Asfalti Brianza, ecco l'esito del tavolo col Prefetto

asfalti_brianza_2019.jpegConcorezzo. Si è concluso nella tarda mattinata di oggi, venerdì 22 novembre, l’incontro convocato dal Prefetto di Monza Patrizia Palmisani avente come oggetto “Stabilimento Asfalti Brianza srl Concorezzo- Salubrità dell’area e problematiche olfattive”. A questo vertice sono stati convocati, oltre al Sindaco del Comune di Concorezzo Mauro Capitanio, anche i direttori generali di Arpa e ATS oltre al titolare di Asfalti Brianza (e per conoscenza il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Monza). Presente all’incontro anche il presidente della Provincia MB Luca Santambrogio come segno di attenzione verso il territorio.

“E stato un incontro molto positivo – ha spiegato il Sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio –. Il Prefetto ha chiesto formalmente ad ARPA e ad ATS di presentare entro una settimana un piano di lavoro congiunto che darà il quadro della situazione sanitaria. In particolare verranno previste delle analisi di caratterizzazione chimica delle sostanze presenti nell’aria e verranno attivati, se necessario, eventuali rilievi integrativi.

Il processo di smaltimento dei rifiuti da parte dell’azienda, inoltre, è in corso secondo il cronoprogramma indicato dalla Procura e dagli Enti coinvolti e dovrebbe concludersi entro la fine di gennaio 2020.

Il 26 novembre è in programma la conferenza dei Servizi in Provincia che servirà a valutare la richiesta di modifica non sostanziale dell’impianto dell’azienda relativa, in particolare, al bruciatore, alla cappa e ai filtri.

La priorità è, ovviamente, accelerare la questione sanitaria e dare una risposta definitiva sulla nocività o meno delle emissioni. L’incontro di oggi è stato fondamentale proprio per l’intervento del Prefetto che si è orientato in questa direzione.

ATS ha confermato che non ci sono attualmente evidenze di problemi di carattere sanitario relativo ai lavoratori dell’azienda e questo è comunque un piccolo segnale positivo.

REBUS ODORI

Resta poi sul tavolo la questione relativa agli odori. I sindaci dei Comuni coinvolti (oltre a Concorezzo anche Monza, Agrate e Brugherio) si sono detti concordi nel seguire la strada per l’attuazione del protocollo della DGR 3018. Questa procedura prevede anche l’intervento attivo di alcuni cittadini volontari disponibili a monitorare, tramite gli strumenti formali di ARPA, l’aria della zona dove sorge l’azienda. I dati raccolti dalla strumentazione andranno inseriti all’interno di tabelle sinottiche e quindi inviati al Comune di Concorezzo che, a sua volta, li raccoglierà per poi inviarli ad ARPA per l’analisi completa. La nostra volontà è di attivare questa procedura il prima possibile e comunque nel mese di dicembre.

Dalla prossima settimana sul sito del Comune di Concorezzo saranno inoltre a disposizione tutte le informazioni relative alla procedura per l’invio formale delle segnalazioni da parte della cittadinanza”.

Leggi anche

Asfalti Brianza, tutti i retroscena

Asfalti Brianza dissequestrata

Danni per migliaia di euro, caccia ai vandali della piazza

Aggiungi commento