Rinasce la ex Frette: riqualificazione e posti di lavoro

frette_demolizione .JPGConcorezzo. Le ruspe sono entrate in azione. Mercoledì, alle 10 del mattino, è iniziata ufficialmente la nuova vita dell'ex area Frette, da anni abbandonata e teatro di vandalismi e abusivismo. Presente l'assessore leghista all'Urbanistica, Fabio Ghezzi, e il responsabile della impresa edile EdilPalosco di Bergamo, gli operai del cantiere hanno dato il via alla demiolizione dei capannoni, mentre la parte storica verrà preservata e riqualificata. Il nuovo quartiere, affacciato lungo la Monza-Trezzo, rinascerà con una vocazione commerciale e residenziale: prima di tutto prenderà forma il supermercato della catena tedesca Aldi Market, dove potrebbero essere assunti 30 dei 70 disoccupati o inoccupati concorezzesi iscritti alle liste di collocamento. Contestualmente dovrebbe iniziare la costruzione di una palazzina in edlizia convenzionata. E' dato per certo l'arrivo di un McDrive della catena McDonald's, mentre i restanti spazi commerciali dovrebbero ospitare franchising di prodotti per animali e di saponi e detersivi alla spina. 

Per la gestione del traffico verrà realizzata anche una nuova rotonda all'altezza della Schindler.

IL PROGETTO

La parte commerciale si svilupperà su 4000 metri quadrati per un totale di 13.000 metri cubi. L'ala storica (5000 metri cubi) verrà riqualificata e, nello schema di convenzione, si gettano le basi perché possa passare in futuro nel patrimonio del Comune. Confermata la quota del 20% di edilizia convenzionata a prezzi calmierati. Come si legge nel documento ufficiale il programma mira a "ridurre la volumetria edificata passando dai 92.300 mc circa esistenti alla volumetria massima di progetto prevista in 57.000 mc (corrispondente a 19.000 mq di SLP), di cui nel presente progetto di PII si prevede di utilizzarne solamente la quota di 43.255 mc". La parte residenziale occuperà 24,9mila metri cubi.

Il Comune ricava monetizzazioni per 47.320,80 euro, oneri per urbanizzazioni primarie per 371.479,75 euro, oneri per urbanizzazioni secondarie per 283.186,05 euro, costo di costruzione di 508.460,00 euro. A scomputo sono solamente le opere di urbanizzazione primaria, per cui la cifra da sottrarre è quella di 371.479,75 euro, fermo restando che il promotore le realizza tutte per un importo che supera il milione di euro, come da dettaglio in convenzione. Restano da versare 1.138.966,85 euro, dai quali va dedotto il milione già versato. Questi oneri verranno contabilizzati/versati al momento della richiesta dei singoli permessi di costruire o dichiarazioni equipollenti.

Leggi anche

Calcio, non si ferma l'onda biancorossa Il derby brianzolo è del Conco

Tartaruga gettata in discarica: Tip cerca casa

In Sport, il galà per celebrare atleti e tradizione sportiva

Monza, C siamo: biancorossi in Lega Pro!

frette_demolizione (1).jpg

frette_demolizione (2).jpg

frette_demolizione (3).jpg

frette_demolizione (4).JPG

frette_demolizione (5).JPG

frette_demolizione (6).JPG

frette_demolizione (7).JPG

frette_demolizione (8).JPG

frette_demolizione (9).JPG

frette_demolizione (11).JPG

frette_demolizione (12).jpg

frette_demolizione (13).jpg

frette_demolizione (14).jpg

frette_demolizione (15).jpg

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI