Slider

Asfalti Brianza, il Sindaco fa chiarezza e risponde alle minoranze

Botta e risposta tra il sindaco Mauro Capitanio e alcune minoranze sul tema di Asfalti Brianza. Ecco l'intervento di Mauro Capitanio:


Alla luce dei gravi interventi divulgati sui social da parte di alcune minoranze che stanno utilizzando una questione delicata per i concorezzesi come quella di Asfalti Brianza per fare propaganda politica, trovo giusto fare chiarezza semplicemente ricordando i fatti.

Il tema è quello della qualità dell’aria nei dintorni dello stabilimento produttivo che insieme alle denunce di molestie olfattive è al centro di numerose indagini. E’ bene precisare una questione fondamentale: questa azienda grazie al lavoro del Comune di Concorezzo è CHIUSA da Luglio 2020 e lavorava a regime ridotto da Novembre 2019.

Ecco i risultati principali che abbiamo ottenuto lavorando insieme a Prefettura, Procura, Regione, Provincia, Comuni limitrofi, Carabinieri e Vigili del Fuoco oltre ad enti tecnici come ATS, ATO e ARPA:
1.    A Settembre 2019 è scattato il sequestro preventivo dell’azienda in questione per gestione illecita dei rifiuti
2.    A Novembre 2019 il funzionamento dell’azienda è stato portato da 8 ore giornaliere a 4,5 ore giornaliere
3.    Da Marzo 2020 la produzione viene bloccata per le normative anti-Covid per poi riprendere a metà Aprile con orario ridotto
4.    Il 5 Luglio 2020, a fronte delle numerose segnalazioni dei cittadini e del confronto con alcuni medici, con una mia ordinanza sindacale si è imposta la chiusura immediata dell’azienda fino al 15 Luglio 2020
5.    A seguito della mia ordinanza sindacale, si è irrobustita la collaborazione con la Provincia che in data 28 Luglio 2020 ha disposto la chiusura dell’azienda fino al 30 Settembre 2020
6.    Il 29 Settembre 2020 la Provincia di Monza e Brianza ha prorogato la chiusura dell’azienda, chiusura che è ancora in essere.
7.    Il 15 Dicembre 2020 la Provincia di Monza e Brianza ha vietato all’azienda la prosecuzione dell’attività di messa in riserva e recupero rifiuti non pericolosi.
8.    Nel mese di Aprile 2021 anche grazie al parere negativo del Comune di Concorezzo è stato negato all’azienda un incremento di orari e volumi di produzione.

L’azienda, precisiamolo ancora una volta, è CHIUSA da Luglio 2020. Da Dicembre 2020 è stata anche revocata l’autorizzazione per la gestione di rifiuti.  Nel 2021 non è stata accolta la sua istanza per modifica sostanziale della sua autorizzazione che avrebbe portato un incremento dei volumi di produzione e degli orari di funzionamento.

Il Comune di Concorezzo sta continuando il suo percorso di indagine ed analisi: è stata chiesta un’ulteriore analisi della qualità dell’aria ad azienda chiusa per verificare la situazione senza l’impatto del processo produttivo.  Il Comune incontrerà a breve la Provincia di Monza e Brianza per una revisione dell’autorizzazione vigente in possesso dell’azienda e continuerà ad approfondire con tecnici del settore gli esiti consegnati da ATS, effettuando ulteriori campionamenti.
C’è la massima solidarietà e vicinanza ai cittadini che da anni denunciano questa vicenda e la massima determinazione a chiudere questo iter, continuando a lavorare seriamente e soprattutto concretamente.
Ovviamente vi terremo aggiornati sugli sviluppi. Forza Concorezzo!

Aggiungi commento