese impegnata nelle verifiche sul rispetto della normativa anticovid. Nel dettaglio gli agenti hanno effettuato un totale di 45 controlli nel corso dei quali hanno verificato il possesso della certificazione verde del personale e dei clienti di bar e ristoranti e parco acquatico. Oltre a questi, gli agenti sono stati impegnati in a