Asfalti Brianza e la vergognosa reazione di Arpa

Screenshot_20200625-194431_Chrome.jpgConcorezzo. Le Iene sono tornate. E sul caso Asfalti Brianza sembrano emergere molti dubbi sul principale attore che dovrebbe certificare la nocività o meno dei fumi prodotti dall'azienda del Malcantone. Oltre al silenzio e alle ambiguità dell'Agenzia regionale per l'ambiente, è sconcertante la reazione con cui la funzionaria dell'Arpa, Paola Bossi, si è posta nei confronti dell'inviato della trasmissione Mediaset, Alessandro De Giuseppe, che ha già dedicato tre servizi alla nota vicenda. La donna, in piena emergenza Covid, ha appositamente tossito addosso all'inviato delle Iene, quasi volesse allontanarlo con la minaccia del contagio. Una scena vergognosa che danneggia l'immagine dell'ente regionale (guarda il video) e certo non rende trasparente il ruolo di Arpa in questa vicenda. Emerge invece definitivamente chiara la posizione dell'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Capitanio a cui anche i Comitati riconoscono per voce di Paolo Teruzzi che gli atti predisposti dalle istituzioni sono formalmente corretti. Il sindaco ha inoltre ribadito che, di fronte a dati certi presentati da Arpa, non avrebbe nessun problema ad agire di conseguenza. Nel frattempo il sindaco ha firmato una nuova ordinanza e si attende (ma sulle promesse dell'azienda e del suo titolare ci sarebbe tanto da dire) l'installazione di un nuovo super filtro. Nei giorni scorsi si è tenuto un nuovo tavolo di lavoro con tutte le autorità del territorio, sotto il coordinamento del Prefetto di Monza.

 

Screenshot_20200625-194234_Chrome.jpg

Aggiungi commento