Commercio cinese, multa da 22mila euro per attività illecita

carabinierinas.jpgDopo i preoccupanti fatti registrati a Concorezzo e Monza, l'attenzione di Asl e carabinieri nei confronti delle attività a gestione cinese si sono intensificati. Venerdì mattina a Brugherio è scattato uno dei primi blitz. E i risultati non sono mancati.
Dalle 10.30 alle 15.00, in Brugherio (MB), militari del Comando di Monza (foto di repertorio di un controllo dei Nas), personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro e Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Milano, personale dell'Asl eVigili del Fuoco di Monza, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di illeciti relativi alla disciplina del lavoro e della tutela sanitaria,  presso esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi, hanno effettuato un controllo presso un laboratorio che produce abbigliamento sportivo di proprietà di H. X., nato in Cina, residente Milano, riscontrando la presenza 13 lavoratori sprovvisti regolare contratto di lavoro.
Personale dei Vigili del Fuoco di Monza diffidava il proprietario a non utilizzare i locali, disponendo la sospensione dell’attività. Gli ispettori del Nucleo Ispettorato Lavoro e dell’ Asl di Monza hanno invece comminato contravvenzioni per violazioni amministrative per importo complessivo di 22mila euro. Analoghi controlli sono previsti in tutta la Brianza.

Commenti   
0 #1 Paola Brembana 2012-11-26 17:01
Oltre a compromettere l'economia occidentale producendo merce a costo basso non rispettando diritti umani e lavorativi, questi conesi vengono anche a casa nostra ad evadere le tasse sotto gli occhi di tutti, senza documenti regolari e vendendo prodotti falsificati.
cosa aspettiamo a porre un freno a questa istituzione mafiosa cinese?

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI