Campaccio, depredati dai ladri residenti e contadini

greco1.jpgConcorezzo. Cascina Campaccio e Cascina Beretta ancora nel mirino dei ladri. Dopo i furti al Campaccio, alla Camilla e anche al vicino Euronics, nel mirino di malviventi da quattro soldi, che poi rivendono la merce sul mercato nero, sono finiti questa volta residenti e agricoltori.

Nelle notti dell'11 e 12, quasi tutti gli orti, protetti da recinzioni ma incustoditi di notte, sono stati visitati da ladri notturni che hanno fatto razzia di strumenti agricoli per un danno stimato di almeno 10.000 euro tra trattorini, moto-zappe e decespugliatori. Tra le vittime anche Francesco Greco (nella foto), storico custode di Villa Zoia con la passione per l'orto. Sabato mattina a fare un terribile risveglio è stato Marco Beati, residente a Cascina Beretta, che recatosi al box della villetta isolata nei pressi degli orti ha constatato che il suo box era stato ripulito: all'appello mancava la sua vecchia autovettura (una Focus station wagon utilizzata probabilmente per trasposrtare il materiale rubato) , taniche di olio motore, i costosi strumenti utilizzati per il suo hobby (lavorazione delle carrozzerie e il tuning di autovetture per il quale è stato più volte premiato) e strumenti da giardino.
Per terra un piede di porco e i vetri rotti del box. "In 40 anni non era mai successo nulla - racconta sconsolato Marco Beati - Nei giorni successivi al furto non sono nemmeno riuscito a dormire per lo sconforto e per la paura". I carabinieri stanno indagando.

greco.jpg

Leggi anche

Ancora ladri alla Camilla, lo sfogo: "Tra ladri e tasse viene da mollare tutto"

Scopre i ladri e viene picchiato a sangue: shock in via Oreno

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI