santalfredo
santalfredo

Superlega, la Vero Volley Monza si fa rimontare nel derby

grozerebadipour.jpg

VERO VOLLEY MONZA-ALLIANZ MILANO 2-3
 
Neanche alla seconda giornata di campionato arriva la prima vittoria stagionale per la Vero Volley Monza, battuta all’Arena di casa per 3-2 dall’Allianz Milano (è la sesta volta consecutiva che i brianzoli perdono il derby tra le mura amiche). La squadra allenata da Massimo Eccheli è andata in vantaggio per 2-0, ma ha ceduto alla distanza a causa della panchina corta. A decidere le sorti del match, durato ben 2 ore e 27’, è stato infatti il primo schiacciatore di riserva dei meneghini, il cubano Melgarejo, che una volta entrato al posto di un opaco Ebadipour, prima della metà del terzo set, ha ribaltato l’andamento dell’incontro, firmando 18 punti (4 muri) e sostenendo i compagni con un 50% in ricezione. Al termine della gara è stato giustamente premiato come Mvp. Al contrario Eccheli non ha potuto far rifiatare i suoi titolari per la pochezza dei ricambi. Già privo del palleggiatore titolare, il brasiliano Fernando Kreling, infortunatosi prima dell’inizio del campionato (starà fuori 4 mesi), il tecnico della Vero Volley ha provato almeno a cambiare lo schiacciatore Maar, poco incisivo e a un certo punto pure infortunato alla mano, ma il giovane finlandese Marttila ha commesso una serie di errori che hanno fatto ricredere la panchina verdeblù (e non più rossoblù come da tradizione del consorzio). Non sono dunque neppure bastati i 28 punti di uno scatenato Grozer e i 20 punti di un ottimo Davyskiba per portare a casa almeno 2 punti per la classifica.
 
Il match, giocato davanti a 2200 spettatori e trasmesso in diretta tv su Rai Sport, è stato gradevole, mostrando sprazzi di grande spettacolo grazie soprattutto alle difese del libero di casa Federici e di Davyskiba, ma anche ai muri di Beretta (ben 5) e Melgarejo, mentre il campione del mondo e miglior centrale del torneo iridato Galassi non è stato all’altezza delle aspettative, complice la mancanza di affiatamento col palleggiatore di riserva Visic, chiamato all’arduo compito di non far rimpiangere Orduna.
 
Il primo set si gioca punto a punto fino al 14-15, quando un attacco di Loser e due di Patry portano gli ospiti sul +4. I monzesi non si disuniscono e a poco a poco recuperano trascinati da Davyskiba (86% in ricezione nel parziale), che firma due attacchi e l’ace del 21-21. Due muri di Beretta e una “pipe” di Davsykiba mettono una seria ipoteca al set, che dopo due schiacciate di Ebadipour (80% in attacco nel parziale), vede la fine grazie a Grozer.
 
Nel secondo set i padroni di casa partono a razzo portandosi sul 6-1 per merito soprattutto di Maar (8 punti nel parziale) e Grozer. Il giovane Porro comincia a smistare buoni palloni per Patry, Ishikawa ed Ebadipour e così la formazione guidata da Roberto Piazza raggiunge la parità sul 10-10 e poi vola a +3 (11-14). Anche stavolta i verdeblù risalgono lentamente la china e un ace di Davyskiba li riporta a braccetto coi milanesi (18-18). Sul 22-22 una battuta sbagliata di Vitelli e un attacco di Galassi fanno il “break” che poi lo stesso Galassi certifica dopo una schiacciata di Piano.
 
Anche nel terzo set la Vero Volley parte a razzo (7-1), ma sull’11-4 prende avvio la riscossa guidata dal panchinaro Melgarejo. La sua “verve” trascina i compagni ormai spenti e così dopo il 13-13 da lui firmato in schiacciata è capitan Piano con un ace a effettuare il sorpasso. Sul 16-16 i padroni di casa mollano la presa, complice una pessima ricezione (50% a 25% per i biancorossi nel parziale), e nonostante la generosità di Grozer (7 punti nel parziale) cedono 25-20.
 
L’inerzia della gara è ora tutta a favore dei meneghini, che nel quarto set prendono il largo sul 7-7 favoriti da una miglior ricezione (57% a 30%), dovuta anche alla conferma di Melgarejo (67% in ricezione nel parziale). Sul 9-15 la spinta si ferma e punto dopo punto i verdeblù risalgono di nuovo la china. Uno scatenato Grozer mette a segno 7 degli 8 punti personali del parziale (4 consecutivi) permettendo ripetuti agganci ai milanesi: 20-20, 21-21, 23-23. Una schiacciata dalla seconda linea di Melgarejo e una doppia fischiata a Visic spengono però le speranze monzesi di chiudere la contesa.
 
Nel tie-break i locali si portano in vantaggio sul 6-4, poi il ritrovato Ebadipour trascina i compagni alla rimonta, al sorpasso e al set-ball (10-14) grazie a un muro. Il solito Grozer prova a far sognare di nuovo la tifoseria di casa con una schiacciata dalla seconda linea, ma una battuta sbagliata di un altro neoacquisto, Szwarc, chiude la partita in negativo per la squadra consortile.
 
La Vero Volley è ora chiamata assolutamente a portare a casa 3 punti dalla trasferta di domenica prossima in casa della Gioiella Prisma Taranto.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI