Fumi al Malcantone, i cittadini chiedono interventi urgenti

asfalti.JPG

Concorezzo. Anche oggi, venerdì, i disagi si sono fatti sentire. "Anche oggi - ci scrive Emanuela - dobbiamo subire odore acre, bruciore agli occhi e senso di soffocamento! Sono costretta a tenere chiusi in casa i bambini e a dover stendere i panni nel sottoscala! Sperando che la situazione non degeneri, chiedo un decisivo intervento da parte delle autorità. Inoltre prego chiunque sia nella mia stessa situazione di inviare commenti". Stiamo parlando di una situazione che perdura da anni in zona Malcantone a Concorezzo e nei quartieri Libertà e Brianteo a Monza. Periodicamente (in passato 2-3volte all'anno) capitava di respirare aria pesante, probabilmente a causa delle lavorazioni della Aslfati Brianza. Questi disagi negli ultimi mesi si sarebbero acuiti, tanto da scatenare raccolte firme, segnalazioni ai Comuni di Concorezzo e Villasanta, esposti ai carabinieri. L'azienda si è già detta disponibile a collaborare (leggi), dando anche rassicurazioni sulla non nocività delle esalazioni.

In Comune si è già tenuta una prima riunione alla presenza del sindaco, Riccardo Borgonovo, degli uffici Tecnico ed Ambiente, dei rappresentanti dei carabinieri. In passato erano state imposte delle misure di mitigazione. I sopralluoghi delle prossime ore dovranno verificarne l'efficacia e stabilirne, eventualmente, ulteriori.

Nella foto l'area dell'impianto ripresa da Google.

 

Commenti   
+3 #8 remo carlo egardi 2017-08-31 19:31
Rientrato dalla montagna mi sono dovuto subito sorbire il benvenuto della Asfalti Brianza e, dopo avere aperte le finestre ho dovuto richiuderle subito. La situazione è intollerabile. E' urgentissimo un intervento del Comune per chiedere all'Arpa di eseguire delle analisi dei fumi simulando all'interno dell'Azienda ogni tipo di lavorazione ai massimi regimi. Tutto il resto serve a pochissimo. L'asfalti brianza continuerà a dire che i fumi non sono nocivi le autorità continueranno ad aspettare provvedimenti insufficienti e i cittadini continueranno a respirare sostanze che, visto il tipo di lavorazione, vengono classificate tossiche e cancerogene dalle massime organizzazioni sanitarie.. Abbiamo il diritto di conoscere cosa respiriamo e non ci possono certo bastare le rassicurazioni della Asfalti Brianza. Se il Comune e Arpa non intendono procedere con le analisi devono spiegare il motivo ai cittadini e i cittadini hanno però tutto il diritto di richiederle. Se la Asfalti Brianza afferma che le sue esalazioni sono innocue si deve comunque procedere ad una verifica da parte degli organi competenti.
+1 #7 Andrea B 2017-08-31 07:22
Anche noi ormai quasi ogni sera sentiamo puzza di bruciato, quartiere Cederna a Monza.
Informandoci abbiamo scoperto la causa, grazie ai tantissimi articoli trovati online. è possibile sapere dove si tengono le raccolte firme? la situazione sta diventando insopportabile!
+1 #6 Raf & Simo 2017-06-07 12:34
Ci piacerebbe che il Comune mettesse a disposizione pubblica dei cittadini i documenti che attestano la salubrità dell'aria. Per noi che abitiamo nelle zone limitrofe la preoccupazione è tanta e abbiamo a cuore la salute dei nostri figli!
+1 #5 Elisa 2017-06-06 13:05
Anche per noi stessa situazione...ab itiamo in zona malcantone e quasi ogni sera dopo le 20 (ma spesso anche di giorno) l'aria diventa irrespirabile e siamo costretti a chiudere tutte le finestre. Come e dove è possibile firmare x raccolta firme? La zona è abitata da moltissime famiglie con bambini piccoli...difen diamoli!/difend iamoci!
+1 #4 maria rosa benzoni 2017-06-04 14:19
anche a casa mia (monza sant'albino) arriva odore di bruciato (cosa??) ,
spesso alla sera.
ora ho almeno capito da dove arriva.
cercherò di fare presente questo problema anche al nostro comune di monza.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI