Piscina, ecco il progetto che la rimetterà a nuovo

piscinaviapioxingresso.JPGConcorezzo. 1,9 milioni di euro per rimettere a nuovo la piscina comunale di via Pio X. E' questo il quadro economico che sostiene la proposta di progetto protocollata questa mattina da Isport, la società che gestisce la struttura cittadina oltre alle principali piscine pubbliche della Brianza, a partire da Arcore e Vimercate. Dopo le polemiche sul rischio di chiusura e dopo il serrato braccio di ferro tra privato e Amministrazione comunale, oggi la società ha presentato un progetto che prende spunto da quello già presentato tempo fa, ma che ora recepisce anche le direttive del Comune.

Naturalmente si tratta dell'avvio burocratico di un procedimento che potrebbe portare anche altri soggetti a partecipare alla gara. I costi saranno a carico del privato, in cambio della gestione della struttura e relativi proventi.

L'intervento prevede la messa in sicurezza dell'intera struttura, il rifacimento degli impianti, la sistemazione degli spogliatori, l'installazione di doppi vetri, il rifacimento dei cementi armati - spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Innocente Pomari - I cittadini e gli utenti si accorgeranno fin dal primo sguardo alla facciata esterna che la struttura è cambiata, poi una volta all'interno ne avranno solo una piacevole conferma. Senza contare particolari come l'effetto condensa che sparirà del tutto. Comunque si proceda, questa è la strada più vantaggiosa per il Comune e migliore per i cittadini: spiace che qualche amministratore "navigato" di minoranza faccia finta di non capirlo...".

Commenti   
0 #5 io 2014-10-27 16:05
e meno male che qualcuno ha coraggio di parlare fuori dai denti!!!che non gli frega proprio nulla si è capito da tempo!!mi domando come mai fa parte ancora del consiglio!!
0 #4 Giovanni R. 2014-10-27 13:50
Salve,

gira voce che la piscina a Febbraio chiuda dato che non è possibile concedere ulteriori proroghe.
E' Falso? E' Vero?

Dato che anche quella di Vimercate è chiusa per altri problemi, vorrei capire se mia figlia dovrà darsi all'ippica...
Il problema, se esiste, deve essere gestito dall'attuale amministrazione.

Grazie.
0 #3 claudio villa 2014-10-25 15:07
Caro Pomari , mi costringi purtroppo a dover tornare su alcuni argomenti sui quali sei forse confuso.
1- Lo strapotere dei politici di 20 anni fa? CHiedi all'amico Teodosio Palaia, allora responsabile della ragioneria comunale, se non esistevano vincoli burocratici fortissimi: l'unica differenza forse è che allora gli assessori non erano stipendiati.
2- Sei venuto alla scuola media nel 2011, in consiglio d'istituto, per presentare due progetti: il cambio di tutti i serramenti delle scuola media e l'installazione del riscaldamento geotermico. I docenti ti chiesero delle aule all'aperto. Nebbia...Il sottoscritto e il prof. Montesano , autori di un progetto su tale argomento si incontrarono con te: erano prioritari i due progetti sopraelencati, quindi per il momento niente aule all'aperto nè stradina sterrata per disabili:CI promettesti comunque una risposta formale per la primavera successiva(mai arrivata). NIente riscaldamento geotermico nè altro, ma arredi urbani (secondo molti) inutili sotto elezioni. E chissenefrega delle stradine per disabili...Mi spiace rilevarlo: i tuoi ritardi una volta sono colpa della minoranza, un'altra della "burocrazia" di oggi rispetto allo "strapotere" dei vecchi politici. Francamente mi pare patetico. Con simpatia
Claudio Villa
0 #2 Innocente Pomari 2014-10-24 09:01
Caro professore Claudio Villa,
forse non ricordi molto bene che 3 anni fa ci fu una riunione riguardante il percorso dei disabili nel giardino della scuola media di Via Lazzaretto e la questione delle aule all'aperto.
Da subito ti dissi quali fossero i problemi e perché ne era impossibile l'immediata realizzazione, pur mantenendo i punti di cui sopra in programma. Da come si legge dai tuoi commenti, però, mi pare che tu non abbia ben capito cosa sia successo in questo ultimo ventennio. Con il tuo primo commento su questo giornale ci hai spiegato che in dieci minuti avevi risolto la trattativa con l'attuale gestore della piscina: penso non sia necessario, ma vorrei comunque ricordati che il potere che avevano i politici a quei tempi oggi non esiste più e che occorre fare i conti con tutti i passaggi burocratici connessi. Sono sicuro che con un breve corso di aggiornamento anche tu potresti capire le difficoltà che ci sono.
Detto questo, ti informo che non mi sono mai vergognato di nessun gesto o scelta fatta sia a livello amministrativo che privato.
Forse ci sono altri che si devono vergognare, ma non mi esprimo in merito.

Con sincera simpatia

INNOCENTE PPOMARI
0 #1 claudio villa 2014-10-23 16:46
POmari, potevi arrivarci almeno 4 anni orsono. Scarichi tutto sulla minoranza? Vergognati! Noi docenti della scuola media di Concorezzo, da 3 anni stiamo attendendo una tua risposta sulla stradina sterrata per disabili nel giardino della scuola...cHE NON TE NE FREGA NULLA L'ABBIAMO CAPITO DA TEMPO, ALMENO UN PO' DI BUONA EDUCAZIONE...
Prof Claudio VIlla

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI