Attentato alla caserma dei Carabinieri: lanciate due molotov

ris.jpg

Concorezzo. Atto intimidatorio nella notte alla  caserma dei carabinieri cittadina. Ignoti hanno lanciato ben due bottiglie molotov nel cortile del palazzo di  Via Federico Ozanam, che oltre ad ospitare il Comando militare, ha alcuni alloggi di servizio. L'allarme è scattato all'alba: i rilievi sono tuttora in corso. Sul posto vi sono oltre al comandante,  luogotenente Fulvio Carotenuto, anche il Capitano della Compagnia di Monza Pierpaolo Pinnelli  e il gruppo della squadra investigativa di Monza per i rilievi. Per il momento non si hanno ulteriori dettagli. La prima impressione è che il movente non sia tanto di matrice locale, quanto frutto del clima nazionale generale. Ma ogni ipotesi è comunque prematura. Seguono aggiornamenti. Chiunque abbia visto qualcosa è ovviamente invitato a farsi avanti. 

“Ho portato di persona la mia solidarietà e vicinanza all’Arma dei carabinieri e al comandante della stazione di Concorezzo. Quanto avvenuto questa notte, per fortuna senza conseguenze, è un gesto gravissimo e vigliacco, e spero che gli autori possano essere identificati in fretta. Subito questa mattina mi sono confrontato con il ministro dell’Interno Matteo Salvini perché questi atti intimidatori non vanno assolutamente sottovalutati, a prescindere dal movente”. Così Massimiliano Capitanio, deputato della Lega, che questa mattina si è recato in visita alla caserma di via Ozanam, nel cui cortile, questa notte, sono state lanciate due bottiglie molotov, una delle quali è esplosa.

Nella foto qui sotto la stazione mobile del Nucleo operativo di Monza, impegnato nei rilievi.

caserma_cc.jpg

 

Aggiungi commento