Mansarda divorata dalle fiamme: è la casa del giovane ucciso dal monossido

cascina_campaccio_incendio.jpgConcorezzo. Un'intera mansarda divorata dalle fiamme. E'pesante l'incendio che ha divorato questa notte alcuni locali nel sottotetto di una abitazione di Cascina Campaccio, al confine con Vimercate. L'appartamento è quello della famiglia del giovane ucciso dal monossido di carbonio il 2 gennaio a Vimercate (i funerali sono fissati per le ore 15 di giovedì). L'incendio è divampato intorno alla 1,30 e l'allarme al 115 è stato dato dai proprietari. Le fiamme sono state avvistate ad alcuni chilometri di distanza. Per rimettere la situazione in sicurezza e domare le fiamme i Vigili del fuoco di Monza, Lissone e Carate hanno dovuto lavorare per oltre due ore. Nessun ferito, ad eccezione di una persona visitata dal 118 per accertamenti.

LEGGI ANCHE:

TRAGEDIA A VIMERCATE: è stato il monossido

LA CRONACA DELLA TRAGEDIA

QUELLO CHE L'AUTOPSIA NON DICE

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI