Via San Rainaldo: la sicurezza deve fare i conti con l'inciviltà

ciclabile_via_san_rainaldo.jpgConcorezzo. Non erano nemmeno passate 24 ore dall'assembela pubblica di venerdì sera quando una nostra lettrice ha scattato questa foto. Non c'è bisogno di commentare quando un'auto utilizza - fosse anche solo per una breve fermata - la pista ciclopedonale ben segnalata come area di sosta. E' vero: più controlli e soprattutto più molte sono una forma di educazione stradale incisiva. Ma quando l'inciviltà diventa cultura, allora c'è poco da fare. In ogni caso una chiamata al Comando di Polizia locale e una bella foto che metta in evidenza la targa sono sempre ben gradite.

Commenti   
0 #4 annalisa 2014-10-24 20:16
Va benissimo chiamare incivili chi non rispetta o non conosce il codice della strada ma, anche chi dovrebbe sanzionare determinate situazioni che in zona spesso succedono invece di passare e far finta di non vedere e non intervenire.... ......L'incivil tà si combatte toccando il portafoglio degli incivili,sempre se lo si vuole fare!!
0 #3 Luca 2014-10-24 08:30
La ciclopedonale di vis S. Reinaldo è regolarmente e quotidianamente utilizzata per soste più o meno lunghe e occupata da furgoni per scarico/scarico ai negozi.
Provare per credere...
Multe da 700 euro così imparano una buona volta
+1 #2 antonella 2014-10-23 14:49
Giustamente state facendo notare nella foto la macchina posteggiata, ma dell'altra autovettura scura di fronte ferma, spero, in controsenso, sotto il cartello di stop ( ma è solo per far notare la posizione), nessuno commenta?
Molte persone dovrebbero rifare la scuola guida, ma soprattutto un corso di educazione civile, contro il menefreghismo.
Saluti
0 #1 massimo 2014-10-23 10:09
ma anche la macchina parcheggiata dall'altro lato non permette la visuale a chi esce dalla via.
mettere un "panettone" di cemento al posto delle righe?

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI