Nubifragio, in ginocchio anche l'agricoltura

melziagricola2.jpgConcorezzo. Non solo danni a negozi, imprese e abitazioni. I recenti nubifragi rischiano di mettere in ginocchio le poche aziende agricole rimaste in Brianza, ma recentemente in ripresa grazie ai servizi offerti e alla vendita di legna e prodotti a km0. "La pioggia e il vento hanno piegato il raccolto - spiega Simone Melzi, che gestisce con la famiglia l'impresa di via Oreno - Un anno di lavoro e sacrifici sono seriamente a rischio se non dovesse arrivare un periodo di sole. Il Governo non aiuta le attività come le nostre e in generale i prodotti sono pagati una miseria: se dovessimo perdere l'annata finiremmo in ginocchio".

Simone Melzi, giovane agricoltore concorezzese, è tra i promotori del suggestivo falò di Sant'Antonio nei campi

melziagricola1.jpg

melziagricola3.jpg

Leggi anche

Nubifragio: centro e Rancate allagati, alberi abbattuti, black-out fino all'alba

2 chili di droga in cassaforte, arrestati in città due quarantenni

Il falò contadino incanta e riscalda: che magia!

farmaciamauri.gif

per la tua pubblicità scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Nell'ultima settimana Concorezzo.org è stato letto da 9.500 lettori unici!

 

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI