Coronavirus, tamponi rapidi a 15 euro per i concorezzesi

Concorezzo. Partirà sabato 7 novembre un nuovo servizio i tampone rapido riservato ai cittadini concorezzesi. Il servizio è stato progettato dal Comune in collaborazione con i medici di base, i pediatri del territorio e in collaborazione con la Fondazione Harmonia. 
L'area tamponi è ubicata in via del Lavoro 32 dove è già stato montato un gazebo della Protezione Civile. I concorezzesi potranno effettuare il tampone rapido (test antigenico) tutti i giorni nella fascia mattutina. Il risultato del test sarà pronto dopo 10-15 minuti e verrà in automatico inviato anche al medico di base. Il costo del servizio è di 15 euro. 

(Attenzione: vista la grande affluenza la tensostruttura da lunedì 9 novembre viene posizionata in Via Giorgio La Pira 16 , Concorezzo)

Tamponi rapidi a 15 euro: a Concorezzo funziona


Chi fosse interessato dovrà contattare il proprio medico di base via mail (dal lunedì al venerdì) che valuterà la richiesta e che darà indicazioni circa l'opportunità o meno di eseguire il tampone. Nel caso fosse necessaria l'esecuzione del test si dovrà contattare un numero verde che verrà comunicato dal medico curante per prendere l'appuntamento. 
L'esito del test verrà inviato anche al medico di base che, in caso di positività, darà indicazioni al paziente attivando gli opportuni protocolli del caso. 

"Abbiamo fortemente voluto attivare questo servizio di test rapido con un prezzo calmierato così da permettere un monitoraggio ancora più preciso del nostro territorio- ha commentato il sindaco Mauro Capitanio-. Si tratta di uno strumento in più che abbiamo voluto dare nelle mani dei medici e dei pediatri che in queste settimane si trovano a gestire una situazione davvero delicata. 
Sempre nell'ambito della medicina territoriale ricordiamo che a Concorezzo è attiva l'USCA (Unità Speciale di Continuità Assistenziale specifica) per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero. Come Comune stiamo cercando in tutti i modi di agevolare i presidi locali per la gestione dell'epidemia dando supporto ai medici di base e ai pediatri, certi dell'importanza di potenziare l’assistenza territoriale sanitaria per dare la garanzia ai cittadini di poter avere interventi rapidi e continuativi di supporto sanitario in questa fase così delicata".

images.jpeg

Aggiungi commento