santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

rancate

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Dopo i clamori del caso Asfalti Brianza (Asfalti Brianza, area posta sotto sequestro), si riaccendo i riflettori su un altro caso di aria "irrespirabile". Da diversi mesi i residenti di Rancate denunciano di non riuscire più a convivere con le esalazioni provenienti da una attività artigianale dedicata alla frittura, confezionamento e vendita conto terzi di platano fritto. Nonostante ispezioni di Comune, Ats e carabinieri del Nas, nonostante alcune prescrizioni che dovrebbero aver portato alla sostituzione di una cappa non adeguata alla quantità di lavoro svolto all'interno, nonostate l'invito (o obbligo?) a tenere chiuse porte e finestre durante la fase di frittura, la puzza invade quotidianamente i residenti della corte al civico 5 di via D'Azeglio, ma anche quelli delle vicine case popolari fino a penetrare nel bar della frazione concorezzese. Anche l'Amministrazione comunale ha già effettuato diversi sopralluoghi. Ora i residenti tornano alla carica con una raccolta firme che verrà avviata oggi, martedì.

I cittadini vogliono che venga messo nero su bianco il report delle attività di monitoraggio svolto dagli uffici comunali e dagli enti preposti e che si trovi una soluzione definitiva per far convivere, se possibile, attività lavorativa e normalità abitativa.

Il sindaco Mauro Capitanio ha anche delegato il consigliere comunale Antonio Mandelli, insieme agli assessori competenti in materia, a seguire in modo specifico la vicenda.

Leggi anche

Incubo platano fritto: intervengono Nas e Ats

*/ ?>

Cronaca

"Respiriamo aria fritta", petizione in via D'Azeglio

"Respiriamo aria fritta", petizione in via D'Azeglio

Concorezzo. Dopo i clamori del caso Asfalti Brianza (Asfalti Brianza, area posta sotto sequestro), si riaccendo i riflettori su un altro caso di aria "irrespirabile". Da diversi mesi i residenti di Rancate denunciano di non riuscire più a convivere con le esalazioni provenienti da una attività artigianale dedicata alla frittura, confezionamento e vendita conto terzi di platano fritto. Nonostante ispezioni di Comune, Ats e carabinieri del Nas,

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Non c'è limite alla vergona e alla bestialità di certe persone. Da alcuni giorni (in attesa di essere rimosso e rottamato a spese della collettività concorezzese) giace nei campi, in località Rancate, la carcassa di un autocarro. I ladri, dopo averlo privato delle targhe, delle ruote e di altri componenti, hanno abbandonato l'abitacolo in mezzo ai campi, come fosse un rifiuto. Terribile l'impatto visivo per chi, in questi giorni, si è trovato a percorrere in bici o di corsa i fazzoletti verdi e agricoli che fanno da contorno al nostro Comune. Toccherà ora alla Polizia locale occuparsi dello smaltimento dei rottami. Probabilmente si riuscirà a risalire al proprietario del mezzo. Molto difficile acquisire in zona dei filmati delle telecamere di videosorveglianza per dare un volto agli animali che hanno compiuto questo gesto.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

*/ ?>

Cronaca

Autocarro rubato, smontato e gettato nei campi

Autocarro rubato, smontato e gettato nei campi

Concorezzo. Non c'è limite alla vergona e alla bestialità di certe persone. Da alcuni giorni (in attesa di essere rimosso e rottamato a spese della collettività concorezzese) giace nei campi, in località Rancate, la carcassa di un autocarro. I ladri, dopo averlo privato delle targhe, delle ruote e di altri componenti, hanno abbandonato l'abitacolo in mezzo ai campi, come fosse un rifiuto. Terribile l'impatto visivo per chi, in questi giorni,

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. La RGD Clima Service è in ginocchio: due furti e relative devastazioni in tre mesi costringeranno probabilmente il titolare, Danilo Ricci Gramitto, a chiudere i battenti. Nella notte tra lunedì e martedì i ladri sono tornati a colpire nell'azienda specializzata in impianti di condizionamento di via Salvo D'Acquisto, a Rancate. I criminali sono entrati mandando in frantumi una delle vetrate di illuminazione all'altezza del tetto e poi hanno lasciato dietro di sè uno scenario barbarico, di vero e proprio saccheggio. "I ladri ci hanno dato il colpo di grazia, adesso è finita", è il commento del titolare che, dopo il primo raid di marzo, aveva incassato la solidarietà di tantissimi concittadini.

Questa volta, oltre a pubblicare le foto dello scempio, Ricci Gramitto ha diffuso via Facebook uno dei fotogrammi dell'impianto di videosorveglianza che ritrae all'interno del capannone un uomo in tuta con in volto solo parzialmente coperto da un cappellino (guarda). Si tratterebbe di uno degli autori del saccheggio. E ora, anche nella Rete, è caccia all'uomo. Le indagini sono affidate ai carabinieri. Chi avesse elementi utili può contattare il 112 o la caserma di via Ozanam.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Leggi anche

Azienda devastata dai ladri, la disperazione del titolare

Chorus Band, mercoledì concerto in cortile Santa Marta

Il gelato più buono di Concorezzo? La parola ai lettori

 

*/ ?>

Cronaca

Azienda in ginocchio, "taglia" sul ladro

Azienda in ginocchio, "taglia" sul ladro

Concorezzo. La RGD Clima Service è in ginocchio: due furti e relative devastazioni in tre mesi costringeranno probabilmente il titolare, Danilo Ricci Gramitto, a chiudere i battenti. Nella notte tra lunedì e martedì i ladri sono tornati a colpire nell'azienda specializzata in impianti di condizionamento di via Salvo D'Acquisto, a Rancate. I criminali sono entrati mandando in frantumi una delle vetrate di illuminazione all'alt

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Un ragazzo di 26 anni è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale dopo essere stato ritrovato riverso in strada. Questa mattina, intorno alle 7.30, a Rancate, via Massimo D'Azeglio, nei pressi del civico 1, si è registrata una imponente mobilitazione di mezzi di soccorso. Nella frazione di Concorezzo si sono portati l'elisoccorso dell'ospedale di Bergamo, un'ambulanza dell'Avps (Associazione volontari di Pronto soccorso di Vimercate), l'automedica con personale medico e i carabinieri di Concorezzo. La centrale operativa del 112 ha mobilitato tutti in codice rosso dal momento che le condizioni del ragazzo sembravano molto critiche. A quanto apprende la nostra redazione (seguiranno aggiornamenti) il ragazzo non sarebbe in pericolo di vita ed è stato trasportato in codice giallo (meno grave) all'ospedale di Monza. Non è stato necessario il trasporto in elisoccorso.

Foto JM

Leggi anche

"Mamma ho bisogno di aiuto", e le ruba soldi e oro

Forza Gabriele, il sindaco dal piccolo investito dal pirata

32anni alla Star, licenziato per la mascherina

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Elisoccorso a Rancate, grave 26enne

Elisoccorso a Rancate, grave 26enne

Concorezzo. Un ragazzo di 26 anni è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale dopo essere stato ritrovato riverso in strada. Questa mattina, intorno alle 7.30, a Rancate, via Massimo D'Azeglio, nei pressi del civico 1, si è registrata una imponente mobilitazione di mezzi di soccorso. Nella frazione di Concorezzo si sono portati l'elisoccorso dell'ospedale di Bergamo, un'ambulanza dell'Avps (Associazione volontari di Pronto soccorso di Vi

 

Concorezzo. La risposta al problema degli allagamenti nella zona di Rancate è ora concreta. La vasca volano, tanto attesa e richiesta dai residenti, è stata inaugurata questa settimana ed è in funzione. Nascosto sotto la superficie del manto erboso in via Salvo D’Acquisto, c’è un polmone idraulico: un invaso da 6 mila metri cubi che, quando piove, è in grado di incamerare le acque meteoriche a beneficio dell’intera frazione e, in particolare, delle vie Fratelli Cervi e d’Azeglio.

 

L’opera pubblica a cura di BrianzAcque, costata 2,6 milioni di euro, è stata inaugurata ufficialmente giovedì 12 maggio alla presenza del Presidente e AD di BrianzAcque, Enrico Boerci, del vicepresidente di ATO MB Roberto Borin e del sindaco di Concorezzo, Mauro Capitanio.Una cerimonia semplice e veloce a documentare l’entrata in esercizio del bacino di laminazione in cemento armato, attrezzato con un impianto di rilancio dei reflui in fognatura e di un sistema interno di lavaggio automatico.

 

 “Nell’arco di un anno, BrianzAcque ha costruito un’infrastruttura tanto attesa, quanto strategica a protezione del territorio e delle personeHa sottolineato Boerci-Oltre a difendere dagli allagamenti una parte di Concorezzo, quest’opera è stata concepita con una funzione idraulica protettiva anche nei confronti del Comune di Monza, con cui confina”.

 

Soddisfazione anche da parte del sindaco Mauro Capitanio: “La vasca volano che inauguriamo, dopo solo un anno di lavori, andrà a risolvere il problema di allagamento che da anni interessa la zona di Rancate e di via Fratelli Cervi. Siamo certamente soddisfatti di potere, oggi, dare una risposta concreta alle giuste richieste di intervento da parte dei concorezzesi che vivono in questa zona”.

 Il progetto, studiato dal settore progettazione e pianificazione della monoutility dell’idrico brianzolo, non si è limitato al manufatto per la regimentazione delle acque, ma ha incluso una serie di altri interventi complementari, finalizzati all’eliminazione delle insufficienze idrauliche dell’agglomerato, dove sono presenti abitazioni e imprese.

È stata così sistemata e potenziata la rete fognaria della zona di via F.lli Cervi, Salvo D’Acquisto e Torquato Tasso. Con l’obiettivo specifico di creare un volume di espansione delle acque di pioggia e alleggerire il collettore intercomunale, BrianzAcque ha inoltre rifatto tratti dello stesso collettore per una lunghezza totale di quasi mezzo chilometro, dotandolo così di una maggiore capacità.

“Un altro passo avanti per Concorezzo e per il territorio per rendere il servizio fognario più efficiente- ha commentato Roberto Borin, vicepresidente ATO MB-. Un’opera che tende a evitare situazioni di crisi come quelle verificatosi in passato”.

 

Novità: la costruzione della vasca è documentata da un filmato time - lapse, visibile sui profili Fb e Instragram di BrianzAcque e del Comune di ConcorezzoGrazie a questa particolare tecnica cinematografica, in soli 54 secondi sono condensate le diverse fasi del cantiere, durato circa un anno, che, una dopo l’altra, hanno concorso alla realizzazione dell’importante bacino per la corretta gestione delle acque di pioggia.

 

 “L’opera di Rancate – ha spiegato l’ing. Massimiliano Ferazzini, Direttore del Settore Progettazione e Pianificazione Territoriale:si aggiunge al patrimonio di vasche volano che BrianzAcque, da circa un decennio, è impegnata a implementare: una strategia efficace per far fronte agli effetti dei cambiamenti climatici e per rendere territori ad elevata densità abitativa e fortemente urbanizzati sempre più resilienti, riducendo il rischio idraulico. In questo modo, durante gli eventi piovosi intensi, le acque in eccesso vengono convogliate e incamerate temporaneamente nel mega invaso per poi essere rilasciate gradualmente a evento meteorico concluso.”   

 

BrianzAcque, ATO e l’Amministrazione Comunale di Concorezzo, si stanno accordando per rendere fruibile parte della zona sovrastante la vasca. Una possibile destinazione, potrebbe essere quella di ricavare un’area cani per gli amici quattro zampe, come già accaduto per altre opere analoghe realizzate dal gestore del servizio idrico integrato in Brianza negli ultimi anni. 

 

 Alla cerimonia hanno preso parte: Gilberto Celletti; il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Concorezzo, Micaela Zaninelli e l’assessore al Territorio e Ambiente del Comune di Concorezzo, Silvia Pilati.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

*/ ?>

Cronaca

In funzione la nuova vasca volano di Rancate

In funzione la nuova vasca volano di Rancate

  Concorezzo. La risposta al problema degli allagamenti nella zona di Rancate è ora concreta. La vasca volano, tanto attesa e richiesta dai residenti, è stata inaugurata questa settimana ed è in funzione. Nascosto sotto la superficie del manto erboso in via Salvo D’Acquisto, c’è un polmone idraulico: un invaso da 6 mila metri cubi che, quando piove, è in grado di incamerare le acque meteoriche a beneficio dell’intera frazione e,

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. ll platano fritto è una ricetta tradizionale della cucina brasiliana e spopola in quasi tutti i paesi dell’America Centrale e del Sud, fino ad arrivare sulle tavole di diversi paesi dell’Africa dell’Ovest. Simile alla banana, il platano fritto è servito come antipasto o come accompagnamento a secondi piatti, a mo' di patate fritte. E proprio la frittura è al centro di una querelle che, esplosa a novembre dello scorso anno a Rancate, in via D'Azeglio, si trascina ancora senza soluzione. Il problema è sorto quando l'affittuario dei locali al civico 5, a destinazione commerciale, si è messo a friggere di gran carriera platani dalla mattina alla sera. Una attività para-industriale che però, come hanno rilevato i carabinieri del Nas intervenuti il 19 febbraio scorso, era carente di un adeguato sistema di areazione. Da qui l'esigenza del commerciante, di orgine straniera, di spalancare porte e finestre invadendo gli appartamenti dei residenti del consistente e permanente odore di fritto. Ne è seguito un approssimativo scambio di documenti e mail congli uffici comunali, con tanto di rassicurazioni sui nuovi impianti di areazione che, però, non hanno dato l'esito sperato. A maggio sarebbe anche intervenuta l'Ats ma del verbale, al momento nessuna traccia. E la frittura del platano è andata avanti per mesi tra le proteste dei residenti, segnalazioni in Comune e battibecchi in cortile.

"Da quando è stata avviata questa attività la nostra vita è stata letteralmente stravolta - spiega quasi in lacrime una anziana residente - A volte facciamo fatica a respirare, dobbiamo chiudere le finestre con queste temperature torride e soprattutto fa rabbia vedere come le indicazioni dei carabinieri dei Nas non siano state rispettate: di fatto non è cambiato nulla, si continua a friggere dall'alba al tramonto lasciando porte e finestre del negozio spalancate per far uscire questi odori insopportabili".

Ora la nuova Amministrazione vuole vederci chiaro, soprattutto chiarire se le cappe della cucina siano sufficienti e compatibili con l'attività svolta.

Questa mattina l'assessore ai Servizi sociali, Walter Magni, con il consigliere leghista Antonio Mandelli, hanno effettuato un duplice sopralluogo in via D'Azeglio: alle 6,45 del mattino e dalle 15,30 alle 18. Della situazione è stata informata anche l'assessore all'Ecologia Silvia Pilati. Nelle prossime ore verrà richiesto un nuovo sopralluogo all'autorità sanitaria.

*/ ?>

Cronaca

Incubo platano fritto: intervengono Nas e Ats

Incubo platano fritto: intervengono Nas e Ats

Concorezzo. ll platano fritto è una ricetta tradizionale della cucina brasiliana e spopola in quasi tutti i paesi dell’America Centrale e del Sud, fino ad arrivare sulle tavole di diversi paesi dell’Africa dell’Ovest. Simile alla banana, il platano fritto è servito come antipasto o come accompagnamento a secondi piatti, a mo' di patate fritte. E proprio la frittura è al centro di una querelle che, esplosa a novembre dello scorso a

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Là dove c'era l'amianto ora c'è... una discarica. Il clamore mediatico sortito dalla denuncia di Valerio Staffelli, inviato storico di Striscia la Notizia, ha avuto effetto. Il Comune di Monza ha ripulito e bonificato la striscia di terra di sua proprietà all'interno del territorio comunale concorezzese. Le numerose lastre di eternit sono state rimosse e smaltite (purtroppo a carico della collettività monzese). Nella stradina di campagna in località Rancate, però, non ha fine la vergognosa abitudine di scaricare scarti da cantiere e così ora si è riformata una discarica con sacchi di plastica, calcinacci, perfino enormi cilindri di cemento simili a quelli usati per gli scarichi fognari. Oltre ad una nuova bonifica, bisognerà valutare l'installazione di telecamere. Da alcuni dei rifiuti abbandonati si potrebbe però anche risalire al cantiere di provenienza...

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

LEGGI ANCHE

L'amianto di Staffelli giace sepolto dall'erba

L'amianto di Staffelli lo dovrà smaltire il Comune di Monza

Staffelli e Striscia in paese alla ricerca di amianto

Amianto: multe salate per chi non lo segnala al Comune

*/ ?>

Cronaca

L'amianto di Staffelli è sparito: ora però c'è una discarica

L'amianto di Staffelli è sparito: ora però c'è una discarica

Concorezzo. Là dove c'era l'amianto ora c'è... una discarica. Il clamore mediatico sortito dalla denuncia di Valerio Staffelli, inviato storico di Striscia la Notizia, ha avuto effetto. Il Comune di Monza ha ripulito e bonificato la striscia di terra di sua proprietà all'interno del territorio comunale concorezzese. Le numerose lastre di eternit sono state rimosse e smaltite (purtroppo a carico della collettività monze

Concorezzo. Il 17, per i più scaramantici, porterebbe sfortuna. Superstizione a parte, quello appena trascorso è stato un lunedì decisamente nero. Nella mattinata due persone sono finite in ospedale dopo che la loro vettura, per cause in fase di accertamento, è finita fuori strada in via Kennedy. I due occupanti sono stati trasportati in ambulanza in codice giallo all'ospedale di Vimercate. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i carabinieri.

Intorno a mezzogiorno il gravissimo incidente di via Oreno (Grave frontale in via Oreno, interviene l'elisoccorso).

Il lunedì nero si è chiuso in serata alle 18 con un infortunio sul lavoro. Un uomo di 52 anni è caduta dal rimorchio di un camion all’interno di una ditta di logistica in via Carlo D’Azeglio, in zona Rancate. L'uomo avrebbe riportato diversi traumi e la frattura di una gamba. Sul posto, a sirene spiegate, sono intervenute l'automedica e l'ambulanza dell'Avps di Vimercate, la Polizia locale coordinata dal comandante Roberto Adamo e una gazzella dei carabinieri. Il ferito è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Vimercate. Le condizioni sono serie, ma non gravi.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Lunedì nero: due incidenti e un infortunio sul lavoro

Lunedì nero: due incidenti e un infortunio sul lavoro

Concorezzo. Il 17, per i più scaramantici, porterebbe sfortuna. Superstizione a parte, quello appena trascorso è stato un lunedì decisamente nero. Nella mattinata due persone sono finite in ospedale dopo che la loro vettura, per cause in fase di accertamento, è finita fuori strada in via Kennedy. I due occupanti sono stati trasportati in ambulanza in codice giallo all'ospedale di Vimercate. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i carabin

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. C'è anche un bambino di 9 anni tra le cinque persone coinvolte sabato pomeriggio in un maxi-tamponamento a Rancate, all'altezza dell'intersezione tra la Provinciale Sp13 e via Salvo D'Acquisto. L'incidente è avvenuto intorno alle 14,30 lungo la trafficata arteria che collega la città ad Agrate e Carugate. Tre i mezzi coinvolti. Tra le persone di cui si sono presi cura i soccorritori del 118 anche una donna di 80 anni e una ragazza di 24 anni.

Sulla dinaminca sta facendo luce la Polizia locale: si tratta comunque di un tamponamento a catena in cui sono rimaste coinvolte una Toyotya, una Lancia e un terzo mezzo. I feriti sono stati trasportati in codice verde al San Gerardo di Monza. Per far uscire una delle persone da una vettura è stato necessario il supporto dei Vigili del fuoco di Monza. 

Foto di repertorio

*/ ?>

Cronaca

Maxi-tamponamento a Concorezzo, coinvolto un bambino

Maxi-tamponamento a Concorezzo, coinvolto un bambino

Concorezzo. C'è anche un bambino di 9 anni tra le cinque persone coinvolte sabato pomeriggio in un maxi-tamponamento a Rancate, all'altezza dell'intersezione tra la Provinciale Sp13 e via Salvo D'Acquisto. L'incidente è avvenuto intorno alle 14,30 lungo la trafficata arteria che collega la città ad Agrate e Carugate. Tre i mezzi coinvolti. Tra le persone di cui si sono presi cura i soccorritori del 118 anche una donna di 80 anni e una ragazza

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Costretti a camminare per strada con le torce elettiche per colpa dell'illuminazione malfunzionante. E' la situazione denunciata a concorezzo.org da alcuni residenti di via Massimo D'Azeglio a Rancate che ora chiedono all'Amministrazione comunale un intervento sulla vegetazione che ha letteramente inghiottito i pali della luce. "Nella nostra via, tra i semaforo e le prime tre case esiste un marciapiede con 3 alti pali della luce che sono coperti dai rami degli alberi e quindi la sera è completamente buio, gli abitanti devono uscire con la pila per vedere dove camminano- spiega una dei residenti - Dalla parte opposta della carreggiata non c'è illuminazione. E' una situazione di estremo pericolo: bisogna intervenire prima che succeda qualcosa".

Leggi anche una notizia d'archivio:
Via D'Azeglio al buio da cinque giorni

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Rancate al buio, residenti costretti a camminare con torce elettrice

Rancate al buio, residenti costretti a camminare con torce elettrice

Concorezzo. Costretti a camminare per strada con le torce elettiche per colpa dell'illuminazione malfunzionante. E' la situazione denunciata a concorezzo.org da alcuni residenti di via Massimo D'Azeglio a Rancate che ora chiedono all'Amministrazione comunale un intervento sulla vegetazione che ha letteramente inghiottito i pali della luce. "Nella nostra via, tra i semaforo e le prime tre case esiste un marciapiede con 3 alti pali della luce che

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Cinque mezzi dei Vigili del fuoco, carabinieri e un'ambulanza sono intervenuti ieri sera, intorno alle 21,30, per un incendio sviluppatosi all'interno del concessionario Audi prima scelta plus, al civico 88 della Provinciale Monza-Melzo, in località Rancate. Le fiamme hanno avvolto una delle vetture all'interno dell'autosalone, forse mentre era inserita la ricarica elettrica. Ma le cause del rogo sono al vaglio degli inquirenti e della compagnia assicurativa. Alle 21.49 è stato chiesto anche l'intervento di un'ambulanza dell'Avps di Vimercate che, partita in codice verde, è poi rientrata alla sede di via Cadorna senza la necessità di trasportare alcun ferito in ospedale.

*/ ?>

Cronaca

Rancate, incendio al concessionario Audi

Rancate, incendio al concessionario Audi

Concorezzo. Cinque mezzi dei Vigili del fuoco, carabinieri e un'ambulanza sono intervenuti ieri sera, intorno alle 21,30, per un incendio sviluppatosi all'interno del concessionario Audi prima scelta plus, al civico 88 della Provinciale Monza-Melzo, in località Rancate. Le fiamme hanno avvolto una delle vetture all'interno dell'autosalone, forse mentre era inserita la ricarica elettrica. Ma le cause del rogo sono al vaglio degli inquirenti e del

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. L'Amministrazione comunale ha deciso di dare ascolto ai residenti di via D'Azeglio, che avevano sottoposto all'attenzione del Comune il nodo del traffico pesante sotto le loro finestre.

Modifiche alla viabilità in vista a Rancate. Nel mese di luglio il Comune di Concorezzo ha previsto tramite ordinanza, di istituire il divieto di transito ai veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t in via D’Azeglio dal numero civico 4 al 24.

Il provvedimento, relativo al traffico pesante, entrerà in vigore nelle prossime settimane, appena verrà installata la relativa cartellonista. 

La decisione è stata presa, andando incontro alle richieste dei residenti, per garantire la sicurezza dei pedoni ed evitare i continui danneggiamenti dei camion ai muri e agli specchi dello svincolo.

Intanto in arrivo altri importanti interventi viabilistici in via Dante

Ecco la nuova rotonda tra via Dante e via Volta

Ecco la nuova rotonda di via Milano

*/ ?>

Cronaca

Residenti accontentati: stop ai camion in via D'Azeglio

Residenti accontentati: stop ai camion in via D'Azeglio

Concorezzo. L'Amministrazione comunale ha deciso di dare ascolto ai residenti di via D'Azeglio, che avevano sottoposto all'attenzione del Comune il nodo del traffico pesante sotto le loro finestre. Modifiche alla viabilità in vista a Rancate. Nel mese di luglio il Comune di Concorezzo ha previsto tramite ordinanza, di istituire il divieto di transito ai veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t in via D’Azeglio dal numero

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Aprirà nella prima metà di settembre il cantiere per la realizzazione della tanto attesa vasca volano nella frazione Rancate di Concorezzo. Ottenuto da parte del Consiglio Comunale di Monza il placet per l’acquisto dell’area destinata ad accogliere il grande invaso, BrianzAcque, una volta perfezionato l’atto con la firma davanti al notaio, potrà dare inizio ai lavori finalizzati al contenimento dei problemi di insufficienza idraulica  della rete fognaria, che si riscontrano in condizioni di piena lungo il collettore intercomunale secondario Monza-Concorezzo. Un intervento da circa  3 milioni di euro se, ai 2,68 mln di euro per la realizzazione del progetto si aggiungono i costi che il gestore idrico del servizio idrico integrato della Brianza, dovrà versare al Comune di Monza per acquisire la proprietà del terreno. 

Dichiara il presidente e Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci: “Siamo davvero lieti di dare questa buona notizia all’Amministrazione di Concorezzo, ai suoi abitanti e, in particolare, a quelli di Rancate.  Si tratta peraltro di un’opera di interesse pubblico sovracomunale, che  svolgerà una funzione idraulica protettiva anche nei confronti di Monza. Di fronte al problema degli effetti del cambiamento climatico, di cui la Brianza non è esente, già da tempo abbiamo messo in campo interventi e attività di prevenzione per concorrere al contrasto delle bombe d’acqua e ad altri fenomeni di precipitazioni violente ed estreme. Il nuovo progetto a cui ci accingiamo a dar corso, si inserisce in questo contesto volto allo sforzo di governare i processi del climate chance e non a subirli”.

 “Con estrema soddisfazione vediamo avvicinarsi il via ai lavori di un intervento da tempo atteso dal territorio concorezzese- commenta il sindaco di Concorezzo, Mauro Capitanio - La vasca volano di Rancate andrà sostanzialmente a risolvere le problematiche di allagamento che in situazioni di precipitazioni particolarmente intense negli anni hanno causato allagamenti nella zona di via fratelli Cervi e di via D’Azeglio che, a livello idraulico, risulta essere più bassa rispetto al resto del territorio. Da parte sua il Comune ha già provveduto a risolvere le questioni di carattere urbanistico e si accinge ad affrontare quelle di tematica edilizia così da agevolare l’inizio dei lavori”.

Invisibile perché totalmente interrata ad una profondità di oltre 6 metri e mezzo, la vasca volano troverà posto in una zona verde compresa tra le vie Ozanam, Salvo D’acquisto e la Provinciale Sp 13. Divisa in due settori, avrà una portata di 6 mila metri cubi d’acqua. Salvo imprevisti, per realizzarla occorreranno 11 mesi. Il meccanismo di funzionamento è uguale a quello degli altri 8 invasi di laminazione già realizzati da BrianzAcque e degli altri 3 in fase di costruzione nell’ambito del territorio servito:  immagazzinare temporaneamente  l’acqua in eccesso per  poi rilasciarla in modo graduale a evento meteorico concluso.

“Le vasche volano realizzate rappresentano un efficace strumento di contrasto ai danni indotti dalle piogge che sempre più spesso colpiscono il nostro territorio – spiega l’ing. Massimiliano Ferazzini, direttore settore progettazione e pianificazione di BrianzAcque-  Attraverso questi invasi è possibile salvaguardare le condotte fognarie dagli apporti delle acque meteoriche provenienti dai terreni, dalle strade e dalle proprietà private, garantendo così il corretto funzionamento della rete e lo smaltimento calmierato delle acque di pioggia”.

Il progetto  su Rancate non si esaurisce con il manufatto per la regimentazione delle acque, ma include una serie di altri interventi destinati ad eliminare le insufficienze idrauliche dell’agglomerato, dove sono presenti abitazioni e imprese.  Verrà così sistemata e  potenziata la rete fognaria della la zona di via F.lli Cervi, Salvo D’Acquisto e Torquato Tasso.  Con l’obiettivo di creare un volume di espansione delle acque meteoriche di supero e alleggerire il collettore intercomunale, BrianzAcque ha inoltre  previsto il rifacimento di  tratti dello stesso collettore per una lunghezza totale di quasi mezzo chilometro, dotandoli di una maggiore potenzialità rispetto a quella attuale.

*/ ?>

Cronaca

Tre milioni di euro per fermare gli allagamenti

Tre milioni di euro per fermare gli allagamenti

Concorezzo. Aprirà nella prima metà di settembre il cantiere per la realizzazione della tanto attesa vasca volano nella frazione Rancate di Concorezzo. Ottenuto da parte del Consiglio Comunale di Monza il placet per l’acquisto dell’area destinata ad accogliere il grande invaso, BrianzAcque, una volta perfezionato l’atto con la firma davanti al notaio, potrà dare inizio ai lavori finalizzati al contenimento dei problemi di insufficienza i