La farmacia non "sfratterà" i carabinieri

caserma.JPGConcorezzo. E' assolutamente infondata la notizia secondo cui i carabinieri saranno sfrattati... dalla farmacia comunale. C'è stata infatti un po' di confusione, con conseguenti allarmismi, nei giorni scorsi. Recentemente il Consiglio comunale ha discusso della situazione della caserma dei carabinieri di via Ozanam. Da qui sono scaturite una serie di voci che con il passaparola hanno preso una dimensione decisamente surreale. E' un fatto che lo stabile si trova oggetto di asta in quanto il costruttore ha dichiarato fallimento. La costruzione è quindi in mano ad un curatore fallimentare che sta predisponendo tutte la documentazione del caso per procedere ad un'asta pubblica. Per legge il Comune che ospita uno stabile ad uso militare, ha diritto di prelazione sull'acquisto. Ed è questo il punto. Concorezzo, attraverso Aspecon, l'azienda del Comune che gestisce farmacia e ambulatori medici, avrebbe intenzione di far valere questo diritto. A questo punto partecipando all'asta l'azienda Aspecon diventerebbe proprietaria della caserma e la Prefettura pagherebbe a questa l'affitto. Dunque, nessuno sfratto ma anzi un'operazione per garantire la permanenza dei militari. Nulla di ufficiale, ma neanche di ufficioso a dire il vero, è invece circolato circa un possibile conseguente accorpamento con la stazione di Villasanta.

Aggiungi commento