santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

Superlega, la Vero Volley perde anche il derby lombardo

murosuishikawa.jpg

VERO VOLLEY MONZA-ALLIANZ MILANO 0-3
 
Il pronostico del derby è stato rispettato: l’Allianz Milano ha vinto anche quello di ritorno e con un punteggio più netto rispetto al 3-2 scaturito all’Allianz Arena. Il motivo è semplice da spiegare: la Vero Volley Monza sconta l’assenza per infortunio dell’opposto titolare Grozer, uno che da solo vale mezza squadra. Senza di lui il team allenato da Massimo Eccheli non solo non può ambire a ripetere il quarto posto dell’anno scorso ma nemmeno a entrare nei play-off. Tra l’altro il bulgaro naturalizzato tedesco si è lesionato il retto anteriore poco dopo la rescissione consensuale del contratto col suo sostituto, il croato Mitrasinovic. Pertanto da più di un mese sta giocando in quel ruolo il primo schiacciatore di riserva Karyagin, che però nonostante la buona volontà non è all’altezza del compito da svolgere. Eccheli ha anche provato a invertire il bulgaro con lo schiacciatore bielorusso Davyskiba, ma quello che si guadagna fuori banda lo si perde alla banda. Peraltro il rinforzo invernale, il serbo Katic, sta mostrando di essere un ricambio per zona 4, ma nulla più, e l’altro schiacciatore in rosa, Galliani, era assente per positività al “coronavirus”. Inoltre il centrale Beretta è rimasto in panchina per una pallonata presa all’occhio in allenamento. Insomma, se Grozer non rientrerà presto in campo il prosieguo del campionato rischia di trasformarsi in un calvario per i rossoblù, che devono guardarsi alle spalle dalla Kioene Padova e dalla Top Volley Cisterna, le dirette concorrenti per gli ultimi due posti dei play-off.
A complicare le cose il calo di efficienza nelle battute e a muro: oggi si sono registrati solo 2 ace e 1 muro-punto contro gli 8 dei milanesi allenati da Roberto Piazza.
 
Nonostante il turno infrasettimanale (si trattava del recupero della seconda giornata di ritorno) all’Arena di Monza si sono presentati quasi mille spettatori, molti di fede biancorossa. Il primo set risulta equilibrato fino al 13-13, con Davyskiba e Dzavoronok che rispondono ai colpi di Patry e di Chinenyeze, scatenato al centro. Poi due attacchi di Jaeschke inframmezzati da un muro di Patry cominciano a scavare il solco che Ishikawa, alla fine votato MVP del match grazie ai 13 punti messi a terra (55% in attacco) e al 62% in ricezione, consolida con una schiacciata e un ace, seguiti da un muro di Chinenyeze (14-19). Davyskiba tiene a galla i padroni di casa con un ace e tre attacchi, riducendo lo svantaggio a 2 lunghezze, ma Patry spegne le speranze di recupero (22-25)
 
Nel secondo set l’Allianz Milano cresce notevolmente in ricezione mentre la Vero Volley crolla in attacco e non a causa di Katic, che risulta il miglior realizzatore dei suoi con 5 punti. L’avvio è da incubo per i locali: 2-7 che diventa 3-12. Eccheli sostituisce Davyskiba con Karyagin e successivamente il palleggiatore (Calligaro per Orduna), ma il distacco resta pressoché invariato. Katic punge in attacco però poi sbaglia la battuta (16-25).
 
Proprio il serbo cede il posto a Karyagin per il terzo set, ma la scelta risulta nefasta in quanto il ventenne accumula errori su errori, probabilmente anche dovuti al peso delle responsabilità ricevute, venendo di nuovo sostituito sull’8-11. La Vero Volley combatte comunque fino alla fine soprattutto grazie all’ottima prestazione di Dzavoronok: il ceco totalizzerà 11 punti nel parziale e 17 complessivi. L’ultimo a issare bandiera bianca è però Davyskiba, che piazza 3 punti nel finale prima del 22-25 firmato da Piano.
 
Domenica prossima alle ore 20.30 l’Arena di Monza ospiterà la forte Itas Trentino: il rischio di un ennesimo cappotto è molto alto.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI