Matrimoni e unioni civili, ecco le nuove regole

Concorezzo. E’ stato approvato durante l’ultimo Consiglio comunale del 2019 ed è entrato subito in vigore il nuovo regolamento per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili a Concorezzo. In particolare, nel documento vengono precisate le modalità per richiedere la celebrazione del matrimonio o dell’unione civile, le informazioni in merito alle date, gli orari e i luoghi sul territorio comunale dove è possibile sposarsi o unirsi civilmente.

Nel corso del 2019 a Concorezzo si sono celebrati 40 matrimoni e due unioni civili.

I luoghi dove poter celebrare il matrimonio civile e l’unione civile attualmente sono la sede municipale e l’agriturismo La Camilla (che ha in essere una convenzione con il Comune).

Per quanto riguarda il pagamento del rimborso spese per il Comune, che comprende la pratica amministrativa, l’intervento dell’ufficiale di stato civile, gli importi attualmente in vigore sono:

Sede municipale (Sala di rappresentanza) gratuito per i residenti e 100 euro per i non residenti;

Agriturismo La Camilla 400 euro in orario d’ufficio; 600 euro il giovedì, venerdì, sabato dalle 16.30 alle 18.30 e 1000 euro per le celebrazioni in altri giorni e in altri orari.

Le tariffe saranno determinate e aggiornate annualmente dalla Giunta Comunale, tenendo conto del costo dei servizi offerti per la celebrazione del matrimonio o dell’unione civile.

la_camilla_2020.jpg

“Nelle scorse settimane ho formalizzato una richiesta all'Archivio Storico – ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio- per iniziare a lavorare alla predisposizione di un concorso di idee per lanciare un progetto di valorizzazione della Sala di Rappresentanza dove solitamente si celebrano in matrimoni.

L’obiettivo è quello di rendere questo luogo uno spazio esteticamente e culturalmente interessante e rappresentativo, appunto, della storia di Concorezzo”.

Aggiungi commento