Il Comune si riorganizza per risparmiare

Concorezzo. Il Municipio tira la cinghia e per risparmiare risorse sul personale si dà un nuovo assetto. E’ stato, infatti, riorganizzato l’intero “Settore Tecnico” con l’istituzione del “Settore Lavori Pubblici e Manutenzioni”, al fine di ottimizzare le risorse di tutto il comparto.“Con questo cambiamento intendiamo dare rinnovato impulso al Settore Tecnico, articolandone in modo più preciso  le competenze e le risorse e fornire, così, ai nostri dipendenti più ampi margini di efficienza e di efficacia per il conseguimento degli obiettivi di mandato amministrativo”. Così, il sindaco Riccardo Borgonovo commenta la decisione di rivedere l’organizzazione del Settore Tecnico del Comune che, dalla scorsa settimana, è stato scisso in due settori: Urbanistica e Ambiente (che mantiene al suo interno Urbanistica, Edilizia Privata, Ambiente e Protezione Civile) e il nuovo Settore, Servizi sul Territorio, che accorpa, Lavori Pubblici e Manutenzioni.

Insieme con l’istituzione di quest’ultimo Settore, il sindaco ha provveduto a selezionare, all’interno del personale comunale qualificato, il funzionario che ha nominato quale responsabile organizzativo dei Servizi sul Territorio: la nuova figura apicale, con posizione organizzativa, è l’architetto Roberto Levati, già responsabile dell’Ufficio Manutenzioni, all’interno del Settore Tecnico.

“Sono certo che questo ridisegno delle professionalità interne costituisce un fattore di razionalizzazione del lavoro, basato sulla valorizzazione delle professionalità interne, che andrà a beneficio di entrambe le articolazioni dell’Urbanistica e Servizi sul Territorio e, quindi, dei risultati che ne deriveranno – ha aggiunto il sindaco Borgonovo – Non ci fermeremo qui: abbiamo intenzione di implementare la produttività di questo comparto anche con la prossima acquisizione di strumentazione più adeguata. Pensiamo a un nuovo plotter per l’Urbanistica, a nuovi programmi software, e  la messa a disposizione di competenze specifiche in ambito grafico”.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI