"Ci manda il Comune", ma la nonnina sventa la truffa

truffa_nonna.jpgConcorezzo. "Buonasera, ci manda il Comune, dobbiamo farle firmare dei documenti". Così due malviventi, ben vestiti, alcuni giorni fa hanno cercato di raggirare una ottantenne residente in via don Girotti. La donna, però, ha fiutato la truffa e ha chiesto ai due interlocutori di lasciare la documentazione nella cassetta della posta. Questi, però, continuavano ad insistere per entrare in casa e mettere in scena il loro raggiro, magari distraendo la vittima mentre uno dei due avrebbe frugato in casa. Vista l'insistenza, allora, la donna ha allertato il 112. Per fortuna il piano è fallito. Da sempre i carabinieri sono impegnati in operazioni di prevenzione anti-truffa. In passato il comandante di Concorezzo, Fulvio Carotenuto, e il maggiore di Monza, Enrico Vecchio, avevano tenuto una lezione ad hoc presso il centro anziani, diffondendo anche materiali informativi. La raccomandazione è sempre quella: mai aprire agli estranei e, in questi casi, allertare i vicini di casa o i parenti. Dal Comune fanno sapere che nessun addetto è stato incaricato di presentarsi "porta a porta" e che, nel caso, tali azioni sarebbero precedute da una approfondita e chiara informazione.

Leggi anche

Borse di studio, il 15 ottobre scadono i termini per le domande

In campo senza maglie: che errore quei bambini sbattuti su Facebook

Wow, che wonderful work in farmacia!

English Break, lesson 8: Celtic Music Culture

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI