Elezioni, il sindaco confermato nel Consiglio provinciale

riccardo_borgonovo2017.JPGConcorezzo. Il sindaco Riccardo Borgonovo è stato confermato consigliere provinciale. In occasione del "giro di boa" previsto per il nuovo ordinamento delle province (votano solo i sindaci e i consiglieri comunali), il primo cittadino ha raccolto un'ampia dote di consensi, risultando il secondo più votato nella lista che raccoglieva Forza Italia, Fratelli d'Italia e Nuovo Centro Destra.

"Voglio ringraziare tutti i sindaci e i consiglieri che mi hanno espresso la loro fiducia riconoscendo il mio lavoro svolto in questi anni in Provincia - ha commentato Borgonovo - Rinnovo con orgoglio l'impegno di rappresentare tutto il territorio al servizio di tutti i cittadini, per una migliore crescita sciale ed economica". Al termine delle verifiche conseguenti alle operazioni di scrutinio l’Ufficio Elettorale Provinciale ha proclamato i 16 Consiglieri eletti per la Provincia MB, a seguito delle votazioni alle quali hanno partecipato 697 tra Sindaci e Consiglieri, pari all’80,85% degli aventi diritto

16 gli eletti che compongono il nuovo Consiglio Provinciale: Quattro Consiglieri per la lista n°1 "Insieme per la Brianza", in ordine di cifra individuale ponderata: Antonio Domenico Romeo (4186 voti ponderati), Riccardo Mario Borgonovo (4088 voti ponderati), Rosario Adamo (3959 voti ponderati), Edoardo Mazza (3029 voti ponderati). Dieci Consiglieri per la lista n° 2 “Brianzaretecomune” che fa capo al PD, in ordine di cifra individuale ponderata: Pietro Virtuani (7685), Roberto Scanagatti (4356), Sergio Gianni Cazzaniga (4278), Roberto Corti (4076), Roberto Invernizzi (3463), Concetta Monguzzi (3318) Paola Bernasconi (3192), Giacomo Biffi (2695), Giovanna Maria Amodio (2462), Valeria Fasola (2190).  Due Consiglieri per la lista n°4 “Lega Nord Salvini”, in ordine di cifra individuale ponderata: Andrea Monti (5092) e Andrea Villa (4940). 

"Ringrazio i Consiglieri uscenti per il prezioso lavoro svolto in questi primi due anni - ha dichiarato il Presidente Gigi Ponti - pur in un contesto istituzionale confuso e incerto per le Province. Ora ci attende una sfida ambiziosa, anche a seguito del recente esito referendario: completare la trasformazione delle Province in Casa dei Comuni e ridare piena dignità a questo ente intermedio, strategico per il suo ruolo di coordinamento territoriale. Per questo servono al più presto risposte concrete su funzioni e risorse assegnate”.

Leggi anche

Buona politica, il sindaco Riccardo Borgonovo premiato in Consiglio regionale

E' successo nel 2016: fatti e volti dell'anno

Tagli incostituzionali, il Comune fa causa allo Stato

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI